FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Fobia Sociale > SocioFobia Forum Generale
Rispondi
 
Vecchio 11-01-2018, 16:30   #1
Esperto
L'avatar di ansiolino
 

l'altra sera ho avuto una bella chiacchierata con un utente che mi ha dato lo spunto per questo tread

In pratica si parlava del fatto che facendo cambiare ''visione'' delle cose grazie a leggi e revisionismo, certe situazioni sono diventate (e vissute) da ''non normali'' a ''normali''

Pensate che lo stesso si possa fare per la fs? Cioè, se ad esempio vi fosse una legge che dicesse che la fs è una condizione di normalità e che quindi i fobici (ma intendo anche gli ansiosi, timidi ecc) non debbano essere discriminati e considerati diversi secondo voi sarebbe giusto? (Per intenderci, la professione dello psicologo non esisterebbe quasi più visto che non andrebbe a ''curare'' nessuna patologia...)
Vi sentireste meglio perchè non visti con occhio giudicante, oppure anche se il ''mondo vi venisse incontro'' continuereste a sentirvi male perchè in fondo si continua a pensare dentro se stessi che non sia questo il modo di essere normali o felici?

ci tengo a sottolineare che io vi sto solo facendo una domanda senza dare il mio parere visto che se lo faccio, sbaglio, perchè ovviamente vale la solita verità che non siamo tutti uguali

questo è un topic forte come significato, ma se ben sviluppato può risultare molto riflessivo, quindi magari quelli come me che si credono dei santoni evitino di mandarlo a rotoli, grazie

Ultima modifica di ansiolino; 11-01-2018 a 16:37.
Ringraziamenti da
SingleHeroine (11-01-2018)
Vecchio 11-01-2018, 17:31   #2
Esperto
 

Quote:
Originariamente inviata da ansiolino Visualizza il messaggio
l'altra sera ho avuto una bella chiacchierata con un utente che mi ha dato lo spunto per questo tread

In pratica si parlava del fatto che facendo cambiare ''visione'' delle cose grazie a leggi e revisionismo, certe situazioni sono diventate (e vissute) da ''non normali'' a ''normali''

Pensate che lo stesso si possa fare per la fs? Cioè, se ad esempio vi fosse una legge che dicesse che la fs è una condizione di normalità e che quindi i fobici (ma intendo anche gli ansiosi, timidi ecc) non debbano essere discriminati e considerati diversi secondo voi sarebbe giusto? (Per intenderci, la professione dello psicologo non esisterebbe quasi più visto che non andrebbe a ''curare'' nessuna patologia...)
Secondo me una legge non potrebbe contribuire a modificare il modo di pensare delle persone né stabilire cosa sia patologia e cosa no, se non a valle di determinate conclusioni raggiunte in ambito medico e/o di un certo grado di sensibilizzazione su queste tematiche (campagne mediatiche, "casi" che portano l'opinione pubblica a prendere posizione, ecc.).

Quote:
Originariamente inviata da ansiolino Visualizza il messaggio
lVi sentireste meglio perchè non visti con occhio giudicante, oppure anche se il ''mondo vi venisse incontro'' continuereste a sentirvi male perchè in fondo si continua a pensare dentro se stessi che non sia questo il modo di essere normali o felici?
In un caso del genere credo mi sentirei meglio, o meno peggio. Meglio ancora se più persone cercassero la mia compagnia senza annoiarsi o stancarsi nel breve-medio termine.
Vecchio 11-01-2018, 17:32   #3
Avanzato
L'avatar di SingleHeroine
 

Io sono dell'idea che, se davvero accadesse una cosa del genere, mi si risolverebbe la quasi maggioranza dei problemi che ho: non sarei costretta a cambiare la mia natura, i miei genitori e gli altri miei parenti non avrebbero più nulla da ridire sulla mia condizione e avrei più probabilità a farmi amare e rispettare dagli altri e a trovarmi un ragazzo.
Insomma, sarebbe tutto più bello (almeno per me) !
Vecchio 11-01-2018, 17:36   #4
Esperto
 

Quote:
Originariamente inviata da SingleHeroine Visualizza il messaggio
Io sono dell'idea che, se davvero accadesse una cosa del genere, mi si risolverebbe la quasi maggioranza dei problemi che ho: non sarei costretta a cambiare la mia natura, i miei genitori e gli altri miei parenti non avrebbero più nulla da ridire sulla mia condizione e avrei più probabilità a farmi amare e rispettare dagli altri e a trovarmi un ragazzo.
Insomma, sarebbe tutto più bello (almeno per me) !
Quanto all'ultima eventualità, credo che su questo forum non ci sia bisogno di emanare leggi ad hoc per trovare uomini che non rifiuterebbero a priori una relazione con una fobica.
Vecchio 11-01-2018, 17:51   #5
Esperto
L'avatar di muttley
 

Non cambierebbe nulla, se una persona si sente in difetto ed è pervasa da drammatiche forme di insicurezza, troverà un modo per dubitare del mutato atteggiamento della gente.
Basta pensare che molti fobici iniziano ad isolarsi perché feriti dai commenti altrui...ebbene, dopo essersi isolati e non essere quindi stati più sottoposti ai suddetti commenti, hanno forse iniziato ad accettarsi e a sentirsi "normali"?
Ringraziamenti da
alone85 (11-01-2018)
Vecchio 11-01-2018, 17:51   #6
Esperto
L'avatar di ansiolino
 

Quote:
Originariamente inviata da Winston_Smith Visualizza il messaggio
Secondo me una legge non potrebbe contribuire a modificare il modo di pensare delle persone né stabilire cosa sia patologia e cosa no, se non a valle di determinate conclusioni raggiunte in ambito medico e/o di un certo grado di sensibilizzazione su queste tematiche (campagne mediatiche, "casi" che portano l'opinione pubblica a prendere posizione, ecc.).
hai ragione. Giusta osservazione che avrei dovuto mettere nella descrizione del topic. Grazie.
Vecchio 11-01-2018, 17:53   #7
Esperto
L'avatar di ansiolino
 

Quote:
Originariamente inviata da muttley Visualizza il messaggio
Non cambierebbe nulla, se una persona si sente in difetto ed è pervasa da drammatiche forme di insicurezza, troverà un modo per dubitare del mutato atteggiamento della gente.
Basta pensare che molti fobici iniziano ad isolarsi perché feriti dai commenti altrui...ebbene, dopo essersi isolati e non essere quindi stati più sottoposti ai suddetti commenti, hanno forse iniziato ad accettarsi e a sentirsi "normali"?
potrebbe essere che però il fatto di isolarsi funzioni come un costante e silenzioso ripetersi che si è ''fuggiti'' dal giudizio altrui, ecco perchè forse anche così non si ottiene un benessere vero
Vecchio 11-01-2018, 17:56   #8
Avanzato
L'avatar di SingleHeroine
 

Quote:
Originariamente inviata da Winston_Smith Visualizza il messaggio
Quanto all'ultima eventualità, credo che su questo forum non ci sia bisogno di emanare leggi ad hoc per trovare uomini che non rifiuterebbero a priori una relazione con una fobica.
Guarda, ho chattato con parecchi utenti di questo forum, ma la maggior parte di essi voleva tutto, tranne che una relazione (seria), purtroppo.
Vecchio 11-01-2018, 18:07   #9
Esperto
 

Quote:
Originariamente inviata da muttley Visualizza il messaggio
Non cambierebbe nulla, se una persona si sente in difetto ed è pervasa da drammatiche forme di insicurezza, troverà un modo per dubitare del mutato atteggiamento della gente.
Non necessariamente.

Quote:
Originariamente inviata da muttley Visualizza il messaggio
Basta pensare che molti fobici iniziano ad isolarsi perché feriti dai commenti altrui...ebbene, dopo essersi isolati e non essere quindi stati più sottoposti ai suddetti commenti, hanno forse iniziato ad accettarsi e a sentirsi "normali"?
Nel caso proposto dal topic, l'esito non sarebbe quello evidenziato. Quantomeno, si potrebbe riuscire a evitare di ricevere commenti tendenti a etichettare certi comportamenti come "strani" anche senza necessariamente doversi isolare.

Ultima modifica di Winston_Smith; 11-01-2018 a 18:21.
Vecchio 11-01-2018, 18:10   #10
Esperto
 

Quote:
Originariamente inviata da SingleHeroine Visualizza il messaggio
Guarda, ho chattato con parecchi utenti di questo forum, ma la maggior parte di essi voleva tutto, tranne che una relazione (seria), purtroppo.
Da quello che in diversi scrivono su questo forum, non si direbbe.
Per esempio qui in 13 hanno risposto che preferirebbero una relazione con una fobica.
Se invece il problema è la differente visione relazione stabile vs occasionale, allora ti consiglierei di specificare meglio in firma: "Non ho una relazione stabile per scelta (degli altri) e non ne ho di occasionali per scelta (mia)", così è più chiaro ^^
"Single per scelta degli altri" mi dà invece l'idea di una persona che nessuno vede e da cui nessuno è attratto come potenziale partner, e basta. Quindi una condizione dovuta solo all'indisponibilità altrui e non anche alla propria.

Ultima modifica di Winston_Smith; 11-01-2018 a 18:37.
Vecchio 11-01-2018, 18:10   #11
Esperto
L'avatar di Creeper
 

Mah, no. Non è questo il problema.
Il vedere l'asociale, il timido come strano e "sbagliato" penso sia un discorso molto più legato agli istinti, ancestrale. E soprattutto è un meccanismo che funziona e fa selezione dalla notte dei tempi.

Ritengo la questione fobica diversa da altre.
Forse si potrebbe fare un parallelo con le unioni gay, che sono state riconosciute da molti paesi legalmente, ma ciò non significa che la totalità della popolazione le abbia "digerite".
Stessa cosa con la marijuana, se la legge dice che ci si può fare le canne allora di punto in bianco uno che si sfonda di canne tutto il giorno diventa un ragazzo modello?

Ovviamente ho posto la cosa in maniera simil-provocatoria, ma non perché abbia particolari problemi con omosessuali e consumatori occasionali di cannabis, piuttosto perché credo che i fobici (specie se uomini) sono vittime della selezione naturale e ci sono cose che le leggi non possono cambiare.
Vecchio 11-01-2018, 18:19   #12
Esperto
L'avatar di ansiolino
 

Quote:
Originariamente inviata da Gp6991 Visualizza il messaggio
Mah, no. Non è questo il problema.
Il vedere l'asociale, il timido come strano e "sbagliato" penso sia un discorso molto più legato agli istinti, ancestrale. E soprattutto è un meccanismo che funziona e fa selezione dalla notte dei tempi.

Ritengo la questione fobica diversa da altre.
Forse si potrebbe fare un parallelo con le unioni gay, che sono state riconosciute da molti paesi legalmente, ma ciò non significa che la totalità della popolazione le abbia "digerite".
Stessa cosa con la marijuana, se la legge dice che ci si può fare le canne allora di punto in bianco uno che si sfonda di canne tutto il giorno diventa un ragazzo modello?

Ovviamente ho posto la cosa in maniera simil-provocatoria, ma non perché abbia particolari problemi con omosessuali e consumatori occasionali di cannabis, piuttosto perché credo che i fobici (specie se uomini) sono vittime della selezione naturale e ci sono cose che le leggi non possono cambiare.
hai centrato la questione in pieno invece, e come ha fatto notare Winston, con campagne di sensibiizzazione ecc si potrebbe ottenere un'accettazione anche solo di facciata ma che può giovare all'interessato del ''problema non problema''.
Vecchio 11-01-2018, 18:25   #13
Esperto
L'avatar di Ansiaboy
 

ma non penso che la gente in generale si mette a discriminare chi pare fobico

di solito è chi è fobico che si discrimina da solo
quindi credo proprio che non cambierebbe niente
Ringraziamenti da
lauretum (12-01-2018)
Vecchio 11-01-2018, 18:27   #14
Avanzato
L'avatar di SingleHeroine
 

Quote:
Originariamente inviata da Winston_Smith Visualizza il messaggio
Da quello che in diversi scrivono su questo forum, non si direbbe.
Per esempio qui in 13 hanno risposto che preferirebbero una relazione con una fobica.
Se invece il problema è la differente visione relazione stabile vs occasionale, allora ti consiglierei di specificare meglio in firma: "Non ho una relazione stabile per scelta (degli altri) e non ne ho di occasionali per scelta (mia)", così è più chiaro ^^
A parte il fatto che il thread da te citato non specifica di avere una partner fobica o non in una relazione stabile o occasionale, io, comunque, parlavo per mia esperienza personale, non voglio ne offendere ne giudicare nessuno, e neppure fare di tutta l'erba un fascio.
Poi, scusa tanto, ma da quando la frase "Sono single per scelta degli altri" sta a significare soltanto "nessuno mi vuol portare a letto"? E tra l'altro, se volevo dare ad intendere quello, avrei scritto semplicemente: "Vorrei andare a letto con qualcuno, ma nessuno mi conta!".

Ultima modifica di SingleHeroine; 11-01-2018 a 21:00.
Vecchio 11-01-2018, 18:33   #15
Esperto
L'avatar di ansiolino
 

Quote:
Originariamente inviata da Ansiaboy Visualizza il messaggio
ma non penso che la gente in generale si mette a discriminare chi pare fobico

di solito è chi è fobico che si discrimina da solo
quindi credo proprio che non cambierebbe niente
insomma, spesso si da dello ''sfigato'' per definire chi è fobico. Anche questa è discriminazione
Ringraziamenti da
SingleHeroine (11-01-2018)
Vecchio 11-01-2018, 18:41   #16
Intermedio
L'avatar di argo84
 

Guarda esiste già una legge che dice che i fobici sono come gli altri, l'art 3 della costituzione recita:

Tutti gli uomini e ledonne hanno pari dignita' sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.

In questo rientrano anche i sociofobici ovviamnte.

Il punto è che la timidezza e le turbe psichiche sono un tratti caratteriali e non si può decidere per legge se per esempio a una donna deve piacere più un fobico di un estro
Vecchio 11-01-2018, 18:42   #17
Esperto
 

Quote:
Originariamente inviata da SingleHeroine Visualizza il messaggio
Il threed da te citato non specifica di avere una partner fobica o non in una relazione stabile o occasionale.
E tutti e 13 pensavano solo a una relazione occasionale? Mi pare strano, ricordando anche quanto si legge solitamente sul forum.
Ma poi da quando in qua si decide a priori se una relazione è occasionale o stabile? All'inizio praticamente tutte le relazioni sono occasionali, mica si sa dal principio se dureranno o meno. Se gli chiedi di firmare il contratto scritto tipo "se ci mettiamo insieme deve durare almeno x anni" ci credo che molti scappino... o anche da parte loro: non credo possano seriamente dire di volere solo relazioni occasionali o solamente relazioni stabili, dipende dalla persona con cui ci si rapporta. Una volta che due persone si accorgono di piacersi trovo insensato decidere "questa è una relazione occasionale/stabile" oppure dire "se ci piaciamo può essere solo una relazione occasionale/stabile", only time will tell.

Quote:
Originariamente inviata da SingleHeroine Visualizza il messaggio
Io, comunque, parlavo per mia esperienza personale, non voglio ne offendere ne giudicare nessuno, e neppure fare di tutta l'erba un fascio.
Neanch'io.

Quote:
Originariamente inviata da SingleHeroine Visualizza il messaggio
Scusa tanto, ma da quando la frase "Sono single per scelta degli altri" sta a significare "nessuno mi vuol portare a letto" e basta? E tra l'altro, se volevo dare ad intendere quello, avrei scritto semplicemente: "Vorrei andare a letto con qualcuno, ma nessuno mi conta!".
Per me uno che va a letto con qualcuno non è single.
A meno che appunto non s'intenda single come "non fidanzato ufficialmente", ma io la vedo troppo restrittiva come definizione, specie su questo forum, dove la singletudine di solito è presentata ben diversamente.

Ultima modifica di Winston_Smith; 11-01-2018 a 18:47.
Vecchio 11-01-2018, 18:44   #18
Esperto
 

Quote:
Originariamente inviata da Ansiaboy Visualizza il messaggio
ma non penso che la gente in generale si mette a discriminare chi pare fobico

di solito è chi è fobico che si discrimina da solo
quindi credo proprio che non cambierebbe niente
Sì certo, se si comporta da fobico trova comunque un fottìo di gente disposta a stare in sua compagnia, è lui che si ghettizza da solo, come no...
Vecchio 11-01-2018, 18:48   #19
Esperto
L'avatar di Creeper
 

Quote:
Originariamente inviata da ansiolino Visualizza il messaggio
con campagne di sensibiizzazione ecc si potrebbe ottenere un'accettazione anche solo di facciata ma che può giovare all'interessato del ''problema non problema''.
Quote:
Originariamente inviata da ansiolino Visualizza il messaggio
insomma, spesso si da dello ''sfigato'' per definire chi è fobico. Anche questa è discriminazione
La discriminazione dell'asociale timido la vedo più "funzionale" di altre, che non hanno motivo di esistere.
È un meccanismo eticamente sbagliato, ma l'etica la considero fuffa quando si parla di certi argomenti.
Probabilmente non sono mai andato incontro a discriminazioni pesanti, ad atti di bullismo o reiterati rifiuti da parte di femmine, che in molti individui possono essere il motivo scatenante di disprezzo nei confronti delle dinamiche di selezione umana.

Pur provando distacco dalla società non la considero sbagliata, ho molto rispetto delle leggi di selezione che regolano il tutto.

Ultima modifica di Creeper; 12-01-2018 a 11:49.
Vecchio 11-01-2018, 18:54   #20
Esperto
L'avatar di ansiolino
 

Quote:
Originariamente inviata da argo84 Visualizza il messaggio
Guarda esiste già una legge che dice che i fobici sono come gli altri, l'art 3 della costituzione recita:

Tutti gli uomini e ledonne hanno pari dignita' sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.

In questo rientrano anche i sociofobici ovviamnte.

Il punto è che la timidezza e le turbe psichiche sono un tratti caratteriali e non si può decidere per legge se per esempio a una donna deve piacere più un fobico di un estro
hai ragione, ma allora perchè. come è stato riportato da alti, per i gay si sono dovute fare leggi dedicate? Occorre sensibilizzare almeno
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a se la fs non fosse una discriminazione
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Discriminazione? Yumenohashi Storie Personali 44 03-12-2016 14:58
L'ignoranza/discriminazione dilaga? Ginta Off Topic Generale 3 19-04-2012 16:09
discriminazione viene.y.va Off Topic Generale 3 21-03-2011 23:39
Discriminazione anonymous2010 SocioFobia Forum Generale 206 20-10-2009 18:47
discriminazione !!! esposizione Depressione Forum 42 08-06-2009 16:25



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 19:33.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2018, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2