FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Psico Forum > Timidezza Forum
Rispondi
 
Vecchio 24-09-2010, 16:25   #1
Esperto
L'avatar di Robedain
 

Ricollegandomi alle ottime riflessioni del prof. Anepeta (in cui mi rispecchio tantissimo), riportate qui da LordDrachen: http://www.fobiasociale.com/estratti...anepeta-16074/, desidero aprire una mia riflessione, anche sulla base delle mie letture di crescita personale e sul lavoro di autoanalisi interiore che pratico su di me: sarà pure un'idea utopistica attualmente, però credo che potrebbe essere una possibile soluzione ai problemi di timidezza, introversione e fobia sociale che (geneticamente secondo alcuni, a causa del contesto sociale e ambientale per altri), molti bambini, adolescenti, giovani come noi si ritrovano a subire costantemente e progressivamente nel tempo...

Io ritengo che il sistema scolastico attuale non sia adeguato, a livello di materie e tipo d'insegnamento, a crescere e a formare sin dalla primissima infanzia quei bambini che poi diventeranno adulti, e che ci vorrebbe un cambio radicale...

Il nostro è un sistema troppo tecnico-nozionistico che sviluppa oltremodo la parte razionale, addormentando invece quella emozionale e creativa: a cosa ci serve imparare a memoria e ripetere come un pappagallo una poesia, oppure sapere a memoria una certa data storica, insomma, a riempirci il cervello di nozioni che spesso c'illudono facendoci sentire colti e intelligenti, se nessuno c'insegna quella che secondo me è la più importante delle materie, cioè IMPARARE AD AMARE NOI STESSI (E GLI ALTRI!) PER COME SIAMO, a rispettarci, ad avere un dialogo positivo, a imparare a vivere con pienezza le nostre emozioni senza esserne dominati, a scoprire i nostri veri valori, le passioni per cui siamo portati e delle quali faremmo un lavoro gratificante per tutta la vita...

La questione è che (in genere) genitori e professori (vittime a loro volta di un sistema socio-culturale che si protrae ottusamente da generazioni) non sono stati quasi mai in grado di trasmetterci nulla di tutto questo, non ci hanno insegnato come vivere veramente, ad affrontare la vita con serenità, perseguendo i nostri più intimi sogni.

La società ci ha quasi sempre tarpato le ali fin da bambini, quando siamo mentalmente e psicologicamente più vulnerabili, riempiendoci di condizionamenti a tutti i livelli (politici, religiosi, culturali, scientifici, pubblicitari) e addormentando le nostre coscienze, e anche questo, secondo me, ha contribuito a farci diventare ciò che siamo oggi: ragazzi e ragazze pieni di problemi e conflitti interiori che non sappiamo spesso risolvere (sotto forma di timidezza, ansia, DOC, evitante, fobie sociali varie...).

Avremmo bisogno d'insegnanti illuminati, con una mente equilibrata e serena, che c'insegnino come vivere con gioia la vita, pieni di entusiasmo e forte autostima, al di là di ogni credenza, dogma, restrizione, differenze di ogni tipo: si tratterebbe non più di una scuola noiosa e troppo razionale che forma degli automi destinati a sopravvivere al mondo industriale-produttivo con paura e fobie varie, pieni di conflitti interiori, vittime della mentalità competitiva e consumistica attuale, bensì di una scuola che ci accompagna nel mondo insegnandoci ad avere sempre piena fiducia e forza in noi stessi e a vivere in funzione delle nostre massime aspirazioni, rispettando nel contempo ogni differenza con l'altro...

Così ci ritroveremmo in ogni ambito, dalla scienza alla tecnica all'arte alla comunicazione alla politica, degl'individui evoluti ed equilibrati mentalmente in grado di governare e mandare avanti la società, basandola sul progresso collettivo e condiviso delle conoscenze...

Sono convinto che, con una scuola del genere, basata sulla crescita interiore di ognuno e sul naturale sviluppo e incoraggiamento delle diverse qualità individuali, l'uomo vivrebbe in maniera equilibrata con i suoi simili e con il pianeta, e questo sarebbe il vero 2012, il vero salto di qualità...

Chiaramente ci vorrebbe una rivoluzione radicale nel modo di pensare, nel modello sociale e culturale dell'umanità, un taglio netto con il passato (e il presente), cosa che comunque sta avvenendo...
Difatti, mi vengono in mente come possibili esempi i modelli della Montessori:
http://it.wikipedia.org/wiki/Montess...ero_pedagogico
e dell'Antroposofia di Rudolf Steiner:
http://it.wikipedia.org/wiki/Scuola_steineriana

Cosa ne pensate? Si può davvero creare una scuola del genere? In che modo? Non pensate che ci aiuterebbe a risolvere i nostri problemi e aiuterebbe le generazioni future a crescere sin da piccoli in maniera equilibrata e senza conflitti?

Ci sarebbero molte altre cose da dire, ma mi sono già fatto prendere la mano, quindi mi fermo qui...
Vecchio 24-09-2010, 16:51   #2
Esperto
L'avatar di Myway
 

La vedo difficile da realizzare.....

E' ovvio che la scuola attual efaccia pena e qualunque tentativo per migliorarla è benvenuto, tipo quelli citate da te, però dovrebbe essere tutta la società a cambiare, il sistema globalmente inteso.
Una scuola come quella che desideri è molto affascinante però credo sarebbe molto difficile trovare gli insegnanti adatti, (e forse pure gli studenti adatti ).

Certo sarebbe bello se alcune materie relative alla crescita personale , ricerca interiore venissero insegnate , magari anche nella scuola di oggi, non serviranno a tutti, ed è anche fisiologico, però potrebbero essere utili ad alcuni che eviterebbero di perdere anni prima di scoprire qualcosa che potrebbe servire. (anche se forse ognuno scopre le cose quando è il momento adatto )
Vecchio 24-09-2010, 17:39   #3
Esperto
L'avatar di Shinji76
 

Quote:
Originariamente inviata da Robedain Visualizza il messaggio
Ricollegandomi alle ottime riflessioni del prof. Anepeta (in cui mi rispecchio tantissimo), riportate qui da LordDrachen: http://www.fobiasociale.com/estratti...anepeta-16074/, desidero aprire una mia riflessione, anche sulla base delle mie letture di crescita personale e sul lavoro di autoanalisi interiore che pratico su di me: sarà pure un'idea utopistica attualmente, però credo che potrebbe essere una possibile soluzione ai problemi di timidezza, introversione e fobia sociale che (geneticamente secondo alcuni, a causa del contesto sociale e ambientale per altri), molti bambini, adolescenti, giovani come noi si ritrovano a subire costantemente e progressivamente nel tempo...

Io ritengo che il sistema scolastico attuale non sia adeguato, a livello di materie e tipo d'insegnamento, a crescere e a formare sin dalla primissima infanzia quei bambini che poi diventeranno adulti, e che ci vorrebbe un cambio radicale...

Il nostro è un sistema troppo tecnico-nozionistico che sviluppa oltremodo la parte razionale, addormentando invece quella emozionale e creativa: a cosa ci serve imparare a memoria e ripetere come un pappagallo una poesia, oppure sapere a memoria una certa data storica, insomma, a riempirci il cervello di nozioni che spesso c'illudono facendoci sentire colti e intelligenti, se nessuno c'insegna quella che secondo me è la più importante delle materie, cioè IMPARARE AD AMARE NOI STESSI (E GLI ALTRI!) PER COME SIAMO, a rispettarci, ad avere un dialogo positivo, a imparare a vivere con pienezza le nostre emozioni senza esserne dominati, a scoprire i nostri veri valori, le passioni per cui siamo portati e delle quali faremmo un lavoro gratificante per tutta la vita...

La questione è che (in genere) genitori e professori (vittime a loro volta di un sistema socio-culturale che si protrae ottusamente da generazioni) non sono stati quasi mai in grado di trasmetterci nulla di tutto questo, non ci hanno insegnato come vivere veramente, ad affrontare la vita con serenità, perseguendo i nostri più intimi sogni.

La società ci ha quasi sempre tarpato le ali fin da bambini, quando siamo mentalmente e psicologicamente più vulnerabili, riempiendoci di condizionamenti a tutti i livelli (politici, religiosi, culturali, scientifici, pubblicitari) e addormentando le nostre coscienze, e anche questo, secondo me, ha contribuito a farci diventare ciò che siamo oggi: ragazzi e ragazze pieni di problemi e conflitti interiori che non sappiamo spesso risolvere (sotto forma di timidezza, ansia, DOC, evitante, fobie sociali varie...).

Avremmo bisogno d'insegnanti illuminati, con una mente equilibrata e serena, che c'insegnino come vivere con gioia la vita, pieni di entusiasmo e forte autostima, al di là di ogni credenza, dogma, restrizione, differenze di ogni tipo: si tratterebbe non più di una scuola noiosa e troppo razionale che forma degli automi destinati a sopravvivere al mondo industriale-produttivo con paura e fobie varie, pieni di conflitti interiori, vittime della mentalità competitiva e consumistica attuale, bensì di una scuola che ci accompagna nel mondo insegnandoci ad avere sempre piena fiducia e forza in noi stessi e a vivere in funzione delle nostre massime aspirazioni, rispettando nel contempo ogni differenza con l'altro...

Così ci ritroveremmo in ogni ambito, dalla scienza alla tecnica all'arte alla comunicazione alla politica, degl'individui evoluti ed equilibrati mentalmente in grado di governare e mandare avanti la società, basandola sul progresso collettivo e condiviso delle conoscenze...

Sono convinto che, con una scuola del genere, basata sulla crescita interiore di ognuno e sul naturale sviluppo e incoraggiamento delle diverse qualità individuali, l'uomo vivrebbe in maniera equilibrata con i suoi simili e con il pianeta, e questo sarebbe il vero 2012, il vero salto di qualità...

Chiaramente ci vorrebbe una rivoluzione radicale nel modo di pensare, nel modello sociale e culturale dell'umanità, un taglio netto con il passato (e il presente), cosa che comunque sta avvenendo...
Difatti, mi vengono in mente come possibili esempi i modelli della Montessori:
http://it.wikipedia.org/wiki/Montess...ero_pedagogico
e dell'Antroposofia di Rudolf Steiner:
http://it.wikipedia.org/wiki/Scuola_steineriana

Cosa ne pensate? Si può davvero creare una scuola del genere? In che modo? Non pensate che ci aiuterebbe a risolvere i nostri problemi e aiuterebbe le generazioni future a crescere sin da piccoli in maniera equilibrata e senza conflitti?

Ci sarebbero molte altre cose da dire, ma mi sono già fatto prendere la mano, quindi mi fermo qui...
In pratica hai descritto il sistema scolastico giapponese dove ciascun individuo viene seguito ed aiutato a sviluppare le propre potenzialità in base agli interessi e abilità! L'unica cosa che rende tutti uguali è l'uniforme scolastica ma per il resto...no! Ogni individuo vale proprio perchè unico! e tutto il sistema scolastico (ma anche sociale) giapponese si basa su quello! In pratica è un sistema antiglobalizzazione dove l'omologazione viene messa al bando!
Vecchio 24-09-2010, 17:41   #4
Esperto
L'avatar di barclay
 

Quote:
Originariamente inviata da Robedain Visualizza il messaggio
Cosa ne pensate? Si può davvero creare una scuola del genere? In che modo? Non pensate che ci aiuterebbe a risolvere i nostri problemi e aiuterebbe le generazioni future a crescere sin da piccoli in maniera equilibrata e senza conflitti?
M'hai fatto venire in mente l'Asilo Bianco di Sabina Spielrein, basato sulle teorie di Jung. Non è durato molto, però.
Vecchio 24-09-2010, 18:13   #5
Esperto
L'avatar di Robedain
 

Quote:
Originariamente inviata da Shinji76 Visualizza il messaggio
In pratica hai descritto il sistema scolastico giapponese dove ciascun individuo viene seguito ed aiutato a sviluppare le propre potenzialità in base agli interessi e abilità! L'unica cosa che rende tutti uguali è l'uniforme scolastica ma per il resto...no! Ogni individuo vale proprio perchè unico! e tutto il sistema scolastico (ma anche sociale) giapponese si basa su quello! In pratica è un sistema antiglobalizzazione dove l'omologazione viene messa al bando!
Però mi risulta che i giapponesi abbiano qualche problemino con i suicidi e l'iperlavoro o sbaglio?
Anche loro sono stati contaminati dall'Occidente, magari vigesse ancora la società dei samurai...
Vecchio 24-09-2010, 18:38   #6
Banned
 

Quote:
Originariamente inviata da Robedain Visualizza il messaggio
Però mi risulta che i giapponesi abbiano qualche problemino con i suicidi e l'iperlavoro o sbaglio?
Anche loro sono stati contaminati dall'Occidente, magari vigesse ancora la società dei samurai...
vero anche i cinesi, un caso eclatante è quello di una nota azienda chiamata foxconn che produce hardware per pc, si sono susseguiti una mole incredibili di suicidi di dipendenti poichè per assicurare un ritmo produttivo mostruoso uscivano fuori di testa........il lavoro nobilita l'uomo??? no lo uccide semplicemente......meglio essere disoccupati a questo punto
Vecchio 24-09-2010, 19:14   #7
Esperto
L'avatar di Shinji76
 

Quote:
Originariamente inviata da Robedain Visualizza il messaggio
Però mi risulta che i giapponesi abbiano qualche problemino con i suicidi e l'iperlavoro o sbaglio?
Anche loro sono stati contaminati dall'Occidente, magari vigesse ancora la società dei samurai...
beh tante cose sono solo dicerie (vedi quella che i giapponesi copiano tutto, che poi non è affatto vero!). Non dimenticate che il paese col più alto tasso di suicidi resta la Svizzera (e qui mi vergogno in primis in quanto svizzero) e NON il Giappone!
Che c'entra la società dei samurai ?? Lo spirito giapponese è vivo più che mai!!! (notate la rima! )

Il virus malefico chiamato occidente non ha effetto alcuno su di loro (merito dell'ottimo firewall e dell'ottimo antivirus!).

Scherzi apparte è vero, si sono evoluti e modernizzati mantenendo intatti le loro tradizioni e i loro valori, hanno fatto quello che NON abbiamo saputo fare noi!

Questo anzichè far fare qualche esamino di coscienza a chi di dovere ha creato rosicamento a non finire con conseguente diffamazione!
Vecchio 24-09-2010, 19:17   #8
Esperto
 

Il Giappone non è così diverso dall'occidente...basta utopie
Vecchio 24-09-2010, 19:21   #9
Esperto
L'avatar di Shinji76
 

Quote:
Originariamente inviata da nsssp Visualizza il messaggio
Il Giappone non è così diverso dall'occidente...basta utopie
Non sono utopie ma la pura realtà! se fossi nato là, la ragazza ce l'avrei eccome! Ciò dice tutto!

Anzichè dire che non è vero uniamo le forze e combattiamo la superficialità e l'ignoranza con ogni mezzo possibile!

Ultima modifica di Shinji76; 24-09-2010 a 19:25.
Vecchio 24-09-2010, 20:15   #10
Esperto
 

Mmm.. da buon germanofilo, a parer mio, i migliori sistemi scolastici sono quelli nordeuropei e quello tedesco.. ognuno si può studiare quello che vuole e farsi un piano studi con le materie più disparate.. inoltre, non si basano solo sulla nozionistica (come invece fa ancora la scuola italiota fascio-ottocentesca), ma si alternano lezioni "frontali" a esperimenti scolastici..
Vecchio 24-09-2010, 22:35   #11
Esperto
 

Quote:
Originariamente inviata da Shinji76 Visualizza il messaggio
Non sono utopie ma la pura realtà! se fossi nato là, la ragazza ce l'avrei eccome! Ciò dice tutto!

Anzichè dire che non è vero uniamo le forze e combattiamo la superficialità e l'ignoranza con ogni mezzo possibile!
Quindi il Giappone non ha nessun aspetto negativo?
Vecchio 24-09-2010, 22:39   #12
Esperto
 

Quote:
Originariamente inviata da Shinji76 Visualizza il messaggio
In pratica hai descritto il sistema scolastico giapponese dove ciascun individuo viene seguito ed aiutato a sviluppare le propre potenzialità in base agli interessi e abilità! L'unica cosa che rende tutti uguali è l'uniforme scolastica ma per il resto...no! Ogni individuo vale proprio perchè unico! e tutto il sistema scolastico (ma anche sociale) giapponese si basa su quello! In pratica è un sistema antiglobalizzazione dove l'omologazione viene messa al bando!
Qual è la tua fonte per queste notizie?
Vecchio 24-09-2010, 22:47   #13
Esperto
L'avatar di MoonwatcherII
 

Quote:
Originariamente inviata da Winston_Smith Visualizza il messaggio
Qual è la tua fonte per queste notizie?
Secondo me delira a ruota libera, altro che fonti.
Vecchio 24-09-2010, 23:13   #14
Super Moderator
L'avatar di Labocania
 

I professori dovrebbero trasmettere, non nozioni, ma la passione che dovrebbero nutrire per la materia che insegnano....
Vecchio 24-09-2010, 23:15   #15
Esperto
 

Quote:
Originariamente inviata da Labocania Visualizza il messaggio
I professori dovrebbero trasmettere, non nozioni, ma la passione che dovrebbero nutrire per la materia che insegnano....
E' difficile trasmettere passione agli altri quando il tuo ruolo viene progressivamente svuotato di autorevolezza e senso (e diciamolo, anche malpagato). Poi ci sono quelli che svolgono più o meno bene il proprio lavoro, come in tutti i lavori.
Vecchio 24-09-2010, 23:16   #16
Banned
 

dovrebbero permettere il possesso delle armi da fuoco nelle scuole secondo me un pò come i cellulari
Vecchio 24-09-2010, 23:29   #17
Esperto
 

Quote:
Originariamente inviata da Winston_Smith Visualizza il messaggio
Qual è la tua fonte per queste notizie?
le fonti saranno i manga e cartoni giapponesi vari
Vecchio 24-09-2010, 23:44   #18
Esperto
 

Quote:
Originariamente inviata da nsssp Visualizza il messaggio
le fonti saranno i manga e cartoni giapponesi vari
magari Great Teacher Onizuka!!
Vecchio 24-09-2010, 23:45   #19
Esperto
 

Quote:
Originariamente inviata da netcrusher Visualizza il messaggio
dovrebbero permettere il possesso delle armi da fuoco nelle scuole secondo me un pò come i cellulari
Ammazza, net, sempre sul piede di guerra, eh?
Vecchio 25-09-2010, 00:08   #20
Esperto
L'avatar di Robedain
 

Quote:
Originariamente inviata da Labocania Visualizza il messaggio
I professori dovrebbero trasmettere, non nozioni, ma la passione che dovrebbero nutrire per la materia che insegnano....
Paradossalmente a scuola sono sempre andato bene, ma ora, con il senno di poi, mi rendo conto che questo sistema mi voleva trasformare in uno dei tanti automi schiavi della società, come fa con gli adolescenti di oggi...

Tutti i buoni voti della scuola, le nozioni, la cultura e il pezzo di carta finale non valgono nulla di fronte a una persona che ha problemi a stare in società e alla quale non è stato insegnato sin da bambino a saper convivere con se stessa...
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a Un nuovo modello scolastico può aiutare a superare la timidezza e i problemi sociali?
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Come aiutare qualcuno a farsi aiutare? mario173 Presentazioni 9 03-12-2010 18:26
il modello animale kocis666 Amore e Amicizia 16 22-03-2010 00:01
figlia da aiutare a superare le sue fobie lu1911 Contatti 19 30-03-2009 18:02
riuscite a mascherare i propri problemi sociali bikerbuild88 SocioFobia Forum Generale 11 02-03-2009 17:19
problemi con nuovo pc vista(aiuto) xanaxworship Forum Geek 3 20-11-2008 11:07



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 12:21.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2