FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Fobia Sociale > SocioFobia Forum Generale
Rispondi
 
Vecchio 15-10-2015, 23:47   #1
Esperto
 

Ultimamente ho questa paura: ho il timore di diventare pazzo ed incapace di intendere e di volere. Ho troppa paura che possa perdere il controllo delle mie azioni e possa impazzire.
Ultimamente quando mi guardano le persone ho notato che lo fanno con aria strana,anche i miei genitori,forse ho qualcosa che non va,forse sono pazzo o assumo atteggiamenti da pazzo o movimenti del viso da folle inconsapevolmente,forse ho l'espressione e lo sguardo di un pazzo. Oggi mi è presa la paura che parli da solo e gli altri mi vedano parlare da solo. Ho paura che prima o poi mi dicano:"sei pazzo,devi essere rinchiuso in qualche struttura". Ho il terrore di diventare schizofrenico oppure che già lo sia. Non voglio essere pazzo ma sento dentro di me che lo sto diventando. Quando mi guardano in viso li vedo che mi guardano strano ed io sposto subito lo sguardo su di essi per evitare il contatto visivo per non apparire folle.
L'altro giorno ero a lezione in un corso di formazione che sto svolgendo e svolgevamo un esercizio ognuno su un foglio di carta, poi una ragazza l'ha corretto alla lavagna ed il mio era sbagliato,così l'ho cancellato col bianchetto e l'ho corretto,poi si è scoperto che pure l'esercizio alla lavagna era sbagliato e lo hanno corretto e quindi ho dovuto ricancellare col bianchetto e ricorreggerlo ma l'esercizio della lavagna era nuovamente sbagliato,a quel punto stanco di correggere e ricorreggere col bianchetto,ne avrò sprecato mezzo chilo ed il foglio era un pasticcio,ho preso il foglio sono andato nel cestino e l'ho stracciato a quel punoi tutti hanno notato questa cosa e si sono messi a ridere,una ha detto:" per arrabbiarti tu c'è ne vuole,mi sei sembrato schizofrenico per come hai stracciato il foglio,per la foga" sempre ridendo scherzosamente,io ho sorriso ma ci sono rimasto male ed ha alimentato le mie preoccupazioni che assumo atteggiamenti da folle. L'insegnate mi ha guardato come se fossi pazzo completo e mi ha detto:"perchè lo hai fatto?" Io ho detto che preferivo prendere un altro foglio e riscriverlo d'accapo cosa che poi ho fatto,ma lei ormai mi guardava strana. Anche il giorno dopo mi guardavano strano tutti,poi sono sempre stanco,ho sonno,forse sembro rincoglionito,boh.

Ultima modifica di Fallito91; 16-10-2015 a 00:18.
Vecchio 15-10-2015, 23:55   #2
Esperto
L'avatar di Joseph91
 

Probabilmente è una semplice paranoia derivante dalla tua condizione. Spesso noi fobici, problematici, tendiamo a rinchiuderci nel nostro mondo e ad assumere atteggiamenti sbagliati, guardando le cose in maniera diversa da come sono e vedendo sempre la cattiveria e la derisione negli occhi della gente anche se in realtà non è vero.
Dipende da come vedi le cose, stai più tranquillo e cerca di evitare questi atteggiamenti, non pensare sempre in negativo.

Non penso tu sia pazzo, e il continuare a credere che tu lo sia ti farà diventare così.
Vecchio 16-10-2015, 00:08   #3
Esperto
 

Oggi è successo un altro episodio:sono andato a giocare a calcio ed uno della mia squadra mi ha preso continuamente di mira dicendo che stavo giocando male e mi richiamava per qualsiasi cosa senza motivo,anche le altre volte fa così non capisco perchè si comporta così,credo che mi odi,ma io non c'è l'ho con lui non gli ho fatto niente di male,ma si capisce che lo fa apposta perchè cerca ogni minimo pretesto per dirmi che gioco male ma secondo me non stavo giocando male. A quel punto anche suo fratello che era nella mia squadra ha detto che stavo giocando male ed ero in giornata no,io sono rimasto incredulo non capivo perchè mi stessero dicendo queste cose,ci sono rimasto male perchè secondo me stavo giocando discretamente bene,non ho fatto errori clamorosi,ma per loro giocavo male,un punzecchiamento continuo. Ad un certo punto mi sono incazzato e mi sono impegnato al massimo per farli ricredere,io giocavo in porta,ho fatto un paio di parate e quelli della squadra avversaria hanno detto che stavo giocando bene e perdevano a causa mia,ma i fratelli miei compagni di squadra hanno detto loro che non era affatto così,anzi che non stavo giocando bene e che non ero nella giornata migliore,poi un altro della mia squadra ha detto:"stai giocando bene" ed io ho detto con tono incazzato:"no sto giocando male". A quel punto ero super incazzato e giocavo con accanimento unico,con uscite spericolate dalla porta,ad un certo punto ora non ricordo bene,sono uscito troppo dalla porta per intercettare il pallone e l'ho spazzato via ed uno dei fratelli mi ha detto:"non puoi uscire così dalla porta stai esagerando" e gli altri:"ma perchè esce così?" Come se facessi un atteggiamento da folle,ma io non volevo essere folle ero talmente incazzato che giocavo con aggressività. Poi ho parato un altro tiro e volevo rilanciare subito per non perdere tempo e talmente ero preso dalla foga ho messo male il piede per rilanciare ed ho fatto un movimento goffo dentro l'area,innaturale,da folle e tutti i giocatori in campo hanno detto:"ma che sta facendo?" Poi uno è entrato dentro l'area l'ho contrastato e gli ho tolto il pallone dai piedi ma questo voleva il rigore ma io ho detto che non l'ho toccato e diceva che non era vero,quasi fossi folle. Alla fine non se l'è preso il rigore. Poi uno della squadra avversaria mi dice:"ma ti droghi?" Non ho capito se l'ha detto perchè giocavo bene e non li facevo segnare o se era una presa per il culo per il mio atteggiamento da folle,io credo il secondo motivo,avevo un espressione sicuramente da pazzo sul volto e tutti mi guardavano in modo strano. Poi c'era un calcio d'angolo ed uno della mia squadra,uno dei fratelli che diceva che stavo giocando male,mi fa:"stai dritto con la schiena" io non ho capito questa cosa,mi sono sentito offeso,come se sono goffo ed ho capito che tutti lì mi stessero prendendo per il culo per via del mio aspetto. Ad un certo punto un tiro è andato fuori di poco,stavamo vincendo con circa 6 gol di scarto,mancava poco alla fine della gara,io avevo giocato bene a detta dell'altra squadra ma uno dei fratelli mi dice:"ma dove stavi guardando,per poco entrava" A quel punto ho capito che aveva un accanimento contro di me,ogni scusa è buona. Alla fine la gara è finita,la mia squadra ha vinto e sentivo i giocatori fra loro confabulare e quelli dell'altra squadra dicevano che avevano perso perchè loro senza portiere. Il proprietario del campo mi ha detto che quelli dell'altra squadra si lamentavano perchè avevo parato molti tiri,io ho risposto che ero lì per far quello.
In sintesi sono rimasto sconcertato per l'accanimento per i 2 fratelli della mia squadra,non so cosa gli ho fatto di male.

Ultima modifica di Fallito91; 16-10-2015 a 00:17.
Vecchio 16-10-2015, 01:15   #4
Esperto
L'avatar di trapsky
 

da quello che ho letto nella prima situazione non vedo niente di strano anzi pure io mi sarei incazzato nella seconda penso che i due fratelli i siano i soliti coglioni che voglio essere i capi e dare ordini fidati che hai giocato bene se persino il tuoi avversari te lo dicono. Cmq non farti troppi problemi non penso che sia pazzo da quello che ho letto prova a essere più positivo e allegro .
Vecchio 16-10-2015, 07:38   #5
Esperto
L'avatar di pokorny
 

Quote:
Originariamente inviata da Fallito91 Visualizza il messaggio
Oggi è successo un altro episodio:sono andato a giocare a calcio ed uno della mia squadra
Giusto per dirti che c'è sempre chi sta peggio, a me non è mai stato permesso di giocare. Parlo di amici di adolescenza, che a un certo punto mi dissero chiaro e tondo che con la mia presenza la probabilità di perdere era troppa, e che sarebbe stato meglio che non giocassi. Forse avrò giocato 5 volte in tutta la mia vita.

Almeno eri lì e nessuno ti ha cacciato dal campo.
Vecchio 16-10-2015, 08:36   #6
Esperto
L'avatar di Inosservato
 

Quote:
Originariamente inviata da Fallito91 Visualizza il messaggio
Oggi è successo un altro episodio:sono andato a giocare a calcio ed uno della mia squadra mi ha preso continuamente di mira dicendo che stavo giocando male e mi richiamava per qualsiasi cosa senza motivo,anche le altre volte fa così non capisco perchè si comporta così,credo che mi odi,ma io non c'è l'ho con lui non gli ho fatto niente di male,ma si capisce che lo fa apposta perchè cerca ogni minimo pretesto per dirmi che gioco male ma secondo me non stavo giocando male. A quel punto anche suo fratello che era nella mia squadra ha detto che stavo giocando male ed ero in giornata no,io sono rimasto incredulo non capivo perchè mi stessero dicendo queste cose,ci sono rimasto male perchè secondo me stavo giocando discretamente bene,non ho fatto errori clamorosi,ma per loro giocavo male,un punzecchiamento continuo. Ad un certo punto mi sono incazzato e mi sono impegnato al massimo per farli ricredere,io giocavo in porta,ho fatto un paio di parate e quelli della squadra avversaria hanno detto che stavo giocando bene e perdevano a causa mia,ma i fratelli miei compagni di squadra hanno detto loro che non era affatto così,anzi che non stavo giocando bene e che non ero nella giornata migliore,poi un altro della mia squadra ha detto:"stai giocando bene" ed io ho detto con tono incazzato:"no sto giocando male". A quel punto ero super incazzato e giocavo con accanimento unico,con uscite spericolate dalla porta,ad un certo punto ora non ricordo bene,sono uscito troppo dalla porta per intercettare il pallone e l'ho spazzato via ed uno dei fratelli mi ha detto:"non puoi uscire così dalla porta stai esagerando" e gli altri:"ma perchè esce così?" Come se facessi un atteggiamento da folle,ma io non volevo essere folle ero talmente incazzato che giocavo con aggressività. Poi ho parato un altro tiro e volevo rilanciare subito per non perdere tempo e talmente ero preso dalla foga ho messo male il piede per rilanciare ed ho fatto un movimento goffo dentro l'area,innaturale,da folle e tutti i giocatori in campo hanno detto:"ma che sta facendo?" Poi uno è entrato dentro l'area l'ho contrastato e gli ho tolto il pallone dai piedi ma questo voleva il rigore ma io ho detto che non l'ho toccato e diceva che non era vero,quasi fossi folle. Alla fine non se l'è preso il rigore. Poi uno della squadra avversaria mi dice:"ma ti droghi?" Non ho capito se l'ha detto perchè giocavo bene e non li facevo segnare o se era una presa per il culo per il mio atteggiamento da folle,io credo il secondo motivo,avevo un espressione sicuramente da pazzo sul volto e tutti mi guardavano in modo strano. Poi c'era un calcio d'angolo ed uno della mia squadra,uno dei fratelli che diceva che stavo giocando male,mi fa:"stai dritto con la schiena" io non ho capito questa cosa,mi sono sentito offeso,come se sono goffo ed ho capito che tutti lì mi stessero prendendo per il culo per via del mio aspetto. Ad un certo punto un tiro è andato fuori di poco,stavamo vincendo con circa 6 gol di scarto,mancava poco alla fine della gara,io avevo giocato bene a detta dell'altra squadra ma uno dei fratelli mi dice:"ma dove stavi guardando,per poco entrava" A quel punto ho capito che aveva un accanimento contro di me,ogni scusa è buona. Alla fine la gara è finita,la mia squadra ha vinto e sentivo i giocatori fra loro confabulare e quelli dell'altra squadra dicevano che avevano perso perchè loro senza portiere. Il proprietario del campo mi ha detto che quelli dell'altra squadra si lamentavano perchè avevo parato molti tiri,io ho risposto che ero lì per far quello.
In sintesi sono rimasto sconcertato per l'accanimento per i 2 fratelli della mia squadra,non so cosa gli ho fatto di male.
ma lo sai che è successo pure a me? anche se si parla oramai di molti anni fa

non per tirarmela ma son sempre stato bravino a calcio, poi diciamo che ho un carattere un pò così e insomma tendo a comandare a fare un pò il capitano e sinceramente agli altri è sempre andato bene
però quella volta è capitato che ad un certo punto mi son ritrovato a giocare in un contesto diverso dal mio solito, con altre persone
oh, c'erano due che hanno cominciato a criticare, a dire che non correvo, che tenevo troppo la palla e cose così, in modo sguaiato, urlando come pazzi (assolutamente senza fondamento)
semplicemente avevano deciso che io non sapevo giocare ancora prima di vedermi all'opera, bah, si tratta semplicemente di gente che sfoga le proprie frustrazioni così, io in quel contesto ero "estraneo" e se la pigliarono con me
solo che al momento fa innervosire da matti ed è vero che uno si impegna ancora di più per fargli rimangiare tutto
Vecchio 16-10-2015, 12:11   #7
Esperto
L'avatar di Boriss
 

secondo me esageri... in tutte le partite di calcetto c'è sempre qualcuno, spesso più di uno, che si atteggia da Mourinho anche se non sa mettere un piede davanti all'altro...
dovresti calmarti un po, tutto qua
Vecchio 16-10-2015, 12:43   #8
Esperto
L'avatar di NatoMorto
 

Quote:
Originariamente inviata da Fallito91 Visualizza il messaggio
Ultimamente ho questa paura: ho il timore di diventare pazzo ed incapace di intendere e di volere. Ho troppa paura che possa perdere il controllo delle mie azioni e possa impazzire.
Ultimamente quando mi guardano le persone ho notato che lo fanno con aria strana,anche i miei genitori,forse ho qualcosa che non va,forse sono pazzo o assumo atteggiamenti da pazzo o movimenti del viso da folle inconsapevolmente,forse ho l'espressione e lo sguardo di un pazzo. Oggi mi è presa la paura che parli da solo e gli altri mi vedano parlare da solo. Ho paura che prima o poi mi dicano:"sei pazzo,devi essere rinchiuso in qualche struttura". Ho il terrore di diventare schizofrenico oppure che già lo sia. Non voglio essere pazzo ma sento dentro di me che lo sto diventando. Quando mi guardano in viso li vedo che mi guardano strano ed io sposto subito lo sguardo su di essi per evitare il contatto visivo per non apparire folle.
L'altro giorno ero a lezione in un corso di formazione che sto svolgendo e svolgevamo un esercizio ognuno su un foglio di carta, poi una ragazza l'ha corretto alla lavagna ed il mio era sbagliato,così l'ho cancellato col bianchetto e l'ho corretto,poi si è scoperto che pure l'esercizio alla lavagna era sbagliato e lo hanno corretto e quindi ho dovuto ricancellare col bianchetto e ricorreggerlo ma l'esercizio della lavagna era nuovamente sbagliato,a quel punto stanco di correggere e ricorreggere col bianchetto,ne avrò sprecato mezzo chilo ed il foglio era un pasticcio,ho preso il foglio sono andato nel cestino e l'ho stracciato a quel punoi tutti hanno notato questa cosa e si sono messi a ridere,una ha detto:" per arrabbiarti tu c'è ne vuole,mi sei sembrato schizofrenico per come hai stracciato il foglio,per la foga" sempre ridendo scherzosamente,io ho sorriso ma ci sono rimasto male ed ha alimentato le mie preoccupazioni che assumo atteggiamenti da folle. L'insegnate mi ha guardato come se fossi pazzo completo e mi ha detto:"perchè lo hai fatto?" Io ho detto che preferivo prendere un altro foglio e riscriverlo d'accapo cosa che poi ho fatto,ma lei ormai mi guardava strana. Anche il giorno dopo mi guardavano strano tutti,poi sono sempre stanco,ho sonno,forse sembro rincoglionito,boh.
io ho questa paura da quando ho 12-13 anni...periodo in cui stavo degenerando...poi dopo i 19 nn era + una paura ma una certezza...infine in seguito è avvenuta l'accettazione e la consapevolezza di essere un matto...dopo questo stadio ho cominciato a migliorare...ma tipo 1 cm all'anno in una strada di 400 km...nn penso neanche più di uccidermi perché ben che vada siamo qua al massimo 80-85 anni
Ringraziamenti da
goodenough (16-10-2015)
Vecchio 16-10-2015, 13:33   #9
Intermedio
 

Ho letto con molta attenzione quello che hai scritto: è un tema che mi tocca molto da vicino.

Anzitutto ti consiglio di continuare a scrivere su quelle situazioni, quei dettagli in cui ti è sembrato (e non ad altri, ma a Te) di fare il pazzo. Così puoi analizzarle con calma e vedere cosa è successo veramente.
Un'altra cosa utile da scrivere potrebbe essere la tua idea di persona pazza, successivamente potresti andare a leggerti qualcosa sulle cosidette persone pazze e fare un confronto tra te, la tua idea di pazzo e i "pazzi" veri.

La prima parte del tuo racconto, diciamo così, descrive un ragazzo coi classici nervi a pezzi. Non c'è altro. E' su questo che devi lavorare.

Per quanto riguarda la seconda parte... Hai analizzato da solo la situazione, e, rileggendoti, dovresti riconoscere che il tuo non è stato un comportamento da pazzo, ma la reazione di un ragazzo che ha un profondo contatto con la realtà: infatti ti rendevi perfettamente conto delle tue effettive azioni, eri molto analitico in un momento in cui un pazzo non lo sarebbe stato. La tua reazione alle parole di quei ragazzi è solo da ammirare, sebbene viziata da un comprensibilissimo giramento di coglioni.

Ultima modifica di Lilhium; 16-10-2015 a 13:37.
Vecchio 16-10-2015, 13:44   #10
Esperto
L'avatar di syd_77
 

E' molto probabile che tu non sia pazzo. Anche a me hanno detto che faccio le facce da matto ma non credo c'entri niente con la schizofrenia, è solo il nervosismo e l'ansia.Anche io mi ripeto sempre che la gente non sta tutta a guardare me, ma poi mi domando: se uno è un fenomeno da baraccone (parlo per me eh) oppure è ridicolo per qualcosa, chi lo dice che non sia vero che veramente ci guardano?
Vecchio 16-10-2015, 14:03   #11
Banned
 

Secondo me la gente ti dice quelle cose "ma sei pazzo? ma ti droghi?" perchè non è abituata a vederti così, probabilmente sei un ragazzo solitamente tranquillo e questo improvviso cambio sconcerta le persone che ti conoscono. Devi capire a cosa è dovuto questo cambio, forse sei stressato, anche io quando sono stressata divento l'opposto di come sono in realtà. Le persone più estroverse e meno tranquille quando sono stressate solitamente diventano mosce e depresse, le persone più pacate, timide introverse nei periodi di stress invece diventano più istintive, perdono i freni inibitori, io per esempio nei periodi di stress fumo di più, se esco per bere bevo più del solito, mando a quel paese la gente e "attacco briga" con più facilità, perdo la mia naturale timidezza, atteggiamenti che non appartengono al mio carattere normale visto che normalmente sono una specie di mummia.

Ultima modifica di cancellato16177; 16-10-2015 a 14:15.
Vecchio 16-10-2015, 14:09   #12
Esperto
L'avatar di dotrue
 

Una persona che si rende conto di aver qualcosa che nn va nn è pazzo per definizione
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a Sensazione di essere diventato pazzo/paura che gli altri mi vedano pazzo
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Je so' pazzo MisterIcs Forum Musica 11 07-01-2015 12:10
Parlare da solo pur credendo di non essere pazzo. Alley Depressione Forum 28 13-10-2014 22:00
Pazzo o anonimo? Christopher Storie Personali 10 25-02-2013 12:32
Credo di essere pazzo!! Graziepapi Trattamenti e Terapie 14 27-03-2012 14:51
sono pazzo? tenebreperpetue Off Topic Generale 1 16-04-2007 17:17



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 09:16.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2