FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Fobia Sociale > SocioFobia Forum Generale
Rispondi
 
Vecchio 31-03-2013, 12:47   #1
Principiante
L'avatar di Tundra
 

La discussione l'avrei potuta inserire nella sezione off topic musica. Ma visto che la discussione in realtà non tratta di cose realmente off topic, mi sembrava più sensato metterla qui. Per lasciare negli off topic argomenti un pò più soft!

A qualcuno di voi capita di non ascoltare per niente musica per mesi e mesi? E invece in altri periodi di ascoltarla sempre?
A me piace la musica, così come mi piaceva andare a ballare (non in discoteca però). Ma in certi periodi non ascolto per niente musica. Proprio zero.
E...sti periodi alla fine coincidono con i miei periodi di non assunzione di sostanze ( che di fatto sono stati pochi mesi in passato. E 1 anno e mezzo ora ).
Quando sono davvero lucida, tipo ora, non mi viene proprio da ascoltare musica. Si, ogni tanto capita che ascolti una canzone per un pò di volte di seguito. Ma capita molto raramente.

In passato (direi fino a 4-5 anni fa ) mi piaceva uscire con le cuffie nelle orecchie. Mi faceva sentire più protetta, credo.
Poi è subentrata l'emozione opposta. Ho smesso di uscire con le cuffie nelle orecchie perchè non sentire cosa mi accadeva attorno non mi faceva star tranquilla. E, inoltre, mi infastidiva il pensiero che qualcuno potesse sentire che musica stavo sentendo.

Qualcuno ha esperienze simili?
Vecchio 31-03-2013, 12:49   #2
Banned
 

No, io ascolto sempre la musica, continuamente, ventiquattr'ore al giorno, vivo dentro la musica, sogno, immagino e penso con la musica e fuori ne ho bisogno assolutamente per crearmi uno scudo mentale.
Vecchio 31-03-2013, 13:13   #3
Principiante
L'avatar di Tundra
 

Quote:
Originariamente inviata da Daniele89 Visualizza il messaggio
Per quella che è la mia esperienza esiste, fuori di ogni dubbio, un legame atavico tra l'assunzione di sostanze e l'ascolto di musica.

Tale legame consiste in null'altro che nell'abbandono incondizionato ad essa, stato di coscienza difficilmente esperibile in condizioni di ascolto normali, ossia nel rapporto bulimico di mero consumo di merce musicale in cui ogni suono è introiettato nella forma di jingle pubblicitario.

Tuttavia, se si è in possesso di particolare sensibilità e se tale sensibilità è sottoposta a costante esercizio, l'effetto catalizzatore della sostanza può venire tranquillamente surrogato.
Spiegati meglio se ti va.
Io non sono una che quando ascolta musica ascolta cosa a caso.
Spesso scelgo cosa ascoltare leggendo prima dei testi (scelgo un artista, cerco i testi, li leggo e scelgo) e ascolto le canzoni che hanno un testo che mi rimanda qualcosa... spesso credo di ricercare sensazioni analoghe alle mie o testi in qualche modo autobiografici.
Poi ho ascoltato anche musica senza nessun testo. O con testi in altre lingue incomprensibili! Al solo scopo di "pomparmi" o di ballare ( vedi cose tipo tekno, drum'n'base e altra elettronica).

Ma ora, così come in certi periodi passati, non ascolto proprio nulla.
Vecchio 31-03-2013, 13:20   #4
Esperto
L'avatar di paccello
 

Ho un rapporto un po' strano con la musica. Ascolto abbastanza la radio, una stazione in particolare, ma solo occasionalmente mi metto a cercare attivamente musica, nel senso di cercare album anche di artisti che in radio non passano.
Raramente mi porto il lettore mp3 quando esco, non ho l'abitudine. Ho degli artisti che prediligo, ma non conosco sistematicamente a memoria i loro brani.
Ho un buon numero di album da parte da ascoltare, ma solo ogni tanto mi prendo la briga di farlo, così come solo ogni tot utilizzo Spotify. Insomma, "mi piace" la musica, ma è un interesse tutto sommato minore rispetto ad altri e che non vivo in modo sistematico.
Vecchio 31-03-2013, 13:25   #5
Esperto
L'avatar di muttley
 

Prova ad abituare il tuo orecchio all'idea di ascolti per te inusuali, cerca di farti piacere ciò che finora non aveva mai catturato il tuo interesse...di solito ci avviciniamo ad una forma musicale non soltanto per il piacere meramente estetico in grado di provocare in noi (esistono studi appositi che parlano di particolari intervalli, accordi e scale in grado di suscitare determinate emozioni nella maggioranza degli ascoltatori, ad esempio il re minore è considerato l'accordo triste per definizione) ma anche per il contenuto valoriale da essa veicolato. Prova a pensare a quanto sia "figo" avvicinarsi, chessò, alla musica atonale per esempio, ai contenuti etici, morali, socio-cultural-bocciofili che questo genere reca con sé
Vecchio 31-03-2013, 13:54   #6
Banned
 

Ascolto musica quasi quotidianamente, è una delle mie più grandi passioni, una delle arti che adoro e che mi emoziona di più.

Quando sono in giro ascolto sempre la musica in cuffia.

In passato, oltre ad ascoltarla, suonavo.

Il mio rapporto con essa è di cercarla quando mi voglio galvanizzare o, più in generale, come supporto ad ogni emozione positiva o negativa che sia.
Vecchio 31-03-2013, 14:29   #7
Avanzato
L'avatar di Problematique
 

Sono assolutamente certa che senza musica i tentativi di suicidio sarebbero aumentati in maniera esponenziale. Non posso stare senza musica, è il mio ossigeno. Anche ora la sto ascoltando, e da quando poi ho scoperto Spotify...pfff!
Vecchio 31-03-2013, 14:58   #8
Esperto
L'avatar di Sentry
 

Quote:
A qualcuno di voi capita di non ascoltare per niente musica per mesi e mesi? E invece in altri periodi di ascoltarla sempre?
Mi capita di non ascoltarla per mesi e mesi e di ascoltarla poco in altri periodi. Ascoltarla sempre mai.
Vecchio 31-03-2013, 15:52   #9
Esperto
L'avatar di unmalatodicuore
 

La musica in molti periodi della mia vita ha rappresentato un motivo di vanto, l'unico che mi permettesse di sentirmi meglio, più figo degli altri, perchè ascoltavo roba incredibile che nessuno conosceva, e facevo da guida istruendo molti miei amici o conoscenti...

È motivo di motivazione e spesso anche di evasione (in quanto mi metto a studiarla ascoltandola, non so leggere la musica ma la so capire e spiegare), cerco di farmi una cultura spulciando su internet con youtube da guida, poi compro libri e cose cosi...

Quando ho scoperto l'effetto chiarificante della cannabis e dei suoi derivati ho rivoluzionato il mio modo di ascoltare musica, passando ad un piano più mentale e spirituale...e da li ho cominciato ad ascoltare tutto il contrario di tutto, e la cosa che mi rende più orgoglioso è che oggi riesco senza difficoltà a passare dai Carcass, a Sven Vath, passando per Ligeti e Satie, fino ai Wu Tang, al funk, al blues, all'elletronica, la tecno l'i.d.m. , fino a ritornare ai Blur...non mi crea alcuna difficoltà...

Tuttavia devo dire che da qualche anno non è che sia più cosi malato di musica, ne dipendente per stare bene...

Tutta questa storia dell'autostima e della reputazione mi hanno portato un pò a essere stufo di questa mia particolare passione vista aldifuori dalle altre persone, è come se fosse diventata la macchietta, come le zitelle che si buttano sui gatti ecco...e questa è una cosa che mi lascia un pò di amarezza...

Ultima modifica di unmalatodicuore; 31-03-2013 a 15:54.
Vecchio 31-03-2013, 17:23   #10
Super Moderator
L'avatar di Labocania
 

La musica è capace di farmi toccare stati di esaltazione, di raggiungere le vette del sublime, di generare un susseguirsi di emozioni che si aggrovigliano e le mie povere capacità espressive non riescono ad esprimere se non con notevole grado di approssimazione.
Mi riferisco alla musica classica ma talvolta anche la musica leggera mi regala piacevoli sensazioni.

Spesso e volentieri però cala anche il desiderio di ascoltarla quando il mio stato di prostrazione spirituale e intellettuale non mi concede alcuna possibilità di svago e diletto .
Vecchio 31-03-2013, 17:58   #11
Avanzato
L'avatar di bartolo
 

io adoro la musica, una bella canzone distrae come nient'altro, e poi con le cuffie, c'è la possibilità che il volume delle note superi il volume dei pensieri
Vecchio 31-03-2013, 19:14   #12
Esperto
L'avatar di Oda Nobunaga
 

la musica è vita,infatti ultimamente riesco ad ascoltarla molto poco
Vecchio 31-03-2013, 19:30   #13
Esperto
L'avatar di Titus
 

Quote:
Originariamente inviata da Oda Nobunaga Visualizza il messaggio
la musica è vita,infatti ultimamente riesco ad ascoltarla molto poco
Io l'ho sempre ascoltata pochissimo, deve essere per questo che mi sento morto dentro
Vecchio 31-03-2013, 19:37   #14
Avanzato
L'avatar di Carciofo
 

Quote:
Originariamente inviata da bartolo Visualizza il messaggio
io adoro la musica, una bella canzone distrae come nient'altro, e poi con le cuffie, c'è la possibilità che il volume delle note superi il volume dei pensieri
Ultimamente lo sto constatando personalmente.
E non ero mai stato un grande ascoltatore di musica, prima.
Vecchio 31-03-2013, 19:52   #15
Esperto
L'avatar di Oda Nobunaga
 

Quote:
Originariamente inviata da Titus Visualizza il messaggio
Io l'ho sempre ascoltata pochissimo, deve essere per questo che mi sento morto dentro
no è il contrario secondo me.
è la vita che chiama la musica.

oltre al fatto che c'è dalla musica fatta apposta per crogiolarsi nel malessere,ma quella cerco di evitarla
Vecchio 31-03-2013, 20:21   #16
Principiante
L'avatar di Tundra
 

Quote:
Originariamente inviata da Oda Nobunaga Visualizza il messaggio
è la vita che chiama la musica.
Punto di vista interessante.
E che potrebbe essere proprio vero.

Oggi, che c'era il sole e dopo una bella passeggiata con i cani sono tornata a casa abbastanza carica, ho ascoltato un pò di musica ( 1 canzone per 3 volte e poi un'altra diversa) mentre pulivo il pavimento ( altra cosa che non facevo da un pò... ma da meno rispetto all'ascoltare musica!! ).
Vecchio 31-03-2013, 20:23   #17
Esperto
L'avatar di Oda Nobunaga
 

Quote:
Originariamente inviata da Tundra Visualizza il messaggio
Punto di vista interessante.
E che potrebbe essere proprio vero.
non è un punto di vista infatti
Vecchio 31-03-2013, 20:33   #18
Esperto
L'avatar di Amy96
 

al massimo non la ascolto per qualche giorno... ma di solito quando sto al pc la metto quasi sempre sennò mi annoio!
Vecchio 31-03-2013, 20:55   #19
Esperto
L'avatar di paccello
 

Quote:
Originariamente inviata da liuk76 Visualizza il messaggio
Il mio rapporto con essa è di cercarla quando mi voglio galvanizzare o, più in generale, come supporto ad ogni emozione positiva o negativa che sia.
Come supporto a emozioni/umore positivi la uso anch'io qualche volta, cercando però musica già nota.
Vecchio 31-03-2013, 21:33   #20
Banned
 

Io la ascolto da quando ho 17 anni tutti i giorni.Il motivo per cui non posso farne a meno penso sia questo:

La musica fa sognare e volare capire
La musica da la forza di reagire
La musica fa viaggiare senza partire
La musica fa capire ciò che vuoi capire
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a Rapporto con la musica : niente musica VS sempre musica (fasi alterne).
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Dio...e la musica Mau Forum Musica 8 03-01-2014 02:11
Giochino musica sonoanonimo Forum Musica 506 29-10-2012 16:58
la musica blues valina90 Forum Musica 4 11-08-2012 16:29
Musica in generale Martello Forum Musica 0 28-04-2012 00:13
la musica giova88marpionesilenzioso Forum Musica 17 18-03-2010 03:43



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 04:51.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2021, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2