FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Psico Forum > Depressione Forum
Rispondi
 
Vecchio 11-02-2018, 01:51   #1
Principiante
 

Sono nato in Italia ma poi mi sono trasferito in svizzera e ho fatto le scuole lì. Alle elementari e medie c'erano tanti italiani e mi sono trovato bene anche se ero timido ma mi integravo. Poi dalle superiori in poi c'erano solo svizzeri e fino ad oggi (ho 25 anni) non mi sono mai veramente integrato, non ho quasi amici (forse 1) e mi sento molto solo. Quando vado in Italia dai miei cugini mi sento rinascere (sono delle persone fantastiche in tutti i sensi) e vado d'accordo anche con i loro amici(ma mi aprono la strada loro). È possibile quindi che tornando in italia potrei forse integrarmi meglio e avere qualche amico? O forse sono solo soluzioni facili immaginate dal mio cervello per scappare dalla cruda realtà che non sono in grado di socializzare con le persone? Che in italia le persone sono un po' più aperte si sa. Ma ovviamente anche Italia immagino ci siano le solite dinamiche sociali. Forse simili a qui e in tutto il mondo.
Vecchio 11-02-2018, 06:14   #2
Esperto
L'avatar di Boriss
 

Sono in Italia ed è un incubo... Vuoi dirmi che all'estero è anche peggio?
Ringraziamenti da
Masterplan92 (11-02-2018)
Vecchio 11-02-2018, 07:50   #3
Intermedio
L'avatar di Palmiro
 

Quote:
Originariamente inviata da Boriss Visualizza il messaggio
Sono in Italia ed è un incubo... Vuoi dirmi che all'estero è anche peggio?
La Svizzera non è certo nota per il calore delle persone .
Vecchio 11-02-2018, 09:01   #4
Principiante
 

Quote:
Originariamente inviata da Boriss Visualizza il messaggio
Sono in Italia ed è un incubo... Vuoi dirmi che all'estero è anche peggio?
È un po' meglio per il lavoro immagino...ma la socialità da quel che ho potuto osservare è più difficile o più "fredda" rispetto all'italia.
Vecchio 11-02-2018, 09:31   #5
Esperto
L'avatar di Masterplan92
 

Hai mai avuto amici?ragazza?
Vecchio 11-02-2018, 11:03   #6
Esperto
L'avatar di M.me Adelaide
 

Forse idealizzi un po' la situazione. Torni in Italia e sei in vacanza, per cui in una situazione diversa dalla normalità e quotidianità. È normale, quando si è in ferie/vacanza/c'è un ospite essere più aperti e amichevoli. Nelle tue considerazioni tieni presente anche questo aspetto.
Ringraziamenti da
simo91 (11-02-2018), Usuaroo (11-02-2018)
Vecchio 11-02-2018, 14:35   #7
Esperto
L'avatar di Jacksparrow
 

La gente torna al suo paese quando ha una stabilità economica o sicure opportunità di lavoro.
In Svizzera la vita costa ma pagano bene mi risulta.
È pieno pure di bordelli con mega gnocche, sicuramente la lontananza dai parenti si fa sentire ma ricordati che da qui i giovani fuggono e non rientrano .
Vecchio 11-02-2018, 15:51   #8
Esperto
L'avatar di Orion
 

Immagino che tu gli italiani li frequenti durante le vacanze. Spesso e volentieri la gente in vacanza si comporta diversamente dal resto dell'anno...
Ringraziamenti da
Inosservato (12-02-2018), simo91 (11-02-2018)
Vecchio 11-02-2018, 15:57   #9
Esperto
L'avatar di Svalvolato
 

L'Italia è un Paese forse ancora meno freddo di altri del Nord, ma comunque anche qui il livello di incazzatura sta aumentando, sempre più frustrati dal ritmo lavorativo e dalle condizioni sociali. Se hai un buon lavoro lì restaci, qui forse (ma dico proprio forse) avresti qualche occasione di vita sociale in più, ma economicamente saresti conciato peggio, quindi non conviene.
Ringraziamenti da
simo91 (11-02-2018)
Vecchio 11-02-2018, 17:33   #10
Esperto
L'avatar di Sickle
 

ma per carità di dio... stai in svizzera che è meglio...
Vecchio 11-02-2018, 17:45   #11
Principiante
 

Grazie si ne terrò conto, tra l'altro iniziare da zero con 0 conoscenze o al massimo 2 cugini la vedo durissima. Non avrei idea di come conoscere le persone e andrei in depressione dopo poco. Però se mi trovo un po' meglio con le persone in generale può darsi che dopo qualche anno riuscirei forse a integrarmi...bha non lo so. Il fatto è proprio nelle persone qui ognuno si fa i cazzi suoi, al massimo si esce a bere e le persone sono chiuse. A me sembra di non conoscerne neanche una. Ad esempio non ho mai saputo niente di intimo di nessuno qui neanche degli 1-2 amici che conosco da 10 anni e per loro siamo degli amiconi. In Italia quando parlo alla gente seppur vedo che sono gentili perchè sono un ospite mi sento sulla stessa lunghezza d'onda a volte. Ad esempio con un amico ci siamo pure scritti più avanti per sapere come si stava etc. Qui con uno che ci sono stato 4 anni a scuola facendo di tutto insieme appena io ho cambiato città non l'ho più sentito. Al massimo se ritornavo e gli scrivevo io. Ma in ogni caso sento che non sono sulla sua lunghezza d'onda. Non capisco neanche 1 dei suoi comportamenti e lui non capisce i miei...per quello vorrei provare a cambiare non voglio restare qui tt la vita. Dicono che cambiando posto non si risolve niente ma come faccio a stare qui se le persone non le capisco e le trovo ignoranti, superficiali, vuoti, finti, senza emozioni(ogni emozione esternata è sintomo di stupidità quì). Scusate per i pensieri, forse c'è chi sta peggio di me...io ho un lavoro e vivo relativamente bene ma sono cmq molto infelice...
Vecchio 11-02-2018, 17:47   #12
Avanzato
L'avatar di Usuaroo
 

Quote:
Originariamente inviata da simo91 Visualizza il messaggio
Grazie si ne terrò conto, tra l'altro iniziare da zero con 0 conoscenze o al massimo 2 cugini la vedo durissima. Non avrei idea di come conoscere le persone e andrei in depressione dopo poco. Però se mi trovo un po' meglio con le persone in generale può darsi che dopo qualche anno riuscirei forse a integrarmi...bha non lo so. Il fatto è proprio nelle persone qui ognuno si fa i cazzi suoi, al massimo si esce a bere e le persone sono chiuse. A me sembra di non conoscerne neanche una. Ad esempio non ho mai saputo niente di intimo di nessuno qui neanche degli 1-2 amici che conosco da 10 anni e per loro siamo degli amiconi. In Italia quando parlo alla gente seppur vedo che sono gentili perchè sono un ospite mi sento sulla stessa lunghezza d'onda a volte. Ad esempio con un amico ci siamo pure scritti più avanti per sapere come si stava etc. Qui con uno che ci sono stato 4 anni a scuola facendo di tutto insieme appena io ho cambiato città non l'ho più sentito. Al massimo se ritornavo e gli scrivevo io. Ma in ogni caso sento che non sono sulla sua lunghezza d'onda. Non capisco neanche 1 dei suoi comportamenti e lui non capisce i miei...per quello vorrei provare a cambiare non voglio restare qui tt la vita. Dicono che cambiando posto non si risolve niente ma come faccio a stare qui se le persone non le capisco e le trovo ignoranti, superficiali, vuoti, finti, senza emozioni(ogni emozione esternata è sintomo di stupidità quì). Scusate per i pensieri, forse c'è chi sta peggio di me...io ho un lavoro e vivo relativamente bene ma sono cmq molto infelice...
Che lavoro è ? Quanto guadagni? Credo sia importante saperlo
Vecchio 11-02-2018, 19:59   #13
Principiante
L'avatar di FrizioNando
 

Caro mio, il problema è la Svizzera.
Ne so qualcosa, perchè diversi conoscenti (sia famialiari che vecchi compagni di classe, che sono estroversi, persone normali...) mi hanno raccontato come si vive in Svizzera, essendo loro emigrati lì per lavoro.

Lì la mentalità è davvero pessima, la priorità nella vita è il lavoro e il successo professionale. Stop. Tutto il resto è superfluo. Le amicizie, la famiglia, gli hobby passano tutti in secondo piano. Tutto è pianificato, catalogato, schedato, ordianato... uscire fuori dagli schemi, anche solo per una pizzata imprevista, è impossibile. Lo svizzero medio va in crisi. Lo ritiene una inutile perdita di tempo. Le persone sono riservate fino all'inverosimile, hanno generalmente pochi amici e con un livello di amicizia molto superficiale. Detto in poche parole, ognuno lì si fa i fatti suoi: lavora, va a fare uno sport finito il lavoro, ritorna a casa (da single o con la compagna), saluta i figli che sono stati tutto il giorno a scuola, e poi va a letto e la mattina dopo riparte la routine. Scordati le classiche abitudini italiane: passaggiate afinalistiche con gli amici la sera dopo cena, pause pranzo o pause caffè a cazzeggiare anche 20 minuti, divertimenti e spettegolezzi al bar, chiacchierate e ritrovi senza motivo, cinema infrasettimanali, pizze insieme senza motivo...
Per un fobico che ha difficoltà a fare amicizie come noi, lì in Svizzera diventa praticamente impossbile, perchè le persone sono di base tendenzialmente ostili a fare amicizie, in particolare con gli Italiani, visti come qui noi vediamo i nord-africani.

In Italia la mentalità è completamente diversa, le amicizie ed i rapporti umani sono messi davanti a tutto... quindi secondo me è più semplice instaurare qualche amicizia, anche per noi che abbiamo difficoltà


Avendo vissuto praticamente sempre in Svizzera non so quanto ti convenga andare in Italia adesso. Però se in Svizzera ti ci trovi così male, e in Italia trovi un lavoro, io proverei a ritornare qua... se hai un livello di fobia sociale non troppo elvato, iscrivendoti a qualche corso, facendo volontariato, facendo qualche sport forse qualche amicizia qui in Italia la riesci a fare.

Ultima modifica di FrizioNando; 11-02-2018 a 20:03.
Ringraziamenti da
Fren Le0n66 (12-02-2018), simo91 (11-02-2018)
Vecchio 11-02-2018, 20:40   #14
Principiante
 

Quote:
Originariamente inviata da FrizioNando Visualizza il messaggio
Caro mio, il problema è la Svizzera.
Ne so qualcosa, perchè diversi conoscenti (sia famialiari che vecchi compagni di classe, che sono estroversi, persone normali...) mi hanno raccontato come si vive in Svizzera, essendo loro emigrati lì per lavoro.

Lì la mentalità è davvero pessima, la priorità nella vita è il lavoro e il successo professionale. Stop. Tutto il resto è superfluo. Le amicizie, la famiglia, gli hobby passano tutti in secondo piano. Tutto è pianificato, catalogato, schedato, ordianato... uscire fuori dagli schemi, anche solo per una pizzata imprevista, è impossibile. Lo svizzero medio va in crisi. Lo ritiene una inutile perdita di tempo. Le persone sono riservate fino all'inverosimile, hanno generalmente pochi amici e con un livello di amicizia molto superficiale. Detto in poche parole, ognuno lì si fa i fatti suoi: lavora, va a fare uno sport finito il lavoro, ritorna a casa (da single o con la compagna), saluta i figli che sono stati tutto il giorno a scuola, e poi va a letto e la mattina dopo riparte la routine. Scordati le classiche abitudini italiane: passaggiate afinalistiche con gli amici la sera dopo cena, pause pranzo o pause caffè a cazzeggiare anche 20 minuti, divertimenti e spettegolezzi al bar, chiacchierate e ritrovi senza motivo, cinema infrasettimanali, pizze insieme senza motivo...
Per un fobico che ha difficoltà a fare amicizie come noi, lì in Svizzera diventa praticamente impossbile, perchè le persone sono di base tendenzialmente ostili a fare amicizie, in particolare con gli Italiani, visti come qui noi vediamo i nord-africani.

In Italia la mentalità è completamente diversa, le amicizie ed i rapporti umani sono messi davanti a tutto... quindi secondo me è più semplice instaurare qualche amicizia, anche per noi che abbiamo difficoltà


Avendo vissuto praticamente sempre in Svizzera non so quanto ti convenga andare in Italia adesso. Però se in Svizzera ti ci trovi così male, e in Italia trovi un lavoro, io proverei a ritornare qua... se hai un livello di fobia sociale non troppo elvato, iscrivendoti a qualche corso, facendo volontariato, facendo qualche sport forse qualche amicizia qui in Italia la riesci a fare.
Grazie per la risposta. La tua ricostruzione è quasi esatta anche se sembra incredibile. Nei giovani è un pochino meglio ma la tendenza è quella. Mi hai dato qualche speranza che magari mi troverei un po' meglio. Magari ci penserò a tornare anche se so bene che non sarà facile neanche in Italia e il primo periodo sarà abbastanza tragico mi sa non conoscendo anima viva. Sempre riuscendo a trovare lavoro o a trovare un altra soluzione economica astrusa.

Ultima modifica di simo91; 12-02-2018 a 00:28.
Vecchio 11-02-2018, 20:47   #15
Principiante
 

Quote:
Originariamente inviata da Usuaroo Visualizza il messaggio
Che lavoro è ? Quanto guadagni? Credo sia importante saperlo
Faccio lngegnere Informatico e guadagno mediamente per un junior rispetto ai salari svizzeri. Penso che avrei qualche possibilità in questo settore anche se so che in italia è sempre difficile trovare. Dovrei comunque farmi più esperienza perchè quella fa tutto.
Vecchio 12-02-2018, 12:10   #16
Esperto
 

Non tornare mai in Italia sarebbe un vero suicidio dal punto di vista economico!
Io dove la gente è chiusa mi troverei meglio.
Vecchio 12-02-2018, 15:01   #17
Esperto
L'avatar di Boyyy82
 

Abitando abbastanza vicino alla Svizzera e avendo conoscenti (tra l'altro anche un amico) che si sono trasferiti confermo che a livello di socialità, rapporti interpersonali e rapporti famigliari è abbastanza deprimente (tutto questo detto da gente del nord Italia, che già di per sè comunque è abbastanza "introversa", figurati cosa dicono quelli del sud che vi si trasferiscono).
Comunque da quanto dicono si vive solo per il lavoro e i soldi (su quel fronte non hanno di certo problemi), ma nel tempo libero è difficilissimo socializzare perchè sono tutti abbastanza freddi e per i fatti loro.
La società perfetta di certo non esiste pero' come vedete anche dove ci sono soldi, lavoro e dove c'è un senso civico invidiabile (da questo punto di vista si vive alla perfezione visto che tutti rispettano le regole e non esistono "furbetti") non è detto che non ci siano "rovesci della medaglia".
Altra cosa che mi hanno raccontato è la freddezza dei rapporti famigliari, hanno uno stile tipo quello "svedese"... quindi figuriamoci il senso di solitudine che si puo' provare...
Per il resto comunque se ad una persona non interessano più di tanto i rapporti interpersonali ma l'importante è lavorare, avere qualche soldo e vivere in una società dove tutto funziona allora è l'ideale.. comunque secondo me anche in tante zone del nord Italia è difficile socializzare, la differenza sostanziale con la Svizzera sono i rapporti famigliari ancora abbastanza stretti.

Ultima modifica di Boyyy82; 12-02-2018 a 16:53.
Vecchio 12-02-2018, 15:06   #18
Esperto
L'avatar di M.me Adelaide
 

Mi state facendo venir voglia di trasferirmi in Svizzera.
Vivi nella parte italiana?
Vecchio 12-02-2018, 16:07   #19
Esperto
 

Quote:
Originariamente inviata da Boyyy82 Visualizza il messaggio
figurati cosa dicono quelli del sud che vi si trasferiscono).
.
Per me sarebbe il massimo!
Vecchio 12-02-2018, 17:16   #20
Esperto
L'avatar di zucchina
 

dipende in che posto dell'italia ti trasferisci e che compaesani ti capiteranno, ci saranno posti carini in cui stare e posti ben brutti
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a Ritornare in Italia?
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Il mondo senza sesso sarebbe meglio Luca158 Forum Sessualità (solo adulti) 26 02-06-2017 10:51
Se fossi stato Brad Pitt probabilmente sarebbe peggio tersite Timidezza Forum 63 15-04-2016 14:22
Meglio l'italia oggi o l'italia di mussolini? Blur Off Topic Generale 101 01-09-2012 17:57
Sarebbe stato meglio nascere gay? new_entry Amore e Amicizia 73 23-07-2010 15:15
Amicizia o Amore? Cosa sarebbe meglio per sbloccare la vs situazione? caostotale23 Amore e Amicizia 37 15-01-2010 22:38



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 00:43.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2018, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2