FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Fobia Sociale > SocioFobia Forum Generale
Rispondi
 
Vecchio 12-11-2015, 14:27   #1
Principiante
L'avatar di Lacey
 

Davvero, sono bloccata. Da qualcosa come 3 anni. Non riesco ad andare avanti, ma sono come impantanata nelle sabbia mobili.

Ho conseguito a fatica una laurea in un'università che, ormai a metà percorso, ho capito non essere adatta me. Non più propensa a studiare, ero convinta che con una triennale sarei riuscita a trovare qualcosa, e invece...a parte un paio di lavoretti durati qualche mese, il nulla più assoluto. Da ben 3 anni.

Ho fatto dei corsi di formazione, mi sono iscritta a diverse agenzie, ho mandato curriculum ovunque, eppure ho ricevuto solo proposte-truffa, tipo call center che mi ha liquidata dopo avermi sfruttata o lavori porta a porta.

Non posso emigrare sia perchè mia madre è invalida e ha bisogno di me, sia perchè i miei problemi di ansia e attacchi di panico non me lo consentirebbero.

D'altronde, a volte la prospettiva di avere un lavoro mi spaventa quasi più del non averlo...ai (rari) colloqui devo fingere di essere quello che non sono, una persona solare, espansiva e sicura di sè, perchè chi se la fila una ragazza iperansiosa, timida ed insicura? Ci sono persone plurilaureate, con master, stage e tirocini che vengono esclusi dalle selezioni, fgurarsi una come me.

Per questo, giorno dopo giorno, aumentano le pressioni da parte di tutti quelli che mi stanno attorno (i pochi amici che mi sono rimasti, i parenti, i miei stessi genitori) e le preoccupazioni sul mio futuro non mi fanno dormire la notte...che ne sarà di me quando verrà a mancare il sostegno (economico ma soprattutto emotivo) dei miei genitori? Io che sono così insicura e ansiosa, che non so fare niente di pratico, non ho alcuna esperienza, come posso pensare di cavarmela in questo mondo che non lascia il minimo spazio ai caratteri estremamente fragili e sensibili come il mio? Io, che sono rimasta praticamente sola, senza l'appoggio di nessuno, su chi potrò contare un domani, visto che ho perso totalmente la fiducia nelle persone e sono diventata incapace di creare nuovi legami e amicizie?

Sono veramente disperata, e ho paura che, se non trovo una soluzione al più presto, potrei finire veramente ma veramente male.
Vecchio 12-11-2015, 14:32   #2
Esperto
L'avatar di Grimmjow
 

Cosa ti piace? Soprattutto, quanti anni hai?
Vecchio 12-11-2015, 14:47   #3
Principiante
L'avatar di Lacey
 

Ho 27 anni, e almeno gli interessi non mi mancano...mi piace leggere (che siano libri, fumetti, manga, graphic novel...qualunque cosa) guardare film e serie tv, fare puzzle...ho tanti di quegli hobby, che - nonostante sia disoccupata e quindi abbia quasi tutta la giornata libera (e dico quasi perchè molto tempo viene assorbito dalla cura per la casa e per mia madre, non completamente autosufficiente) - mi sembra sempre di non avere mai abbastanza tempo.

Però, come avrai notato, sono tutti hobby che si svolgono al chiuso, in solitaria, e non offrono nemmeno particolari sbocchi lavorativi. Purtroppo.

Ultima modifica di Lacey; 12-11-2015 a 14:53.
Vecchio 12-11-2015, 15:20   #4
Esperto
L'avatar di Grimmjow
 

Vero, infatti la domanda "cosa ti piace" voleva significare "qual'è la tua passione" e non "quali sono i tuoi passatempi/hobby".
Non credo, tuttavia, che un'attività solitaria debba necessariamente precludere un'ipotetica strada lavorativa.
Facendo un esempio terra, terra, mi piacciono i libri, amo scrivere, potrei provare a pubblicare un libro (più facile a dirsi che a farsi, ma pur sempre un'idea).
Oppure, parlando di cose più concrete, hai una triennale umanistica? Ti piacciono i libri? Ci sono dei concorsi per bibliotecaria (anche se la specialistica sarebbe titolo preferenziale).
Queste sono idee buttate così, tocca vedere cosa vuoi tu veramente.
Vecchio 12-11-2015, 15:27   #5
Esperto
L'avatar di Angus
 

Cosa fare? Farsi coraggio e accettare la realtà. La situazione non cambierà, e le probabilità di un inserimento lavorativo sono ridotte al lumicino. Le persone che ti fanno pressioni ti mancano di rispetto (no, non hanno ragione: sicura di averlo, se si comportano così, un supporto emotivo reale?).
Vecchio 12-11-2015, 15:33   #6
Principiante
L'avatar di Lacey
 

@Grimmjow

Quella strada l'ho già battuta, ma purtroppo non porta a niente. Subito dopo la laurea avevo addirittura portato i curriculum a tutte le librerie della mia zona...risultato? Hanno chiuso tutte (meno una) in pochissimo tempo. Purtroppo è un settore in profonda crisi, e da quel lato è veramente impossibile sperare in qualcosa, anche se sarebbe l'ideale.

Ma a parte questo il mio discorso era più ampio...perchè a parte la mancanza di un lavoro (che è effettivamente uno dei problemi maggiori), è proprio il mio carattere il problema principale...ma quello non lo posso cambiare, ci ho provato seriamente ma non ha funzionato.

@Angus

Non dubito nel supporto dei miei genitori, anche se certe affermazioni potrebbero tranquillamente evitarle. Da una parte capiscono me e i miei problemi, ma dall'altra vedono comunque altre persone che - in un modo o nell'altro - riescono a trovare lavoro, ed io che sono sempre "ferma al palo". Ma, a parte questo, capisco che la loro principale paura è uguale alla mia...ovvero assicurami un futuro anche quando loro non ci saranno più.

Ultima modifica di Lacey; 12-11-2015 a 15:38.
Vecchio 12-11-2015, 15:57   #7
Esperto
L'avatar di Grimmjow
 

Quote:
Originariamente inviata da Lacey Visualizza il messaggio
@Grimmjow

Quella strada l'ho già battuta, ma purtroppo non porta a niente. Subito dopo la laurea avevo addirittura portato i curriculum a tutte le librerie della mia zona...risultato? Hanno chiuso tutte (meno una) in pochissimo tempo. Purtroppo è un settore in profonda crisi, e da quel lato è veramente impossibile sperare in qualcosa, anche se sarebbe l'ideale.

Ma a parte questo il mio discorso era più ampio...perchè a parte la mancanza di un lavoro (che è effettivamente uno dei problemi maggiori), è proprio il mio carattere il problema principale...ma quello non lo posso cambiare, ci ho provato seriamente ma non ha funzionato.
La mia era un'idea basata sulle poche righe che hai scritto, di certo non potrei mai darti un consiglio, tra l'altro avevo specificato che il mio post altro non era che un'idea.
Non puoi cercare una risposta dall'esterno, solo tu sai quello che puoi/vuoi fare.
Se poi il problema principale è quello degli ADP e dell'ansia, il lavoro da fare è molto più profondo e complesso, soprattutto, il mio suggerimento sarebbe quello di rivolgersi ad uno specialista (come ho fatto io).

Buona fortuna
Vecchio 12-11-2015, 18:02   #8
Esperto
L'avatar di chrissolo
 

Sono nella tua esatta e identitca situazione.
(tranne che ho quasi 20 anni in più di te)
Vecchio 12-11-2015, 19:22   #9
Principiante
L'avatar di Lacey
 

So bene che ci sono altre persone nella mia stessa situazione (ne conosco personalmente non poche), e se da una parte la cosa mi solleva (mal comune mezzo gaudio) e mi giustifica in parte, dall'altra però non posso non considerare "gli altri", quelli che invece ce l'hanno fatta in un modo o nell'altro... tutte le mie ex conoscenze che ormai hanno una vita, una carriera, una famiglia, addirittura.

Penso sempre con amarezza ai tempi della scuola, quando ero la prima nello studio, sempre la più elogiata da professori...se avessi saputo allora che impegnarmi tanto non avrebbe portato a niente, probabilmente avrei investito le mie energie su qualcosa di più costruttivo.
(A tal proposito, rimuginare sul passato e sui miei errori è un'altra delle mie specialità)

A parte questo, vorrei davvero cercare una soluzione, perchè il pensiero che questa condizioni perduri ancora a lungo mi è insopportabile...
Vecchio 12-11-2015, 19:24   #10
Esperto
L'avatar di chrissolo
 

Quote:
Originariamente inviata da Lacey Visualizza il messaggio
A parte questo, vorrei davvero cercare una soluzione, perchè il pensiero che questa condizioni perduri ancora a lungo mi è insopportabile...
Infatti io sto impazzendo.
Vecchio 12-11-2015, 21:11   #11
Banned
 

Ciao, hai provato a frequentare quegli uffici per giovani tipo informagiovani o infopoint?
Nella mia città organizzano tante iniziative e sono in contatto con diverse aziende per proposte di lavoro
Vecchio 12-11-2015, 21:28   #12
Banned
 

Mi sembra di parlare con me stessa, guarda. Stessi tuoi problemi, 27 anni laurea triennale umanistica inutile, zero esperienze e con ansia e pensieri negativi. Non lo so, in questo momento mi son buttata su un corso fornitomi dall'agenzia, e in un altro settore rispetto a quello per cui avevo studiato, in quanto purtroppo ho scordato parecchio, e non so come andrà perché sono parecchio svagata..speriamo. In ogni caso, tu continua a provare provare provare e chiedi a chiunque, agenzie e cv sempre alla mano. Fai corsi, specializzati in qualcosa. Prima o poi qualcosa salterà fuori. Oggi devi essere, come dicono certi, elastico, mai adagiarti su una cosa sola.
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a Cosa fare quando non si sa cosa fare?
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Non so piu' cosa fare ipocondrio Ipocondria Forum 14 31-10-2015 01:24
Non so più cosa fare Strange Man SocioFobia Forum Generale 15 09-06-2015 18:10
Non so cosa fare Black_ Off Topic Generale 42 17-04-2015 09:17
Dormire bene, cosa fare e cosa evitare viene.y.va Insonnia Forum 0 19-03-2011 11:28
cosa fare vikingo Amore e Amicizia 29 28-07-2009 20:39



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 05:16.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2