FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Fobia Sociale > SocioFobia Forum Generale
Rispondi
 
Vecchio 12-04-2013, 13:04   #1
Esperto
L'avatar di Otago
 

Nei momenti più bui come questo in cui sono depresso, non posso non chiedermi e se fossi asperger? Me lo domando perché riflettendoci mi sembra di essere sempre stato come sono ora.
Ma se uno volesse sapere se è o meno asperger, come deve fare?
A chi rivolgersi?
Chiedo ipoteticamente perché non so se ne avrò mai il coraggio.
Vecchio 12-04-2013, 14:14   #2
Esperto
L'avatar di Anakin
 

L'Asperger è una sorta di autismo, da quanto letto non ci si dovrebbe deprimere per la solitudine sociale

Ergo sono quasi sicuro che tu non ne soffra, anche se ho letto che anche persone "normali" possono avere una componente autistica più o meno marcata
Vecchio 12-04-2013, 14:25   #3
Esperto
L'avatar di clanghetto
 

Ci sono dei testi fatti da specialisti..un utente di questo forum li fece, ma nn so i risultati perché poi si fece bannare (dannato XD). Un altro invece risultò davvero un Asperger e molti suoi problemi trovarono una risposta, non so se sia migliorato ma di sicuro adesso segue una terapia più mirata.

Guarda potresti cercare online qualche associazione e metterti in contatto per capire il dà farsi. Probabilmente non lo sei...io pure avevo il sospetto di avere un qualche tipo di autismo ma i due psicologi che ho frequentato lo escludevano categoricamente... boh
Vecchio 12-04-2013, 15:49   #4
Banned
 

Quote:
Originariamente inviata da Otago Visualizza il messaggio
Nei momenti più bui come questo in cui sono depresso, non posso non chiedermi e se fossi asperger? Me lo domando perché riflettendoci mi sembra di essere sempre stato come sono ora.
Ma se uno volesse sapere se è o meno asperger, come deve fare?
A chi rivolgersi?
Chiedo ipoteticamente perché non so se ne avrò mai il coraggio.
Secondo me, da quello che so e che ho letto... chi è asperger non se ne accorge. Però io credo non si ponga la domanda. Si può invece sapere di non esserlo abbastanza sicuramente. Nel senso che l'asperger , per esempio, fra le varie cose.. ha difficoltà a capire un discorso sottinteso, un allusione, uno scherzo.. cioè.. è uno che sovente non riconosce se si sta scherzando.. che prende tutto alla lettera un po' "a macchinetta".. insomma io onestamente non credo e non ho mai creduto nè alle autodiagnosi nè alle mezze misure. (cosa che in questo forum si fa molto) perchè altrimenti se uno prende un singolo sintomo: Che ne so...mettiamo che tu una volta non hai capito uno scherzo. Non è che se è capitato ...allora sei asperger

Cioè.. io ho sempre detto che le diagnosi le fanno chi di competenza.. e non si fanno leggendo cazzate su internet o facendo test a crocette.. le fa un esperto tenendoti sotto un periodo di osservazione.. non può essere improvvisata come cosa.
E io non credo alle mezze misure nel senso che se uno ragiona così.. allora volendo trova qualsiasi disturbo di personalità in qualsiasi persona^^
No.. si parla di patologìa quando davvero è molto marcata ed evidente la cosa. Cioè.. se tu, nell'arco di tutta la tua vita fin ora hai avuto evidenti difficoltà di comunicazione.. e insomma hai avuto quei sintomi che rientrano in quel disturbo in modo veramente consistente ed evidente.. allora ok. Allora potresti esserlo e andrai a farti fare il controllo. Ma non c'è nulla di peggio di chi si mette a fare il gioco del "sarai questo?" "sarai quello?" trova il disturbo ^^ perchè la mente non è una cosa così rigida..checchè ne dicano alcuni utenti qua appassionati di psicologìa, c'è bisogno del parere di un esperto sempre. Perchè l'esperto non si limita a sapere l'elenco dei sintomi banalmente... l'esperto ha.. giornalmente a che fare con persone che -hanno quel disturbo- quindi solo lui può valutare con cognizione di causa se effettivamente ricadi nel patologico o nella normalità. Perchè la normalità è un range talmente vasto... che tante cose sono normali e sovente non è così banale e scontato distinguere fra quello che può essere effettivamente un problema o semplicemente un tratto caratteriale dell'individuo.
Vecchio 12-04-2013, 17:00   #5
Banned
 

Guarda, da quel che ne so io, in Italia c'è ancora molta ignoranza su questa sindrome. E' difficile da diagnosticare, specialmente, in età adulta.
Può essere diagnosticata da piccoli quando magari ci sono dei segni e sintomi evidenti ma spesso(specialmente per le ragazzine)questa viene bene minimizzata e attribuita solo a un modo di fare 'bizzarro' e poi mimetizzata dal soggetto stesso. Insomma ci sono diversi tipi di stadi e gravità(non tutti camminano in punta di piedi o fanno cose eccessivamente strambe e/o compulsive e non tutti sono chissà quali geni incompresi). Non è una forma di timidezza o fobia eccessiva è più che altro un modo di sentire e vedere diverso. Che però compromette spesso i rapporti sociali.
Citando le frasi che vanno in voga 'autodiagnosticarsi è il male' etc etc.. magari se fai intanto qualche test vedi che ne vien fuori, così sai a chi rivolgerti..per dirti nella mia città e zona non c'è nulla che se ne occupi, tranne qualcosa per l'infanzia. Prova a vedere nella tua zona se c'è qualcosa.
Magari trovi più delucidazioni sul sito spazioasperger.it con relativo forum per parlarne e confrontarti con chi ne sa di più.

Comunque se sei interessato e magari disposto a spostarti il 4,5 giugno c'è un convegno a Roma sul tema che mi sembra interessante(trovi tutte le info sul sito).
Vecchio 13-04-2013, 12:57   #6
Esperto
L'avatar di Otago
 

Quote:
Originariamente inviata da Stagnola Visualizza il messaggio
Guarda, da quel che ne so io, in Italia c'è ancora molta ignoranza su questa sindrome. E' difficile da diagnosticare, specialmente, in età adulta.
Può essere diagnosticata da piccoli quando magari ci sono dei segni e sintomi evidenti ma spesso(specialmente per le ragazzine)questa viene bene minimizzata e attribuita solo a un modo di fare 'bizzarro' e poi mimetizzata dal soggetto stesso. Insomma ci sono diversi tipi di stadi e gravità(non tutti camminano in punta di piedi o fanno cose eccessivamente strambe e/o compulsive e non tutti sono chissà quali geni incompresi). Non è una forma di timidezza o fobia eccessiva è più che altro un modo di sentire e vedere diverso. Che però compromette spesso i rapporti sociali.
Citando le frasi che vanno in voga 'autodiagnosticarsi è il male' etc etc.. magari se fai intanto qualche test vedi che ne vien fuori, così sai a chi rivolgerti..per dirti nella mia città e zona non c'è nulla che se ne occupi, tranne qualcosa per l'infanzia. Prova a vedere nella tua zona se c'è qualcosa.
Magari trovi più delucidazioni sul sito spazioasperger.it con relativo forum per parlarne e confrontarti con chi ne sa di più.

Comunque se sei interessato e magari disposto a spostarti il 4,5 giugno c'è un convegno a Roma sul tema che mi sembra interessante(trovi tutte le info sul sito).
Grazie per le info, in effetti che ci sia molta ignoranza su questa cosa in italia credo sia vero. Diversi mesi fa lo accennai al terapista e lui ignorava totalmente questa sindrome, anzi dovetti a grandi linee dirgli io di cosa si trattava. Tempo fa feci l'aspie test, qui sul forum, ieri l'ho rifatto e i risultati sono stati un po' diversi, ossia 122 la prima voce e 79 la seconda.
Diciamo che ci sono cose mi fanno riflettere, io sento il bisogno di avere al mio fianco una ragazza come me, ma poi ad esempio non sento il bisogno di amici o di uscire alla sera. Magari sono diventato così per il fatto che non conosco nessuno e non ho amici. Ovviamente io non mi autodiagnostico nulla, però a volte ci penso e i due esempi di sopra non sono gli unici, per motivi di privacy però preferisco non parlarne.

Ultima modifica di Otago; 13-04-2013 a 13:01.
Vecchio 13-04-2013, 16:24   #7
Banned
 

Quote:
Originariamente inviata da Otago Visualizza il messaggio
Diciamo che ci sono cose mi fanno riflettere, io sento il bisogno di avere al mio fianco una ragazza come me, ma poi ad esempio non sento il bisogno di amici o di uscire alla sera. Magari sono diventato così per il fatto che non conosco nessuno e non ho amici. Ovviamente io non mi autodiagnostico nulla, però a volte ci penso e i due esempi di sopra non sono gli unici, per motivi di privacy però preferisco non parlarne.
Ti capisco, nemmeno io soffro(quando sono serena)né a stare da sola né a stare con la gente..però le crisi depressive sono abbastanza violente quando avvengono.
Qualcuno può dire 'sarà solo questione di carattere', certo, però se questa cosa ti fa compromettere ogni rapporto sociale e ti fa vivere per mesi come un ufo, non si può pensare di liquidare la cosa così.
Io ormai ho accettato di essere vista come la persona strana di qual si voglia nucleo, mi va anche bene..il problema si presenta, almeno per me, quando entra in ballo qualcosa di particolarmente emotivo che con il tempo tendo a distruggere, per cose assolutamente sormontabili agli occhi della maggior parte delle persone. Da qui poi nasce l'incomprensione con relative crisi depressive.

Insomma, dà un certo sollievo non sentirsi completamente 'matti' e che,anche se pochi, c'è qualcuno che la pensa come te.
In bocca al lupo per il tuo percorso di comprensione e accettazione(alle volte non c'è niente da cui guarire)
Vecchio 13-04-2013, 18:29   #8
Banned
 

Più probabile che tu abbia tratti asperger.
L'asperger è una sindrome, non una malattia, descritta da una serie di caratteristiche comportamentali e caratteriali, ma la cui eziologia non è ancora ben compresa (e non è da escludere che i motivi possano essere diversi da persona a persona).

Quello che è empiricamente noto è che l'isolamento sociale porta alla perdita di abilità relazionali basilari, ovverosia quel substrato culturale/convenzionale comune di modi di fare, di dire e di comprendere il mondo che permettono la comunicazione tra due o più persone: siamo tutti diversi ma abbiamo tutti qualcosa in comune (o dovremmo averlo), chi più chi meno, su cui poter aprire un canale comunicativo.
Appunto secondo il princìpio del "se non lo usi lo perdi", usando sempre meno le proprie attitudini sociali esse si inaridiscono, ma fortunatamente il processo è reversibile, e troverà risoluzione quando tu avrai la forza e la costanza per affrontare un processo di riabilitazione sociale (forzarti a uscire spesso, specialmente con persone la cui normalità ti sembra adeguata a farti da modello).
Almeno, questo è quello che ho fatto io, ottenendone riscontri positivi, sebbene credo che una certa predisposizione all'asperger da piccolo ce l'avessi (da piccolo dondolavo, mi isolavo, preferivo la risoluzione di problemi di geometria o matematica al gioco con gli altri bambini, faticavo a capire le battute, ecc.).
Vecchio 14-04-2013, 13:04   #9
Esperto
L'avatar di Otago
 

Quote:
Originariamente inviata da Marco Russo Visualizza il messaggio
Appunto secondo il princìpio del "se non lo usi lo perdi", usando sempre meno le proprie attitudini sociali esse si inaridiscono, ma fortunatamente il processo è reversibile, e troverà risoluzione quando tu avrai la forza e la costanza per affrontare un processo di riabilitazione sociale (forzarti a uscire spesso, specialmente con persone la cui normalità ti sembra adeguata a farti da modello).
Tutto giusto quello che dici, il fatto è che io non voglio cambiare, non sento il desiderio di uscire con altre persone, è più che sufficiente portar fuori il cane due volte al giorno. Inoltre anche se volesse riabilitarmi socialmente non ho nessuno, e non conosco nessuno.
Vecchio 14-04-2013, 13:54   #10
Banned
 

Quote:
Originariamente inviata da Otago Visualizza il messaggio
Tutto giusto quello che dici, il fatto è che io non voglio cambiare, non sento il desiderio di uscire con altre persone, è più che sufficiente portar fuori il cane due volte al giorno. Inoltre anche se volesse riabilitarmi socialmente non ho nessuno, e non conosco nessuno.
Ma allora che problema c'è?
Vecchio 14-04-2013, 13:59   #11
Esperto
L'avatar di Otago
 

Quote:
Originariamente inviata da Marco Russo Visualizza il messaggio
Ma allora che problema c'è?
Non lo so nemmeno io.
Vecchio 14-04-2013, 14:17   #12
Banned
 

Quote:
Originariamente inviata da Otago Visualizza il messaggio
Non lo so nemmeno io.
Se non vuoi cambiare non c'è motivo di piangere, vorrei avere la tua serenità piuttosto, cambiare è un gran sbattimento.
Vecchio 14-04-2013, 18:41   #13
Banned
 

Avessi un qualche interesse penserei seriamente di esserlo ma sarà lo spicologo ad escluderlo perchè solo uno specialista può diagnosticare tratti patalogici credo
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a Asperger
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
LA SINDROME DI ASPERGER KOBE SocioFobia Forum Generale 22 01-05-2014 00:26
Sindrome D'Asperger. sheldom SocioFobia Forum Generale 8 15-01-2012 14:13
Sono un Asperger Nocturno83 SocioFobia Forum Generale 58 11-12-2011 19:16
Asperger Nocturno83 Trattamenti e Terapie 6 20-02-2011 10:45
La mia vita Asperger Nocturno83 SocioFobia Forum Generale 27 14-01-2011 23:35



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 09:31.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2022, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2