FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Psico Forum > Timidezza Forum
Rispondi
 
Vecchio 14-12-2018, 19:56   #1
Principiante
L'avatar di callenderboost
 

Un altro anno è passato e non è cambiato nulla.
Non sono riuscito a riempirmi il tempo libero con qualche hobby utile, non sono riuscito a perdere neanche un chilo di peso e non sono riuscito a togliermi l'abitudine di stare chiuso in casa anche se la timidezza non ce l'ho praticamente più.

Per il stare chiusi in casa, il vero problema non è la fobia sociale, ma il fatto che mi ritroverei davanti ad un mondo fatto di persone che mi conoscono, sanno chi sono, e mi hanno già etichettato come essere strano e asociale con cui va evitata ogni interazione sociale. Ne sono prova i numerosi episodi imbarazzanti di ex compagni delle elementari e medie con cui ormai dopo anni di contatti persi hanno costruito un muro tra me e loro.

La fobia sociale è superata, stranamente sono diventato estroverso attraverso l'esposizione a situazioni sociali, non chiudo mai bocca e faccio anche ridere qualcuno. A volte mi sembra anche che gli introversi siano tutti gli altri. Ma questo vale per le persone che incontro alle superiori, lontane dal paesino in cui abito, nel quale invece tutti mi vedono come un estraneo.

La domanda è: come faccio a riportarmi sulla stessa lunghezza d'onda con le persone che ormai mi hanno categorizzato in un modo? Che sanno del mio passato? Come faccio se non ho la minima idea di dove queste persone si incontrino, se ormai non le conosco minimamente ma loro sanno di questa mia caratteristica? Mi sento come in una gabbia ma si sta meglio dentro che fuori.

C'è anche da dire che da quando mi sono reso conto di questi miei problemi sociali non dò più molta attenzione alla scuola, unico motivo di orgoglio per i miei genitori, e ora stanno malissimo, vorrebbero solo che andassi bene a scuola e non aspirassi a fare qualcosa di meglio della mia vita.

Sono quello che non ha idea di cosa fare nella sua vita ma sa di voler fare qualcosa di grande, voglio volare alto rispetto a tutta questa gente mediocre ma non ce la faccio.

Questo forse è anche un prodotto residuo del fatto che mi sono sparato video motivazionali per tutto l'anno sentendomi soddisfatto e senza mai fare qualcosa di concreto.

Ho realizzato che devo soffrire per raggiungere un obiettivo, non c'è scorciatoia, ma io un obiettivo chiaro non ce l'ho. La sera ho di solito in mente tutta una serie di cose che voglio fare e la mattina mi sveglio in un mondo di miserabili che mi condizionano ad essere come loro e ad accontentarmi, ma io non voglio accontentarmi. Devo resistere ma non so come fare.

Vorrei fare molte cose come per esempio giocare a calcio e diventare un mostro ma c'è la solita gente mediocre che dice che non ce la potrei fare e il discorso di prima di tutti quelli che mi hanno etichettato male.

Mi sto incazzando sempre di più e in molte situazioni quando per esempio i miei mi dicono che sono irresponsabile scoppio, forse sono l'unico che si è reso conto di quanto potenziale abbiamo e quanto ne sprechiamo tra i miei conoscenti, sembrano tutti degli zombie miserabili che credono che per essere bravi a fare qualcosa ci devi nascere...

Forse sto andando alla deriva dell'argomento fobia sociale quindi mi riallaccio ad esso: l'ho superata ma mi serve qualcos'altro per risolvere i miei veri problemi. Non so davvero cosa fare. Sono stufo di andare avanti così.
Vecchio 05-01-2019, 16:08   #2
Banned
 

La tua mente sembra una gabbia si. Tu puoi essere quello che vuoi.Sembra che tu ti osservi dal di fuori quando parli degli altri che ormai ti considerano un essere asociale, strano. Ma che ti frega? Guardati con i tuoi occhi tu hai te stesso e i tuoi limiti e i tuoi desideri pensa a come avvicinarti a ciò che ti interessa davvero e ti farebbe felice tramite internet puoi avere informazioni su tutto ciò che c'è in giro per te e poi fatti coraggio ed esci.
Vecchio 05-01-2019, 19:55   #3
Esperto
L'avatar di stupido
 

Quote:
Originariamente inviata da callenderboost Visualizza il messaggio
ma c'è la solita gente mediocre che dice che non ce la potrei fare e il discorso di prima di tutti quelli che mi hanno etichettato male.
cioè fammi capire.
sei il primo a giudicare gli altri mediocri (vero o no,cambia poco).
nonostante questo ascolti il parere dei mediocri e non riesci a cambiare per colpa dei mediocri. perchè dicono che non ce la potresti fare?
dai non prendiamoci in giro.
se il problema è questo basta non dare retta agli altri e avrai risolto ogni tuo problema. se gli altri sono cosi mediocri rispetto a te dovresti fare tutto quello che vuoi con facilità.
Vecchio 05-01-2019, 20:09   #4
Esperto
L'avatar di Warlordmaniac
 

non ho letto tutto il messaggio però io penso che l'esposizione non è la causa che ti ha portato a superare la fobia sociale anche perché adesso tu sei chiuso dentro casa quindi da come dici tu prima ti sei esposto e poi una volta guarito dalla fobia sociale ti sei rinchiuso. È un po' strano non credi?
Vecchio 05-01-2019, 20:31   #5
Banned
 

Quote:
Originariamente inviata da Warlordmaniac Visualizza il messaggio
non ho letto tutto il messaggio però io penso che l'esposizione non è la causa che ti ha portato a superare la fobia sociale anche perché adesso tu sei chiuso dentro casa quindi da come dici tu prima ti sei esposto e poi una volta guarito dalla fobia sociale ti sei rinchiuso. È un po' strano non credi?
Non è peculiarità esclusiva del fobico sociale quella di chiudersi in casa.
Vecchio 05-01-2019, 20:34   #6
Banned
 

Quote:
Originariamente inviata da stupido Visualizza il messaggio
cioè fammi capire.
sei il primo a giudicare gli altri mediocri (vero o no,cambia poco).
nonostante questo ascolti il parere dei mediocri e non riesci a cambiare per colpa dei mediocri. perchè dicono che non ce la potresti fare?
dai non prendiamoci in giro.
se il problema è questo basta non dare retta agli altri e avrai risolto ogni tuo problema. se gli altri sono cosi mediocri rispetto a te dovresti fare tutto quello che vuoi con facilità.
I mediocri rompono sempre le palle a noi inferiori ahaha
Vecchio 06-01-2019, 16:24   #7
Esperto
 

E' quello che si chiama effetto alone; da una caratteristica se ne deducono altre che potrebbero essere non vere ma che però vengono subito in mente e che è molto difficile smentire; della serie, vedi una persona con gli occhiali spessi e pensi "oddio, questo è un secchione di m...a, noioso e che non ha amici"; invece puo' anche essere che non sia cosi, però quell'idea ti si è radicata in testa, tanto che se su 10 cose, 9 sono interessanti ed una non lo è, te pensi subito "visto, lo dicevo che era cosi". Questo effetto funziona anche contro gli introversi: vedi un introverso e pensi "oddio, questo non combinerà nulla nella vita, non sarà mai un vincente, non diventerà mai ricco e famoso e se metterà su famiglia sarà solo per un colpo di fortuna"; questo modo di vedere è inculcato dall'ambiente e dai media sin dalla tenera età ed è deleterio e toglie la voglia di fare, tanto che spesso diventa un'aspettativa che si autorealizza. C'è anche l'idea che sia immodificabile ed è per questo che non riesci a combinare uscite con amici e o con ragazze (che gia ti conoscono). Insomma, schiavi di una diceria che ci lega e che ci impedisce di volare. Ripulisci il tuo cervello da questa merda, impegnati a fondo sui tuoi talenti, cerca di far invidiare quelle teste di cavolo che ti hanno bollato in un certo modo e non ti danno chances di riscatto sociale, non perdere tempo a cazzeggiare online che ti toglie energia e voglia di fare. Poi, quando sarai diventato bravissimo nel tuo talento, qualcosa cambierà nella tua vita o nel tuo modo di vedere te stesso. Non arrenderti.
Vecchio 06-01-2019, 16:40   #8
Esperto
L'avatar di StacyFreak
 

Ci tieni davvero a farti riconsiderare da queste persone? Perché se le percepisci mediocri allora potresti fregatene e basta...
In ufficio mi chiamano "disastrata" e questo solo perché rispetto a loro non sono in ghingheri, bensì entro con le scarpe da skate ed i felponi. Eppure non hanno mai parlato con me. Ma a noi del parere di questa gentaglia cosa ci deve interessare, poi?
Da come parli sembra passato del tempo, lascia correre tutto ed invece tira fuori ciò che di positivo hai maturato. Se non sei più asociale tanto meglio, tutt'al più si ricrederanno con sorpresa
Vecchio 06-01-2019, 16:54   #9
Esperto
 

Quote:
Originariamente inviata da shycrs Visualizza il messaggio
E' quello che si chiama effetto alone; da una caratteristica se ne deducono altre che potrebbero essere non vere ma che però vengono subito in mente e che è molto difficile smentire; della serie, vedi una persona con gli occhiali spessi e pensi "oddio, questo è un secchione di m...a, noioso e che non ha amici"; invece puo' anche essere che non sia cosi, però quell'idea ti si è radicata in testa, tanto che se su 10 cose, 9 sono interessanti ed una non lo è, te pensi subito "visto, lo dicevo che era cosi". Questo effetto funziona anche contro gli introversi: vedi un introverso e pensi "oddio, questo non combinerà nulla nella vita, non sarà mai un vincente, non diventerà mai ricco e famoso e se metterà su famiglia sarà solo per un colpo di fortuna"; questo modo di vedere è inculcato dall'ambiente e dai media sin dalla tenera età ed è deleterio e toglie la voglia di fare, tanto che spesso diventa un'aspettativa che si autorealizza. C'è anche l'idea che sia immodificabile ed è per questo che non riesci a combinare uscite con amici e o con ragazze (che gia ti conoscono). Insomma, schiavi di una diceria che ci lega e che ci impedisce di volare. Ripulisci il tuo cervello da questa merda, impegnati a fondo sui tuoi talenti, cerca di far invidiare quelle teste di cavolo che ti hanno bollato in un certo modo e non ti danno chances di riscatto sociale, non perdere tempo a cazzeggiare online che ti toglie energia e voglia di fare. Poi, quando sarai diventato bravissimo nel tuo talento, qualcosa cambierà nella tua vita o nel tuo modo di vedere te stesso. Non arrenderti.
mah a me non frega un cazzo del riscatto sociale, ma sono sempre stato così, non è dovuto a un effetto alone.
Qualunque forma di successo per me significa sottomissione alla società, al male assoluto.

Ultima modifica di bukowskiii; 06-01-2019 a 17:04.
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a Voglio essere di più, ma tutti mi stanno contro
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
io sono............o voglio essere ftz-Bastiani SocioFobia Forum Generale 6 05-02-2013 11:45
Sono gay, francese e contro le lobby. Non voglio né matrimonio né l’adozione. passenger Forum Sessualità (solo adulti) 0 11-01-2013 15:43
Non voglio essere come loro PNM SocioFobia Forum Generale 35 23-08-2009 10:44
[fight club]tuno contro tutti,tutti contro uno animasola_ SocioFobia Forum Generale 3 23-05-2009 13:08



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 05:39.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2