FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Fobia Sociale > Amore e Amicizia
Visualizza i risultati del sondaggio: Quanto ti senti alieno?
1 1 2.08%
2 0 0%
3 0 0%
4 2 4.17%
5 2 4.17%
6 3 6.25%
7 8 16.67%
8 15 31.25%
9 5 10.42%
10 12 25.00%
Chi ha votato: 48. Non puoi votare questo sondaggio

Rispondi
 
Vecchio 28-09-2021, 18:26   #1
Esperto
L'avatar di SkywalkerJR
 

Io ho la sensazione di essere un extraterrestre venuto da Marte.
Anche voi vi sentite marziani? Perchè?

(1) Non riesco a capire la preponderanza sull'estetica rispetto alla funzionalità, l'apparenza rispetto al contenuto.

(2) Non riesco a capire come fanno le persone ad avere amicizie "vere", gli altri sembrano essere appassionati di una persona, ma è una cosa totalmente irrazionale perché alla fine siamo esseri umani, deboli e inutili, eppure l'idea che va per la maggiore è stare solo con persone "perfette", se hanno dei difetti le scarti e via

(3) Non riesco a capire cosa devo fare, dopotutto non l'ho chiesto io di essere nato
Ringraziamenti da
Scafroglia (28-09-2021)
Vecchio 28-09-2021, 18:33   #2
Hor
Esperto
L'avatar di Hor
 

- Non riesco a capire una buona parte del funzionamento delle interazioni umane. In passato mi è stato più volte fatto capire o detto esplicitamente che non so rapportarmi agli altri, che "sbaglio" a dire o fare le cose, e mi riferisco all'aspetto più minuto dell'interazione, in pratica tutta la parte convenzionale di essa (ad es. salutarsi, ringraziare, chiedere scusa, ecc. ecc.). In effetti una buona parte delle convenzioni della socializzazione mi sembrano del tutto inutili o insensate. Mi trovo molto meglio a interagire con le macchine che con gli esseri umani.
- Non riesco a interfacciarmi col modo in cui funziona ed è strutturata la società, o lo faccio con una fatica che va dal molto all'estremo. E anche qui parlo dell'aspetto più minuto del vivere in società: le questioni burocratiche, il procurarsi un lavoro, e così via.
- Ho delle idee su come dovrebbe essere fatto il Mondo e su come dovrebbe essere una società giusta che è astralmente lontano da quello della maggioranza della gente, tanto che non ne parlo quasi mai in giro per timore d'essere considerato fuori di testa o pericoloso.
Ringraziamenti da
Febuso (29-09-2021), Labirinto (29-09-2021), Mr.Ripley (28-09-2021), spezzata (29-09-2021), Varano (29-09-2021)
Vecchio 28-09-2021, 18:40   #3
Avanzato
L'avatar di andrea0
 

Ognuno si sente un po' diverso a modo suo, la media della popolazione è 1? Chiedo per fare una corretta autovalutazione e non sparare un numero a casaccio. Io non sarei nemmeno tanto strano, la cosa che mi fa sentire un alieno è la totale inettitudine in ambito relazionale.
Vecchio 28-09-2021, 18:43   #4
Esperto
L'avatar di NatoMorto
 

Quote:
Originariamente inviata da SkywalkerJR Visualizza il messaggio
Io ho la sensazione di essere un extraterrestre venuto da Marte.
Anche voi vi sentite marziani? Perchè?

(1) Non riesco a capire la preponderanza sull'estetica rispetto alla funzionalità, l'apparenza rispetto al contenuto.

(2) Non riesco a capire come fanno le persone ad avere amicizie "vere", gli altri sembrano essere appassionati di una persona, ma è una cosa totalmente irrazionale perché alla fine siamo esseri umani, deboli e inutili, eppure l'idea che va per la maggiore è stare solo con persone "perfette", se hanno dei difetti le scarti e via

(3) Non riesco a capire cosa devo fare, dopotutto non l'ho chiesto io di essere nato
Morto voto : 8 alieno voto :8
Vecchio 28-09-2021, 20:17   #5
Avanzato
 

Direi 7.

1- Sono un idealista e non sopporto il becero individualismo imperante;
2- Sempre relativamente alla società non sopporto la demonizzazione e stereotipizzazione dei sentimenti. Come uomo ammetto che spesso mi vergogno di sentire il bisogno di tenerezza e romanticismo;
3- Considero il sesso come la cosa meno importante in una relazione;

C'è sicuramente atro, nel caso aggiungo nuovi punti
Ringraziamenti da
Scafroglia (28-09-2021)
Vecchio 28-09-2021, 20:39   #6
Esperto
 

Io provo una strana sensazione; ogni volta che faccio qualcosa fuori nel mondo reale è come se fossi un'altra persona, ovvero quando rientro a casa mi resetto e torno alla disperazione, provo un distacco totale come se fosse stato un sogno... Mi fa sentire alienato, è da quando sono adolescente che è così, ogni cosa che ho fatto di "normale" è come se fosse stata fatta solo per avere un ricordo da poter raccontare e sembrare appunto normale. Dinamica molto psicopatica lo so, ma è veramente così, più ci penso e più non capisco cosa ho nel cervello
Vecchio 28-09-2021, 21:03   #7
Esperto
L'avatar di Trinacria
 

Io in realtà ho sempre pensato di essere io quella normale e che gli alieni siano gli altri. Nella mia testa sono loro quelli strani.
Vecchio 28-09-2021, 21:49   #8
Esperto
L'avatar di Ezp97
 

Quote:
Originariamente inviata da SkywalkerJR Visualizza il messaggio
Io ho la sensazione di essere un extraterrestre venuto da Marte.
Anche voi vi sentite marziani? Perchè?

(1) Non riesco a capire la preponderanza sull'estetica rispetto alla funzionalità, l'apparenza rispetto al contenuto.

(2) Non riesco a capire come fanno le persone ad avere amicizie "vere", gli altri sembrano essere appassionati di una persona, ma è una cosa totalmente irrazionale perché alla fine siamo esseri umani, deboli e inutili, eppure l'idea che va per la maggiore è stare solo con persone "perfette", se hanno dei difetti le scarti e via

(3) Non riesco a capire cosa devo fare, dopotutto non l'ho chiesto io di essere nato
Sulla 3 soprattutto....da 1 a 10, 11..non so. Che fare della mia vita, non ho amici, mai avuto una donna...vivo come una larva. O accetti a un certo punto di non essere come gli altri e continui una vita così o non lo so...stai pure certo che il riscatto e queste puttanata sono solamente cose da film.
Ringraziamenti da
Dark97 (28-09-2021)
Vecchio 28-09-2021, 23:16   #9
Banned
 

Se si parla di esperienze di vita allora tanto, ma cerco di avere una mente aperta e di capire il più possibile la società di oggi. Di certo non idealizzo quella di ieri.

Diciamo 3 o 4
Vecchio 29-09-2021, 06:37   #10
Esperto
L'avatar di SkywalkerJR
 

Quote:
Originariamente inviata da Charles D. Ward Visualizza il messaggio
3- Considero il sesso come la cosa meno importante in una relazione;
Anch'io penso lo stesso.
Sopratutto da uomo, nella società moderna, ti riderebbero in faccia se lo dicessi... assurdo
Ringraziamenti da
Charles D. Ward (29-09-2021)
Vecchio 29-09-2021, 06:59   #11
XL
Esperto
L'avatar di XL
 

Io più che una sensazione di distacco di tipo alieno, ho una sensazione di distacco da busta della spazzatura, qualcosa di cui vorrebbero disfarsi quasi tutti, o meglio di cui vorrebbero disfarsi le persone significative o che potrebbero risultare tali per me.
Questa direi che è la cosa che più mi fa star male.
Potrei sentirmi come uno straniero, ma uno di quegli stranieri immigrati che finiscono col bere e ubriacarsi perché non trovano alcun posto in società e diventano uno scarto sociale di cui tutti si vogliono liberare e ai quali si comunica direttamente o indirettamente "non ci servite, non vi vogliamo, non sapremmo nemmeno come spremervi e sfruttarvi".
Oppure che so quelli di District 9 che vengono disprezzati, etichettati e ghettizzati.
Così mi sento, e purtroppo non penso siano solo sensazioni quelle legate alla mia svalorizzazione.

Ultima modifica di XL; 29-09-2021 a 10:26.
Vecchio 29-09-2021, 07:52   #12
Esperto
L'avatar di Black_Hole_Sun
 

Mi sento alieno di una razza inferiore al genere umano. Non capisco le persone dove trovino la forza per fare quello che fanno, io non ne ho nemmeno un grammo. L'essere umano medio è nato per fare, io sono nato star fermo. Quando faccio qualcosa sento come se la mai natura sia forzata. Mi stanco subito e vado in stato confusionale per cose normalissime che per gli altri è come respirare. La mia mente è costantemente ottenebrata da pensieri deliranti che non si confano all'azione concreta bensì alla ruminazione in uno stato di immobilità fisica o al più di camminata pachidermica. Fra le cose più sfiancanti vi è il parlare, avverto presto un senso di pesantezza delle fauci, delle labbra della lingua e in generale dell'apparato di organi che producono la voce. A volte vorrei privarmi delle corde vocali in quanto le ritengo nel mio caso organi del tutto superflui e fonte di ulteriore fatica. In verità trovo il tono della mia voce fastidioso e molesto, invece i miei pensieri si che si avviluppano su lisergie psichedeliche creano arabeschi meravigliosi.
Ringraziamenti da
edward00767 (29-09-2021)
Vecchio 29-09-2021, 17:46   #13
Esperto
L'avatar di Nightlights
 

Parecchio parecchio, per mentalità, idee, stile di vita. Alcuni quando mi conoscono più a fondo me lo dicono proprio che sono strano, quindi non è solo una percezione mia, so che sono fatto in una certa maniera e mi piglio solo con chi riesce a capirmi, coi miei "simili"
Vecchio 29-09-2021, 19:24   #14
Esperto
L'avatar di Ezp97
 

Quote:
Originariamente inviata da Nightlights Visualizza il messaggio
Parecchio parecchio, per mentalità, idee, stile di vita. Alcuni quando mi conoscono più a fondo me lo dicono proprio che sono strano, quindi non è solo una percezione mia, so che sono fatto in una certa maniera e mi piglio solo con chi riesce a capirmi, coi miei "simili"
Viene considerato strano tutto ciò che non è uguale agli altri, ma chi ha detto che gli altri facciano le cose giuste? Se a uno gli piace andare in bici mettiamo a 20 anni invece di andare in palestra perché ci deve essere qualche stracazzo di male?
Vecchio 29-09-2021, 19:47   #15
Esperto
L'avatar di Nightlights
 

Quote:
Originariamente inviata da Ezp97 Visualizza il messaggio
Viene considerato strano tutto ciò che non è uguale agli altri, ma chi ha detto che gli altri facciano le cose giuste? Se a uno gli piace andare in bici mettiamo a 20 anni invece di andare in palestra perché ci deve essere qualche stracazzo di male?
Ma infatti, ma sai com'è poi ci sono sempre quelle regolette non scritte...

Inviato dal mio SM-J510FN utilizzando Tapatalk
Vecchio 17-01-2023, 18:19   #16
Principiante
 

Rispondo 10 perché è il massimo del punteggio: non riesco proprio a trovarmi bene in mezzo alla gente, sempre per il fatto che mi sembra sempre di essere osservato e giudicato. E' vero che è impossibile piacere a tutti (e non è nemmeno mia intenzione farlo e/o ottenere tale risultato), ma non va bene nemmeno vivere col pensiero di avere nemici ovunque, o comunque con l'idea di avere gente che vuole sfruttarmi per i propri scopi.
Vecchio 17-01-2023, 22:26   #17
Intermedio
 

8 Ho sempre la sensazione di avere qualcosa che mi manca rispetto alle altre persone, di non capire quei meccanismi che permettono alle persone di entrare in intimità e di stringere legami, inoltre mi sembra che gli altri riescano ad avere più energia di me, lo vedo nei miei conoscenti che anche se sono stanchi riescono a trovare la forza per scherzare e parlare tra di loro, a me invece sembra un compito quasi impossibile.
Vecchio 17-01-2023, 23:19   #18
Esperto
L'avatar di Artemis_90
 

Io mi sento aliena non perchè non capisco i sentimenti e le emozioni umane e dunque ciò che regola le relazioni, non capisco come possa la gente sopportare intere giornate fatte solo di stimoli materiali senza annoiarsi e non capisco come mai alle persone non piaccia passare del tempo nella propria mente... io vedo il mio vicino che passa ore intere a zappare l'orto e potare rami...mi si congestionano i testicoli che non ho solo a guardarlo, oppure vedo gente che sta ore in palestra, io già dopo due minuti mi sono rotta le scatole, oppure vedo gente che sta intere giornate in giro a interagire con la gente... cosa impensabile per me.

A me piace uscire, passeggiare, stare tra le persone, ma dopo due ore mi sono già annoiata, che devo guardare? Sempre le stesse cose, di che devo parlare con la gente? Sempre delle stesse cose. Cioè, se io non torno nella mia mente a "ricaricarmi" tra le mie immagini mentali, idee, pensieri dopo un pò non ho più voglia di stare nel mondo reale, mi annoia, mi stanca, finisco gli stimoli ad un certo punto (cioè ragazzi, siamo realisti, gli stimoli che un umano può recepire quelli sono, sempre gli stessi, come si fa a non stancarsi), invece al contrario la mia mente è una fonte inesauribile di stimoli nuovi, sempre diversi, ed è li che traggo l' energia per voler tornare nel mondo reale, dalle mie idee, pensieri, immagini mentali... magari io sto a fantasticare su come sarebbe bello fare una passeggiata al tramonto e poi prendere un aperitivo per un pò di giorni ed è li che mi vien voglia di uscire per fare quella cosa, dopo aver fantasticato per giorni di farla, se io la faccio tutti i giorni quella cosa poi per me diventa una cosa noiosa non più stimolante e se mi stanco del tramonto poi cosa mi rimane da guardare? Il tramonto da plutone forse... (il tramonto e l'aperitivo è solo un esempio, potrebbe essere qualsiasi altra attività)

Questo mi fa strano delle persone, non le capisco da questo punto di vista, in parole povere come fanno a non stancarsi del mondo reale? E come fanno a non amare stare nella propria mente?

Ultima modifica di Artemis_90; 17-01-2023 a 23:26.
Vecchio 18-01-2023, 06:47   #19
Esperto
L'avatar di Kitsune
 

Quello che rende umani sono le emozioni e quando sei un po alessitimico o poco emotivo non importa quanto tu possa essere intelligente sarai sempre emarginato.
Chi si assomiglia si piglia.
Le persone tendono a circondarsi di chi condivide le proprie idee e le proprie esperienze e quando non fai quasi nessuna esperienza non provi empatia, non ci sono spunti di approccio. Osservo gli altri parlare e quelli che legano sono coloro che condividono gli stessi hobby, gli stessi acquisti, le stesse attività, gli stessi sogni, gli stessi obiettivi. Condividere è fondamentale è la più primitiva forma di relazione. Io non ho hobby o sono solitari, non acquisto mai nulla, non faccio alcuna attività, non ho sogni, non ho obiettivi. Per questo non mi sento una persona, non mi sento vivo, non mi sento reale. Non è sempre così, in passato mi sono sentito parte di un gruppo, persone con un obiettivo comune in cui riuscivo a dire "noi" altrimenti è sempre "io" e "loro" due cose separate, diverse. Sono da sempre isolato fisicamente e mentalmente e nell'ultimo periodo sono scisso anche in me stesso. La mia forma di alienazione non è tanto il sentirmi bizzarro quanto vuoto, inesistente.
Ringraziamenti da
ansiosocronico (18-01-2023), Silent (18-01-2023)
Vecchio 18-01-2023, 11:54   #20
Esperto
L'avatar di spezzata
 

Per certi versi mi ci sento aliena, per altri lo sono proprio e le persone non capiranno mai.. in primis perché non sono capaci di mettersi nei panni degli altri e in secundis perché io per prima non glielo faccio capire. Ma uno deve pensare a tutelare sé stesso.
Mi sento aliena perché sono e sono sempre stata quella in disparte, vista come "strana" a pelle. Ho sempre parlato poco, ho sempre avuto interessi solitari, non sono una che da l'opportunità agli altri di conoscermi e alle volte, se ci riesco, "mimico" o mi sforzo di adattarmi alle conversazioni altrui senza far trasparire nulla di me: meccanismo di difesa acquisito nell'infanzia o forse è sempre stato parte di me... è uno stupro nei confronti di me stessa, una distorsione violenta del mio carattere, è pesante e alla lunga fa soffrire. Lo reggo sempre meno. E forse non so bene chi sono o cosa sono e non ho neppure polso quindi cerco di adattarmi per sopravvivere al mondo, schiacciando me stessa. Ma sono stanca di adattarmi ai bisogni degli altri senza vedere mai soddisfatti i miei.
Non ho mai incontrato una persona con la quale mi fossi sentita "a casa", libera di essere me stessa. I muri sono sempre stati alti, non si sono mai abbassati, né infranti. Ma da qualche anno a questa parte ho scoperto cose di me che mi differenziano nettamente dalla massa, per cui il fare parte di un gruppo è escluso. Mi basterebbe trovare quella persona che possa reggere la mia complessità e starmi accanto senza mastodontiche pretese verso il mio cambiamento.

Direi un 10 bello pieno.

Ultima modifica di spezzata; 18-01-2023 a 12:52.
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a Quanto vi sentite alieni da 1 a 10
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Quanto vi sentite adulti da 1 a 10 muttley Timidezza Forum 83 01-11-2020 16:48
Quanto vi sentite... Brutton Off Topic Generale 0 05-09-2020 21:47
Quanto vi sentite sociali? evitante Sondaggi 29 28-03-2013 12:22
Quanto vi sentite depressi da 1 a 10? jamm80 Sondaggi 14 28-06-2011 03:44



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 10:08.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2023, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2