FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Fobia Sociale > SocioFobia Forum Generale
Rispondi
 
Vecchio 12-06-2019, 18:01   #1
Banned
 

Ieri sera ho visto l'intervista a Sammy Basso su Rai 3. Non ricordo quand'è stata l'ultima volta che mi sono sentito così in soggezione, così un miserabile e un verme rispetto a qualcuno da pensare che se avessi avuto a portata di mano una pistola mi sarei fatto saltare la testa per il miserabile che sono. Davvero. Io ho orrore della mostruosità, non dei "mostri", della mostruosità. Di fronte alle deformazioni, di fronte ad offese così grandi della Natura allo Spirito non c'è verità umana, nè tanto meno divina, (perchè cazzo se esiste Dio, e ci sono certi suoi piani che non conosciamo che giustificherebbero i Sammy Basso io mi schiero subito con Satana), che possa in nessun modo offrire qualche supporto morale, qualche appiglio reale per non buttarsi sotto un treno. Qui non basta la coscienza di classe per emanciparsi. Questa è la coscienza di un uomo che ha subito un torto dalla Natura. E non può fare niente. Eppure è ottimista, positivo. Felice. Ama la vita.
Io di fronte a un "condannato" dalla vita che sorride al suo giustiziere, la vita appunto, a uno a cui a mio avviso nessuno potrà mai dire niente di sensato, la scienza, la religione, la filosofia, quel che si vuole, lui avrebbe tutte le ragioni per pisciare su tutto ciò; di fronte a uno che non è mai stato ricambiato nelle sue infatuazioni amorose, che sa che probabilmente non lo sarà mai (ma per davvero, non per congetture come si fanno nel forum) io mi sento un viscido insetto che merita di sparire. Mi aspetto che anche quelli che qui parlano di scale di bellezza, e criteri esteriori e spesso si struggono per imperfezioni più immaginarie che reali (spesso non vuol dire che vale per tutti) si sentano così.
Ringraziamenti da
idk (13-06-2019)
Vecchio 12-06-2019, 18:28   #2
Avanzato
 

La difficoltà ad impegnarsi è proporzionale ai risultati che porterebbe, le resistenze psicologiche sono resistenze al miglioramento (in senso lato: psicologico, ma anche esistenziale e quindi di benessere psicologico). Quasi sempre si impegna molto in qualcosa chi trae poco o nulla da quella cosa.

A volte la voglia di non fare niente (o qualsiasi altra emozione negativa) è misura della preziosità (in senso umano) di quello che si potrebbe raggiungere. Bisogna tenerne conto, altrimenti può capitare di sbagliare valutazione e sentire di valere meno (cosa che comunque è appunto una resistenza) rispetto a chi non è apatico in situazioni oggettivamente peggiori.

Anche perché periodicamente la demotivazione ritorna, la felicità non è direttamente proporzionale alle proprie condizioni di vita in un dato momento, è una questione più complessa.

Ultima modifica di Joseph; 12-06-2019 a 18:32.
Ringraziamenti da
berserk (12-06-2019)
Vecchio 12-06-2019, 18:34   #3
Principiante
 

Anche la famiglia ha il suo peso
Se cresci in un pollaio urlante e incontrollabile è più difficile imparare a ragionare con calma e secondo convenienza/amor proprio

Ultima modifica di brisbian; 12-06-2019 a 20:38.
Ringraziamenti da
the_Dreamer (12-06-2019)
Vecchio 12-06-2019, 18:38   #4
Esperto
L'avatar di Darby Crash
 

Quote:
Originariamente inviata da QuantumGravity Visualizza il messaggio
Eppure è ottimista, positivo. Felice. Ama la vita.
Evidentemente si accontenta di poco...
Vecchio 12-06-2019, 18:56   #5
Esperto
 

Pessimo direi…
Hai aperto un topic molto interessante con un contenuto ed una morale che condivido ma hai rovinato davvero tutto generalizzando con quel "tutti noi" completamente fuori luogo…
Che ne sai tu delle motivazioni e dei problemi degli altri iscritti?
Io conosco la storia di Sammy Basso, lo stimo sinceramente ma avendo avuto a che fare per dieci anni e oltre con malati di cancro e avendo visitato reparti dove la morte e la disperazione sono letteralmente impregnate nell'aria sono perfettamente consapevole di cosa significa REALMENTE soffrire…
Sono stato rifiutato con sommo schifo da tutte le ragazze che ho approcciato (oramai ho smesso da anni) quando ero un adolescente facevano a gara a spingermi al suicidio (cesso!!!! Muori!!!! Schifi come te non meritano di stare al mondo!!! Sfigato!!! Et similia per cinque anni di fila…) con l'appoggio dei loro burattini maschi…
Ho incominciato ad uscire di casa a 25 anni per lo shock (6 anni della mia vita persi...I miei anni migliori)…
Ho avuto problemi di salute di ogni tipo…
Dopo un leggero miglioramento verso i 31 si è ammalata mia madre e le mie speranze di riscossa sono andate perdute…
Dieci anni a girare per ospedali, a soffrire e a sperare poi in meno di cinque mesi i miei genitori se ne sono andati tutti e due lasciandomi completamente solo…
Eppure sono ancora qui non sono deforme ma ho moltissimi problemi di salute e adesso non ho più nessuno a cui rivolgermi per un aiuto tranne l'assistenza pubblica o privata che comunque pago non facendo parte di una minoranza tutelata.…
Quando leggo i problemi degli altri utenti raffrontandoli ai miei (letteralmente enormi) mi viene da pensare che forse i miei sono un attimino maggiori ma non mi permetterei mai di fare sparate del tipo "Sono due spanne sopra a voi tutti"...
Giusto cercare di trovare il buono di tutto per andare avanti….
Ma i giudizi sommari e generalizzanti risparmiateli perché tu degli utenti del Forum nella loro totalità non sai nulla te lo posso assicurare…
Namastè...
Ringraziamenti da
BackToMe (12-06-2019), Bostonian (12-06-2019), bukowskiii (13-06-2019), Dahmer (13-06-2019), Doppelganger91 (13-06-2019), Fallen (12-06-2019), Guybrush (14-06-2019), Hor (12-06-2019), limitless (14-06-2019), Masterplan92 (12-06-2019), misantropico (13-06-2019), syd_77 (12-06-2019), the_Dreamer (12-06-2019), Wrong (12-06-2019)
Vecchio 12-06-2019, 18:59   #6
Esperto
L'avatar di pokorny
 

Quote:
Originariamente inviata da QuantumGravity Visualizza il messaggio
[...] Mi aspetto che anche quelli che qui parlano di scale di bellezza, e criteri esteriori e spesso si struggono per imperfezioni più immaginarie che reali (spesso non vuol dire che vale per tutti) si sentano così.
Ebbene no, non riesco a sentirmi colpevole se pur in senso lato del fatto che la mia situazione è così tanto superiore a quella di molti sfortunati. Il motivo è che almeno io non riesco a chiarire a me stesso quale sia il confine tra una valutazione serena del proprio posto in un'ipotetica scala del successo di vita e la creazione di meccanismi di compensazione (ecco, vedi? C'è chi sta peggio quindi sentiti bene e felice) per poter sopportare situazioni comunque non ottimali. Le due cose in me si mescolano e resistono pure all'introspezione di cui vado tanto fiero.

Anni fa ti avrei dato ragione, avere sott'occhio la sfortuna vera dovrebbe mettere in una luce diversa la propria situazione. Ma se anche lo penso devo uscire a fare la spesa e comunque anche in quell'ora e mezza sono letteralmente bombardato dalla vista di persone che se la passano molto meglio di me. Per quanto il lato razionale tenti di imporsi, intanto il figo grosso e assertivo-prepotente con i suoi capelli, barba, bicipitoni, la bella auto e la ragazza accanto, e magari pure la sua casa in cui nessun genitore viene a rompere i coglioni, ebbene tutto mi sta sotto gli occhi; sono un essere umano e non mi si dica che si riesce a controllare in modo soddisfacente questo continuo altalenare di cuore e mente che dicono due cose opposte.

Tutto quello che dici è vero ma sono vere anche altre cose che afferiscono a come ciascuno di noi si sente o meno soddisfatto del proprio stato.
Vecchio 12-06-2019, 19:21   #7
Esperto
L'avatar di Franz86
 

C'è anche da dire che l' essere molto molto palesemente sfigati oggigiorno, con il culto imperante del "fenomeno", a volte può rendere in qualche modo in maniera un po' perversa persone quasi di successo.
Vecchio 12-06-2019, 19:58   #8
Banned
 

Quote:
Originariamente inviata da Markos Visualizza il messaggio
..
Dai Markos (e Hor) sveglia su. Ti sei concentrato sul nulla. È palese diomadonna che non conosco le vicende di tutti e se avessi letto con attenzione avresti capito anche dalla precisazione in fondo che non era una generalizzazione. Sveglia.
Vecchio 12-06-2019, 20:08   #9
Banned
 

La questione è un'altra credo. Non sono tanto interessato a un discorso psicologico individualistico (anche se è colpa mia che ho impostato troppo impulsivamente il discorso così) del tipo aspettative-sforzo-gratificazione-"capitalizzazione" ecc.. Non penso che Sammy Basso e ancora la maggior parte delle persone stia davvero a far calcoli consapevoli di questo tipo per ogni cosa (questo è ciò che si sta diffondendo a causa di motivi per cui c'entra la mancanza di una coscienza di classe, o meglio di una coscienza comune). Sammy Basso deve aver sofferto tantissimo ovviamente. La sua forza è secondo me solo merito dell'affetto di chi gli è stato e gli sta accanto. È questa la morale della favola: Da soli non ci si salva. Essere circondati da persone che ti vogliono bene è la condizione più naturale e quella su cui tutti dovrebbero poter contare, più di qualsiasi dottrina stoica, più di qualsiasi promessa di regni ultraterreni, più di qualsiasi asserzione scientifica, che possa rendere anche la vita più disgraziata degna di essere vissuta.

E quindi sì. Noi siamo spacciati.
Vecchio 12-06-2019, 20:14   #10
Esperto
L'avatar di Franz86
 

Quote:
Originariamente inviata da QuantumGravity Visualizza il messaggio
Essere circondati da persone che ti vogliono bene è la condizione più naturale e quella su cui tutti dovrebbero poter contare
Secondo me è un po' un' idealizzazione anche questa, comunque ricevere un qualche tipo di validazione sociale è probabilmente uno dei bisogni essenziali dell' essere umano.
Vecchio 12-06-2019, 20:15   #11
Esperto
L'avatar di Wrong
 

Dopo che ha fatto propaganda per il referendum per "l'indipendenza veneta" mi è scaduto come lo yoghurt
Vecchio 12-06-2019, 20:18   #12
Esperto
L'avatar di Franz86
 

Quote:
Originariamente inviata da Wrong Visualizza il messaggio
Dopo che ha fatto propaganda per il referendum per "l'indipendenza veneta" mi è scaduto come lo yoghurt
(... )
Altro tema trattato è quello del concetto di autonomia. “Non si vota per l’indipendenza, ma per l’autonomia – ha spiegato Sammy – regime già previsto per cinque regioni italiane. Nessuno qui vuole fare come in Catalogna, è una legittima richiesta. Tanto più che per me l’essere riconosciuto veneto è la base per sentirmi italiano: l’Italia è formata da tante culture diverse, che sono la base di essa. Io sono italiano perché prima sono veneto”.
https://www.ecovicentino.it/veneto/r...andate-votare/
Vecchio 12-06-2019, 20:21   #13
Esperto
L'avatar di Wrong
 

Quote:
Originariamente inviata da Markos Visualizza il messaggio
Quando leggo i problemi degli altri utenti raffrontandoli ai miei (letteralmente enormi) mi viene da pensare che forse i miei sono un attimino maggiori ma non mi permetterei mai di fare sparate del tipo "Sono due spanne sopra a voi tutti"...
Giusto cercare di trovare il buono di tutto per andare avanti….
Ma i giudizi sommari e generalizzanti risparmiateli perché tu degli utenti del Forum nella loro totalità non sai nulla te lo posso assicurare…
Namastè...
Massima stima.
Vecchio 12-06-2019, 20:30   #14
Esperto
L'avatar di Wrong
 

Quote:
Originariamente inviata da Franz86 Visualizza il messaggio
(... )
Altro tema trattato è quello del concetto di autonomia. “Non si vota per l’indipendenza, ma per l’autonomia – ha spiegato Sammy – regime già previsto per cinque regioni italiane. Nessuno qui vuole fare come in Catalogna, è una legittima richiesta. Tanto più che per me l’essere riconosciuto veneto è la base per sentirmi italiano: l’Italia è formata da tante culture diverse, che sono la base di essa. Io sono italiano perché prima sono veneto”.
https://www.ecovicentino.it/veneto/r...andate-votare/
Ma dai, quella cazzate di referendum non serviva, la Regione Veneto poteva presentare la richiesta di più autonomia come aveva fatto l'Emilia Romagna. È stata solo una pagliacciata leghista, le classiche frasi fatte "sono veneto, sono italiano" può pure dirle a Salvini e Zaia
Vecchio 12-06-2019, 20:34   #15
Esperto
L'avatar di Franz86
 

Quote:
Originariamente inviata da Wrong Visualizza il messaggio
Ma dai, quella cazzate di referendum non serviva, la Regione Veneto poteva presentare la richiesta di più autonomia come aveva fatto l'Emilia Romagna. È stata solo una pagliacciata leghista, le classiche frasi fatte "sono veneto, sono italiano" può pure dirle a Salvini e Zaia
E' comunque un ragazzo di poco più di vent' anni, non si può dimenticarlo; e comunque alla sua età sparavo certe cazzate immani, altro che queste, come anche credo molti altri.
Vecchio 12-06-2019, 20:36   #16
Principiante
 

Quote:
sveglia su. Ti sei concentrato sul nulla. È palese diomadonna che non conosco le vicende di tutti e se avessi letto con attenzione avresti capito anche dalla precisazione in fondo che non era una generalizzazione. Sveglia.
Comunque gente tipo il Sergente Hartmann con la sindrome da spaccaculi o sindrome di Stoccolma rischia sempre un po' di prenderle da gente che reputa senza fibra giudicandola in pochi secondi

Ultima modifica di brisbian; 12-06-2019 a 20:39.
Vecchio 12-06-2019, 20:44   #17
Banned
 

Quote:
Originariamente inviata da brisbian Visualizza il messaggio
Comunque gente tipo il Sergente Hartmann con la sindrome da spaccaculi o sindrome di Stoccolma rischia sempre un po' di prenderle da gente che reputa senza fibra giudicandola in pochi secondi
Non ho capito cosa è. Una minaccia? Ma poi dove ho giudicato in pochi secondi?
Ma poi tu chi sei? Il suo avvocato? Levati va'

Ho detto che non era una generalizzazione e mi pareva che dal post fosse chiaro.

Edit. Se Markus vuol replicare mi sembra in grado di farlo. Non mi permetterei mai di giudicare gente che non conosco. Se poi c'è stato un fraintendimento è un altro discorso.

Ultima modifica di QuantumGravity; 12-06-2019 a 20:47.
Vecchio 12-06-2019, 20:49   #18
Principiante
 

Io mi riferivo al concetto di "svegliarsi" e al lato oscuro del buongiornismo
Che a volte è tipico di chi ha qualcuno che gli fa trovare i vestiti pronti nel cassetto e una vita famigliare tranquilla e allora si stupisce quando incontra qualcosa di nuovo e manifestazioni di forza, sminuendo il fallimento
però non conosce le molte sfumature dietro a facciate di forza o debolezza e le spara
Non stavo difendendo Markos

Ultima modifica di brisbian; 12-06-2019 a 21:04.
Ringraziamenti da
the_Dreamer (12-06-2019)
Vecchio 12-06-2019, 20:50   #19
Esperto
L'avatar di clark
 

Quote:
Originariamente inviata da QuantumGravity Visualizza il messaggio
Ieri sera ho visto l'intervista a Sammy Basso su Rai 3. Non ricordo quand'è stata l'ultima volta che mi sono sentito così in soggezione, così un miserabile e un verme rispetto a qualcuno da pensare che se avessi avuto a portata di mano una pistola mi sarei fatto saltare la testa per il miserabile che sono. Davvero. Io ho orrore della mostruosità, non dei "mostri", della mostruosità. Di fronte alle deformazioni, di fronte ad offese così grandi della Natura allo Spirito non c'è verità umana, nè tanto meno divina, (perchè cazzo se esiste Dio, e ci sono certi suoi piani che non conosciamo che giustificherebbero i Sammy Basso io mi schiero subito con Satana), che possa in nessun modo offrire qualche supporto morale, qualche appiglio reale per non buttarsi sotto un treno. Qui non basta la coscienza di classe per emanciparsi. Questa è la coscienza di un uomo che ha subito un torto dalla Natura. E non può fare niente. Eppure è ottimista, positivo. Felice. Ama la vita.
Io di fronte a un "condannato" dalla vita che sorride al suo giustiziere, la vita appunto, a uno a cui a mio avviso nessuno potrà mai dire niente di sensato, la scienza, la religione, la filosofia, quel che si vuole, lui avrebbe tutte le ragioni per pisciare su tutto ciò; di fronte a uno che non è mai stato ricambiato nelle sue infatuazioni amorose, che sa che probabilmente non lo sarà mai (ma per davvero, non per congetture come si fanno nel forum) io mi sento un viscido insetto che merita di sparire. Mi aspetto che anche quelli che qui parlano di scale di bellezza, e criteri esteriori e spesso si struggono per imperfezioni più immaginarie che reali (spesso non vuol dire che vale per tutti) si sentano così.
Perché a chi ha una fobia sociale molto grave e vede gli altri andare avanti ed avere vissuto tutte le tappe della vita, cosa si può dire? Non siamo simili a questo Sammy Basso?
Ringraziamenti da
the_Dreamer (12-06-2019), Viewer (12-06-2019)
Vecchio 12-06-2019, 20:55   #20
Banned
 

Quote:
Originariamente inviata da clark Visualizza il messaggio
Perché a chi ha una fobia sociale molto grave e vede gli altri andare avanti ed avere vissuto tutte le tappe della vita, cosa si può dire? Non siamo simili a questo Sammy Basso?
Dire che un sociofobico è "simile" mi sembra davvero offensivo nei confronti di chi è malformato. Però se non ci si trova neanche su questo è inutile discutere
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a Sammy Basso due spanne sopra a tutti noi
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Per chi tiene un basso profilo... _Diana_ Forum Altri Temi per Adulti 11 24-01-2015 14:16
Sono basso Moped Storie Personali 55 19-01-2015 11:15
Timore di essere basso The Tourist SocioFobia Forum Generale 61 15-01-2014 13:34
Basso Paranoic Forum Musica 11 29-06-2013 21:55
In picchiata verso il basso MacMillan Storie Personali 12 24-06-2013 16:20



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 23:51.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2