FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Fobia Sociale > SocioFobia Forum Generale
Rispondi
 
Vecchio 25-02-2021, 16:16   #1
Intermedio
 

Quanto è dolce la dolce rassegnazione? Qualcuno ci è mai arrivato? Io la sto vivendo adesso, non voglio nulla, prendo quello che arriva se c'ho voglia

I problemi? Nah, Le preoccupazioni? Nah...

Finirai senza tetto... bene e allora... lo so che sembra irresponsabile ed estremo

Ma mi sento cosí da un mesetto

Se fosse la via?

(Ovviamente c'ho mamma e papà che mi parano il culo... quindi non so quanto sia sostenibile....)

Però dopo anni di lotte e preoccupazioni... quanto è bello un po' di riposo...

Forse sono proprio sfinito... quando mi arriva qualche ansia o preoccupazione "se non fai questo è la fine... non lo hai fatto è irrecuperabile...." sono lí che gli rispondo "ok ok arriverà la fine, ok ok morirò, basta sono stanco, lasciami in pace... alla pace... se deve succedere succeda... io non posso farci nulla... se mi fa sentire bene lo faccio sennò fanculo..."

boh è cosí rilassante... non so se qualcuno lo ha mai preso in considerazione
Ringraziamenti da
Masterplan92 (26-02-2021), Noradenalin (25-02-2021)
Vecchio 25-02-2021, 16:28   #2
Avanzato
L'avatar di Trinacria
 

Anche io, nella mia testa, continuo a dirmi di essermi rassegnata ma la verità è che ancora non lo sono. Io ci spero ancora e, forse, è questo il problema.
Si dice che le cose arrivano quando non le aspetti. Chissà se è vero
Comunque penso anche io che mettersi l'anima in pace una volta per tutte e non aspettarsi più niente sia il modo migliore per riuscire a stare meglio.
Ringraziamenti da
matriX85 (25-02-2021)
Vecchio 25-02-2021, 20:12   #3
Avanzato
L'avatar di Texas
 

Io mi rassegno dopo un tot in cui provo a valicare il muro di cemento armato, rappresentativo della mia natura.
Alterno brevi periodi in cui provo a cambiare ad lunghi periodi di rassegnazione dopo esser stato rimbalzato ed essermi sconfortato.
Ora vorrei continuare a provarci, a fare degli sforzi per più tempo e a cercare di mantenere degli atteggiamenti diversi,magari anche in cose banali. Non posso fare molto altro che provare anche un po a caso, sperando di trovare la formula magica che possa dare il via a un qualcosa di positivo.
Ringraziamenti da
Masterplan92 (26-02-2021)
Vecchio 25-02-2021, 21:34   #4
Esperto
L'avatar di Stasüdedòs
 

Ci sono arrivato da qualche anno, ma io la chiamo "rassegnazione consapevole", ben diversa dal menefreghismo generico... la chiave è conoscere e accettare se stessi con totale sincerità, avendo ben chiari debolezze e punti di forza, difetti e qualità,... senza mentire o raccontarsela per sembrare meglio (o peggio!) di ciò che si è.

A quel punto, e solo a quel punto, si può capire cosa realmente si può ottenere dalla vita che resta, o almeno su cosa vale la pena di lottare, con obiettivi e progetti (piccoli o grandi) a breve, medio e lungo termine.

Grazie a questo ora so cosa voglio, ho un'idea di futuro che prima non avevo, poi ovvio che le cose potrebbero andare in modo diverso o fallire i piani iniziali, e nel caso... amen, almeno potrei dire di aver vissuto attivamente seguendo uno o più percorsi a cui credevo, abbandonando definitivamente seghe mentali, fantasie o illusioni per cose invece palesemente fuori portata (anche piccole cose o ovvietà per altri, ma ostacoli insormontabili per me)... c'è solo la realtà dei fatti, nuda e cruda, che non cambia anche se la nascondiamo sotto al tappeto o facciamo finta di non vederla.
Ringraziamenti da
kermit (26-02-2021), Vento (26-02-2021)
Vecchio 25-02-2021, 22:02   #5
Intermedio
L'avatar di Ruoppolo
 

Non so se definirla rassegnazione, ma da quando mi sono reso conto di avere dei disturbi sto molto meglio, paradossalmente.
Ho passato la vita a dannarmi per cose sulle quali non avevo nessun potere e tutto ciò è stato inutile, oltre che dannoso.
Ho capito che con i miei problemi, la vita non sarebbe potuta andare che così, quindi mi sono messo l'anima in pace.
In passato ero convinto di essere depresso (lo ero, ma questo era solo un sintomo del mio malessere, non la causa) e niente aveva senso.
Quando dicevo a qualcuno di essere depresso nessuno capiva il motivo per cui io dovessi esserlo.
Ero depresso perché ero infelice e frustrato, perché la mia mente funziona diversamente da quella degli altri e a me non piace ciò che piace agli altri, quindi non c'era niente che potesse farmi stare bene.
Da quando ho realizzato di avere un disturbo tutto ha iniziato ad avere un senso, ora so perché la mia vita è andata come è andata e va bene così, non poteva andare diversamente.
Vecchio 25-02-2021, 22:03   #6
Intermedio
 

Quote:
Originariamente inviata da Vento Visualizza il messaggio
Quanto è dolce la dolce rassegnazione? Qualcuno ci è mai arrivato? Io la sto vivendo adesso, non voglio nulla, prendo quello che arriva se c'ho voglia

I problemi? Nah, Le preoccupazioni? Nah...

Finirai senza tetto... bene e allora... lo so che sembra irresponsabile ed estremo

Ma mi sento cosí da un mesetto

Se fosse la via?

(Ovviamente c'ho mamma e papà che mi parano il culo... quindi non so quanto sia sostenibile....)

Però dopo anni di lotte e preoccupazioni... quanto è bello un po' di riposo...

Forse sono proprio sfinito... quando mi arriva qualche ansia o preoccupazione "se non fai questo è la fine... non lo hai fatto è irrecuperabile...." sono lí che gli rispondo "ok ok arriverà la fine, ok ok morirò, basta sono stanco, lasciami in pace... alla pace... se deve succedere succeda... io non posso farci nulla... se mi fa sentire bene lo faccio sennò fanculo..."

boh è cosí rilassante... non so se qualcuno lo ha mai preso in considerazione
Si io vivo così... Bhe non mi lascio andare ma non mi faccio neanche venire l'ansia.
Un certo signore disse di non avere ansia per il futuro, così sia. Questo è modo responsabile di lasciare le cose al loro corso. Il fare come dici te ti puó portare alla rovina.
Vecchio 25-02-2021, 22:11   #7
XL
Esperto
L'avatar di XL
 

La verità è che penso che se si è realmente rassegnati senza trucchi si sta sereni, ma non ci sono mai riuscito.
Ho sempre una voglia un po' sotterranea di far saltare tutto in aria e mi sa che non passerà finché sono vivo.
Chi è rassegnato accetta, io mi sa che non accetto, sono rivolto contro il mondo e anche contro me stesso, e mi sa che questa partita contro di me la perderò... Quindi vincerò .
Scherzo.

Ultima modifica di XL; 25-02-2021 a 22:21.
Ringraziamenti da
Masterplan92 (26-02-2021)
Vecchio 25-02-2021, 22:27   #8
Intermedio
 

Quote:
Originariamente inviata da XL Visualizza il messaggio
La verità è che penso che se si è realmente rassegnati senza trucchi si sta sereni, ma non ci sono mai riuscito.
Ho sempre una voglia un po' sotterranea di far saltare tutto in aria e mi sa che non passerà finché sono vivo.
Chi è rassegnato accetta, io mi sa che non accetto, sono rivolto contro il mondo e anche contro me stesso, e mi sa che questa partita contro di me la perderò... Quindi vincerò .
Scherzo.
Penso che è meglio avere quella voglia che dici te di "far saltare tutto", Che non avere più niente. Allora li sei in balia di tutto.
Vecchio 25-02-2021, 22:53   #9
Intermedio
 

anche io sto arrivando a una forma di rassegnazione. non tanto rassegnarmi agli eventi ma più che altro inizio a rassegnarmi all'idea che la mia vita non la recupererò mai più e chi me la voleva rovinare ha vinto. all'idea che ormai devo lasciare andare, smettere di lottare perchè non c'è più niente di salvabile. solo che questo pensiero non dà la pace dentro anzi mi fa salire un rancore e una sofferenza enorme. la pace per me è ancora lontana. salvo miracoli ovviamente. quelli sono sempre dietro l'angolo....

Ultima modifica di sconfitto; 26-02-2021 a 19:43.
Ringraziamenti da
Newage (25-02-2021)
Vecchio 25-02-2021, 23:08   #10
Esperto
L'avatar di Equilibrium
 

Tra l'accettare e il non accettare in mezzo ci sta il compromesso.

Quando si smette di ragionare per dicotomie, ci si rilassa il giusto
Vecchio 26-02-2021, 01:13   #11
Intermedio
 

Quote:
Originariamente inviata da Newage Visualizza il messaggio
Si io vivo così... Bhe non mi lascio andare ma non mi faccio neanche venire l'ansia.
Un certo signore disse di non avere ansia per il futuro, così sia. Questo è modo responsabile di lasciare le cose al loro corso. Il fare come dici te ti puó portare alla rovina.
Di che rovina parli? La vera rovina è passare una vita ad affliggersi
Vecchio 26-02-2021, 02:11   #12
Esperto
L'avatar di Ezp97
 

Cazzate, non le si accettano mai certe cose...
Ringraziamenti da
DeadSoul (26-02-2021), IO&EVELYN (26-02-2021)
Vecchio 26-02-2021, 07:20   #13
Esperto
 

L'accettazione di cui si parla è un passaggio obbligato, cioè anche se sembra che uno accetta serenamente di stare così, in realtà è costretto ad accettare, perché anche se uno, come sento spesso dire, si deve alzare al mattino e guardandosi allo specchio deve dire "devo essere positivo, devo essere positivo, adesso esco da questa situazione, ce la faccio, ce la faccio"... non cambia e non cambierà un cazzo e di conseguenza l'unica via è la consapevolezza che non si riuscirà mai ad essere come gli altri, e tutto viene scambiato come una serena accettazione.
Qualcuno dirà che ci sono altre vie, altre speranze... quali?
I farmaci? La terapia cognitivo comportamentale? Gli antidepressivi?
Dove sarebbero tutti sti esempi di gente che ce l'ha davvero fatta a risolvere? Dove per risolvere io intendo riuscire a vivere esattamente come fanno gli altri, con una vita appagante sotto il punto di vista di amicizie, rapporti sentimentali e sessuali e relazioni sociali in genere?
Dopo una vita passata fin da piccoli a essere diversi dagli altri, tagliati fuori da tutto, senza aver mai vissuto alle varie fasce d'età ciò che doveva essere vissuto, senza aver mai dato neanche un bacio a una ragazza, può una pastiglia o uno psicologo o psichiatria ridarti momenti, sensazioni, situazioni che gli altri vivono alle varie età come palestra naturale di vita?
Vecchio 26-02-2021, 08:42   #14
Esperto
 

Ho passato un momento così dopo un momento estremamente difficile introno ai 30 anni , da allora ho capito che ci sono cose che non fanno per me e le ho evitate , ed ho proseguito la mia vita su binari più adatti a come sono realmente io , senza intromissioni esterne , non sempre è facile starsene sui propri binari , spesso significa avere una certa solitudine , ma c’è la possibilità comunque di incontrare qualche persona simile a noi nel tempo , e questa è una grande fortuna
Vecchio 26-02-2021, 09:39   #15
Esperto
L'avatar di Black_Hole_Sun
 

La rassegnazione è inevitabile ma sarà sempre amara. Si cerca di addolcirla con sostitutivi, ma resta sempre la e appena i sostitutivi perdono la loro efficacia ti balza al collo e ti strangola.
Ringraziamenti da
Maximilian74 (26-02-2021)
Vecchio 26-02-2021, 10:07   #16
Esperto
L'avatar di Ezp97
 

Quote:
Originariamente inviata da Maximilian74 Visualizza il messaggio
L'accettazione di cui si parla è un passaggio obbligato, cioè anche se sembra che uno accetta serenamente di stare così, in realtà è costretto ad accettare, perché anche se uno, come sento spesso dire, si deve alzare al mattino e guardandosi allo specchio deve dire "devo essere positivo, devo essere positivo, adesso esco da questa situazione, ce la faccio, ce la faccio"... non cambia e non cambierà un cazzo e di conseguenza l'unica via è la consapevolezza che non si riuscirà mai ad essere come gli altri, e tutto viene scambiato come una serena accettazione.
Qualcuno dirà che ci sono altre vie, altre speranze... quali?
I farmaci? La terapia cognitivo comportamentale? Gli antidepressivi?
Dove sarebbero tutti sti esempi di gente che ce l'ha davvero fatta a risolvere? Dove per risolvere io intendo riuscire a vivere esattamente come fanno gli altri, con una vita appagante sotto il punto di vista di amicizie, rapporti sentimentali e sessuali e relazioni sociali in genere?
Dopo una vita passata fin da piccoli a essere diversi dagli altri, tagliati fuori da tutto, senza aver mai vissuto alle varie fasce d'età ciò che doveva essere vissuto, senza aver mai dato neanche un bacio a una ragazza, può una pastiglia o uno psicologo o psichiatria ridarti momenti, sensazioni, situazioni che gli altri vivono alle varie età come palestra naturale di vita?
No, altrimenti non si spiegherebbero i tanti suicidi
Vecchio 26-02-2021, 10:08   #17
Intermedio
 

Quote:
Originariamente inviata da Delta80 Visualizza il messaggio
Ho passato un momento così dopo un momento estremamente difficile introno ai 30 anni , da allora ho capito che ci sono cose che non fanno per me e le ho evitate , ed ho proseguito la mia vita su binari più adatti a come sono realmente io , senza intromissioni esterne , non sempre è facile starsene sui propri binari , spesso significa avere una certa solitudine , ma c’è la possibilità comunque di incontrare qualche persona simile a noi nel tempo , e questa è una grande fortuna
Grazie
Vecchio 26-02-2021, 13:01   #18
Esperto
L'avatar di IO&EVELYN
 

Per me non sarà mai e poi mai possibile.

Magari per qualcuno si, ma sempre molto o estremamente difficile.

Se deve essere amara, con sostitutivi e caxxi e mazzi non è rassegnazione per me.
Vecchio 26-02-2021, 16:20   #19
Esperto
L'avatar di Masterplan92
 

Sul momento forse può andare bene..ma a lungo termine ti inghiotte nell'abisso..non penso vada bene
Ringraziamenti da
M...... (26-02-2021)
Vecchio 26-02-2021, 19:40   #20
Intermedio
 

Quote:
Originariamente inviata da Vento Visualizza il messaggio
Di che rovina parli? La vera rovina è passare una vita ad affliggersi
Quella di finire sulla strada e peggiorare la salute fisica/mentale. Sveglia, non facciamo essere questo forum un posto in cui sfogarsi e buttare m...
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a Dolce rassegnazione
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
La rassegnazione Bluevelvet93 SocioFobia Forum Generale 24 21-07-2015 15:08
Rassegnazione SleepingSun Storie Personali 97 20-01-2013 01:55
rassegnazione Oblomov Amore e Amicizia 9 22-03-2012 22:38
Rassegnazione Giacomo79 SocioFobia Forum Generale 21 02-05-2010 17:48
rassegnazione Anonymous-User SocioFobia Forum Generale 30 30-09-2007 15:08



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 21:18.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2021, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2