FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Psico Forum > Disturbo evitante di personalità
Chiudi la discussione
 
Vecchio 27-04-2017, 10:45   #1
Super Moderator
L'avatar di Al One
 

Il disturbo evitante di personalità (DEP) è un disturbo di personalità caratterizzato dalla convinzione del soggetto di avere poco valore, sentirsi continuamente inadeguato, essere estremamente sensibile a valutazioni negative o critiche ed avere una forte tendenza a evitare le interazioni sociali. Le persone affette da disturbo evitante di personalità spesso si considerano socialmente incapaci o non attraenti a livello personale ed evitano le interazioni sociali per timore di possibili esperienze dolorose (derivate da critiche, umiliazioni o l’essere oggetti di antipatie) e la sensazione di sentirsi escluso dagli altri.
Tendenzialmente quindi questi soggetti riferiscono di amare la solitudine e di sentire la società “estranea” ad essi.

Una persona con DEP anche sul lavoro si mantiene generalmente ai margini rinunciando alla carriera per non essere sottoposta al giudizio altrui; tuttavia in realtà spesso desidera fortemente instaurare delle relazioni, poter avere un partner, condividere esperienze ed interessi con gli altri.
Ma la perdita e il rigetto sono così dolorosi che queste persone sceglieranno di restare sole piuttosto che rischiare di tentare di mettersi in relazione con gli altri, a meno che non abbiano la certezza di non essere respinte.

Questo disturbo a lungo andare tende a causare stress, depressione e ansia (quest’ultima può generare patologie differenti da soggetto a soggetto quali pancia gonfia, nodo alla gola, mancanza di fiato, astenia, cicli variabili dell'umore, attacchi di panico ecc.).

Il disturbo evitante di personalità è di solito osservato all'inizio dell'età adulta, e può essere associato ad un certo senso di "rigetto" effettivo o percepito dal genitore o dai coetanei durante l'infanzia, anche se non è ancora stato stabilito se il sentimento di rigetto sia dovuto al severo monitoraggio dei comportamenti interpersonali attribuito a chi è affetto dal disturbo.

_____


Criteri diagnostici per il Disturbo Evitante di Personalità contenuti nel DSM-IV-TR (il Manuale Statistico e Diagnostico dei disturbi mentali):

Un quadro pervasivo di inibizione sociale, sentimenti di inadeguatezza, e ipersensibilità al giudizio negativo, che compare entro la prima età adulta, ed è presente in una varietà di contesti, come indicato da quattro (o più) dei seguenti elementi:

1) evita attività lavorative che implicano un significativo contatto interpersonale, poiché teme di essere criticato, disapprovato, o rifiutato;
2) è riluttante nell’entrare in relazione con persone, a meno che non sia certo di piacere;
3) è inibito nelle relazioni intime per il timore di essere umiliato o ridicolizzato;
4) si preoccupa di essere criticato o rifiutato in situazioni sociali;
5) è inibito in situazioni interpersonali nuove per sentimenti di inadeguatezza;
6) si vede come socialmente inetto, personalmente non attraente, o inferiore agli altri;
7) è insolitamente riluttante ad assumere rischi personali o ad ingaggiarsi in qualsiasi nuova attività, poiché questo può rivelarsi imbarazzante.

____

Disturbo evitante di personalità e fobia sociale:
Il disturbo evitante di personalità ha diverse caratteristiche in comune con la fobia sociale, e si stima che il 20-40% dei soggetti con fobia (o ansia) sociale abbia anche questo disturbo.
In entrambi i casi la persona presenta evitamento delle situazioni sociali, bassa autostima ed estrema sensibilità ai giudizi negativi. I due disturbi, tuttavia, sembrano differire per il fatto che la persona con DEP ha il timore di tutte le situazioni sociali e relazionali, mentre chi soffre di fobia sociale ha paure più specificamente correlate alla prestazione sociale, quindi se deve esporsi a fare un compito in pubblico. Questa distinzione, comunque, non permette di differenziare facilmente il disturbo evitante di personalità e la fobia sociale generalizzata, e addirittura alcuni esperti ritengono che i due disturbi possano essere sovrapponibili.
Dai risultati di una ricerca, però, emerge che la persona con un disturbo evitante di personalità, differentemente da chi soffre di fobia sociale, non riesce a instaurare gratificanti relazioni sociali, mostrando spesso anche delle gravi carenze dal punto di vista delle abilità sociali di base. Oltre a ciò, sembra avere una maggiore difficoltà nell’identificare e riconoscere i propri pensieri e le proprie emozioni così come quelle degli altri.

Ultima modifica di Al One; 27-04-2017 a 22:47.
Ringraziamenti da
Myway (27-04-2017)
Chiudi la discussione
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a Cos'è il DEP - Disturbo evitante di personalià
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Terapia e disturbo evitante ildiavolo Trattamenti e Terapie 6 06-04-2014 22:40
Disturbo evitante lampadina87 Disturbo evitante di personalità 4 03-04-2014 15:29
disturbo evitante di personalita... andrea7 Disturbo evitante di personalità 14 17-05-2010 07:36
Cause disturbo evitante MiRuina Disturbo evitante di personalità 12 13-07-2009 11:51
disturbo evitante di personalità rory Presentazioni 9 24-08-2008 06:50



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 03:50.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2