FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Off Topic > Off Topic Generale
Chiudi la discussione
 
Vecchio 17-05-2016, 13:13   #39061
Banned
 

@ Stellina:

Magari, anziché vedere quello che non si ha e che attualmente non si ha modo di ottenere, meglio sfruttare le capacità che si sono ottenute per aumentare proprio raggio d'azione: il fatto di avere ottenuto la patente può essere un incentivo per spostarsi autonomamente più lontano da dove si vive e magari, conoscere qualche persona nuova oppure cercarsi un nuovo lavoro....cmq è solo il mio pensiero...
Ringraziamenti da
*Stellina* (17-05-2016), giuseppe. (17-05-2016)
Vecchio 17-05-2016, 13:22   #39062
Esperto
L'avatar di *Stellina*
 

Quote:
Originariamente inviata da Wolferstein Visualizza il messaggio
@ Stellina:

Magari, anziché vedere quello che non si ha e che attualmente non si ha modo di ottenere, meglio sfruttare le capacità che si sono ottenute per aumentare proprio raggio d'azione: il fatto di avere ottenuto la patente può essere un incentivo per spostarsi autonomamente più lontano da dove si vive e magari, conoscere qualche persona nuova oppure cercarsi un nuovo lavoro....cmq è solo il mio pensiero...
Eh.. io lo vorrei fare ma.. appunto la patente rappresenta quello che attualmente non ho modo di ottenere... perchè per avere la tanto agognata macchinina scassata e prenderci confidenza mi servirebbe proprio ciò che è irrealizzabile al momento e che non so come raggiungere, ovvero un lavoro.
Sai, è questo ad avermi buttato di nuovo nel pessimismo e nella depressione in questi giorni.. (che poi non è vera depressione, ma un umore depresso dovuto appunto a questi pensieri che mi faccio). Io non credevo che sarei riuscita a prenderla.. ho sofferto tanto per raggiungere questo obiettivo.. e ora rendersi conto che per sfruttarlo dovrei fare un altro definitivo salto di qualità, che è quello che non riesco a fare da quando sono nata (ovvero inserirmi nella società lavorativamente parlando).. mi manda davvero in crisi. Dici che sbaglio prospettiva?? Cosa mi consigli???
Il punto è che non so da dove partire per la ricerca di un lavoro...
Vecchio 17-05-2016, 13:27   #39063
Esperto
L'avatar di chrissolo
 

Quote:
Originariamente inviata da *Stellina* Visualizza il messaggio
Anch'io invidio tantissimo chi non si affeziona e riesce a superare qualsiasi cambiamento andando avanti... mentre io ancora a volte soffro per persone che ho perso e a cui davvero ho dato l'anima. ma poi penso.. che se non fossi così, non sarei io... e vabbè, in fondo è bello essere così e provare sentimenti profondi.. o almeno, sarebbe bello se fossero ricambiati..
Anche io.
Mi ricordo sempre perfettamente di tutto e di tutti.

E' una maledizione e basta.. perché quando i sentimenti profondi che provi non li ricambia mai nessuno.. "ricordare" fa star (tanto) male e nient'altro.

Quote:
Originariamente inviata da *Stellina* Visualizza il messaggio
..ma poi anche tutta questa grande voglia di comunicare tutto di me
Pure io ho fatto sempre questo, comunicare sempre e comunque tutto di me, positivo e negativo, anche in questo forum, a volte anche sbagliando.. nel senso che mi sto rendendo conto di recente che forse una pretesa di "verità" e "trasparenza" in un forum di persone sostanzialmente anonime forse non è neanche materialmente possibile o non ha proprio un minimo di senso (boh, son dubbi che mi son venuti di recente).

Quote:
Originariamente inviata da *Stellina* Visualizza il messaggio
Che sia anche questa la causa del problema??? Magari l'essere troppo poco filtrati... e dire tutto di sè e di come si è e di ciò che si pensa... produce l'effetto contrario.. ovvero che le persone al posto che apprezzarti in quanto persona vera e genuina, scappano???
Penso che c'entri molto, sì, l'esser poco filtrati e troppo "trasparenti" è assolutamente e del tutto controproducente, almeno per me è sempre stato così, qui come altrove.

Non so se è perché è il mezzo (forum/internet) che è così.. che tende a premiare la "parsimonia" riguardo sé stessi e l' "ambiguità" (non intesa in senso necessariamente negativo, anche se spesso lo è), o le cose vanno allo stesso modo anche nella vita reale e nei rapporti reali tra le persone.. non lo so davvero.
Ringraziamenti da
Ninfee (17-05-2016)
Vecchio 17-05-2016, 13:36   #39064
Esperto
L'avatar di Ninfee
 

Quote:
Originariamente inviata da chrissolo Visualizza il messaggio
Io non sono indifferente alla vita: è la vita che è indifferente a me.

Mi son sbracciato tanto e ho faticato tanto.. e dopo 30 anni.. mi ritrovo pure ad aver fatto cospicui passi indietro, invece che avanti..
Peggio di così.. non so..
Dio, che disperazione.
Nonostante tutti gli sforzi e qualche apparente miglioramento momentaneo, quindi, alla fine si ritorna sempre al punto di partenza, o addirittura più indietro...
A volte mi passa proprio la voglia di continuare a provare, è un continuo alternarsi di fasi positive e negative che in realtà non portano a niente e si annullano a vicenda.

Quote:
Originariamente inviata da *Stellina* Visualizza il messaggio
Esatto.. ed è questo il motivo per cui non metto più la vita sentimentale al primo posto ... ho cercato, pur con le difficoltà del caso, di mettere appunto al primo posto me stessa e di cercare di fare le cose nonostante le paure e l'immobilità e i blocchi psicologici radicati di anni.. ma oh, son sempre qui tra voi e non ho cavato un ragno dal buco. Anzi aspetta.. forse ne ho cavata una zampetta di ragno da sto buco.. ma mi serve a poco
Mettere al primo posto gli altri o "la vita in due" è la cosa più sbagliata. Si finisce solo con il venire calpestati e usati, fin quando fa comodo.
Ringraziamenti da
cancellato15732 (17-05-2016)
Vecchio 17-05-2016, 13:40   #39065
Esperto
L'avatar di *Stellina*
 

Quote:
Originariamente inviata da Ninfee Visualizza il messaggio
Nonostante tutti gli sforzi e qualche apparente miglioramento momentaneo, quindi, alla fine si ritorna sempre al punto di partenza, o addirittura più indietro...
A volte mi passa proprio la voglia di continuare a provare, è un continuo alternarsi di fasi positive e negative che in realtà non portano a niente e si annullano a vicenda.


Mettere al primo posto gli altri o "la vita in due" è la cosa più sbagliata. Si finisce solo con il venire calpestati e usati, fin quando fa comodo.
Esatto... grande verità...
Vecchio 17-05-2016, 13:41   #39066
Esperto
L'avatar di chrissolo
 

Quote:
Originariamente inviata da Ninfee Visualizza il messaggio
Nonostante tutti gli sforzi e qualche apparente miglioramento momentaneo, quindi, alla fine si ritorna sempre al punto di partenza, o addirittura più indietro...
A volte mi passa proprio la voglia di continuare a provare, è un continuo alternarsi di fasi positive e negative che in realtà non portano a niente e si annullano a vicenda.
La mia esperienza è del tutto fallimentare, ma non è che ti puoi basare su questo o su quella di altri.

Alcuni ce la fanno altri no. Le condizioni di partenza e le possibilità concrete per ognuno sono del tutto diverse, per cui si può solo provare e vedere come va..

Il mio grosso errore è stato non fare nulla quando ero giovane, mi son messo a cercare di affrontare i miei problemi seriamente per la prima volta che avevo già 40 anni.. e forse questo ha inciso nel non riuscire a fare nessun passo avanti, anzi .. qualcuno indietro.. (perché ho subito pure nuovi e pesanti traumi emotivi e psicologici.. - e nient'altro - )
Ringraziamenti da
*Stellina* (17-05-2016)
Vecchio 17-05-2016, 13:45   #39067
Esperto
L'avatar di Gummo
 

Perché devo fare sogni bellissimi, irrealizzabili, interminabili e che sembrano veri?
Vecchio 17-05-2016, 13:48   #39068
Esperto
L'avatar di Ninfee
 

Quote:
Originariamente inviata da *Stellina* Visualizza il messaggio
Anch'io provo lo stesso.. infatti mi son sempre chiesta cos'è che mi fa rimanere così attaccata alla vita tanto da avere feroci attacchi di panico all'idea di perderla... quando poi, di fatto, non la vivo se non passivamente e in solitaria davanti a un pc..
Credo sia la speranza di quel famoso miracolo che mi dovrebbe portare nel mondo assieme agli altri finalmente felice di amare ed essere amata...
Appunto, anch'io vivo più che altro in questo modo senza mai riuscire a concludere niente, è assurdo.
Nel mio caso non è la speranza di essere amata o di amare a farmi andare avanti (non ci credo e non è quello di cui ho bisogno, crederci secondo me serve solo ad illudersi e fa stare peggio).
È la speranza, e a volte la convinzione, di un cambiamento o di una svolta decisiva che mi permette di continuare così. Però in realtà non arriva mai.
Ringraziamenti da
*Stellina* (17-05-2016)
Vecchio 17-05-2016, 14:19   #39069
Esperto
L'avatar di sato
 

Quote:
Originariamente inviata da zucchina Visualizza il messaggio
penso che fare 30 ore settimanali mi pesa un pò...o un pò troppo? :\
che lavoro fai?
Vecchio 17-05-2016, 14:29   #39070
Esperto
L'avatar di chrissolo
 

Quote:
Originariamente inviata da Ninfee Visualizza il messaggio
È la speranza, e a volte la convinzione, di un cambiamento o di una svolta decisiva che mi permette di continuare così. Però in realtà non arriva mai.
Anche io (non)ho "vissuto" così. Di illusioni, in pratica. Che alla lunga mi han solo fatto solo del male.. e basta.
Vecchio 17-05-2016, 14:31   #39071
Esperto
L'avatar di Mushroom
 

Quote:
Originariamente inviata da Ninfee Visualizza il messaggio
È la speranza, e a volte la convinzione, di un cambiamento o di una svolta decisiva che mi permette di continuare così. Però in realtà non arriva mai.
Io sono anni che attendo, nulla è mai cambiato.
Vecchio 17-05-2016, 15:01   #39072
Banned
 

oggi lavoro lavoro 8- 13- 15:30- 19

spesso mi alzo alle 5. perciò devo andare a letto almeno alle 22:30.
e ogni cazzo di giorno ritorno alle 19 a casa. distrutto. depresso.

dovecazzoèlamiavita. il buffo è che sono un fallito. Nessuna comprensione, nessuna consolazione per me. Nessuna considerazione, solo pietà, sono un fallito. La mia vita in effetti non esiste. Come posso farmi una vita? in che ritagli di tempo e in che condizioni? passo la settimana contando i giorni come trincee da scavalcare, con il desiderio fortissimo, ossessivo, di dormire. Infilarmi sotto le coperte e così avere il permesso di sognare.
Cazzo d'altro mi rimane, ogni giorno vengo spremuto come un'arancia, non mi rimane più nulla se non lo stordimento, ritorno a casa mia, la mia camera, la mia prigione (quanti anni ho passato qua dentro? quanti ne passerò?) con nei denti il sapore della stanchezza, un mattone sul petto e la voglia di non pensare. Di spegnermi, di annullarmi.

Penso spesso alla morte, alla pace misericordiosa che dà. Ovviamente non posso dirlo a nessuno, non ho nessun sentimento suicida, ma sento una sensazione di liberazione sapendo che tutto questo finirà. I giorni che ti rotolano addosso, la tristezza, la disperazione, l'ansia, tutto si spegnerà in un momento. E' una cosa che trovo dolcissima, libero da me stesso e dagli altri, finalmente.

Mi vedono da sempre solo, senza una compagna o una relazione, e hanno il coraggio di chidermi di trovarmi una ragazza, di farmi una vita. Avessero una minima idea di ciò che chiedono. Dovrei "trovarmi una ragazza" nei momenti di buco, quando mangio o mi faccio una cagata? La sera nelle 4 ore concessomi, in cui devo mangiare farmi la doccia e prepararmi per il giorno dopo?

Senza considerare che non ho la minima speranza di poter entrare in quel meccanismo, sono escluso da sempre dalle dinamiche sociali, ora come ora...è semplicemente inutile. Sto marcendo dentro nella frustrazione e nella disperazione, in fondo ad un pozzo senza uscita. Incredibile come il tempo e i giorni diventino un gigantesco tritacarne. Sento la manovella che gira, venti minuti e poi via. Fino alle sette.
E domani
E dopodomani
E poi ancora il mese successivo sarà peggio, avrò da dare le sostituzioni, dovrò svegliarmi alle 4:30 del mattino. E alle 7 del pomeriggio ancora non avrò finito.
Ma un giorno finirà, sarà doloroso, sarà pauroso, ma passerà, e passerà tutto il resto...
Ringraziamenti da
cancellato15732 (17-05-2016), Keith (17-05-2016), Mike Patton (17-05-2016), The_Sleeper (17-05-2016)
Vecchio 17-05-2016, 15:04   #39073
Esperto
L'avatar di An.dream
 

Non sapevo il significato del verbo calére e l'ho imparato da Heather Parisi; mi sento vuoto come una soubrette siliconata.
Vecchio 17-05-2016, 16:23   #39074
Esperto
 

Io mi sono rotta di essere per TUTTI solo una rompicazzo!!!
E la realtà è che SONO UNA ROMPICAZZO!!!
MI AUGURO DI MORIRE ATROCEMENTE PRESTO.
Mi devo levare dai coglioni che sarebbe pure l'ora. Muori rompicazzo!!! Muori!!!

Ultima modifica di Leucina; 17-05-2016 a 16:25.
Vecchio 17-05-2016, 16:49   #39075
Esperto
L'avatar di cosechenonho
 

Giustificarsi e trovare scuse a domande di perfetti sconosciuti che non hanno di meglio da fare che "analizzare" la tua situazione...
Vecchio 17-05-2016, 17:23   #39076
Esperto
L'avatar di Nimo
 

Bisogna rendersi conto che siamo soli al mondo.
Non solo non si può contare veramente sull'aiuto di nessuno, ma anzi gli altri sono la causa della maggior parte delle nostre sofferenze.
Vecchio 17-05-2016, 18:22   #39077
Esperto
L'avatar di Keith
 

Quote:
Originariamente inviata da Atlas Visualizza il messaggio
oggi lavoro lavoro 8- 13- 15:30- 19

spesso mi alzo alle 5. perciò devo andare a letto almeno alle 22:30.
e ogni cazzo di giorno ritorno alle 19 a casa. distrutto. depresso.

dovecazzoèlamiavita. il buffo è che sono un fallito. Nessuna comprensione, nessuna consolazione per me. Nessuna considerazione, solo pietà, sono un fallito. La mia vita in effetti non esiste. Come posso farmi una vita? in che ritagli di tempo e in che condizioni? passo la settimana contando i giorni come trincee da scavalcare, con il desiderio fortissimo, ossessivo, di dormire. Infilarmi sotto le coperte e così avere il permesso di sognare.
Cazzo d'altro mi rimane, ogni giorno vengo spremuto come un'arancia, non mi rimane più nulla se non lo stordimento, ritorno a casa mia, la mia camera, la mia prigione (quanti anni ho passato qua dentro? quanti ne passerò?) con nei denti il sapore della stanchezza, un mattone sul petto e la voglia di non pensare. Di spegnermi, di annullarmi.

Penso spesso alla morte, alla pace misericordiosa che dà. Ovviamente non posso dirlo a nessuno, non ho nessun sentimento suicida, ma sento una sensazione di liberazione sapendo che tutto questo finirà. I giorni che ti rotolano addosso, la tristezza, la disperazione, l'ansia, tutto si spegnerà in un momento. E' una cosa che trovo dolcissima, libero da me stesso e dagli altri, finalmente.

Mi vedono da sempre solo, senza una compagna o una relazione, e hanno il coraggio di chidermi di trovarmi una ragazza, di farmi una vita. Avessero una minima idea di ciò che chiedono. Dovrei "trovarmi una ragazza" nei momenti di buco, quando mangio o mi faccio una cagata? La sera nelle 4 ore concessomi, in cui devo mangiare farmi la doccia e prepararmi per il giorno dopo?

Senza considerare che non ho la minima speranza di poter entrare in quel meccanismo, sono escluso da sempre dalle dinamiche sociali, ora come ora...è semplicemente inutile. Sto marcendo dentro nella frustrazione e nella disperazione, in fondo ad un pozzo senza uscita. Incredibile come il tempo e i giorni diventino un gigantesco tritacarne. Sento la manovella che gira, venti minuti e poi via. Fino alle sette.
E domani
E dopodomani
E poi ancora il mese successivo sarà peggio, avrò da dare le sostituzioni, dovrò svegliarmi alle 4:30 del mattino. E alle 7 del pomeriggio ancora non avrò finito.
Ma un giorno finirà, sarà doloroso, sarà pauroso, ma passerà, e passerà tutto il resto...
Il tuo messaggio mi ha colpito perché il senso di oppressione dato dall'essere presente così tanto tempo al lavoro è una cosa che mi appartiene, è una sensazione bruttissima perché ci si sente in gabbia, senza possibilità di vivere.
Non puoi chiedere una riduzione di orario?
Io provai tempo fa ma non mi fu concesso, ora riproverò sperando che ci siano più possibilità.
Vecchio 17-05-2016, 18:57   #39078
Banned
 

syd,meno lavoro meno guadagno.
è un'illusione della scelta...
Vecchio 17-05-2016, 19:06   #39079
Banned
 

Atlas, bello (si fa per dire) scritto.
Penso tu abbia descritto precisamente la condizione futura in cui più ho timore di potermi ritrovare.
Che già rivedo in mio padre.
Non so nemmeno che altro dire...
Vecchio 17-05-2016, 20:21   #39080
Banned
 

Non capirò mai quei mariti o fidanzati che si girano a guardare altre donne, io la trovo come una mancanza di rispetto, se accadesse a me ci rimarrei male e forse mi arrabbierei, magari é colpa dell'insicurezza.
(ovviamente non accetto questo comportamento nemmeno da parte delle donne)

Ultima modifica di cancellato15732; 17-05-2016 a 20:23.
Ringraziamenti da
Leucina (17-05-2016), sato (18-05-2016)
Chiudi la discussione
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a Il Vostro Pensiero in Questo Momento...
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Il Vostro Pensiero in Questo Momento... Loner Discussioni inifinite 65357 Oggi 22:03
Il Vostro Pensiero Sessuale in Questo Momento ~~~ Forum Sessualità (solo adulti) 7181 Oggi 10:38
Il Vostro pensiero Sentimentale in questo momento BbFenix Off Topic Generale 466 12-06-2024 18:34
Il vostro momento in questo pensiero.. Hazel Grace Off Topic Generale 19 29-05-2024 03:54



Tutti gli orari sono GMT +2. Attualmente sono le 22:11.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2024, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2