FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Off Topic > Off Topic Generale > Forum Cinema e TV
Rispondi
 
Vecchio 14-04-2011, 08:55   #1
Avanzato
L'avatar di sciren
 

MILANO - Catherine Zeta-Jones, dopo aver affrontato accanto al marito Michael Douglas il difficile periodo della sua lotta con il cancro, si è ricoverata in un centro per la salute mentale per un trattamento relativo al disturbo bipolare di cui l'attrice soffre. Lo ha reso noto il portavoce della star, secondo quanto riporta il sito di People. «Dopo lo stress dello scorso anno, Catherine - secondo un amico citato citato dal sito del settimanale - ha preso la decisione di verificare il suo stato di salute in vista del lavoro che devo iniziare questa settimana sue due film».

CAMBI DI UMORE - L'attrice 41enne ha dunque trascorso circa cinque giorni nella struttura medica - di cui non si conosce il nome- nei giorni scorsi. Il disturbo bipolare è una malattia caratterizzata dal fatto che stati d'euforia o di irritabilità si alternano a periodi di depressione. Spesso il disturbo può avere momenti di latenza e poi essere innescato da fasi di grandi stress. «Non c'è dubbio che per Catherine l'ultimo anno sia stato molto stressante», dice l'amico. «Catherine ha dovuto affrontare la malattia di Michael ed è stato difficile. Ma il ricevero dei giorni scorsi è dovuto solo al fatto che sta per iniziare a lavorare e voleva assicurarsi di essere al top della forma». (Fonte: Adnkronos)
Vecchio 14-04-2011, 09:18   #2
Banned
 

Vorrei capire meglio il disturbo bipolare, perché su internet non è molto chiaro.
Vecchio 14-04-2011, 13:03   #3
Avanzato
L'avatar di sciren
 

Quote:
Originariamente inviata da sway Visualizza il messaggio
Vorrei capire meglio il disturbo bipolare, perché su internet non è molto chiaro.
bah non ne so tanto neanche io. Avevo un amico Bipolare... era il periodo che io stavo benissimo. Cmq una volta per dirtene una andammo in un locale molto lontano da Roma... spesi 15 euro per un drink e a drink appena preso, poichè eravamo con la sua macchina, mi disse: me ne voglio andare! E io: ok ma almeno fammi fini' de beve sti 15 euro. Dopo due minuti mi disse: no restiamo è arrivata la mia donna! Era convinto di stare con una ma quaesta non sapeva assolutamente nulla. Si conoscevano ma non erano fidanzati. Sempre durante quella serata diede uno schiaffo ad un amico comune perchè parlava con la sua presunta fidanzata.
Alla luce di questi elementi, sicuramente, quanto scritto dall'articolista ovvero l'alternanza di momenti di euforia a momenti di depressione mi pare mooooolto riduttivo
saluti
Vecchio 14-04-2011, 13:50   #4
Esperto
L'avatar di Lila.
 

si l'ho sentito prima al telegiornale che è stata ricoverata in una clinica per problemi di depressione dovuti anche dal tumore del marito....non parlo di lei ma tutte ste star di hollywood entrano ed escono in questi luoghi come se fosse niente....i soldi danno alla testa o capisci davvero che non possono cambiare un malessere che si ha?
Vecchio 14-04-2011, 14:28   #5
Avanzato
L'avatar di sciren
 

Quote:
Originariamente inviata da Lila. Visualizza il messaggio
si l'ho sentito prima al telegiornale che è stata ricoverata in una clinica per problemi di depressione dovuti anche dal tumore del marito....non parlo di lei ma tutte ste star di hollywood entrano ed escono in questi luoghi come se fosse niente....i soldi danno alla testa o capisci davvero che non possono cambiare un malessere che si ha?
quoto...
Vecchio 14-04-2011, 14:37   #6
Banned
 

la curo io...quant'èèèèèèèèèèèèèèBellaaaaaaaa
Vecchio 14-04-2011, 15:03   #7
Principiante
L'avatar di Princess
 

Bipolare non era pure Annamaria Franzoni?
Vecchio 14-04-2011, 17:57   #8
Banned
 

Per rispondere a una domanda di un altro thread, anche le belle possono avere problemi anche molto seri.

I soldi e la bellezza aiutano sicuramente, ma...
Vecchio 14-04-2011, 21:22   #9
Avanzato
L'avatar di sciren
 

Quote:
Originariamente inviata da sway Visualizza il messaggio
Per rispondere a una domanda di un altro thread, anche le belle possono avere problemi anche molto seri.

I soldi e la bellezza aiutano sicuramente, ma...
Questo vale x tutti!!! Siamo tutti belli
Vecchio 28-05-2011, 21:07   #10
Esperto
L'avatar di gielle1958
 

Ciao, io soffro di disturbo bipolare dall'infanzia dopo la separazione dei miei gemitori. Vivo,non avendo più parenti,in una comunità di convivenza figlia della legge 180(quella che,per fortuna, chiuse i manicomi).Il disturbo bipolare si caratterizza,detto molto semplicemente, con periodi di euforia alternati a momenti di profonda depressione. La distanza che intercorre tra i due stati è detta fase ciclotimica. Quando il soggetto bipolare non è depresso è,generalmente, in fase ipomaniacale.
Fase che si contraddistingue per la socievolezza del soggetto,incapacità di gestire i propri soldi,mancanza di sonno dovuta ad una euforia esagerata.
Generalmente il disturbo bipolare viene gestito con farmaci antipsicotici e stabilizzanti dell'umore.
Dal disturbo bipolare nessuno è mai guarito, non vi è remissione. Si può solo,in genere a periodi,stare meglio.
Nelle fase depressive non curate il bipolare può tentare anche il suicidio.
Ciauz.
Vecchio 29-05-2011, 09:38   #11
Banned
 

Quote:
Originariamente inviata da gielle1958 Visualizza il messaggio
Ciao, io soffro di disturbo bipolare dall'infanzia dopo la separazione dei miei gemitori. Vivo,non avendo più parenti,in una comunità di convivenza figlia della legge 180(quella che,per fortuna, chiuse i manicomi).Il disturbo bipolare si caratterizza,detto molto semplicemente, con periodi di euforia alternati a momenti di profonda depressione. La distanza che intercorre tra i due stati è detta fase ciclotimica. Quando il soggetto bipolare non è depresso è,generalmente, in fase ipomaniacale.
Fase che si contraddistingue per la socievolezza del soggetto,incapacità di gestire i propri soldi,mancanza di sonno dovuta ad una euforia esagerata.
Generalmente il disturbo bipolare viene gestito con farmaci antipsicotici e stabilizzanti dell'umore.
Dal disturbo bipolare nessuno è mai guarito, non vi è remissione. Si può solo,in genere a periodi,stare meglio.
Nelle fase depressive non curate il bipolare può tentare anche il suicidio.
Ciauz.
Ciao,
volevo chiederti, quando parli di euforia intendi agitazione? Non vera e propria euforia immagino... Agitazione e qualche psicosi?
Il disturbo ti è scoppiato quando i tuoi si sono separati? Stai facendo psicoterapia nella comunità? E come sta andando? Sta calmando i sintomi?
Ho provato a mandarti un msg privato ma non sei abilitato.
Vecchio 03-07-2011, 13:41   #12
Esperto
L'avatar di gielle1958
 

Quote:
Originariamente inviata da April Visualizza il messaggio
Ciao,
volevo chiederti, quando parli di euforia intendi agitazione? Non vera e propria euforia immagino... Agitazione e qualche psicosi?
Il disturbo ti è scoppiato quando i tuoi si sono separati? Stai facendo psicoterapia nella comunità? E come sta andando? Sta calmando i sintomi?
Ho provato a mandarti un msg privato ma non sei abilitato.
Riciao April,
Si io ho iniziato ad ammalarmi quando i miei si sono separati.
Era il 1965 e il divorzio ancora non c'era(esisteva solo la seprazione legale) ed i figli dei separati erano emarginati e non poco.
Mi sentii subito "diverso" dagli altri, ero timido ed insicuro.
Mia madre iniziò a bere e ben presto divenne alcolizzata, non potendo più così fare da madre a me e mio fratello. Mio padre se ne infischiava di me, mi lasciò solo.
Non sto' a tirarla per le lunghe ma ti dico che presto,nell'età dell'adolescenza, iniziai a fare uso di eroina, poi di alcool,poi di amfetamine ed infine ad abusare,dopo la morte di mia madre, di psicofarmaci.
Ho tentato,invano,di chiedere aiuto ai miei parenti in molti modi ma non è servito a nulla.
Ho fatto le comunità per il recupero dei tossicodipendenti ma quando ne uscivo,guarito diciamo, ricominciavo da capo.
Da quando ho capito che,per me, è necessario vivere in una struttura protetta e lavorando molto nell'ambito della psicoterapia sono migliorato e molto.
Certo una terapia farmacologica,seppur minima e soggetta a eventuale ulteriore scalaggio, mi è necessaria.
Ma adesso vivo nel tentivo,spero non vano, di dare una mano a chi soffre.
Usando la mia modesta esperienza, qui in comunità se tutto va bene presto(entro un mesetto) dovrei inziare,non da solo, a fare l'operatore.
Questo è per me un grande traguardo. Passare da assistito a colui che,seppur con aiuto,assiste.
Non so perchè non posso ricevere messaggi privati.
Magari Redman legge questo post e ci da un chiarimento.

Ultima modifica di gielle1958; 03-07-2011 a 13:44.
Vecchio 04-07-2011, 06:51   #13
Banned
 

Quote:
Originariamente inviata da gielle1958 Visualizza il messaggio
Riciao April,
Si io ho iniziato ad ammalarmi quando i miei si sono separati.
Era il 1965 e il divorzio ancora non c'era(esisteva solo la seprazione legale) ed i figli dei separati erano emarginati e non poco.
Mi sentii subito "diverso" dagli altri, ero timido ed insicuro.
Mia madre iniziò a bere e ben presto divenne alcolizzata, non potendo più così fare da madre a me e mio fratello. Mio padre se ne infischiava di me, mi lasciò solo.
Non sto' a tirarla per le lunghe ma ti dico che presto,nell'età dell'adolescenza, iniziai a fare uso di eroina, poi di alcool,poi di amfetamine ed infine ad abusare,dopo la morte di mia madre, di psicofarmaci.
Ho tentato,invano,di chiedere aiuto ai miei parenti in molti modi ma non è servito a nulla.
Ho fatto le comunità per il recupero dei tossicodipendenti ma quando ne uscivo,guarito diciamo, ricominciavo da capo.
Da quando ho capito che,per me, è necessario vivere in una struttura protetta e lavorando molto nell'ambito della psicoterapia sono migliorato e molto.
Certo una terapia farmacologica,seppur minima e soggetta a eventuale ulteriore scalaggio, mi è necessaria.
Ma adesso vivo nel tentivo,spero non vano, di dare una mano a chi soffre.
Usando la mia modesta esperienza, qui in comunità se tutto va bene presto(entro un mesetto) dovrei inziare,non da solo, a fare l'operatore.
Questo è per me un grande traguardo. Passare da assistito a colui che,seppur con aiuto,assiste.
Non so perchè non posso ricevere messaggi privati.
Magari Redman legge questo post e ci da un chiarimento.
Ciao Gielle,

io ora non sto prendendo nessun farmaco. I miei due opposti umorali sono forti ma per fortuna non richiedono i farmaci in maniera assoluta.
Forse è che sono molto più sensibile anche ad avvenimenti, pensieri e la mia reazione è più forte di quella degli altri.
Ultimamente ad esempio sono stata molto molto depressa, tanto da muovermi come un bradipo, lavorare e avere la testa altrove (scrivevo al computer come il picchio di Homer Simpson ), non riuscire a fare proprio nulla, nemmeno lavare i piatti in certi momenti.
Lì sto talmente male che non so proprio cosa potrebbe farmi stare meglio, è successo nella casa di prima (in questa nuova casa sono già un'altra persona). Appunto, se devo lavorare, e il risultato è uno schifo, come posso fare?
Forse aspettare qualche giorno che la depressione passi o io vi ponga rimedio e poi lavorare quando sono in ipomania o quasi.

Ho dei picchi di risultati nel lavoro stranissimi: un mio collega mi ha detto che sono bravissima, ma a volte non sa cosa mi succede, secondo lui perdo la bussola. Questo l'ha detto solo vedendo il mio lavoro svolto, non per la mia persona. Si capisce perfino dal lavoro com'è il mio umore.
Non riesco a lavorare se sono giù di morale e soffro. Forse perché si soffre così tanto da non pensare a nient'altro che al dolore.
Le persone che hanno meno problemi, riescono a eliminare i pensieri lavorando invece.
Vecchio 04-07-2011, 12:18   #14
Esperto
L'avatar di gielle1958
 

Quote:
Originariamente inviata da April Visualizza il messaggio
Ciao Gielle,

io ora non sto prendendo nessun farmaco. I miei due opposti umorali sono forti ma per fortuna non richiedono i farmaci in maniera assoluta.
Forse è che sono molto più sensibile anche ad avvenimenti, pensieri e la mia reazione è più forte di quella degli altri.
Ultimamente ad esempio sono stata molto molto depressa, tanto da muovermi come un bradipo, lavorare e avere la testa altrove (scrivevo al computer come il picchio di Homer Simpson ), non riuscire a fare proprio nulla, nemmeno lavare i piatti in certi momenti.
Lì sto talmente male che non so proprio cosa potrebbe farmi stare meglio, è successo nella casa di prima (in questa nuova casa sono già un'altra persona). Appunto, se devo lavorare, e il risultato è uno schifo, come posso fare?
Forse aspettare qualche giorno che la depressione passi o io vi ponga rimedio e poi lavorare quando sono in ipomania o quasi.

Ho dei picchi di risultati nel lavoro stranissimi: un mio collega mi ha detto che sono bravissima, ma a volte non sa cosa mi succede, secondo lui perdo la bussola. Questo l'ha detto solo vedendo il mio lavoro svolto, non per la mia persona. Si capisce perfino dal lavoro com'è il mio umore.
Non riesco a lavorare se sono giù di morale e soffro. Forse perché si soffre così tanto da non pensare a nient'altro che al dolore.
Le persone che hanno meno problemi, riescono a eliminare i pensieri lavorando invece.
Ciao April,
Quello che mi sembra di aver capito dal tuo post è una cosa molto semplice: tu,secondo me, non ti rendi conto di quanto abbia tu bisogno di aiuto.
Dici che,in certi momenti, stai talmente male da non riuscire a fare nulla, lavorare,svolgere le normali faccende domestiche, eccetera.
Gli altri,tipo il tuo collega di lavoro, si accorgono che in te vi è qualcosa che non va, tuttavia tu ne hai una percezione assai lieve e,perdonami se te lo dico, distorta.
Vai da uno psichiatra che sia anche psicoterapeuta? Oppure sei tu che decidi come e quando curarti?
Non si può elaborare una strategia che veda la fase maniacale del disturbo come un qualcosa di " normale" in cui fare le cose.
Io penso che ti convenga chiedere aiuto adesso senza esitare.

Ultima modifica di gielle1958; 04-07-2011 a 12:21.
Vecchio 09-07-2011, 12:09   #15
Esperto
L'avatar di Black Moon
 

Anche Britney spears è bipolare.
Vecchio 10-07-2011, 12:47   #16
Banned
 

Quote:
Originariamente inviata da orange Visualizza il messaggio
io invece dormo esageratamente quindi è sicuro che non sono bipolare?
Secondo me solo un medico te lo potrebbe dire.
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a Catherine Zeta-Jones è bipolare
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
disturbo bipolare cos'è ? prozac SocioFobia Forum Generale 15 26-12-2014 10:59
Disturbo bipolare sudefra SocioFobia Forum Generale 6 07-05-2010 11:22
24 e un disturbo bipolare Neogrigio Trattamenti e Terapie 0 29-11-2009 14:43
Depressione, malattia bipolare 2, disturbo borderline cancellato2822 Altri disturbi di personalità 10 18-01-2009 15:11
21enne evitante bipolare 1897 Disturbo evitante di personalità 18 10-09-2008 16:34



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 04:57.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2