FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Fobia Sociale > SocioFobia Forum Generale
Rispondi
 
Vecchio 15-02-2008, 21:09   #1
Avanzato
L'avatar di morenson000
 

L'assassino aveva una pistola e un fucile. Spara in aula durante la lezione. Quindici feriti
Lo sparatore laureato in sociologia. Il preside: "aveva problemi mentali"
Illinois, un'altra strage in un campus
Uccide 6 studenti, poi si toglie la vita


L'intervento della polizia al campus
CHICAGO - Strage di San Valentino in un campus universitario dell'Illinois: un ex studente dell'ateneo armato con due pistole ed un fucile ha ucciso sei persone durante una lezione in un'aula affollata della Northern Illinois University per poi togliersi la vita.

Altri 16 studenti sono rimasti feriti, alcuni gravemente.
Il giovane, bianco e magro, vestito di nero è entrato verso le tre del pomeriggio di ieri da una porta secondaria in un'aula della Cole Hall dove stava per terminare una lezione di geologia. E' stato identificato come Steven Kazmierczak: aveva 27 anni, si era laureato in sociologia nel 2006 e stava frequentando un dottorato post-laurea all'università di Urbana-Champaign sempre in Illinois. Era uno studente brillante ed un suo lavoro sul sistema carcerario era stato premiato, in particolare, all'università.

"Non ha detto una parola. E' salito sul podio dove si trovava l'insegnante ed ha aperto il fuoco verso gli studenti - ha raccontato un testimone -. Ha sparato in rapida successione, con calma mentre nell'aula esplodevano il caos e il terrore".

Gli studenti hanno tentato disperatamente di scappare, calpestandosi a vicenda, fuggendo tra corpi insanguinati, urla di terrore e lamenti. La polizia del campus universitario, che si trova a DeKalb (a circa 100 km da Chicago), è giunta rapidamente sulla scena della strage. Ma lo sparatore si era già tolto la vita.

Steven Kazmierczak era un giovane "con problemi mentali deciso a far del male" nel campus, ha detto John Peters, il presidente dell'ateneo, in una conferenza stampa all'indomani della strage.

Le vittime più gravi, con ferite alla testa e al torace, sono state portate in elicottero in ospedale. Pochi minuti dopo l'inizio della sparatoria è scattato il sistema di allarme nel campus con messaggi email e sul sito web della università che invitavano gli studenti a restare in posti sicuri perché c'era un uomo armato in circolazione nel campus.

Gli studenti sono stati inoltre invitati, una volta accertata la morte del killer, a chiamare i loro familiari. Le lezioni sono state immediatamente sospese e l'università resterà chiusa anche oggi. Il presidente della università, John Peters, ha detto che

Non è ancora emerso un motivo per la strage, avvenuta a dieci mesi da quella del Virginia Tech, dove il 16 aprile 2007 uno studente di origini sudcoreane aprì il fuoco contro studenti ed insegnanti provocando la morte di 32 persone prima di togliersi la vita, nella strage più grave mai avvenuta in una università americana.

La Northern Illinois University è frequentata da oltre 25 mila studenti. L'ateneo era stato chiuso nel dicembre scorso per un giorno dopo che in un bagno del campus erano state trovate scritte di minaccia che facevano riferimento alla strage del Virginia Tech.
Vecchio 15-02-2008, 22:21   #2
Banned
 

Un giorno mi sa che farò lo stesso se andiamo avanti così.... almeno me ne vado col "botto"...... :roll:
Vecchio 16-02-2008, 00:08   #3
Avanzato
 

Quote:
Originariamente inviata da new
Se vuoi andartene "col botto" fallo mettendo in atto qualcosa di costruttivo
uhm... tipo?
Vecchio 16-02-2008, 00:31   #4
Esperto
L'avatar di pain
 

Quote:
Originariamente inviata da Rickyno
Un giorno mi sa che farò lo stesso se andiamo avanti così.... almeno me ne vado col "botto"...... :roll:

ihihih ci pensavo anke io :lol:

xò preferivo farlo sul luogo di lavoro 8) BOOOM
Vecchio 16-02-2008, 10:24   #5
Esperto
L'avatar di thx1138
 

Quote:
Originariamente inviata da Lilly_e_ilVagabondo
io nn capisco che gusto c'è ad ammazzare qlcuno che neanche conosci, che non ti ha fatto niente di male..non lo capisco..
cioè se devi uccidere qlcuno almeno uccidi dei veri nemici,dico io..scherzo..
Non male l'idea Lilly... i veri nemici. Io non so cosa pensano le persone di questo forum, ma io per primo farei fuori il Berluska....

ciao
Vecchio 16-02-2008, 10:25   #6
Esperto
L'avatar di thx1138
 

Quote:
Originariamente inviata da Lilly_e_ilVagabondo
io nn capisco che gusto c'è ad ammazzare qlcuno che neanche conosci, che non ti ha fatto niente di male..non lo capisco..
cioè se devi uccidere qlcuno almeno uccidi dei veri nemici,dico io..scherzo..
Non male l'idea Lilly... i veri nemici. Io non so cosa pensano le persone di questo forum, ma io per primo farei fuori il Berluska....

ciao
Vecchio 16-02-2008, 11:31   #7
Principiante
L'avatar di Jolly_joker
 

Quote:
Originariamente inviata da new
...
...fallo mettendo in atto qualcosa di costruttivo, così che tutti ti ricordino come una persona importante.
Leggevo, non molto tempo addietro, che, non ricordo dove, uno studente avrebbe fatto irruzione, in una scuola forse, sparando ed uccidendo delle persone...gridando: <<Vi odio tutti!>>.
Penso che...se una persona lo pensasse davvero, allora non avrebbe alcun motivo di uscir di scena con un gesto gradito...al contrario: forse sarebbe, per essa, un piacere l'andarsene...odiata da tutti (...quindi con un'azione che supporrebbe, gli altri, considererebbero fortemente riprovevole...).
In questo modo potrebbe percepire, come particolarmente enfatizzato, il divario/distacco/differenza che, dentro di sé, potrebbe sentire...fra quel che essa penserebbe di essere e quel che sarebbero, dal suo personale punto di vista, invece tutti gli altri (...odiati perchè diversi...).
Quindi perchè, un simile individuo, dovrebbe sforzarsi di esser ricordato da tutti...? Probabilmente (...forse...) preferirebbe essere dimenticato da tutti oppure essere ricordato...ma negativamente, con rancore.
Ad esempio...io sarei felice di esser odiato da una persona che, anch'io, odierei: perchè, se le piacessi, comincerei a pensare di esserle simile.
Se, ad esempio, odiassi l'intero genere umano...non vedrei perchè dovrei operare delle buone azioni: sarebbe invece, nel mio interesse, fare delle pessime azioni...così farei del male alla gente e, l'odio che riceverei in cambio, non mi servirebbe altro che come prova dell'aver "colpito nel segno" (...perchè una persona che odia è, prima di tutto, una persona che soffre a causa di chi odia. E...se la persona odiata odia, anch'essa, la prima...allora dev'essere, per quest'ultima, di gran piacere il sapere che, la prima, la odia...perchè sapendolo potrebbe capire di aver "colpito l'avversario"...non so se mi sono spiegato...).
Odiare è un'arte...
Infine...pur rendendomi conto che sto divagando...mi preme evidenziare una cosa che pochi capiscono: spesso...più una persona è incline al voler male, più è intensa la sensibilità che, nel profondo di sé, cova. Molte persone sgarbate/scontrose/"incazzose"...spesso celano un potenziale "cuore d'oro".
Si direbbero, a "prima vista", negate per il coesistere serenamente, con gli altri...paradossalmente è proprio il contrario.
A volte, alcune persone, vengono additate come "cattive"...ma non esistono persone cattive, esistono persone incattivite.
Può accadere infatti che si cominci ad odiare perchè odiati, a propria volta...allora ci si veste di una "maschera" di astio che, se va male, la si indossa, spesso senza nemmeno rendersene conto, tanto a lungo...da dimenticarsi chi c'era sotto.
Vecchio 16-02-2008, 12:51   #8
Esperto
 

Quote:
Originariamente inviata da Jolly_joker
Quote:
Originariamente inviata da new
...
...fallo mettendo in atto qualcosa di costruttivo, così che tutti ti ricordino come una persona importante.
Leggevo, non molto tempo addietro, che, non ricordo dove, uno studente avrebbe fatto irruzione, in una scuola forse, sparando ed uccidendo delle persone...gridando: <<Vi odio tutti!>>.
Penso che...se una persona lo pensasse davvero, allora non avrebbe alcun motivo di uscir di scena con un gesto gradito...al contrario: forse sarebbe, per essa, un piacere l'andarsene...odiata da tutti (...quindi con un'azione che supporrebbe, gli altri, considererebbero fortemente riprovevole...).
In questo modo potrebbe percepire, come particolarmente enfatizzato, il divario/distacco/differenza che, dentro di sé, potrebbe sentire...fra quel che essa penserebbe di essere e quel che sarebbero, dal suo personale punto di vista, invece tutti gli altri (...odiati perchè diversi...).
Quindi perchè, un simile individuo, dovrebbe sforzarsi di esser ricordato da tutti...? Probabilmente (...forse...) preferirebbe essere dimenticato da tutti oppure essere ricordato...ma negativamente, con rancore.
Ad esempio...io sarei felice di esser odiato da una persona che, anch'io, odierei: perchè, se le piacessi, comincerei a pensare di esserle simile.
Se, ad esempio, odiassi l'intero genere umano...non vedrei perchè dovrei operare delle buone azioni: sarebbe invece, nel mio interesse, fare delle pessime azioni...così farei del male alla gente e, l'odio che riceverei in cambio, non mi servirebbe altro che come prova dell'aver "colpito nel segno" (...perchè una persona che odia è, prima di tutto, una persona che soffre a causa di chi odia. E...se la persona odiata odia, anch'essa, la prima...allora dev'essere, per quest'ultima, di gran piacere il sapere che, la prima, la odia...perchè sapendolo potrebbe capire di aver "colpito l'avversario"...non so se mi sono spiegato...).
Odiare è un'arte...
Infine...pur rendendomi conto che sto divagando...mi preme evidenziare una cosa che pochi capiscono: spesso...più una persona è incline al voler male, più è intensa la sensibilità che, nel profondo di sé, cova. Molte persone sgarbate/scontrose/"incazzose"...spesso celano un potenziale "cuore d'oro".
Si direbbero, a "prima vista", negate per il coesistere serenamente, con gli altri...paradossalmente è proprio il contrario.
A volte, alcune persone, vengono additate come "cattive"...ma non esistono persone cattive, esistono persone incattivite.
Può accadere infatti che si cominci ad odiare perchè odiati, a propria volta...allora ci si veste di una "maschera" di astio che, se va male, la si indossa, spesso senza nemmeno rendersene conto, tanto a lungo...da dimenticarsi chi c'era sotto.
Sono d'accordo quasi su tutto, e probabilmente è proprio così che funziona la mente di chi decide di compiere un gesto apparentemente tanto assurdo. Nella mente di ognuno di noi, le nostre azioni appaiono sempre giustificate da qualcosa e coerenti a noi stessi. Odiare è un'arte, hai ragione, un'arte al servizio della sopravvivenza. L'ultimo tuo paragrafo lo vedo un po' autobiografico.
Per tornare in topic, gesti del genere sono talmente facili da spiegare che, al di là di considerazioni di ordine tecnico e voyeristico, non vale nemmeno la pena di scervellarsi troppo, tanto le emozioni in gioco sono basilari e lineari.
Vecchio 16-02-2008, 14:04   #9
Esperto
L'avatar di devilinside
 

perkè andarsene così di scena.........

si potrebbe fare come Bin Laden ......pioggia di aerei .......

forse quello non ne ho la capacità ....m lettere infette, pacchi bomba .....

la prima a partire sarebbe indrizzata alla mia ex psicologa ......
non ho mai odiao una persona come sto odiando quella troia !!!! :twisted:
Vecchio 17-02-2008, 00:21   #10
Avanzato
L'avatar di morenson000
 

L'autore della strage nel campus dell'Illinois aveva problemi mentali ed era deciso a far male. Lo afferma il presidente dell'ateneo. Il giovane ricercatore, Steven Kazmierczak, aveva di recente smesso di prendere farmaci, verosimilmente psicofarmaci, e nelle ultime due settimane, secondo la polizia, aveva dato prova di comportamenti instabili. Nessuna idea del movente. Ridimensionato intanto il bilancio delle vittime: sei morti incluso Kazmierczak e non sette come in precedenza indicato.
Vecchio 17-02-2008, 00:24   #11
Avanzato
L'avatar di morenson000
 

E' salito a sette il bilancio delle vittime della sparatoria avvenuta in un campus universitario dell'Illinois. Gli inquirenti hanno identificato l'ex studente che, armato con due pistole ed un fucile, ha ucciso 5 persone durante una lezione per poi togliersi la vita (un ragazzo è morto in ospedale). Si tratta di Steven Kazmierczak, "uno studente brillante, molto stimato dai professori", ha detto il presidente della Northern Illinois University.



Kazmierczak era un ricercatore di sociologia il cui lavoro sul sistema carcerario aveva attirato l'attenzione negli ambienti accademici. Il giovane, 27 anni, cresciuto in un quartiere suburbano di Chicago, era iscritto come studente di dottorato in un'altra università dell'Illinois dopo aver studiato sociologia fino alla scorsa primavera nel campus teatro della sparatoria. Il Chicago Tribune ha scoperto che Kazmierczak aveva scritto saggi sulle ferite auto-inflitte nelle prigioni e sul ruolo della religione nelle prime carceri americane.
Vecchio 17-02-2008, 02:30   #12
Esperto
L'avatar di 88_ThE_BeSt_88
 

Quote:
Originariamente inviata da morenson000
E' salito a sette il bilancio delle vittime della sparatoria avvenuta in un campus universitario dell'Illinois. Gli inquirenti hanno identificato l'ex studente che, armato con due pistole ed un fucile, ha ucciso 5 persone durante una lezione per poi togliersi la vita (un ragazzo è morto in ospedale). Si tratta di Steven Kazmierczak, "uno studente brillante, molto stimato dai professori", ha detto il presidente della Northern Illinois University.



Kazmierczak era un ricercatore di sociologia il cui lavoro sul sistema carcerario aveva attirato l'attenzione negli ambienti accademici. Il giovane, 27 anni, cresciuto in un quartiere suburbano di Chicago, era iscritto come studente di dottorato in un'altra università dell'Illinois dopo aver studiato sociologia fino alla scorsa primavera nel campus teatro della sparatoria. Il Chicago Tribune ha scoperto che Kazmierczak aveva scritto saggi sulle ferite auto-inflitte nelle prigioni e sul ruolo della religione nelle prime carceri americane.
azz era un vero insospettabile.... :?
Vecchio 17-02-2008, 16:35   #13
Intermedio
L'avatar di ilfede
 

Quando scrivono malato di mente non lo sopporto........è troppo ridicola come "descrizione" della persona.........

Cmq non capirò mai perchè invece di suicidarsi ammazzano alla cavolo gente random..........ma che senso ha.......cercano compagnia prima della morte? oppure portando altri con se si sentono giustificati poi a farsi del male da soli?
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a AVEVA PROBLEMI MENTALI
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Morto perchè aveva il cellulare scarico Muffo Forum Geek 2 06-07-2008 14:15
Queste risolverebbero il 90 % dei problemi mentali che ci... Kai Amore e Amicizia 1 19-11-2007 18:15
caldo, università, problemi su problemi.... ed esami da fare mariobross Forum Scuola e Lavoro 1 19-07-2007 11:50
seghe mentali velvet76 DOC Forum 0 06-07-2007 19:49



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 09:45.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2021, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2