FobiaSociale.com

FobiaSociale.com (https://fobiasociale.com/)
-   Rossore-Eritrofobia Forum (https://fobiasociale.com/rossore-eritrofobia-forum/)
-   -   Quale soluzione? (https://fobiasociale.com/quale-soluzione-74085/)

Bordeux 06-02-2021 01:05

Quale soluzione?
 
Salve ragazzi,
soffro di eritrofobia da quando ho circa 9-10 anni e avevo risolto il problema tramite sedute dallo psicologo. Dai 15 ai 19 ho praticamente eliminato il problema ma, dai 19 anni in poi la situazione è andata sempre peggiorando.
Gli ultimi due anni in particolare sono stati abbastanza duri, anche perché all’eritrofobia si è aggiunta l’iperidrosi della fronte. In sostanza, attualmente insieme al rossore del volto si è aggiunto il sudore.
Ho provato ad andare di nuovo dallo psicologo ma senza successo. Infatti, essendo un appassionato di psicologia e avendo letto tanti libri, ho avuto modo di constatare che pochissimi lo fanno come si dovrebbe. Avevo pensato anche all’ipnosi ma secondo la persona a cui mi sono rivolto, però, ho un cervello che va in ipercontrollo e, quindi, non riesco ad andarci.
Ho provato anche fiori di Bach e fiori australiani ma non sono serviti alla causa.
Infine, ho iniziato un percorso di meditazione che, a quanto sembra, è quello che mi sta dando più soddisfazioni ma comunque il problema continua a riproporsi.
Ultimamente, dunque, ho iniziato a “meditare” di rivolgermi ad un medico per fare l’ETS. Dopo aver effettuato il consulto medico, però, ho deciso di lasciare l’opzione operazione come ultima chance.
Quindi, sono qui per chiedervi: quali soluzioni potrei ancora provare?
In internet ci sono tanti metodi ma molto contraddittori.
Per quanto riguarda invece l’operazione, cosa ne pensate?
So già che l’utente Ansiolino è fortemente contrario dato che sto visitando il forum assiduamente ultimamente come “utente esterno”.
Anche se conoscete magari un ipnotista molto bravo o altro, sono aperto a qualsiasi opzione.
Grazie a tutti in anticipo!

Cancelletto 07-02-2021 23:34

Re: Quale soluzione?
 
Io personalmente non ne conosco altre. Credo la terapia fatta bene(magari anche quella di gruppo) e la meditazione siano ottimi mezzi per arrivare a nuove consapevolezze e per trovare in noi stessi un punto fermo aldilà delle ansie e pensieri ossessivi fobici. A me ha aiutato tanto il truccarmi, mi fa sentire al sicuro, come uno scudo dagli occhi degli altri. Consiglio di provare a chi è disposto e piace farlo. Non soffro quasi più di eritrofobia, ma tuttora non riesco ad uscire e fare cose senza trucco..
Insieme alla terapia può aiutare un sacco anche la cura farmacologica (ansiolitici soprattutto)

ansiolino 08-02-2021 00:32

Re: Quale soluzione?
 
Quote:

Originariamente inviata da Bordeux (Messaggio 2565106)
Salve ragazzi,
soffro di eritrofobia da quando ho circa 9-10 anni e avevo risolto il problema tramite sedute dallo psicologo. Dai 15 ai 19 ho praticamente eliminato il problema ma, dai 19 anni in poi la situazione è andata sempre peggiorando.
Gli ultimi due anni in particolare sono stati abbastanza duri, anche perché all’eritrofobia si è aggiunta l’iperidrosi della fronte. In sostanza, attualmente insieme al rossore del volto si è aggiunto il sudore.
Ho provato ad andare di nuovo dallo psicologo ma senza successo. Infatti, essendo un appassionato di psicologia e avendo letto tanti libri, ho avuto modo di constatare che pochissimi lo fanno come si dovrebbe. Avevo pensato anche all’ipnosi ma secondo la persona a cui mi sono rivolto, però, ho un cervello che va in ipercontrollo e, quindi, non riesco ad andarci.
Ho provato anche fiori di Bach e fiori australiani ma non sono serviti alla causa.
Infine, ho iniziato un percorso di meditazione che, a quanto sembra, è quello che mi sta dando più soddisfazioni ma comunque il problema continua a riproporsi.
Ultimamente, dunque, ho iniziato a “meditare” di rivolgermi ad un medico per fare l’ETS. Dopo aver effettuato il consulto medico, però, ho deciso di lasciare l’opzione operazione come ultima chance.
Quindi, sono qui per chiedervi: quali soluzioni potrei ancora provare?
In internet ci sono tanti metodi ma molto contraddittori.
Per quanto riguarda invece l’operazione, cosa ne pensate?
So già che l’utente Ansiolino è fortemente contrario dato che sto visitando il forum assiduamente ultimamente come “utente esterno”.
Anche se conoscete magari un ipnotista molto bravo o altro, sono aperto a qualsiasi opzione.
Grazie a tutti in anticipo!

scusa ma non capisco, prima dici che avevi praticamente risolto il problema ma poi scrivi che sei peggiorato. Cosa è successo che ti ha fatto ritornare nel loop?
Che tipo di terapie psicologica avevi svolto quando sei guarito la prima volta?
Hai provato l'EMDR?
L'utente ansiolino è contrario per i motivi di questo topic https://fobiasociale.com/per-chi-pen...razione-71151/, ma soprattutto quando i chirurghi (o chi per loro) si spacciano per utenti e vengono qui a fare la loro pubblicità ingannevole

alfiere 23-03-2021 20:03

Re: Quale soluzione?
 
Ciao Bordeux, probabilmente avrai letto la mia storia, in caso contrario ti invito a farlo.
Operarsi è una scelta importante, la compensatoria varia da persona a persona e devi capire se è una cosa con cui potrai convivere.
A distanza di più di due anni dall'intervento non sono assolutamente pentito, anzi. La mia vita è migliorata in tutto e per tutto, mentalmente son molto più sereno e il pensiero di arrossire, che prima mi ossessionava, ora non mi perseguita più.
Ovviamente la conseguenza dell'intervento è il sudore, quando c'è tanta afa sudo più di una volta, soprattutto su schiena e addome. Per tale motivo in estate uso esclusivamente magliette bianche o nere.
Se hai bisogno di qualche informazione in particolare chiedi pure, nel mio piccolo cerco sempre di dare una mano.

ansiolino 24-03-2021 00:00

Re: Quale soluzione?
 
una mano... uno sgambetto forse!

alfiere 27-03-2021 20:24

Re: Quale soluzione?
 
Quote:

Originariamente inviata da ansiolino (Messaggio 2582822)
una mano... uno sgambetto forse!

Fornire la propria esperienza significa dare elementi alle persone per farsi una propria idea. Da parte tua non vedo invece alcun apporto, nessuna esperienza, zero atteggiamento propositivo, solo una chiusura mentale totale.

A me spiace che il forum sia praticamente morto, probabilmente è un segnale dei tempi che passano. Di base siamo io e te a parlarci, con qualche intervento esterno di tanto in tanto. :mrgreen:

ansiolino 28-03-2021 23:47

Re: Quale soluzione?
 
Quote:

Originariamente inviata da alfiere (Messaggio 2583915)
Fornire la propria esperienza significa dare elementi alle persone per farsi una propria idea. Da parte tua non vedo invece alcun apporto, nessuna esperienza, zero atteggiamento propositivo, solo una chiusura mentale totale.

A me spiace che il forum sia praticamente morto, probabilmente è un segnale dei tempi che passano. Di base siamo io e te a parlarci, con qualche intervento esterno di tanto in tanto. :mrgreen:

se vai sul mio profilo e vedi i miei messaggi, noterai che cerco aiuti per me e se posso do consigli agli altri.
Sei tu invece che appari ogni tanto per risollevare i topic che riguardano l'operazione; negli altri topic che riguardano l'aiuto psicologico ad esempio non si vede mai un tuo intervento. Eppure prima di pensare ad un passo importante come l'operazione, e con tutti i suoi sicuri side, uno prima si fa una bella dose di sedute terapeutiche...

alfiere 01-04-2021 16:42

Re: Quale soluzione?
 
Quote:

Originariamente inviata da ansiolino (Messaggio 2584341)
se vai sul mio profilo e vedi i miei messaggi, noterai che cerco aiuti per me e se posso do consigli agli altri.
Sei tu invece che appari ogni tanto per risollevare i topic che riguardano l'operazione; negli altri topic che riguardano l'aiuto psicologico ad esempio non si vede mai un tuo intervento. Eppure prima di pensare ad un passo importante come l'operazione, e con tutti i suoi sicuri side, uno prima si fa una bella dose di sedute terapeutiche...

Io sto sul forum di eritrofobia perché è l'unica cosa che mi ha riguardato/mi riguarda. Non mi paleso quotidianamente perché di fatto si scrive gran poco qua dentro. Ogni tanto mi loggo e se vedo dei messaggi rispondo. Se vedo delle tue frecciatine idem.
In nessun post ho mai detto a qualcuno di operarsi, ho solo dato un parere e raccontato la mia esperienza di paziente operato.
Avere paura dell'operazione e dei side è comprensibile e condivisibile, io ho atteso quindici anni prima di decidermi.
Mi avessero detto che esiste un vaccino che annulla l'eritrofobia per sempre, chiaro che l'avrei fatto al volo, non sono mica un sadico. :mrgreen:
Ho sempre sperato anche in creme magiche. Su qualche forum straniero avevo sentito parlare bene della crema con placenta di pecora. Ovviamente l'ho comprata, ma non ha dato i risultati sperati (mi faceva sentire il viso fresco, ma dopo un po' l'effetto spariva).
Tutto questo per dirti che umanamente mi urta il tuo screditarmi a più riprese. Per te ho sbagliato ad operarmi? Sei libero di avere la tua opinione, ci mancherebbe. Se però sono qua a dirti che sono assai contento dell'intervento, puoi per una volta accettarlo e deporre l'ascia di guerra?

ansiolino 04-04-2021 14:54

Re: Quale soluzione?
 
Quote:

Originariamente inviata da alfiere (Messaggio 2585388)
In nessun post ho mai detto a qualcuno di operarsi, ho solo dato un parere e raccontato la mia esperienza di paziente operato.

non hai detto di operarsi ma hai fatto nome e congome del chirurgo e della clinica (e sono ancora visibili; se non è pubblicità allora puoi cancellarli tu stesso).
Poi per quel che riguarda la tua esperienza non dici che la compensativa è invalidante, eppure scrivi che metti solo maglie nere o bianche (se ricordo, ora non ho voglia di cercare), ti sembra poco? Se uno dei problemi dell'eritrofobia è la paura del giudizio, come pensi che ti giudicheranno quelli che ti vedono sempre con gli stessi colori?
Consigli poi le strade più ''facili'' visto che dici di aver sperato in creme e cremine, ma il problema psicologico non lo affronti così. Se uno arrossisce perchè si sente inferiore o brutto (esempi) se anche non arrossisse più, credi che la sua autostima aumenterebbe o diventerebbe bello? Non sarebbe meglio imparare ad accettarsi o migliorarsi?
Io non lancio frecciatine a te ma a tutti quelli che si sono presentati come pubblicitari. Se evidentemente ti senti chiamato in causa forse ne fai parte o hai qualcosa da nascondere

alfiere 17-04-2021 10:54

Re: Quale soluzione?
 
Quote:

Originariamente inviata da ansiolino (Messaggio 2586364)
non hai detto di operarsi ma hai fatto nome e congome del chirurgo e della clinica (e sono ancora visibili; se non è pubblicità allora puoi cancellarli tu stesso).
Poi per quel che riguarda la tua esperienza non dici che la compensativa è invalidante, eppure scrivi che metti solo maglie nere o bianche (se ricordo, ora non ho voglia di cercare), ti sembra poco? Se uno dei problemi dell'eritrofobia è la paura del giudizio, come pensi che ti giudicheranno quelli che ti vedono sempre con gli stessi colori?
Consigli poi le strade più ''facili'' visto che dici di aver sperato in creme e cremine, ma il problema psicologico non lo affronti così. Se uno arrossisce perchè si sente inferiore o brutto (esempi) se anche non arrossisse più, credi che la sua autostima aumenterebbe o diventerebbe bello? Non sarebbe meglio imparare ad accettarsi o migliorarsi?
Io non lancio frecciatine a te ma a tutti quelli che si sono presentati come pubblicitari. Se evidentemente ti senti chiamato in causa forse ne fai parte o hai qualcosa da nascondere

Mi fai ripetere i concetti all'infinito ormai.
Ho fatto il nome del chirurgo che mi ha operato perché ci sono un sacco di medici là fuori che praticano l'intervento e sicuramente alcuni sono meno bravi di altri. Tra l'altro il nome l'ho fatto in concomitanza con l'operazione, che poteva andare sia bene che male. Quindi no, non cancello nulla. Tra l'altro non è che telefoni e prenoti l'intervento, c'è prima una lunga visita da fare e non è detto che dopo averla fatta si voglia proseguire, né che il medico decida di fare l'intervento (ad esempio nel caso di uno che suda già tantissimo).
Non mi sento chiamato in causa per nulla, non sopporto il tuo negare l'evidenza. Ho postato nome e cognome, il mio profilo facebook, foto, ti ho girato un video in privato e continui a darmi velatamente del millantatore. Ti ho pure proposto di sentirci al di fuori del forum, in tranquillità. Non mi hai mai risposto.
Puoi verificare la mia identità in qualsiasi momento, puoi vedere su Linkedin che lavoro faccio, sono un libro aperto.
La realtà è solo una, in verità: ho affermato che sono contento dell'intervento. Avessi detto che è stato un disastro non avresti dubitato in alcun modo della mia identità.

La gente nemmeno ci fa caso a cosa indossi. Comunque è una considerazione alquanto superficiale: è pieno di donne e uomini che vestono solo di nero e ne fanno un motivo quasi di vanto. E non parlo certo di reietti della società.
Quanto all'autostima, la mia è sicuramente aumentata. Il mio problema è sempre stato la vampata dietro l'angolo. Sapendo che non si verifica più sono totalmente rinato.


Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 08:25.

Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2021, Jelsoft Enterprises Ltd.