FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Fobia Sociale > SocioFobia Forum Generale
Rispondi
 
Vecchio 10-09-2019, 22:03   #1
Esperto
L'avatar di Anonimo.
 

La causa della solitudine edell'incomunicabilità è, a mio avviso, data dalla differenza di esperienza che c'è tra coetanei.

Alcuno se ne vanno in città lontano, in pochi anni si laureano, e ormai appartengono a un altro mondo.

Ad oggi tutti spingono a emigrare emigrare, ti devi spostare per forza, chi non si sposta è un coglione!
Ma il problema centrale è che a quest'età non c'è più possibilità di fare gruppo (24).

Io voglio morire, non mi piace più la vita, mi dispiace.

E la colpa per me è anche di chi se n'è andato. Ovvero di chi è cresciuto diversamente, meglio di me. (?)

Chi se n'è andato, ha tradito.
Ringraziamenti da
Masterplan92 (11-09-2019)
Vecchio 10-09-2019, 22:38   #2
Esperto
L'avatar di lauretum
 

Caro mio mettiti in testa che vivere di rimpianti e soffrendo quello che non hai è autolesionista e stupido

Accetta una buona volta la situazione, se non fai questo passo non potrai star meglio

Accetta e inizia procurarti piccoli piaceri con quello che hai
Vecchio 10-09-2019, 22:42   #3
Esperto
L'avatar di lauretum
 

Non volevo dire che sei stupido, l'autolesionismo me lo sono portato dietro una vita e posso dire che è un comportamento stupido

Che almeno la metà del dolore è solo inventato dalla testa, non è reale se non vogliamo che lo sia
Vecchio 10-09-2019, 22:43   #4
Esperto
L'avatar di Anonimo.
 

Ma chi ha parlato di rimpianti?
Vecchio 10-09-2019, 23:13   #5
Esperto
L'avatar di lauretum
 

Quote:
Originariamente inviata da Anonimo. Visualizza il messaggio
Ma chi ha parlato di rimpianti?
Rimpianti per quello che non hai. .

Scusa se ho frainteso
Vecchio 10-09-2019, 23:17   #6
Esperto
L'avatar di Anonimo.
 

Quote:
Originariamente inviata da lauretum Visualizza il messaggio
Rimpianti per quello che non hai. .
Ah, se si riferisce a quello che non ho ora, sì. Perchè rimpianti credevo si riferisse al passato.
Vecchio 11-09-2019, 00:26   #7
Esperto
L'avatar di stellina0391
 

Scusa ma non sono sicura di aver capito bene "per chi se n'è andato, ha tradito".. intendi chi lascia l'Italia?
Vecchio 11-09-2019, 00:28   #8
Esperto
L'avatar di Anonimo.
 

Quote:
Originariamente inviata da stellina0391 Visualizza il messaggio
Scusa ma non sono sicura di aver capito bene "per chi se n'è andato, ha tradito".. intendi chi lascia l'Italia?
Chi lascia il paese e va in città.
Vecchio 11-09-2019, 00:32   #9
Esperto
L'avatar di stellina0391
 

Quote:
Originariamente inviata da Anonimo. Visualizza il messaggio
Chi lascia il paese e va in città.
E fanno bene. Vorrei farlo pure io. Non ci si guardagna nulla nel rimanere nel proprio paesino d'origine a fare i fossili. Ancora meglio, emigrare proprio. Non sono gli italiani che "tradiscono", è la loro patria (se così la si può chiamare) che ha tradito i suoi cittadini.
Ringraziamenti da
pokorny (11-09-2019)
Vecchio 11-09-2019, 00:35   #10
Esperto
L'avatar di Anonimo.
 

Ok, bravi, andatevene tutti, così poi la colpa di chi rimane è che è rimasto e che è coglione.

Io non so come cazzo si fa a spostarsi avete capito o no?

Tutto facile è : spostarsi , cercare lavoro..................

L'unico coglione sono io
Vecchio 11-09-2019, 04:37   #11
Esperto
L'avatar di Equilibrium
 

Nn ho capito cosa ha tradito? Chi?
Perché tradimento?
Nn si capisce nulla
Vecchio 11-09-2019, 08:21   #12
Esperto
L'avatar di utopia?
 

Ecco, io sto rimanendo nel paesino in cui vivo perché, tra le varie, tutto sommato ci si campa tranquilli e con pochi euro raggiungo varie cittadine o volendo pure città.

Però, dopo esser giunti alla conclusione che a raggiungere quelle cittadine/città si è praticamente costretti per qualsiasi cosa, prima tra tutte la ricerca di un lavoro, o il fare la spesa, o il comprare un oggetto specifico che so la camera d'aria di una bici, o il trovare un qualche posto in cui passare il tempo che non sia un bar pieno di soli scorbutici e giudicanti vecchietti che passano i pomeriggi a tracannare alla passatella, o anche solo per fare una passeggiata tra strade che non ricordino la route 66 e nelle quali non si può neanche portare a passeggio il cane senza il rischio di venire investiti entrambi minimo 4/5 volte a giro, ecco, a quel punto il trasferirsi in una cittadina/città è più che normale che diventi un desiderio per un qualsiasi o quasi "giovane".

Ultima modifica di utopia?; 11-09-2019 a 08:23.
Vecchio 11-09-2019, 10:12   #13
Esperto
L'avatar di pokorny
 

Quote:
Originariamente inviata da Anonimo. Visualizza il messaggio
E la colpa per me è anche di chi se n'è andato. Ovvero di chi è cresciuto diversamente, meglio di me. (?)

Chi se n'è andato, ha tradito.
Quasi vera la prima, discutibile la seconda (NB: non sto facendo cadere dall'alto perle di saggezza, mi piace l'incipit e basta , ora dettaglio un po').

Chi se ne va fa venire meno le proprie capacità a migliorare il posto che ha voluto lasciare; su questo ci sono pochi dubbi. Ma lo vedo più come un nesso di causalità (se se ne va le cose hanno un motivo in meno per migliorare), non riesco a dargli una dimensione morale come quella che investe il concetto di "colpa". E questo mi porta dritto al secondo punto: io credo che chiunque abbia diritto a sfruttare le proprie capacità per migliorare la propria situazione fino a che non è danno diretto per gli altri. Insomma, se il piccolo genio se ne va da zio Sam a lavorare per una fabbrica d'armi convenzionali è un conto, certo che ha tradito ma non solo la comunità di provenienza, ha tradito tutto il resto del mondo.

Ma che dire di un genio dell'architettura che qua si vede sorpassato da scalzacani che fanno il castello con i merli e un tempietto neogotico nel paesetto dove il riccastro ignorante è tornato in pensione? Che male fa se se ne va in un posto dove lo fanno esprimere mentre qui non troverebbe alcun committente dato l'abisso di cattivo gusto e ignoranza in cui siamo precipitati? Ecco, per me quello non ha tradito; è stato "solo" fortunato e lo invidio come pochi. Ogni giorno su FB nei gruppi degli italiani nei paesi che mi interessano vedo la stessa storia quasi esatta alla virgola, mi sale un senso di invidia e, ammetto, di odio per non essere così. Ma non posso rimproverare niente e nessuno se non ho lo stesso talento; il problema è in me e solo in me.
Vecchio 11-09-2019, 10:16   #14
Esperto
L'avatar di pokorny
 

Quote:
Originariamente inviata da Anonimo. Visualizza il messaggio
Ok, bravi, andatevene tutti, così poi la colpa di chi rimane è che è rimasto e che è coglione.

Io non so come cazzo si fa a spostarsi avete capito o no?

Tutto facile è : spostarsi , cercare lavoro..................

L'unico coglione sono io
Guarda che non è come credi: è difficilissimo spostarsi e richiede un coraggio che hanno in pochi. Altrimenti l'Italia avrebbe un quarto della popolazione dato che credo grossomodo che 3/4 siano persone insoddisfatte di vivere qui e ora, 4/5 delle quali opportunamente educate potrebbero vivere in un paese civile e il restante 1/5 potrebbe andarci direttamente.

A mio padre capitò l'occasione da giovane; era amico del gruppo di architetti personali del capo di uno stato e gli volevano bene, a quest'ora la mia famiglia avrebbe l'equivalente di una trentina di milioni di euro di oggi. Ma non se la sentì, era troppo legato al posto dove era nato, negato per le lingue, inadattabile sul cibo tanto quanto era uno dei migliori nella sua professione. E sai quanti ce ne sono così? Tanti, non sei affatto solo. Il coraggio "naturale" ce l'ha una persona su 50 oppure 50 su 50 quando si è spinti dalla disperazione della fame.
Ringraziamenti da
Dahmer (11-09-2019)
Vecchio 11-09-2019, 10:36   #15
Esperto
L'avatar di incompresa88
 

Chi l'ha detto che chi non si sposta è un coglione? A me sembra che molti emigrano solo per far vedere di essere indipendenti, fanno una vita di sacrifici guadagnando quattro soldi (però fa figo dire di essersi traferiti all'estero).
Non è che tutti quelli che vanno all'estero poi hanno chissà quale carriera, te lo assicuro.
Poi, che c'entra il tradimento? La gente fa quello che ritiene meglio per se stessa. Legarsi alle persone è sempre sbagliato, perché oggi ci sono e domani non si sa. Anch'io avevo compagne di università che ormai vivono all'estero da anni, hanno deciso così, e amen.
Ringraziamenti da
Dahmer (11-09-2019)
Vecchio 11-09-2019, 10:41   #16
Esperto
L'avatar di stellina0391
 

Quote:
Originariamente inviata da pokorny Visualizza il messaggio
Guarda che non è come credi: è difficilissimo spostarsi e richiede un coraggio che hanno in pochi. Altrimenti l'Italia avrebbe un quarto della popolazione dato che credo grossomodo che 3/4 siano persone insoddisfatte di vivere qui e ora, 4/5 delle quali opportunamente educate potrebbero vivere in un paese civile e il restante 1/5 potrebbe andarci direttamente.

A mio padre capitò l'occasione da giovane; era amico del gruppo di architetti personali del capo di uno stato e gli volevano bene, a quest'ora la mia famiglia avrebbe l'equivalente di una trentina di milioni di euro di oggi. Ma non se la sentì, era troppo legato al posto dove era nato, negato per le lingue, inadattabile sul cibo tanto quanto era uno dei migliori nella sua professione. E sai quanti ce ne sono così? Tanti, non sei affatto solo. Il coraggio "naturale" ce l'ha una persona su 50 oppure 50 su 50 quando si è spinti dalla disperazione della fame.
Quanto hai ragione .
Vecchio 11-09-2019, 10:52   #17
Intermedio
 

Quote:
Originariamente inviata da pokorny Visualizza il messaggio
Il coraggio "naturale" ce l'ha una persona su 50 oppure 50 su 50 quando si è spinti dalla disperazione della fame.
Non sono d'accordo
Spostarsi è nella natura umana tanto quanto accamparsi, mi pare
Poi si ricerca un equilibrio e si tende a scegliere un luogo in cui restare, ok

Adesso il fenomeno è accentuato, ma ci si sposatava anche decenni e secoli fa

Bisognerebbe chiedere a degli antropologi, non si possono fare statistiche a caso

Ultima modifica di brisbian; 11-09-2019 a 13:15.
Vecchio 11-09-2019, 11:48   #18
XL
Esperto
L'avatar di XL
 

Quote:
Originariamente inviata da brisbian Visualizza il messaggio
Non sono d'accordo
Spostarsi è nella natura umana tanto quanto accamparsi, mi pare
Poi si ricerca un equilibrio e si tende a scegliere un luogo in cui restare, ok

Adesso il fenomeno è accentuato, ma ci si sposatava anche decenni fa

Bisognerebbe chiedere a degli antropologi, non si possono fare statistiche a caso
Ma essere sradicati da un ambiente culturale ed esser trapiantati in un altro isolati, è cosa ben diversa rispetto allo spostarsi in branco come le popolazioni nomadi.
Ci sono miriadi di canzoni che parlano del disagio che si prova e anche della nostalgia del luogo natìo nonostante fosse tutt'altro che perfetto.


Anche chi se ne va non è detto che lo faccia a cuor leggero, conosco persone che vivono altrove e provano sempre nostalgia e talvolta poi se possono tornano.
Forse è anche soggettiva la cosa, non si può generalizzare né in un senso nè nell altro.
Comunque non penso siano dei.traditori le persone che vanno via per necessità, spesso questa cosa produce tanti disagi.

Ultima modifica di XL; 11-09-2019 a 12:00.
Vecchio 11-09-2019, 12:42   #19
Esperto
L'avatar di Franz86
 

Pensavo che il titolo fosse riferito al forum.
Vecchio 11-09-2019, 12:48   #20
Esperto
L'avatar di stellina0391
 

Quote:
Originariamente inviata da brisbian Visualizza il messaggio
Non sono d'accordo
Spostarsi è nella natura umana tanto quanto accamparsi, mi pare
Poi si ricerca un equilibrio e si tende a scegliere un luogo in cui restare, ok

Adesso il fenomeno è accentuato, ma ci si sposatava anche decenni fa

Bisognerebbe chiedere a degli antropologi, non si possono fare statistiche a caso
Non credo che si metta in discussione che lo spostarsi faccia parte della natura umana. Semplicemente si parlava del coraggio che in molte persone non c'è o quantomeno non abbastanza per spostarsi da soli al giorno d'oggi. In gruppo o in coppia è un'altra storia: decenni fa come dici tu, la gente si spostava spesso spinta dalla forte necessità come per esempio gli italiani che sono andati negli Stati Uniti o in Argentina dopo la guerra. Ma non puoi confondere le 2 cose: l'emigrazione una volta veniva fatta in "gruppi" familiari. Una famiglia o 2 partivano e se andava bene avvisavano i parenti e li facevano venire tutti lì. C'era un sacco di lavoro e non ti venivano richieste qualifiche per farlo: muratori ecc.. si imparava sul campo e poi magari si avanzava di carriera o si faceva altro (una volta imparata la lingua potevi anche fare un corso e sperare in una carriera meno faticosa rispetto ad altre). Al giorno d'oggi emigrare da soli se non hai qualifiche universitarie spendibili all'estero è difficile e spesso controproducente. Se invece parte una famiglia o una coppia e uno dei due genitori/partner ha una laurea che ti permette di trovare un lavoro buono o quantomeno che ci paghi l'affitto, l'altro ha tempo di ambientarsi e trovarsene uno anche non troppo "qualificato" e al contempo contribuisce finanziariamente al nucleo familiare (e non nel caso di una coppia senza figli o di 2 amici) come può prima di trovare, se possibile di meglio. Da solo devi contare solo su te stesso e non è facile, specie se finisci a fare il lavapiatti e a condividere (se ti va bene) una stanza e un bagno con 4 persone sconosciute in un ostello. Sì, sicuramente è meglio della strada ma non tutti riescono a sopportare la situazione perché molto spesso non evolve e rimane in stallo senza progressi.

Non è una critica la mia, si fa per parlare.
Ringraziamenti da
cringe (11-09-2019)
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a Chi se n'è andato, ha tradito
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
non sei mai andato in discotecaaaa??!!! sato SocioFobia Forum Generale 52 17-08-2016 10:08
Emilio se n'è andato... bardamu SocioFobia Forum Generale 354 22-02-2014 06:53
Mio fratello mi ha tradito mettendosi con una ragazza che mi piace. antyspeed94 Amore e Amicizia 37 27-11-2012 19:38
chi non è mai andato in autostrada? sean Off Topic Generale 17 10-05-2012 13:45
Un mio amico se n'è andato PaoloCadergone Amore e Amicizia 13 24-04-2010 02:07



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 10:43.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2