FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Fobia Sociale > SocioFobia Forum Generale
Rispondi
 
Vecchio 28-11-2013, 17:04   #1
Banned
 

Come era il vostro rapporto con i professori?
Il mio non male...di certo non andabvo benissimo ma mai hanno detto/definito uno con un brutto carattere,

Ricordo però una prof.delle medie di cui avevo il terrore. In quell'anno mio padre venne licenziato e persi un mio caro cugino inaspettatamente..ero emotivamente provato.
Aggiungeteci al fatto che ero poco maturo,studiavo poco e non mi piaceva la matematica,..

Mi ricordo xhe tutto iniziò quando sfogliai un pò di pagine mentre gli altri stavano leggendo...per la mia diastrazione mi volle interrogare,
Da li incominciò a tartassarmi. Non gli andava bene niente e qualunque motivo voleva che dicessi le ragioni per cui non avevo fatto il compito chiedendomi cosa ero stato a fare a casa...come un interrogatorio.

Un giorno a 11 anni diedi per la rabbia una sberla ad una mia compagna di classe...un atto reprorevole di cui subito mi scusai.
La prof in questione si arrabbiò tantissimo e pur sapendo che non ero molto bravo nella sua materia cominciò a mandarmi molto spesso alla lavagna davanti a problemi che non sapevo risolvere. Mi fece dire cose che non volevo dire sui miei genitori che stavano divorziando..Il brutto era che mi lasciava li per mezz'ore intere a fissare la lavagna e io speravo mi mandasse a posto.

Avevo moltissima ansia e spesso cercavo tutte scuse x rimanere a casa. Come detto nei precedenti post gli stessi bulli che mi tormentavano erano visti come santarellini dalla professoressa e mi minacciavano se avessi detto qualcosa.
Ora mi fà anche sorridere che ogni estate appena vedevo una signora bionda sulla spiaggi avevo paura di avvicinarmi perchè credevo fosse lei.
Lei che puntualizzava che scrivessi bene insufficiente gridandolo di fronte alla classe,o la stessa che mi prendeva in giro con la vocina dicendo che dicevo bugie e che giocavo a "carta vince carta perde" o che mi strappava i fogli del quaderno.
Tutto questo mi fece maturare ma allo stesso tempo scatenò in me una forte ansia,nelle sue lezioni avevo pure paura di muovermi.

A voi è mai successo qualcosa di simile?
Vecchio 28-11-2013, 17:28   #2
Banned
 

Hai voglia.
Come ti ho già risposto in un altro post la mia vita scolastica non è stata lieta.
Andavo anche bene a scuola ma non ho mai legato né con i compagni né con le proff.
Qualcuna un po' più gentile e comprensiva l'ho anche avuta ma la maggior parte erano delle vere stronze.

Ultima modifica di dintei166; 10-10-2014 a 15:24.
Vecchio 28-11-2013, 17:49   #3
Esperto
 

Negli ultimi 3 anni di scuola superiore il mio rapporto con i professori era a dir poco meraviglioso.
La loro umanità era qualcosa di straordinario. Severi o permissivi, sapevano come prendermi, ed era impossibile dimenticarli.

Ma man mano che si retrocede diventano prima incapaci di "conoscere i loro polli", poi attuatori di pratiche disciplinari più vicine alla violenza e all'umiliazione.

Sorvolo su un episodio avvenuto in seconda elementare nelle due ore di basket che ha dell'orrido e del compromettente, e giungo subito nel giorno della verifica dei compiti in classe nel secondo di liceo.
In un traccia di un tema, mi veniva data la possibilità di spaziare sugli aspetti scomodi del vivere sociale. Decido di farne un trattato "sul malessere e sulla repulsione del comune verso il reietto", anche basandomi sulla mia esperienza. L'ho fatto perchè non solo ad argomenti a me consoni mi sapevo esprimere in maniera fluente, ma anche perchè confidavo nell'anonimato e nella bontà della prof.
Lei mi schiaffa un 4, e non contenta legge il tema a tutta la platea (perchè ovviamente cose del genere vanno lette in pubblico, ci mancherebbe altro ), fermandosi ogni tanto, e giocando a fare la psicologa, svolgendo un ruolo che non sa fare, e non sapendo di chi stava parlando.

Poi ci si mette anche "la platea": vengo accusato di vittimismo e di opportunismo. Era troppo.

Allora simulo un pianto. Ma in quell'istante mi veniva realmente da piangere.

I compagni di classe sono un capitolo a parte.

Ultima modifica di Mirrorpriors; 28-11-2013 a 18:07.
Vecchio 28-11-2013, 17:54   #4
Intermedio
 

1)I compagni di una sfortunata gita scolastica nel 2008

2)Alcuni compagni della mia ultima squadra di calcio, così stronzi da costringermi a rinunciare all'unica passione che avevo, il calcio appunto

3)Mio zio, una persona frustrata che sfoga tutta la sua frustrazione proiettandola sugli altri e con me ci è riuscito bene fin da piccolissimo
Vecchio 28-11-2013, 18:18   #5
Intermedio
L'avatar di Karen_
 

Alle elementari. Avevo questa maestra alla quale sicuramente devo molto per avermi insegnato molte cose, umanamente però, è stata fonte inesauribile di ansia e paura. E di mio ero già ansiosa. Per me quelli sono ancora anni bui.

Urlava sempre, voleva delle risposte immediate e, a volte, passava anche alle mani. Io avevo paura, mi metteva un'angoscia incredibile! Considerando che sono sempre stata una che arrossisce ed è timida, immaginate a quell'età cosa poteva essere! E piangevo sempre

Invece, al liceo, ad un certo punto, incontrai questo prof che aveva capito il mio problema, il sentirmi in imbarazzo (ma in imbarazzo in modo pesante!), durante le interrogazioni e in qualunque momento mi sentissi al centro dell'attenzione; lui agì in un altro modo : mi interrogava sempre. Alla fine mi trovai con quasi nove voti in una sola materia
Ma spesso mi chiamava anche solo per interpellarmi, sapere la mia opinione. Il risultato è che, non solo iniziai a studiare tutti i giorni, e questo portò a notevoli miglioramenti, ma mi portò anche a non avere paura di lui e delle interrogazioni (almeno con lui), perché le vivevo in modo diverso, come qualcosa di normale, una conversazione, anzi, in quel caso diventava anche stimolante!

Devo molto a questo prof, l'unico ad avermi davvero aiutata
Vecchio 28-11-2013, 18:28   #6
Intermedio
L'avatar di Karen_
 

Volevo aggiungere questa cosa : con gli anni ho finalmente capito che i professori sono persone come noi, che anche loro sono stati adolescenti eccetera eccetera. All'epoca, però, li vedevo come entità oscure che stavano lì contro noi studenti. Al contrario di molti miei compagni che, invece, si rapportavano con loro come "persone normali".

Per farvi capire, io quasi tremavo, anzi, togliamo il quasi.

Rivendendoli con gli anni, prendendoci un caffè o l'aperitivo, è naturalmente diverso, perché siamo fuori contesto scolastico, ma tutta quell'ansia, la paura, il tremare (mi riferisco agli anni del liceo), sono elementi che potevo, non dico eliminare del tutto, ma limitare, perché totalmente senza senso. Perché avevo paura di loro? Perché ritenevo che mi avrebbero messo in imbarazzo, io mi sarei sentita in imbarazzo e non volevo interagire con loro.

Scusate, era un po' una mia riflessione
Vecchio 28-11-2013, 19:59   #7
Banned
 

Quote:
Originariamente inviata da Karen_ Visualizza il messaggio
Volevo aggiungere questa cosa : con gli anni ho finalmente capito che i professori sono persone come noi, che anche loro sono stati adolescenti eccetera eccetera. All'epoca, però, li vedevo come entità oscure che stavano lì contro noi studenti. Al contrario di molti miei compagni che, invece, si rapportavano con loro come "persone normali".

Per farvi capire, io quasi tremavo, anzi, togliamo il quasi.

Rivendendoli con gli anni, prendendoci un caffè o l'aperitivo, è naturalmente diverso, perché siamo fuori contesto scolastico, ma tutta quell'ansia, la paura, il tremare (mi riferisco agli anni del liceo), sono elementi che potevo, non dico eliminare del tutto, ma limitare, perché totalmente senza senso. Perché avevo paura di loro? Perché ritenevo che mi avrebbero messo in imbarazzo, io mi sarei sentita in imbarazzo e non volevo interagire con loro.

Scusate, era un po' una mia riflessione
Ma certo io non me la sto prendendo con la prof, ma con ciò che ha creato. Un ragazzino di 11 non deve stare cosi in soggezione.
Vecchio 28-11-2013, 20:25   #8
Intermedio
L'avatar di Karen_
 

Quote:
Originariamente inviata da Simonesitch Visualizza il messaggio
Ma certo io non me la sto prendendo con la prof, ma con ciò che ha creato. Un ragazzino di 11 non deve stare cosi in soggezione.
Sì, certo, dicevo, infatti, che era un mia riflessione, su quello che io ho vissuto

Concordo con te, io ho vissuto un periodo davvero terribile alle elementari, dai sei ai dieci anni. Giustamente, la maestra, non doveva imporsi in quella maniera, perché ha contribuito a farmi stare peggio. Poi, se vogliamo, possiamo dire che è stata non solo colpa sua, ma di una serie di adulti che facevano da contorno!
Vecchio 28-11-2013, 21:14   #9
Banned
 

la mia prof delle medie ha messo un bel tassello

mi mise compagno di banco dei DUE peggiori della classe
in tre anni son passato da distinto ad appena sufficiente in tutte le materie, musica inclusa

penso di averla odiata più di ogni persona


se non ho nessuna autostima molto lo devo a lei
Vecchio 28-11-2013, 22:16   #10
Esperto
L'avatar di IO&EVELYN
 

le uniche persone che lo hanno peggiorato sono.... me stesso. anche se di solito me ne frego della gente. me ne importa in rarissimi casi.
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a Persone e cose che hanno peggiorato la vostra Social anxiety
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Il computer ha peggiorato la vostra fobia sociale? Blur Forum Geek 53 29-11-2012 16:26
Le cose più incresciose che vi hanno detto The Joker Amore e Amicizia 118 15-04-2012 16:59
Social anxiety in London rigel Contatti 1 17-06-2011 18:57
Social Anxiety Disorder Effective Treatment 2004 Anonymous-User SocioFobia Forum Generale 1 05-09-2004 17:02



Tutti gli orari sono GMT +2. Attualmente sono le 01:39.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2024, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2