FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Fobia Sociale > SocioFobia Forum Generale
Rispondi
 
Vecchio 14-05-2007, 18:23   #1
mefiori
Guest
 

Cosa ne pensate del volontariato?
Pensate che un esperienza lontano da qui (e quindi un grandissimo sforzo di volontà) possa aiutare a mettere insieme un po' di frammenti di noi stessi persi negli anni?
Pensate che uno sguardo diretto alla morte, uno sguardo diretto alla vita possa cambiarci?
Vecchio 14-05-2007, 18:33   #2
Esperto
L'avatar di fenicenanto
 

Quote:
Originariamente inviata da mefiori
Cosa ne pensate del volontariato? Pensate che un esperienza lontano da qui (e quindi un grandissimo sforzo di volontà) possa aiutare a mettere insime un po' di frammenti di noi stessi persi negli anni? Pensate che uno sguardo diretto alla morte, uno sguardo diretto alla vita possa cambiarci?
mah...aiutare gli altri non è mai stata una mia vocazione (è brutto dirlo,ma è così)...troppe cose passate che mi causano rancore verso gli "others".
Certo che se lo facessi,lo farei solo per aiutare me stesso...penso che guardare in faccia la VERA SOFFERENZA(in particolar modo quella fisica),potrebbe aiutarmi a realizzare che non sono così sfortunato come mi dipingo...che ovviamente c'è di peggio...boh
PS
Cosa intendi per "lontano da qui"?

EDIT
potrebbe però essere d'aiuto perchè ti permetterebbe di SENTIRTI IMPORTANTE per qualcuno..ed è sicuramente una bella cosa.
Vecchio 14-05-2007, 18:38   #3
mefiori
Guest
 

Intendo tante cose ma soprattutto in un paese lontano.
Vecchio 14-05-2007, 18:54   #4
Esperto
L'avatar di julien_cd
 

secondo me aiuterebbe gran parte di noi...certo uno deve sentirsela fisicamente e mentalmente ma andare lontano dalla vita di qui, via da famiglia e lavoro e vedere posti nuovi e gente con problemi seri, e per seri intendo come i nostri ma di altra natura, sicuramente ci aiuterebbe...almeno per me sarebbe ottimo!
Vecchio 14-05-2007, 19:00   #5
Esperto
L'avatar di Redman
 

Secondo me uscirebbe in noi quello spirito di sopravvivenza che dorme da anni nel nostro essere, percio credo possa servire!ovviamente io non lo farei mai :lol:
Vecchio 14-05-2007, 19:28   #6
Esperto
L'avatar di Scarlet
 

Credo che molti di noi potrebbero scoprire di avere una forza interiore che nemmeno immaginavano....
Vecchio 14-05-2007, 19:51   #7
Esperto
L'avatar di gio1
 

Io ho gia fatto volontariato, anche se in modo, diciamo, <soft> e non in un paese lontano. Però penso che partire, per esempio attraverso le organizzazioni onlus, che dispongono di personale competente e preparato, possa davvero aiutarci (oltre che aiutare), per lo meno a crescere e in parte potrebbe anche cambiarci. Sarebbe una cosa da provare...
Vecchio 14-05-2007, 21:32   #8
Esperto
 

io partirei dal volontariato
verso me stesso
difficilmente credo
per come sono ora ( o per sempre ? )
di poter essere d'aiuto agli altri
il volontariato serve a me !!!
Vecchio 14-05-2007, 22:58   #9
Esperto
L'avatar di dottorzivago
 

Faccio volontariato ma non in un paese lontano....non è servito e non serve a un granche ma almeno mi tiene occupato un po
Per lavoro guardo la sofferenza fisica quasi tutti i giorni, questo un po mi ha fatto migliorare, non mi arrabbio piu molto facilmente, ma la vita sociale mia è sempre pessima.

Volontariato o no, paese povero o ricco uno deve partire e mettersi in gioco cosi esce l'istinto di sopravvivenza come qualcuno ha gia detto, questo si ti puo cambiare
Vecchio 14-05-2007, 23:07   #10
Avanzato
L'avatar di trentina
 

io ho fatto un corso di 1 anno e 1/2 per lavorare nel sociale. ho visto gente morire, soffrire, malate, sole. naturalmente dentro di se si è felici nel sentirsi utili. ma sostanzialmente in me non ho visto grossi cambiamenti, non è come nei film che ti si illuminano gli occhi, una luce celeste scende su di te e con un lampo di meraviglia capisci di aver incontrato la tua vita. almeno per me. nel rapporto con i colleghi son rimasta sempre chiusa e impaurita.
Vecchio 14-05-2007, 23:11   #11
Principiante
L'avatar di nick61
 

Quote:
Originariamente inviata da mefiori
Cosa ne pensate del volontariato?
Pensate che un esperienza lontano da qui (e quindi un grandissimo sforzo di volontà) possa aiutare a mettere insieme un po' di frammenti di noi stessi persi negli anni?
Pensate che uno sguardo diretto alla morte, uno sguardo diretto alla vita possa cambiarci?
Ricordo che tanti anni fa, quando ancora ero all'università, avevo provato a frequentare una casa famiglia di un'organizzazione cattolica, dove vivevano persone con grossi problemi fisici o psicologici. L'idea era quella di diventare un volontario; ma non ce l'ho fatta: vedere la sofferenza degli altri mi faceva stare troppo male, mi sentivo in colpa per essere "normale" (piu' o meno :P).

Quote:
Originariamente inviata da mefiori
Intendo tante cose ma soprattutto in un paese lontano.
I due viaggi che ho fatto diversi anni fa in paesi lontani (India e Nepal) mi hanno aiutato a maturare, a vedere le cose da un altro punto di vista, a relativizzare i miei problemi. Credo che viaggiare, soprattutto in paesi con culture diverse dalla nostra, possa essere molto utile per "crescere" interiormente.
Vecchio 15-05-2007, 17:48   #12
Esperto
L'avatar di fenicenanto
 

Quote:
Originariamente inviata da nick61
Quote:
Originariamente inviata da mefiori
Cosa ne pensate del volontariato?
Pensate che un esperienza lontano da qui (e quindi un grandissimo sforzo di volontà) possa aiutare a mettere insieme un po' di frammenti di noi stessi persi negli anni?
Pensate che uno sguardo diretto alla morte, uno sguardo diretto alla vita possa cambiarci?
Ricordo che tanti anni fa, quando ancora ero all'università, avevo provato a frequentare una casa famiglia di un'organizzazione cattolica, dove vivevano persone con grossi problemi fisici o psicologici. L'idea era quella di diventare un volontario; ma non ce l'ho fatta: vedere la sofferenza degli altri mi faceva stare troppo male, mi sentivo in colpa per essere "normale" (piu' o meno :P).

Quote:
Originariamente inviata da mefiori
Intendo tante cose ma soprattutto in un paese lontano.
I due viaggi che ho fatto diversi anni fa in paesi lontani (India e Nepal) mi hanno aiutato a maturare, a vedere le cose da un altro punto di vista, a relativizzare i miei problemi. Credo che viaggiare, soprattutto in paesi con culture diverse dalla nostra, possa essere molto utile per "crescere" interiormente.
Nepal e Tibet...my dreams
per diventare monaco tibetano mi manca solo una caratteristica...
Vecchio 15-05-2007, 17:54   #13
Esperto
L'avatar di fenicenanto
 

Quote:
Originariamente inviata da trentina
io ho fatto un corso di 1 anno e 1/2 per lavorare nel sociale. ho visto gente morire, soffrire, malate, sole...
azz, a 18 anni vedere morire la gente,deve essere bello tosto :?

EDIT (avendo finito i benedetti 7 messaggi :x )

AUGURONI!!!!!
anche se non ci hai avvertito del giorno ...sempre riservata,eh? :wink:
neanch'io però lo dirò(e molti,se non tutti diranno un bel chissenefrega )...
mi limito a dire che sono un sagittario :wink:
Vecchio 15-05-2007, 18:16   #14
Avanzato
L'avatar di trentina
 

Quote:
Originariamente inviata da fenicenanto
Quote:
Originariamente inviata da trentina
io ho fatto un corso di 1 anno e 1/2 per lavorare nel sociale. ho visto gente morire, soffrire, malate, sole...
azz, a 18 anni vedere morire la gente,deve essere bello tosto :?
si davvero(per cronaca da pochi gg ne ho 19! )... il primo tirocinio l'ho fatto quando avevo ancora 17 anni, in effetti ho avuto una bella crisi. Tornavo a casa e piangevo, se fosse stato per me avrei abbandonato tutto, ma i miei mi hanno convinto ad anadare avanti e non mollare e infatti negli altri posti è stato diverso.
Ora fra 3 gg devo andare a lavorare nello stesso posto dove ho fatto il primo tirocinio e il brutto impatto, sarà il fatto che mi ritornano gli "incubi" di quei primi giorni, ma sono proprio in superansia. :roll:
Vecchio 16-05-2007, 16:47   #15
Avanzato
L'avatar di Spoon
 

Faccio volontariato con la protezione civile.Si mi aiuta molto.
Non so se mi potrebbe aiutare andare fuori paese,senza dubbio sarebbe una bella esperienza, ma la vedrei + come un "esilio" cioè come se scappassi dai miei problemi,quindi preferisco risolvere i miei problemi qui , + che "scappare" che poi tanto in patria prima o poi ci devo far ritorno e chi mi dice che poi non mi ritornano anche i miei problemi ? 8O
Vecchio 16-05-2007, 17:07   #16
mefiori
Guest
 

Secondo me la lontananza rafforzerebbe di più, ci disarmerebbe e sarebbe come un portale immenso e sconosciuto, uno sguardo diretto alla nostre più profonde paure.

Non potremmo dire: Cazzo che giornata, ora me ne scappo a casa...nella mia accogliente casa e dai miei familiari.
Vecchio 16-05-2007, 20:02   #17
Esperto
L'avatar di fenicenanto
 

Quote:
Originariamente inviata da mefiori
Secondo me la lontananza rafforzerebbe di più, ci disarmerebbe e sarebbe come un portale immenso e sconosciuto, uno sguardo diretto alla nostre più profonde paure.

Non potremmo dire: Cazzo che giornata, ora me ne scappo a casa...nella mia accogliente casa e dai miei familiari.
vero quanto dici...ma si è sicuri che di fronte ad un'esperienza "forte" escano a galla le nostre recondite palle o piuttosto si rischia di affondare di più?
certo che bisogna autovalutarsi bene :roll:
Vecchio 16-05-2007, 20:09   #18
Esperto
L'avatar di calimero
 

Quote:
Originariamente inviata da mefiori
Cosa ne pensate del volontariato?
Pensate che un esperienza lontano da qui (e quindi un grandissimo sforzo di volontà) possa aiutare a mettere insieme un po' di frammenti di noi stessi persi negli anni?
Pensate che uno sguardo diretto alla morte, uno sguardo diretto alla vita possa cambiarci?
vedere lo schifo della vita peggiora solo
vedere gente nata deforme, gente malata
mi fa solo rabbia
rabbia con chi, se davvero esiste, è il responsabile di tutto questo dolore

mi deprime, non mi fa rivalutare la mia vita, non mi fa sentire fortunato
anzi, mi rosica di più perchè io son bloccato dalla mente, il peggior nemico

uno sguardo diretto a quelle cose non ci cambia, almeno non me
quello che conta è come e dove vivo io
Vecchio 16-05-2007, 20:48   #19
Esperto
 

poi sai , quando le persone vedono una persona con un problema fisico , lo compatiscono facilmente . chi ha problemi come i nostri , invece , viene messo in disparte e con quali commenti ! non hanno pietà !
Vecchio 16-05-2007, 21:58   #20
Esperto
L'avatar di valmor
 

Quote:
Originariamente inviata da rectius74
poi sai , quando le persone vedono una persona con un problema fisico , lo compatiscono facilmente . chi ha problemi come i nostri , invece , viene messo in disparte e con quali commenti ! non hanno pietà !
concordo, purtroppo è così
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a Running Wild
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
In to the wild Zed SocioFobia Forum Generale 19 06-02-2008 12:12
Into the Wild vetro Off Topic Generale 6 15-09-2007 03:20



Tutti gli orari sono GMT +2. Attualmente sono le 02:50.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2024, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2