FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Fobia Sociale > SocioFobia Forum Generale
Rispondi
 
Vecchio 07-01-2020, 17:02   #1
Esperto
L'avatar di HelterSkelter
 

Ho paura di lavorare, di sentirmi inadeguata, di subire mobbing, di fallire, d'essere licenziata e, seppure io sappia che sia irrazionale, d'essere picchiata per ogni mio errore.
La causa di questa paura mi è molto chiara.
Ho avuto una madre molto giudicante, che preferiva alzare le mani di fronte ad ogni un mio singolo errore piuttosto che spiegarmi dove stavo sbagliando. Ho vissuto gran parte della mia infanzia ed adolescenza nella paura di fallire, di ridicolizzarmi e questa paura è stata presente in ogni campo, sia nelle socializzazioni che nell'ambito scolastico.
Sono diventata un'adulta che ha preferito compiacere la tremenda genitrice che seguire le proprie passioni e aspirazioni. Sono un'adulta che non ha saputo osare, che ha calcolato fin troppo il rischio fino al punto di farmi sfuggire qualsiasi occasione.
Non mi sono formata praticamente in nulla, nessuna delle mie "competenze" è spendibile nel mondo del lavoro e mi sento piccola e inutile.
Ogni giorno mando CV su CV, mi vedo video a tema colloqui di lavoro per farmi passare un po' d'ansia. Sto seguendo dei corsi professionalizzanti per cercare di rimettermi in carreggiata ma ho sempre paura.
Paura di sabotarmi e non riuscire a realizzarmi.
Di più non so che fare per tranquillizzarmi.
Ringraziamenti da
Blue Sky (07-01-2020), Esqui (10-01-2020), forse (08-01-2020), Gummo (08-01-2020), JR_Reloaded (07-01-2020), SamueleMitomane (08-01-2020), ~~~ (07-01-2020)
Vecchio 07-01-2020, 17:16   #2
Esperto
L'avatar di pokorny
 

Non è una fobia, è una normalissima reazione per chi vive in Italia e non è un bastardo o per sua fortuna/capacità ha una condizione professionale gestibile se non buona. Quello che dici, mobbing, sfruttamento, bastardare, esiste davvero. Non sono fobie. Se tu (ma mi ci metto pure io) vivessi in nord Europa probabilmente non sarebbe da te percepita come una fobia ma come un leggero timore del tutto gestibile.

Questi problemi sono solo frutto del caso. Non siamo nati in Nigeria, ma manco in Norvegia, comunque è qualcosa al di fuori del nostro controllo.
Ringraziamenti da
clark (08-01-2020), Nightlights (08-01-2020), syd_77 (08-01-2020)
Vecchio 07-01-2020, 17:40   #3
Esperto
L'avatar di Atraius
 

Punto numero 1: non sei piccola e inutile. Togliti questo pensiero dalla testa
Scherzi a parte, l'ansia è normale. Probabilmente nel tuo caso viene ingigantita a causa di quello che hai passato.
Cerca di convincerti che non c'è niente di male nel fare errori, capita ovunque e a chiunque. Le uniche persone che non sbagliano sono quelle che non fanno niente.
Ho fatto esami universitari e sono bocciato diverse volte in diversi esami, ma si va avanti e si arriva in fondo. A lavoro uguale, ho fatto errori, ho fatto anche figure di cacchina. Succede, si impara dagli errori e si cerca di migliorare.
Per il discorso colloqui pensa anche questo: le persone che fanno i colloqui quante persone avranno visto e intervistato nella loro carriera? Di sicuro ne avranno viste di tutti i colori. Per loro sei solo una delle tante persone che va a fare il colloquio. Se va bene bene, se va male il giorno dopo già ti avranno rimosso dalla testa.
Ti dico questo non per sminuirti o chissà cosa, ma per farti riflettere che ti fa il colloquio non ti giudicherà così pesantemente come pensi.
Ringraziamenti da
pokorny (07-01-2020)
Vecchio 07-01-2020, 18:13   #4
Esperto
L'avatar di Crepuscolo
 

Anch'io ho queste paure, ma nel mio caso sono fondate, quelle poche volte che ho provato a lavorare mi sono trovato male, il giudizio e le critiche degli altri non le reggo. Anche mia madre mi urlava sempre contro al minimo errore quando ero piccolo e mi ridicolizzava e sminuiva.
Vecchio 07-01-2020, 18:17   #5
Esperto
L'avatar di Pablo's way
 

Io vivo il lavoro in modo molto simile a te, però provo a rassicurarti un po' perché le cose sono molto migliorate rispetto all'inizio, anche se il cervello ogni tanto ricasca nei soliti ragionamenti disfunzionali.

Quello che ha fatto la differenza è stata l'esperienza, sia riguardo al lavoro svolto, sia dell'ambiente di lavoro, dopo qualche anno prendi per forza confidenza e molte cose riesci ad inquadrarle per quello che sono, non fanno più paura come una volta, è chiaro che devi avere la fortuna di trovare un buon ambiente, questo ti faciliterebbe molto le cose.

Riguardo il lavoro che dovrai fare in genere se non hai un incarico che richiede competenze specifiche particolari lo imparerai piano piano facendolo, non ci sono fenomeni in giro, sono tutte cose che si imparano col tempo e spesso i lavori di ufficio sono ripetitivi e senza troppi imprevisti...
Vecchio 07-01-2020, 18:54   #6
Esperto
L'avatar di JR_Reloaded
 

Mi pare di leggere me, per lo stesso tuo motivo anche io mi trovo in una situazione simile, una situazione di stallo, blocco, paura, la mia figura materna (che non corrisponde alla mia madre naturale) per iperprotettività nel mio caso, mi ha inculcato questa idea che io non sono valida, che non sono capace di fare le cose, che non posso cavarmela da sola, che se anche ci provassi combinerei solo disastri, fallirei inevitabilmente, alla fine questa idea esterna la introietti dentro di te, la fai tua e ti convinci di essere davvero incapace e di non potertela cavare da solo nel mondo (nonostante io in fondo sia cosciente di essere una persona valida, capace di cavarsela da sola perchè effettivamente me la cavo da sola in molte situazioni, sono una persona molto indipendente, non mi piace chiedere aiuto, c'è sempre questa vocina di sottofondo che mi dice "si fai le cose da sola ma le fai male non vedi?"). Questa convinzione sto cercando di sradicarla da me anche se è estremamente difficile.

Ultima modifica di JR_Reloaded; 07-01-2020 a 19:03.
Vecchio 07-01-2020, 19:39   #7
Esperto
L'avatar di Equilibrium
 

Ora che sei consapevole di aver subito dei condizionamenti, come tutti del resto, puoi scegliere e quindi la responsabilità é tua. Diventa genitore di te stessa e accompagnati.
Vecchio 07-01-2020, 19:48   #8
Esperto
L'avatar di Palmiro
 

Quote:
Originariamente inviata da HelterSkelter Visualizza il messaggio
Ho paura di lavorare, di sentirmi inadeguata, di subire mobbing, di fallire, d'essere licenziata e, seppure io sappia che sia irrazionale, d'essere picchiata per ogni mio errore.

La causa di questa paura mi è molto chiara.

Ho avuto una madre molto giudicante, che preferiva alzare le mani di fronte ad ogni un mio singolo errore piuttosto che spiegarmi dove stavo sbagliando. Ho vissuto gran parte della mia infanzia ed adolescenza nella paura di fallire, di ridicolizzarmi e questa paura è stata presente in ogni campo, sia nelle socializzazioni che nell'ambito scolastico.

Sono diventata un'adulta che ha preferito compiacere la tremenda genitrice che seguire le proprie passioni e aspirazioni. Sono un'adulta che non ha saputo osare, che ha calcolato fin troppo il rischio fino al punto di farmi sfuggire qualsiasi occasione.

Non mi sono formata praticamente in nulla, nessuna delle mie "competenze" è spendibile nel mondo del lavoro e mi sento piccola e inutile.

Ogni giorno mando CV su CV, mi vedo video a tema colloqui di lavoro per farmi passare un po' d'ansia. Sto seguendo dei corsi professionalizzanti per cercare di rimettermi in carreggiata ma ho sempre paura.

Paura di sabotarmi e non riuscire a realizzarmi.

Di più non so che fare per tranquillizzarmi.
Dai mi sembra che nonostante le tue paure, tu ti stia dando da fare. Non hai nulla da rimproverarti.

Forse la tua è solo inadeguatezza, ti vedi sbagliata in contesti in cui è richiesto metterti alla prova, ma è cosa normale per tutti.

Sent from my ATU-L11 using Tapatalk
Vecchio 07-01-2020, 20:08   #9
Esperto
L'avatar di Franz86
 

La paura del lavoro per i più vari motivi credo sia generalizzata, dato che è l' ambito più stressante nella vita della gran parte delle persone, quindi tra i soggetti con difficoltà relazionali è facile diventi un ulteriore sgradito problema aggiuntivo.

Qui sul forum tutto sommato se ne parla sorprendentemente poco, il che, tra le altre spiegazioni, potrebbe anche essere indicatore del fatto che lo stigma percepito nei confronti di chi provi ad esplicitare in qualche modo i suoi timori nei confronti dell' obbligo di partecipazione all' attuale mondo produttivo sia ben più forte di altri ben più inflazionati nei topic.

Ergofobia.com - Non sei solo
Ringraziamenti da
Nightlights (09-01-2020)
Vecchio 07-01-2020, 20:10   #10
Principiante
L'avatar di Sidem89
 

Concordo con chi ha notato una tua piena consapevolezza, ed è fondamentale.
In un ambiente di lavoro ti sorprenderai per i pregi che non sapevi di avere. Certo, ci vuole tempo, all'inizio sarai guardinga e spaventata. Poi - sempre con qualche inciampo qua e là - la situazione migliorerà e il lavoro diventerà la tua nuova normalità e non quella a cui sei stata - tuo malgrado - abituata.
Vecchio 07-01-2020, 20:25   #11
Principiante
 

Non so come si risolve questa paura... forse con la paura di rimanere senza niente...

Scacciare una paura con un'altra paura... si può?
Vecchio 08-01-2020, 11:05   #12
Principiante
 

Sto cercando di affrontare proprio queste paure ultimamente. Ho iniziato da poco un nuovo lavoro e non faccio altro che darmi addosso da sola. Nonostante siano i primi giorni e credo che sia normale non poter sapere tutto come gli altri, continuo ad accusarmi da sola di non essere abbastanza, di non imparare abbastanza in fretta. Non riesco nemmeno a dormire tranquilla per questa "ossessione".
Dunque non so darti ancora un consiglio, ma credo che fare un corso possa aiutare a sentirsi più sicuri riguardo a ciò che dovrai svolgere poi sul lavoro. Anche trovare un lavoro che ti assicuri un minimo di formazione, non sarebbe male... ma non capita così spesso di trovarne.
Vecchio 08-01-2020, 12:30   #13
Esperto
L'avatar di Masterplan92
 

Quote:
Originariamente inviata da Architeuthis- Visualizza il messaggio
Il mio problema è la totale mancana di voglia e motivazione, io vorrei solo aspirare a lavori entusiasmanti, avventurosi, dove si viaggia, non ce la faccio ad accontentarmi dei lavori comuni che fanno tutti, mi sento morire dentro, ma così facendo non lavorerò mai.
Stessa cosa
Vecchio 08-01-2020, 12:39   #14
Esperto
L'avatar di Nightlights
 

Per me più che di paura si tratta di scoglionamento, mi da molto fastidio l'idea che per due soldi debba stare zitto di fronte ad un superiore testa di c***o che abusa del suo potere.

Inviato dal mio SM-J510FN utilizzando Tapatalk
Vecchio 08-01-2020, 14:10   #15
Esperto
L'avatar di Atraius
 

Quote:
Originariamente inviata da Architeuthis- Visualizza il messaggio
Il mio problema è la totale mancana di voglia e motivazione, io vorrei solo aspirare a lavori entusiasmanti, avventurosi, dove si viaggia, non ce la faccio ad accontentarmi dei lavori comuni che fanno tutti, mi sento morire dentro, ma così facendo non lavorerò mai.
Trovare un lavoro che si ama al 100% è difficile, bisogna anche un po' accontentarsi eh
Un lavoro dove si viaggia molto? Il commerciale. In un colloquio che avevo fatto cercavano una posizione del genere, e mi hanno detto che avrei dovuto fare più di un centinaio di viaggi l'anno... e io ho detto, mmm interessante, addio
Viaggieresti molto, ma saresti sempre in contatto diretto con i clienti, che ti fanno domande, vogliono capire, alcuni non si fidano e cercano di metterti in difficoltà.
Potresti provare a fare il test delle 16 personalità. Dal profilo che ne viene fuori ti indica anche quali sono i lavori più indicati per te: https://www.16personalities.com/it
Vecchio 08-01-2020, 14:29   #16
Esperto
L'avatar di muttley
 

Quote:
Originariamente inviata da Architeuthis- Visualizza il messaggio
Il mio problema è la totale mancana di voglia e motivazione, io vorrei solo aspirare a lavori entusiasmanti, avventurosi, dove si viaggia, non ce la faccio ad accontentarmi dei lavori comuni che fanno tutti, mi sento morire dentro, ma così facendo non lavorerò mai.
Quote:
Originariamente inviata da Masterplan92 Visualizza il messaggio
Stessa cosa
Narcisisti repressi, venite a me!
Vecchio 08-01-2020, 15:35   #17
Esperto
L'avatar di HelterSkelter
 

Grazie per aver risposto al mio topic.
Immaginavo fosse problema di molti e sapevo che potevo parlarne tranquillamente.
Avrò preso consapevolezza dell'origine del mio malessere, spero scatti anche la voglia di "curarsi".
Forse quest'ansia mi è nata dopo aver visto i profili linkedin delle mie conoscenze, spesso zeppo di volontariato e di tirocini cercati e sudati durante la gioventù. Mi pento amaramente d'essermi persa ogni occasione causa fobie e paure di vario tipo, ora davvero posso solo rosicare per non essermi fatta forza quando dovevo.
Spero d'avere tempo per rimediare altrimenti la vedo brutta
Vecchio 08-01-2020, 16:05   #18
Esperto
L'avatar di syd_77
 

Quote:
Originariamente inviata da HelterSkelter Visualizza il messaggio
Ho paura di lavorare, di sentirmi inadeguata, di subire mobbing, di fallire, d'essere licenziata e, seppure io sappia che sia irrazionale, d'essere picchiata per ogni mio errore.
Analizziamo ogni singola paura.
Essere picchiata, come hai già intuito da sola, è impossibile. E Partiamo da questa certezza.
L'essere licenziati e subire mobbing sono cose che possono succedere come anche non succedere.. qui va un po' a fortuna.
La sensazione di essere inadeguati può essere reale all'inizio, ma è normale, bisogna imparare e porsi con umiltà. Sempre dando e pretendendo il rispetto degli altri.
Vecchio 08-01-2020, 16:07   #19
Esperto
L'avatar di syd_77
 

Quote:
Originariamente inviata da Architeuthis- Visualizza il messaggio
Il mio problema è la totale mancana di voglia e motivazione, io vorrei solo aspirare a lavori entusiasmanti, avventurosi, dove si viaggia, non ce la faccio ad accontentarmi dei lavori comuni che fanno tutti, mi sento morire dentro, ma così facendo non lavorerò mai.
Quote:
Originariamente inviata da Masterplan92 Visualizza il messaggio
Stessa cosa
mmh.. non è che siete un po' viziatelli? Ma tranquilli che la mia è in parte solo invidia.. avrei voluto essere viziatello anche io e sfruttare di più i genitori invece di fare il finto duro che sopporta e invece poi non sopporta una mazza
Vecchio 08-01-2020, 16:13   #20
Esperto
L'avatar di Atraius
 

Quote:
Originariamente inviata da HelterSkelter Visualizza il messaggio
Grazie per aver risposto al mio topic.
Immaginavo fosse problema di molti e sapevo che potevo parlarne tranquillamente.
Avrò preso consapevolezza dell'origine del mio malessere, spero scatti anche la voglia di "curarsi".
Forse quest'ansia mi è nata dopo aver visto i profili linkedin delle mie conoscenze, spesso zeppo di volontariato e di tirocini cercati e sudati durante la gioventù. Mi pento amaramente d'essermi persa ogni occasione causa fobie e paure di vario tipo, ora davvero posso solo rosicare per non essermi fatta forza quando dovevo.
Spero d'avere tempo per rimediare altrimenti la vedo brutta
Ma no, non ti preoccupare di tirocini, volontariato e robe varie. Mai fatti, mai avuto esperienze lavorative prima del mio primo lavoro. Nel mio curriculum iniziale non avevo proprio messo la sezione esperienze lavorative
Tieni conto che solitamente, qualsiasi cosa tu faccia, all'inizio ci deve essere qualcuno che ti spiega le cose e che ti segue un minimo per farti entrare nel ruolo.
Non pensare a quello che è stato, tanto non puoi cambiarlo. Guarda avanti e a quello che puoi fare e cambiare adesso. Ce la farai, non sei inferiore a nessuno e non permettere a nessuno di dirti il contrario.
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a Ergofobia ossia la paura di lavorare
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Paura di lavorare Onizuka SocioFobia Forum Generale 148 16-08-2019 18:39
La noia, ossia: preferite il cono o la coppetta? Blue_Moon Off Topic Generale 77 18-04-2016 19:45
Vi prego aiutatemi. Depressione o Ergofobia? Posso uscirne? Spaventapasseri SocioFobia Forum Generale 2 13-10-2013 16:58
Ergofobia? Depressione? Cos'è? Aiutatemi vi prego. Spaventapasseri Forum Scuola e Lavoro 4 11-10-2013 22:37



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 20:33.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2021, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2