FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Off Topic > Off Topic Generale
Rispondi
 
Vecchio 26-05-2023, 08:51   #1
Esperto
L'avatar di Maffo
 

Che ne pensate della famiglia tradizionale, dove l'uomo lavora e la donna si occupa della casa e dei figli?
Meglio o peggio della famiglia più moderna dove entrambi i genitori lavorano?

Non voglio influenzare il thread quindi la mia opinione me la tengo per dopo
Vecchio 26-05-2023, 08:58   #2
Esperto
L'avatar di Darby Crash
 

basta che i vari componenti della famiglia si trovino d'accordo e stiano bene insieme, poi possono fare quel che vogliono
Ringraziamenti da
Angus (27-05-2023), Demiurgo (26-05-2023), Edera (26-05-2023), Hitomi (26-05-2023), Nightlights (26-05-2023), Xchénnpossoreg? (26-05-2023)
Vecchio 26-05-2023, 09:12   #3
Esperto
L'avatar di Trinacria
 

Penso che in una famiglia devono cercare tutti di fare la propria parte e insieme si decide come è meglio farlo. Potrebbe essere con la donna che sta a casa e bada ai figli, potrebbe essere al contrario, con l'uomo che bada alla casa e accudisce i pargoli, potrebbero avere la voglia e la necessità di lavorare entrambi. L'importante è che entrambe le parti siano d'accordo riguardo alla divisione dei compiti.
Per quanto mi riguarda, se mai avrò una famiglia (cosa che ormai reputo impossibile), il mio ideale sarebbe con entrambi i componenti della coppia che lavorino e che si dividano equamente i compiti in casa. Non riuscirei a dipendere economicamente da un'altra persona e non vorrei nemmeno che qualcuno dipendesse da me.
Ringraziamenti da
Hitomi (26-05-2023), Silent (26-05-2023), Wrong (26-05-2023)
Vecchio 26-05-2023, 09:13   #4
Esperto
L'avatar di Crepuscolo
 

In entrambi i casi l'uomo deve lavorare altrimenti è una nullità schifato da tutti, non può scegliere come la donna.
Vecchio 26-05-2023, 09:47   #5
Hor
Esperto
L'avatar di Hor
 

Penso anch'io che l'importante è che l'organizzazione interna alla famiglia vada bene a tutti e non sia vissuta come un'imposizione di un partner sull'altro: a quel punto ci si può organizzare come meglio si crede (uno/a che lavora e uno/a che bada alla casa e/o ai figli, o entrambi che fanno entrambe le cose dividendosi i compiti, ecc.).

Comunque bisogna sempre tener conto che è un po' fuorviante parlare di famiglia "tradizionale", come se lungo tutta la storia umana e in tutte le culture ci sia stata un solo tipo di organizzazione famigliare che solo adesso sta venendo messa in discussione.
In realtà, se si guarda bene, di tipologie di famiglie ce ne sono state davvero tante, nel passato ma ancor più se si guarda nelle culture diverse dalla nostra.
Vecchio 26-05-2023, 10:03   #6
Esperto
 

Penso che è unica soluzione normale per chi vuole avere figli, farli per poi delegarli a terze persone non mi sembra il caso ( se uomo non riesce mantenere famiglia bisogna ricordarsi che fare figli non è obligatorio)
Almeno per primo anno di vita per questioni di allattamento deve essere così, poi volendo ci si può scambiare ruoli, ma almeno fino età scolastica uno dei due deve occuparsi di sti bambini.
Ringraziamenti da
niubi (26-05-2023)
Vecchio 26-05-2023, 10:13   #7
Esperto
 

Sono d’accordo con qwerty, i figli sono un impegno enorme e se lavori a tempo pieno per forza di cose li devi sacrificare.
Solitamente a sacrificare il rapporto coi figli era il padre, adesso anche la madre, bene così.

Parlo ovviamente di quando sono piccoli, poi suppongo che a una certa età, diciamo dai 18 in poi, con i genitori che avranno indicativamente 50 anni, quindi con molti anni di lavoro ancora davanti, si possa riequilibrare il tempo dedicato alla famiglia e al lavoro.
Col figlio di 20 anni non è necessario che sei a casa per preparargli la merenda, o che stai a casa il sabato.
Poi non so esattamente come funziona, io dalla prima media trovavo il pranzo nel microonde, e dai 16 anni in poi vivevo direttamente da solo, quindi non ho idea di come sia il rapporto coi genitori a quell’età.

Ultima modifica di niubi; 26-05-2023 a 10:19.
Vecchio 26-05-2023, 11:05   #8
Esperto
L'avatar di pokorny
 

Certe volte mi trovo a sognare che le attuali tendenze si radicalizzino, che i genitori debbano essere almeno tre e denominati esclusivamente con un numero, che i figli, rigorosamente di altre coppie, o con pisello in affitto o utero in leasing eccetera debbano obbligatoriamente adottare un primo nome del sesso opposto e il secondo del proprio, e così via. Magari ogni tanto un incesto per ravvivare l'atmosfera non guasterebbe. Ovviamente i tre genitori devono provenire da continenti diversi altrimenti viene violato il principio di inclusività.

Ovviamente scherzo. Ma quello che è vero che è nella mia famiglia (rigorosamente tradizionale) mia madre da una vita mi rompe i c...i con il suo malcontento verso separazioni, divorzi, e tutto quello che non si conformi rigorosamente al suo ideale WASP versione europea e cattolica. La sola vista di Pillon con il suo sorriso sardonico mi fa star male perché mi rimanda immediatamente a mia madre e lei a lui.

Devo dire che quando vedo famiglie e "famiglie" che non si conformano all'ideale cattolico (inutile dirlo, mia madre è pure sessuofoba) provo sia dispiacere per i figli nei casi in cui non abbiano solidi punti di riferimento, sia una perversa soddisfazione di vedere i tradizionalisti perdere terreno. Sono nato e cresciuto liberale condividendo la necessità di vincoli che non si devono oltrepassare perché derivano dalla biologia. Ma per quelli cultuali, fan...lo. A furia di ossessionare le persone con i propri pregiudizi, inevitabilmente la reazione può essere una sola, e in me si è verificata.

Ironia della sorte, la causa principale del divorzio di mio fratello sono stati i tanto tradizionalisti nostri genitori. Ma riconoscere l'errore giammai.

Ultima modifica di pokorny; 26-05-2023 a 11:09.
Ringraziamenti da
CamillePreakers (26-05-2023), Hassell (26-05-2023), Stan Kezza (26-05-2023)
Vecchio 26-05-2023, 11:07   #9
Esperto
L'avatar di Maffo
 

Quote:
Originariamente inviata da Qwerty Visualizza il messaggio
Penso che è unica soluzione normale per chi vuole avere figli, farli per poi delegarli a terze persone non mi sembra il caso ( se uomo non riesce mantenere famiglia bisogna ricordarsi che fare figli non è obligatorio)
Almeno per primo anno di vita per questioni di allattamento deve essere così, poi volendo ci si può scambiare ruoli, ma almeno fino età scolastica uno dei due deve occuparsi di sti bambini.
La penso così anch'io, almeno per il primo anno è neccessario che ci sia la madre a casa.
Poi, per carità si può fare un po' di tutto, però avere dei figli per poi pagare una tata che se ne occupi finché i genitori lavorano è veramente una gran tristezza.

Vero anche quello che dice Juan (non riesco a farti la quote da Cell), avere una madre a casa non significa necessariamente che riesca (per mille motivi) a crescere i figli nel migliore dei modi, soprattutto se è una persona iperprotettiva e/o fredda nei rapporti.

Una cosa che mi dà fastidio, è che oggigiorno non è nemmeno più un'opzione che uno dei due genitori non lavori, purtroppo ormai difficilmente basta uno stipendio solo in una famiglia, quindi anche volendo non è più possibile farlo
Vecchio 26-05-2023, 11:18   #10
Esperto
L'avatar di Keith
 

Per lavorare solo l'uomo al giorno d'oggi dovrebbe guadagnare almeno, ma dico proprio una cifra molto molto inferiore a quello che penso: 2000 euro/mese. So che qui siete i campioni assoluti della frugalità, so che comprereste il latte per i bambini su dei siti assurdi a prezzi stracciati e quindi ho fatto una media fra quello che pensate voi e quello che penso io.
Secondo me ci vorrebbe almeno 2500, e ancora mi sono tenuto basso. Chi guadagna così è una fetta grandicella ma non è la maggioranza, e se non lavora la donna va a finire che i figli li fanno solo i ricchi, o i poverissimi che hanno mille sussidi e sgravi.

Non è un problema che la donna lavora, il fatto è che con i lavori di oggi non hai mai un'orario regolare che sia sempre quello, hai il lavoro in casa, le call.. va a finire che vivi in una confusione assurda, a implorare le baby-sitter.. non è una bella vita.
Ringraziamenti da
XL (28-05-2023)
Vecchio 26-05-2023, 11:50   #11
Esperto
L'avatar di Black_Hole_Sun
 

Che non è un qualcosa alla portata di tutti. Chiunque può sposarsi ed avere figli ma poi bisogna portare avanti la baracca per decenni, probabilmente per tutta la vita. Non tutti hanno le risorse per farlo, e non mi riferisco solo a quelle economiche, una persona con disturbi di vario genere produrrà famiglie tossiche e molto probabilmente situazioni di violenza domestica.
Ringraziamenti da
Maffo (26-05-2023)
Vecchio 26-05-2023, 12:10   #12
Esperto
L'avatar di pokorny
 

Quote:
Originariamente inviata da Keith Visualizza il messaggio
Per lavorare solo l'uomo al giorno d'oggi dovrebbe guadagnare almeno, ma dico proprio una cifra molto molto inferiore a quello che penso: 2000 euro/mese. So che qui siete i campioni assoluti della frugalità, so che comprereste il latte per i bambini su dei siti assurdi a prezzi stracciati e quindi ho fatto una media fra quello che pensate voi e quello che penso io.
Post da incorniciare, ma la cifra non mi faccio alcun problema a dirla io.

Considerati i servizi non dati dallo stato, imprevisti, studio, portare i marmocchi all'uni eccetera, secondo me con due figli in casa devono entrare poco sotto i 4000 euro mese, ma anche io mi sono tenuto un po' basso. Diciamo che ne servono un po' più di 4000 e un po' meno se la casa è di proprietà.

Poi se questo viene ottenuto con la "lei" manager geniale che con un'ora a settimana di gioco in borsa le guadagna e le piace tenere il maschio sotto il tavolo a disposizione H24 mentre lo vessa con un frustino per me va benissimo. Ma normalmente come è "un po' giusto che sia" la divisione biologica dei compiti è un fatto e se a parte gli scherzi l'apporto economico dalla donna è notevole, questo viene temporaneamente o definitivamente (in caso di licenziamento) a cessare per i primi anni di vita dei marmocchi e sono altri grossi problemi che si aggiungono.
Vecchio 26-05-2023, 12:13   #13
Esperto
L'avatar di anahí
 

Secondo me prendersi cura della casa e dei figli e di tutte quelle incombenze e farlo come si deve è davvero un lavoro a tempo pieno, e quindi una coppia che vive insieme si ritrova a dover fare in due il lavoro di tre persone.

Neanche a dirlo per me ogni coppia fa ciò che vuole come meglio crede.

Ma anche pensando a una persona che vive da sola. Tutto questo lavoro di "cura del focolare" e anche cura del proprio confort vedo che viene molto svalutato e trascurato, neanche è visto come lavoro a volte. Ma invece vivere in un contesto accogliente e prendersi cura di sé in altri modi è tanto importante per il benessere della persona, e richiede tempo e un certo livello di impegno.

Io personalmente è per questo che vorrei molto riuscire a lavorare poche ore, o da casa, per riuscire a crearmi un confort senza che questo lavoro di cura di me stessa mi sembri un peso o comunque un ennesimo compito che si aggiunge a tutti gli impegni lavorativi
Vecchio 26-05-2023, 12:45   #14
Esperto
L'avatar di Crepuscolo
 

I miei genitori facevano tutti e due un lavoro stagionale e guadagnavano 900/1000€ al mese, con una piccola e modesta casa di proprietà.
Ringraziamenti da
Maffo (26-05-2023)
Vecchio 26-05-2023, 13:02   #15
Esperto
L'avatar di Keith
 

Quote:
Originariamente inviata da pokorny Visualizza il messaggio
Poi se questo viene ottenuto con la "lei" manager geniale che con un'ora a settimana di gioco in borsa le guadagna e le piace tenere il maschio sotto il tavolo a disposizione H24 mentre lo vessa con un frustino per me va benissimo.
Ahahah, anche a me andrebbe benissimo Peccato che non succede mai, quelle così stanno con quelli ancora più astuti e ricchi di loro.

Diciamo che la grossa differenza la fa la casa se ce l'hai già comprata oppure no. In quel caso se ambedue sono d'accordo a fare una vita frugale non estrema anche un 2500 secondo me sono sufficienti. Ti ci fai pure 1-2 vacanzine all'anno. Tieni una macchina sola, ma se sei fortunato forse anche due. Poi dipende da tante cose, dipende molto dalla zona dove si vive e dalle abitudini di ciascuno.
Di solito si lavora in due e ci si arrangia, con lo stipendio di lui un po' più alto. Molti si fanno finanziare dai genitori, cosa che a me non piace affatto, ma molti scelgono così.

Ultima modifica di Keith; 26-05-2023 a 13:04.
Vecchio 26-05-2023, 13:44   #16
Esperto
 

Pokorny tu discendi probabilmente da qualche ramo dell’aristocrazia nera romana e hai dei valori un po’ sballati. Una volta dissi che ci volevano tipo 2 milioni di euro per vivere una vita dignitosa
Vecchio 26-05-2023, 18:06   #17
Esperto
L'avatar di Wrong
 

Ci deve essere molta fiducia e lavoro di squadra. In casa mio padre lavorava e mia mamma ha smesso di lavorare dopo pochi anni dal matrimonio e si occupava dei figli e della gestione della casa. Mio padre le dava in mano tutto lo stipendio e si occupava lei di suddividerlo tra le varie spese.
Vecchio 26-05-2023, 18:15   #18
Esperto
L'avatar di Nightlights
 

Quote:
Originariamente inviata da Wrong Visualizza il messaggio
Ci deve essere molta fiducia e lavoro di squadra. In casa mio padre lavorava e mia mamma ha smesso di lavorare dopo pochi anni dal matrimonio e si occupava dei figli e della gestione della casa. Mio padre le dava in mano tutto lo stipendio e si occupava lei di suddividerlo tra le varie spese.
A casa mia uguale
Vecchio 26-05-2023, 19:55   #19
Esperto
 

Pure io avevo colleghi operai che pagavano una donna delle pulizie. Poi parlano di salari fermi da trent’anni, crisi, inflazione, tassi sui mutui …
Vecchio 26-05-2023, 20:15   #20
Esperto
L'avatar di pokorny
 

Quote:
Originariamente inviata da niubi Visualizza il messaggio
Pokorny tu discendi probabilmente da qualche ramo dell’aristocrazia nera romana e hai dei valori un po’ sballati. Una volta dissi che ci volevano tipo 2 milioni di euro per vivere una vita dignitosa
Magari discendessi dall'aristocrazia nera romana. Dissi qualcosa del genere ma feci anche un conto di massima, e ricordo che la questione posta era semi-assurda di suo. Comunque il conto si fa subito: età 30 anni, 1500 euro/mese, supponiamo una vita di 80 anni. Fanno 900.000 euro, poi tra acquisto casa e imprevisti eccola lì che ci si arriva. Oltretutto se non si è indipendenti calcoliamo una decina d'anni di badante, cure, persone da pagare per spostamenti eccetera ed eccoli lì i due milioni. Diciamo anche 1.200.000 se la casa è di proprietà. Poi possiamo discutere su cosa sia una vita tranquilla ma gli ordini di grandezza tornano.

Altro che aristocrazia romana ))
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a Che ne pensate della famiglia tradizionale?
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Vergognarsi della classe sociale e del livello culturale della propria famiglia. Suttree Timidezza Forum 23 10-04-2018 20:07
..Riuscite mai a fidarvi di qualcuno al di fuori della famiglia? cancellato17738 Depressione Forum 21 14-11-2016 20:22
Musica tradizionale VyCanisMajoris Forum Musica 7 02-12-2012 12:19
Cosa pensate della vostra famiglia? solarfall Depressione Forum 8 05-03-2012 14:48
La famiglia tradizionale ha i giorni contati muttley Off Topic Generale 15 09-05-2009 01:10



Tutti gli orari sono GMT +2. Attualmente sono le 11:43.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2024, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2