FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Psico Forum > Disturbi alimentari
Rispondi
 
Vecchio 07-03-2019, 18:03   #1
Principiante
L'avatar di KidAAA
 

Da quando mi ricordo sono sempre stata una mangiona, mi piace mangiare e non mi alzavo dalla tavola finché non mi sentivo bella piena, quel pieno quasi fastidioso.
Per fortuna però non sono mai stata grassa, ma non mi sarei definita neanche magra, nella media insomma.

Poi circa due anni fa sono arrivati i problemi.
Qualche mese prima di andare a vivere da sola ho iniziato a mangiare meno, ma in modo naturale, non per dimagrire o altro.
Mangiavo qualsiasi cosa volessi, ma appena mi sentivo piena e soddisfatta posavo la forchetta e smettevo di mangiare. E non mangiavo mai se non avevo fame.

Questo ovviamente mi ha portato a perdere molto peso, tutti hanno iniziato a farmelo notare e a dirmi come stavo meglio così.
E da lì ho iniziato a mangiare sempre meno, ero arrivata a pesare circa 45 kg (sono anche molto bassa).
Mi ricordo che una volta sono andata in un ristorante thai, e dopo due forchettate già mi sentivo piena, però ho continuato a mangiare e mi è venuta la nausea, ho lasciato più di mezzo piatto.
Lì mi sono spaventata e ho deciso di ricominciare a mangiare di più e in modo piu sano.

Non ricordo bene se è subito dopo questo episodio o quando ho smesso di frequentare un ragazzo con cui uscivo, ritrovandomi completamente sola e senza amici in una nuova città dove non conoscevo nessuno, fatto sta che ho iniziato ad abbuffarmi.

Prima solo i weekend, poi anche in mezzo alla settimana... In breve ho ovviamente ripreso tutti i chili persi arrivando al mio picco massimo di peso, circa 56 kg.
Non ero così grassa, ma dopo essere dimagrita così tanto mi facevo schifo... Non mi entravano più i vestiti nuovi e mi vedevo orribile.
Così ho provato riperdere peso, ma questo mi ha portato solo a peggiorare il problema.

Prima ho iniziato a vomitare dopo le abbuffate, ma questo per fortuna è durato poco, poi masticavo e sputavo, ora invece digiuno.
Penso continuamente al cibo, sto sempre lì a farmi diete su diete, a contare in quanti giorni potrei arrivare a ripensare 45 kg, a contare le calorie di tutto, a vedere video della gente a dieta o che mangia.

Ho ricominciato a vedere uno psicologo da qualche mese ma non riesco a uscirne, riesco a stare bene per una o massimo due settimane e poi mi rilascio andare per qualche tempo, poi ricomincio con la dieta e così via.

Non so più che fare... Qualcuno di voi è riuscito a uscirne? O sono cose di cui, una volta vissute, non ci si libera più?
Vecchio 07-03-2019, 22:19   #2
Principiante
 

Il punto è che anche se arrivassi a 45kg con i digiuni non sarai mai bella e in forma come ci si arriva "naturalmente", non avrai lo stesso fisico di quando ci sei arrivata in modo spontaneo. In passato ho sofferto di anoressia e la magrezza che arriva tramite i digiuni e il conto delle calorie ti soddisfa solo quando ti pesi sulla bilancia ma non ti dà quella bellezza reale, che almeno io cercavo. Le forme vanno via, la faccia sembra smorta e paradossalmente diventi perfino meno attraente di quando c'era qualche kg in più.
La fame è il nostro migliore alleato, ma prima bisogna farci pace, capire il nostro corpo e entrare in sintonia con esso.
Mi ci ritrovo molto nel concetto di "abbuffata" perché ci si sente magri, venivo da una famiglia disfunzionale che mi aveva inculcato l'idea che grasso è buono e magro è malato, credenza che fortunatamente ho eliminato ma che ha fatto i suoi bei danni in passato.
Mi spiace per la tua situazione, anche volendo non riuscirei a sintetizzarti il percorso che ho fatto io però stai tranquilla che se ne esce.
L'ossessione per il cibo passa e si ritorna in equilibrio con esso, se lo psicologo che hai vicino è bravo vedrai che andrà tutto bene.
Ringraziamenti da
KidAAA (07-03-2019)
Vecchio 07-03-2019, 22:44   #3
Principiante
L'avatar di KidAAA
 

Quote:
Originariamente inviata da misantropico Visualizza il messaggio
Il punto è che anche se arrivassi a 45kg con i digiuni non sarai mai bella e in forma come ci si arriva "naturalmente", non avrai lo stesso fisico di quando ci sei arrivata in modo spontaneo. In passato ho sofferto di anoressia e la magrezza che arriva tramite i digiuni e il conto delle calorie ti soddisfa solo quando ti pesi sulla bilancia ma non ti dà quella bellezza reale, che almeno io cercavo. Le forme vanno via, la faccia sembra smorta e paradossalmente diventi perfino meno attraente di quando c'era qualche kg in più.
La fame è il nostro migliore alleato, ma prima bisogna farci pace, capire il nostro corpo e entrare in sintonia con esso.
Mi ci ritrovo molto nel concetto di "abbuffata" perché ci si sente magri, venivo da una famiglia disfunzionale che mi aveva inculcato l'idea che grasso è buono e magro è malato, credenza che fortunatamente ho eliminato ma che ha fatto i suoi bei danni in passato.
Mi spiace per la tua situazione, anche volendo non riuscirei a sintetizzarti il percorso che ho fatto io però stai tranquilla che se ne esce.
L'ossessione per il cibo passa e si ritorna in equilibrio con esso, se lo psicologo che hai vicino è bravo vedrai che andrà tutto bene.
Ma non digiuno per perdere peso, o meglio non più.
È da un po' di tempo che sto cercando di mangiare più sano ma quando poi mi abbuffo il giorno dopo digiuno. Sia per bilanciare le calorie ma soprattutto perché sto malissimo con lo stomaco e non ho fame per tutto il giorno seguente...

Quello che vorrei è riuscire a mangiare come facevo, non mi privavo di nulla e smettevo di mangiare poco prima di essere troppo piena. E non voglio farlo solo per dimagrire ma anche per stare meglio, senza avere il mal di pancia o sentirmi troppo appesantita ogni volta.
Solo che non riesco, mi rendo conto di quando arrivo a quel punto e che dovrei fermarmi ma non lo faccio. E anzi, una volta che supero quel punto l'80% delle volte svuoto il frigo e la credenza.
Sono arrivata a comprare solo surgelati e pasta per evitare le abbuffate..
Vecchio 14-03-2019, 02:49   #4
Principiante
 

anche io sono stata magra..diciamo anoressica..
e non faccio altro che pensare di ritornarvi.
ma sebbene lo voglia con tutta me stessa non riesco non riesco a
smettere di mangiare.
è il mio unico amico.il cibo.
Vecchio 14-03-2019, 09:45   #5
Esperto
L'avatar di JericoRose
 

Anche io che sono sempre stata una mangiona ultimamente ho dei problemi con il cibo ma non per il peso per lipocondria, a gennaio ho avuto dei problemi intestinali diciamo, mi sono bloccata ecco così ho iniziato a mangiare solo liquido, brodini, frullati, bevande zuccherate per darmi energia perché è quello che fanno negli ospedali quando uno è bloccato ed ho continuato con quella dieta per giorni anche se mi ero sbloccata, mi sentivo più "leggera" a livello intestinale, non più gonfia una sensazione piacevole, però poi ho notato che le mie labbra avevano un aspetto inquietante, sanguinavano sempre ed avevo degli herpes, il primo segnale che il mio corpo si era debilitato e che era facilmente attaccabile.

Io ho sempre avuto un sistema immunitario potentissimo, mai avuto un'influenza, quando ho un'infezione mi passa nel giro di poche ore e sono già in piedi, ho sempre caldo(dormo con i pantaloncini e cannottiera anche d'inverno ) e non sono mai stata deboluccia, eppure in quelle settimane mi sentivo debole, avevo un freddo mai sentito prima, nelle ossa e mi cadevano i capelli, insomma na vecchia. Non mangiando il mio corpo era diventato debole e meno efficiente nel combattere eventuali virus e malattie così mi sono spaventata e ho deciso di riprendere a mangiare anche se è difficile regolarsi (sto prendendo delle vitamine perché non riesco a mangiare tutto quello che dovrei per integrare tutti i nutrienti che mi servono) mi capita di mangiare poco e poi di abbuffarmi di schifezze prive di nutrienti.

Comunque una cosa che mi aiuta è non percepire il cibo come mero oggetto che introduco nel mio organismo per riempirmi ma come qualcosa di prezioso che diventa parte di me andando a rinforzare il mio corpo e renderlo più bello anche. (se non mangi non diventi più bella ti cadono i capelli, la pelle invecchia e i muscoli si afflosciano)

Dedicare del tempo per scegliere cosa mangiare, dedicare del tempo per cucinare, appassionarmi al cibo, alla cucina (salutare) mi ha aiutata molto(dopo che ho passato un'ora a prepararmi un pasto bilanciato e sano di certo non lo lascio lì né me lo calo in gola divorando anche il tavolo ma lo mangio lentamente e gustandolo, così non mi sento ne troppo piena e gonfia ne ancora affamata)è una questione mentale, potrebbe essere di aiuto anche a te appassionarti al cibo e cercare di prepararti da sola dei pasti salutari.

Ah un'altra cosa che può sembrare stupida e insignificante che ho sperimentato è mangiare con le bacchette giapponesi, con la forchetta acchiappi il cibo e te lo cali (almeno io faccio così) con le bacchette devi stare li a concentrarti per prenderlo ed inoltre devi tagliarlo prima e fare delle piccole porzioni perché non puoi usare il coltello, (i popoli orientali ci vedono sempre più lungo) anche se sembra una cavolata magari ogni tanto puoi provare a cucinarti qualcosa di etnico e mangiare con le bacchette è pure divertente. Ah ed evita di tenere in casa pacchi di patatine e biscotti, è un attimo aprire la dispensa, afferrare un pacco di biscotti e divorarlo con tutta la carta, anche in quel caso cerca di scegliere con cura gli snack, cose che devi prepararti tu tipo uno yogurt con frutta secca e pezzi di cioccolato o una macedonia ecc.

Inviato dal mio AUM-L29 utilizzando Tapatalk

Ultima modifica di JericoRose; 14-03-2019 a 10:58.
Ringraziamenti da
KidAAA (16-03-2019)
Vecchio 14-03-2019, 16:43   #6
Intermedio
L'avatar di Peste Nera
 

Per me il cibo è stata una compensazione dei vuoti affettivi che ho avuto anche se adesso riesco più di prima a contenermi e a non mangiare più così tanto. Da un certo punto di vista penso che anche se schiattassi sarebbe meglio di indigestione che di fame dall'altro so che questo non mi fa bene. Ormai ho quasi del tutto rinunciato ad avere un amico (mai avuto) o addirittura una fidanzata (cosa sarebbe?) ma ho grande rispetto di voi ragazzi/e del forum che parlate così apertamente dei vostri problemi alimentari. Ricordo che da adolescente quello che mangiavo tendeva a tornarmi su ed avevo voglia di vomitare ma quello era un malessere nervoso perché sapevo l'inferno che mi aspettava ogni giorno. Ragazzi/e teniamo duro e affrontiamo a viso aperto i nostri problemi. Un saluto a tutti.
Vecchio 14-03-2019, 16:56   #7
Esperto
L'avatar di M.me Adelaide
 

Son stata in cura circa tre anni e mezzo. A me non è servito. Spero che per altri sia diverso.
Vecchio 15-03-2019, 13:11   #8
Esperto
L'avatar di Stregatta13
 

Quote:
Originariamente inviata da KidAAA Visualizza il messaggio
Non so più che fare... Qualcuno di voi è riuscito a uscirne? O sono cose di cui, una volta vissute, non ci si libera più?
Uhm, penso che più che guarire si parli di imparare a gestirsi ed evitare gli estremi, ma una certa sensibilità verso il cibo e il corpo secondo me resta.

Io mi son fatta 6 anni di csm (tira e molla) con un'equipe specializzata in dca e circa un paio di anni di terapia di gruppo con altre ragazze all'interno della stessa, risultati scarsi, si parlava solo dei sintomi fisici, il lato psicologico non veniva nemmeno considerato, la psicologa si limitava a fare presenza, parlavamo solo noi pazienti e non si approfondiva niente.
Mille diete diverse e nozioni sul cibo servono a ben poco se non sai il perchè agisci in un certo modo, cosa c'è dietro, è impossibile uscirne se non si affronta il lato psicologico del dca.
Quella che è la mia psico da 3 anni (nel privato) dice che il sintomo nel mio caso è significativo ma non preoccupante, che il mio è un dca secondario e non puro da manuale, viene da un problema col controllo e conseguenza dell'evitamento e che solo lavorando sulle vere cause, il sintomo perde potere. Penso sia vero, sicuramente sto meglio rispetto ad anni fa, anche se ancora non ho imparato a gestirmi come vorrei.
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a Binge eating help
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Diario di un binge-eater Roby89 Disturbi alimentari 22 30-11-2018 20:55
Dipendenza dal binge watching barclay Forum Cinema e TV 19 23-12-2016 16:04
Binge Eating Disorder cancellato15851 Disturbi alimentari 66 09-01-2016 18:41
Il cibo controlla la mia vita (binge) Stellina86 Disturbi alimentari 10 24-11-2014 21:03



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 07:11.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2