FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Fobia Sociale > SocioFobia Forum Generale
Rispondi
 
Vecchio 01-12-2018, 16:38   #1
Esperto
L'avatar di Nagato
 

Ho passato interi mesi della mia vita chiuso in casa senza aver contatti con nessuno per mia volontà e stavo bene così. Non so perché ma da qualche mese a questa parte mi sento malissimo per questo, cerco il contatto con gli altri ma in modo goffo e sbagliato. Non mi sono mai sentito così dipendente dagli altri

Inviato dal mio WAS-LX1A utilizzando Tapatalk
Ringraziamenti da
bukowskiii (01-12-2018), fobotto (01-12-2018)
Vecchio 01-12-2018, 16:53   #2
Esperto
L'avatar di syd_77
 

Non mi piace la solitudine, ma non mi attivo a sufficienza per combatterla.
I tentativi sono rari e poco convincenti.

Mi sono tenuto solo gli amici depressi, com'era inevitabile, e sono persone adorabili, ma se esco con loro mi deprimo ancor di più.
Con le persone solari non riesco a starci, se non per poco tempo.
Vecchio 01-12-2018, 16:58   #3
Esperto
L'avatar di Masterplan92
 

È un vortice..se ci entri non ne esci quasi più
Ringraziamenti da
Emanuele85 (01-12-2018), hermit94 (01-12-2018)
Vecchio 01-12-2018, 17:25   #4
Esperto
L'avatar di Badblues
 

La solitudine fa schifo, ma star con gli altri è peggio
Ringraziamenti da
IlProfeta92 (01-12-2018), syd_77 (01-12-2018), Vale90 (02-12-2018)
Vecchio 01-12-2018, 21:05   #5
Esperto
L'avatar di Nagato
 

Quote:
Originariamente inviata da FolleAnonimo Visualizza il messaggio
È la tua natura che ti fa qualche scherzo, siamo sempre alla ricerca di un contatto umano per sentirci appagati e poi ritornare ad apprezzare la solitudine, una giostra umana continua, vuoi sentire le emozioni che vedi nei film, leggi nei libri o senti raccontare dagli altri, questo desiderio può essere inconscio e ti senti combattuto come stai descrivendo.

Poi quando si ottengono questi momenti ci si accorge quanto la solitudine sia più prepotente e forte quando si frequentano le altre persone, non ho mai sperimentato quello che raccontano come "stare bene con un altro essere umano" senza provare cadute del cuore, sarà anche colpa della speranza.
Mi sento proprio in questo modo, come se fosse una lotta continua contro me stesso, ovviamente ne esco sempre sconfitto in un modo o nell'altro

Inviato dal mio WAS-LX1A utilizzando Tapatalk
Vecchio 01-12-2018, 21:11   #6
Esperto
 

A fine adolescenza ho fatto terra bruciata, me ne pento solo in parte perché i problemi di allora sono gli stessi di oggi ossia se volessi frequentare una persona che mi piace dovrei sorbirmi tutta la sua comitiva e io sono allergico alle comitive.
Vecchio 01-12-2018, 22:01   #7
Esperto
L'avatar di lonely heart
 

Anni fa ci convivevo, mi piaceva pure essere e sentirmi diversa dalla massa, col passare degli anni mi sono resa conto che questa cosa mi ha penalizzato e basta. Mi piaceva passare il tempo da sola, guardavo tanti film e non avevo la forte necessità di un contatto. Ora ne sono quasi schiava, questa tecnologia mi ha fottuto il cervello. Ho una dipendenza e non va bene, ho bisogno di stimoli e non va bene perché non posso fare affidamento su persone sconosciute. Ho perso un po' il contatto con la realtà perché mi sento sola anche quando sto con altre persone vicine a me, ho questa costante sensazione di sentirmi ignorata o incompresa e insomma posso dire che anche io ho questa sofferenza sempre più difficile da gestire.
Ringraziamenti da
bukowskiii (01-12-2018), Nagato (02-12-2018)
Vecchio 01-12-2018, 22:20   #8
Avanzato
L'avatar di Guybrush
 

Capisco quello che provi.

Spesso passo molto tempo da solo senza nessun problema.

Poi mi capita di conoscere persone fugacemente che mi fanno provare l'assaggio di emozioni che non ho mai provato nella mia vita e la solitudine inizia a pesarmi come un macigno.

Amo la solitudine ma non riesco a stare completamente isolato, ogni tanto ho bisogno di sentire qualcosa.
Vecchio 01-12-2018, 22:23   #9
Esperto
L'avatar di Da'at
 

Io non ci credo più a 'sta storia della solitudine piacevole. Ho conosciuto troppe persone pentite per non dubitare di ognuna di queste storie e non pensare a una forma di volpeuvismo o altri meccanismi dissociativi simili.

Magari poi esistono anche individui particolarmente predisposti, per una loro combinazione di genetica ed esperienze di vita, a una esistenza solitaria più soddisfacente di una in compagnia; ma ancora devo incontrarne uno.

Ergo, conviene sempre prendere in seria considerazione l'ipotesi che la solitudine scelta sia soltanto una strategia di fuga legata a difficoltà sociali per le quali non si possiedono risorse intrapsichiche necessarie ad affrontarle.
Vecchio 02-12-2018, 01:01   #10
Esperto
L'avatar di Stasüdedòs
 

Quote:
Originariamente inviata da Da'at Visualizza il messaggio
Magari poi esistono anche individui particolarmente predisposti, per una loro combinazione di genetica ed esperienze di vita, a una esistenza solitaria più soddisfacente di una in compagnia; ma ancora devo incontrarne uno.
Basta essere schizoidi, e da solo ci stai bene realmente.
Certo è solo il disturbo a renderti tale, normalmente non sarebbe così... ma finchè dura questa condizione, uno ne prende atto e può dire di stare bene da solo senza timore di essere smentito.
Vecchio 02-12-2018, 01:13   #11
Esperto
L'avatar di Da'at
 

Quote:
Originariamente inviata da Stasüdedòs Visualizza il messaggio
Basta essere schizoidi, e da solo ci stai bene realmente.
Certo è solo il disturbo a renderti tale, normalmente non sarebbe così... ma finchè dura questa condizione, uno ne prende atto e può dire di stare bene da solo senza timore di essere smentito.
Stai bene da solo? O stai male da solo, ma stai peggio in compagnia?
Vecchio 02-12-2018, 01:20   #12
Esperto
L'avatar di Stasüdedòs
 

Quote:
Originariamente inviata da Da'at Visualizza il messaggio
Stai bene da solo? O stai male da solo, ma stai peggio in compagnia?
Sto bene da solo, non a caso ho quasi tutti i sintomi da disturbo schizoide.

Concordo cmq che una persona normale, non può "decidere" di stare bene da sola, non lo sarà mai... l'istinto sociale si fa sentire prima o poi e non può ignorarlo... nello schizoide invece, l'istinto sociale è compromesso / non funziona come dovrebbe.
Ringraziamenti da
Da'at (02-12-2018)
Vecchio 02-12-2018, 01:31   #13
Esperto
L'avatar di dottorzivago
 

Stavo bene da solo, solo nel periodo delle scuole superiori. Ero vittima di bullismo e tornare a casa era un sollievo era una goduria e una sensazione unica. Non pensavo nemmeno a nessuna conseguenza del futuro.... godevo ad assaporare quel benessere momentaneo.
Da quella solitudine e isolamento è nato tutto.....

Quote:
. Magari poi esistono anche individui particolarmente predisposti, per una loro combinazione di genetica ed esperienze di vita, a una esistenza solitaria più soddisfacente di una in compagnia; ma ancora devo incontrarne uno
Si infatti,casi unico. A me viene in mente solo la tinderina.....che prendeva 4 voli intercontinentali al mese e non poteva reggere una relazione o amicizia "normale"
Vecchio 02-12-2018, 04:30   #14
Esperto
 

Quote:
Originariamente inviata da FolleAnonimo Visualizza il messaggio
Però nonostante un istinto sociale compromesso si cerca, secondo me, comunque un modo per evadere dalla propria solitudine, nonostante sia diventata una figura amorevole e propria compagna di avventura, si soffre come dice l'autore di questo topic.

Personalmente provo questi istinti minimo una volta ogni 5/6 mesi, non posso resistere nel sentirmi soffocare nonostante sia anch'io un amante della solitudine, quei momenti dove la tristezza è cosi enorme che la testa inizia a fare un concerto e si sviene, per esempio quando muore un proprio parente o animale domestico, oppure quando si vorrebbe commentare un film incredibile, un libro di Dostoevskij che ha fatto molto arrabbiare, quando provo il desiderio di sentire un altro corpo, la carne pulsante e calda, la voglia di poter stringere, gli ultimi momenti stupidi diventano l'acceleratore a questa mancanza.

Poi però, ipocritamente, si risolvono in eventi non propriamente significati, per esempio frequentando un forum come questo e scrivendo un messaggio, oppure facendo sesso telefonico per un paio di giorni, mi arrivo a confondermi e stancarmi e tutto si placa, quindi sto risolvendo la solitudine in questo modo oppure sto continuando a farmela piacere? Da cosa deriva la sensazione di sofferenza iniziale?
Il fatto che esistano forum come questo dimostra quanto soffriamo la solitudine anche quando la solitudine diventa la nostra amante, amica, compagna di vita.
Vecchio 02-12-2018, 09:32   #15
Principiante
L'avatar di Hannibal
 

Io mi sono chiuso in un mutismo da 4 mesi. A volte sento il peso di questa scelta. Ma avete mai provato la sensazione di sentirvi soli nonostante ci fosse qualcun altro insieme a voi? Ora passo le mie giornate completamente da solo. L'unica persona con cui vorrei stare è andata via e tutte le altre per me sono insignificanti.
Vecchio 02-12-2018, 09:40   #16
Esperto
L'avatar di claire
 

Quote:
Originariamente inviata da Da'at Visualizza il messaggio
Io non ci credo più a 'sta storia della solitudine piacevole. Ho conosciuto troppe persone pentite per non dubitare di ognuna di queste storie e non pensare a una forma di volpeuvismo o altri meccanismi dissociativi simili.

Magari poi esistono anche individui particolarmente predisposti, per una loro combinazione di genetica ed esperienze di vita, a una esistenza solitaria più soddisfacente di una in compagnia; ma ancora devo incontrarne uno.

Ergo, conviene sempre prendere in seria considerazione l'ipotesi che la solitudine scelta sia soltanto una strategia di fuga legata a difficoltà sociali per le quali non si possiedono risorse intrapsichiche necessarie ad affrontarle.
Salvo schizoidi o altri disturbi simili.
La penso abbastanza cosí.
Oltre alle difficoltà presenti,può avvenire a seguito di traumi.Ci si difende chiudendo la porta.
Vecchio 02-12-2018, 10:09   #17
Esperto
L'avatar di varykino
 

Quote:
Originariamente inviata da Da'at Visualizza il messaggio
Io non ci credo più a 'sta storia della solitudine piacevole. Ho conosciuto troppe persone pentite per non dubitare di ognuna di queste storie e non pensare a una forma di volpeuvismo o altri meccanismi dissociativi simili.

Magari poi esistono anche individui particolarmente predisposti, per una loro combinazione di genetica ed esperienze di vita, a una esistenza solitaria più soddisfacente di una in compagnia; ma ancora devo incontrarne uno.

Ergo, conviene sempre prendere in seria considerazione l'ipotesi che la solitudine scelta sia soltanto una strategia di fuga legata a difficoltà sociali per le quali non si possiedono risorse intrapsichiche necessarie ad affrontarle.
se quando stai in mezzo alla gente ti senti come un ebreo ad auschwitz col tempo adori la solitudine , nn è un fatto della volpe e l'uva , è sopravvivenza e anche volersi bene .... dovresti cambiare il tuo pensiero su tutto per integrarti , e dato l'esempio , passare da ebreo a nazista , è impossibile . per quello esiste gente che ama la solitudine non come ripiego ma come condizione necessaria per vivere. poi esisteranno pure quelli che dici te , che dicono di amarla ma nn è vero , ma esistono anche quelli autentici che soffrono tremendamente a contornarsi di gente che gli fa ribrezzo , e trovano sollievo e anche la forza di continuare a vivere stando da soli.

Ultima modifica di varykino; 02-12-2018 a 10:15.
Ringraziamenti da
Masterplan92 (02-12-2018)
Vecchio 02-12-2018, 10:26   #18
Esperto
L'avatar di claire
 

Quote:
Originariamente inviata da varykino Visualizza il messaggio
se quando stai in mezzo alla gente ti senti come un ebreo ad auschwitz col tempo adori la solitudine , nn è un fatto della volpe e l'uva , è sopravvivenza e anche volersi bene .... dovresti cambiare il tuo pensiero su tutto per integrarti , e dato l'esempio , passare da ebreo a nazista , è impossibile . per quello esiste gente che ama la solitudine non come ripiego ma come condizione necessaria per vivere. poi esisteranno pure quelli che dici te , che dicono di amarla ma nn è vero , ma esistono anche quelli autentici che soffrono tremendamente a contornarsi di gente che gli fa ribrezzo , e trovano sollievo e anche la forza di continuare a vivere stando da soli.
Si c'è anche da dire che trovare persone affini è molto complicato.
Ringraziamenti da
bukowskiii (02-12-2018)
Vecchio 02-12-2018, 10:33   #19
Esperto
L'avatar di zoe666
 

A me piace la solitudine e non vedo perchè si deve mettere di mezzo ogni volta sta volpe e sta uva.
Esiste gente a cui piace più stare soli che in compagnia, non tutti ragionano nello stesso modo. Non tutti vorrebbero ma non riescono/possono e allora si autoconvincono di preferire qualcosa che in realtà non vorrebbero.
Evidentemente non tutti siamo animali sociali.
C'è da dire che leggendo un pò la definizione di personalità schizoide mi ci rivedo ( anche essendo fidanzata ), la mia psic mi ha sempre definito evitante, ma boh, sarebbe da indagare
Vecchio 02-12-2018, 10:38   #20
Esperto
L'avatar di claire
 

Quote:
Originariamente inviata da zoe666 Visualizza il messaggio
A me piace la solitudine e non vedo perchè si deve mettere di mezzo ogni volta sta volpe e sta uva.
Esiste gente a cui piace più stare soli che in compagnia, non tutti ragionano nello stesso modo. Non tutti vorrebbero ma non riescono/possono e allora si autoconvincono di preferire qualcosa che in realtà non vorrebbero.
Evidentemente non tutti siamo animali sociali.
C'è da dire che leggendo un pò la definizione di personalità schizoide mi ci rivedo ( anche essendo fidanzata ), la mia psic mi ha sempre definito evitante, ma boh, sarebbe da indagare
Non volpe e 'uva, ma una difesa.
Per non soffrire ci si fa la comfort zone,e ci credo a chi dice che ci sta bene dentro.Ma bisognerebbe vedere come sarebbe andata la sua vita senza famiglia disfunzionale,senza bullismo,traumi da abbandono eccetera.Se sarebbe stato da solo/a felicemente comunque.Non lo so.
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a Amavo la solitudine ora la soffro in modo esagerato
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Sono stato bloccato da una tipa che amavo! Svers0 Amore e Amicizia 49 07-06-2018 21:01
Soffro di lavorofobia cancellato16798 Forum Scuola e Lavoro 90 06-01-2016 09:59
-dottore, soffro di amnesia! >soffre di amnesia? -soffro di amnesia?!? awasted Ansia e Stress Forum 15 19-07-2011 07:54
C'e' modo e modo di capire!! logger99 DOC Forum 16 07-08-2010 11:30
Esagerato senso della gerarchia muttley SocioFobia Forum Generale 3 24-09-2008 12:12



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 02:13.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2018, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2