FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Fobia Sociale > Amore e Amicizia
Rispondi
 
Vecchio 25-12-2008, 12:56   #1
Banned
 

stavo leggendo qualche post qua e là e leggendo ho letto post in cui si dice "l'estroversone sa interagire con sicurezza, farsi notare ecc...ecc...".

Mi è venuto da pensare e vorrei chiedere a voi stessi...

Forse ragiono in quest'ottica perchè ho un passato da estroversone...forse perchè ho imparato a dominare i miei pensieri e razionalizzarli allo stesso tempo, ma...

non credete che OGNI UOMO è ARTEFICE DI SE STESSO?

Insomma...seriamente...io ho sempre faticato a definire la FOBIA SOCIALE (di cui alcuni di voi soffrono) come malattia vera è propria...
per me è uno stato psicologico limitante come la timidezza (solo che ha cause ed effetti molto più invalidanti perchè meno controllati).

La paura è qualcosa di irrazionale....in altri casi è il timore de lrischio addirittura....ma se la impari a razionalizzare...

insomma...io fino a 10-11 anni giuro che avevo 'na strizza tremenda del buio e di restare solo in casa... avevo paura di mostri, ladri ecc..ecc...
poi?? poi un bel giorno mi sono detto "diamine ora st aluce la spengo e mi metto con la testa sotto le lenzuola se proprio ho strizza, ma la tengo spenta"...qualche mesetto dopo mi sono detto "i mostri non esistono....e i ladri? beh i ladri non aprono la porta con un clic....devono fare un fracasso infernale...quindi se non sento rumori non devo preoccuparmi..." ---> e così nonostante la strizza so' rimasto in mezzo alla stanza nel buio più totale...ecco....dentro di me il cuore batteva ugualmente a 1000...tutto quel buio mi faceva comunque pensare ai mostri, ma....ma...a costo di stare 1 ora con il cuore che pulsava rimanevo al buio ripetendomi "i mostri non esistono...quindi smettila di fantasticare cojone...."
So' passati i mesi e gli anni e la paura è stata superata....
così anche per altre paure...


Ora veniamo a noi...
Qualcuno dice "invidio gli estroversoni perchè fanno questo e quello..."
Ma perchè etichettare così? perchè rinchiudere tutto dentro a certe recinzioni?
L'estroversone?....si forse c'è qualcuno più sicuro di un altro...ma sicuri che L'ESTROVERSIONE non sia sol ofrutto d'ALLENAMENTO?
E stessa cosa x l'INTROVERSIONE?

Il cervello umano è alquanto influenzabile (soprattutto nei primissimi anni)....noi siamo solo il frutto di quello che abbiamo vissuto e che viviamo...
certo probabilmente non si diventerà mai un estroversone assoluto e sicuro di sè (insomma, ma gari certi pensieri di tanto in tanto possono sempre apparire, ma l'estroversione è anche la dominazione di tali pensieri).

Cioè uscendo con ragazzi/e normali/estroverse cosa vi credete? che i problemi non siano gli stessi? pure loro quando tentano l'approccio badano allo sguardo dell'altro (pensando "oddio, m, ma ha guardato me? e perchè?"); pure loro davanti ad una bella ragazzuola possono avere dei limiti (e infatti spesso si buttano nel branco, perchè è nel branco che si sentono più forti.....)non so quanti estroversoni ho conosciuto che di fatto con me e con le mie risposte a tono hanno abbassato CRESTA E TONI; non so quante estroversone hanno abbassato con me gli occhi, sono arrossite o si sono sentite a disagio (con chissà quante domande che passavano per la loro testa e che non avevano il coraggio di farmi).
Non so quante volte ho approfondito una conoscenza e parlando chiedevo "ma perchè quella volta hai risposto così e/o hai fatto questo?" e le risposte erano "perchè ero a disagio, non sapevo che dire/fare...." ecc...ecc...

L'ESTROVERSONE in fondo ha solo vissuto più e diversamente che un INTROVERSONE che se ne sta tutto i lgiorno in casa...ma non ha alcun potere sovrannaturale...
ha imparato solo a combattere se stesso e le sue paure...

Tutti chi più e chi meno possono provare SOGGEZIONE, TIMORI ECC...ECC...la differenza sta nel modo di combatterle...

per assurdo...io pagherei quasi per avere un briciolo di paura in più, ma più argomenti da affrontare e quindi avere qualcosa sempre da dire...
la paura? si combatte....pure a me tremano le braccia quando leggo una mia poesia, tremavo come una foglia all'esame di guida ecc...ecc...questo non deve impedirti di fare...il SINTOMO non deve impedire...
Vecchio 14-01-2009, 03:06   #2
Esperto
L'avatar di Pride
 

Quote:
Originariamente inviata da Giova
ogni uomo può essere estroverso?
Penso di no.
Speriamo proprio di no,cazzo.
Vecchio 14-01-2009, 14:04   #3
Banned
 

per me un po' si....
Vecchio 14-01-2009, 14:30   #4
Esperto
L'avatar di thx1138
 

Sì.

Bye

rob
Vecchio 15-01-2009, 01:37   #5
Esperto
L'avatar di giordano
 

..la questione è: affrontare tutte le varie paure e barriere che ci siamo creati nel tempo ....e sono problemi che hanno tutti nella vita ...chi li affronta cresce e va avanti chi nn lo fa rimane indietro e fa crescere solo che il muro che lo separa da tutti gli altri
..credo sia una questione di tempo ..più si trascorre la propria vita in questa sorta di bolla che ci esclude e più diventa difficile riuscire a fare quello che molti fanno con estrema naturalezza
Vecchio 15-01-2009, 02:11   #6
Principiante
L'avatar di maia
 

Ma, in parte hai ragione, affrontare le paure, razionalizzarle è la via giusta e più si evita di affrontare determinate situazioni sociali più si ha paura di farlo, però come dici anche tu nei primissimi anni di vita il cervello è fortemente influenzabile. Ci sono teorie di psicologi dello sviluppo che vedono in una fase molto precoce l'instaurarsi del legame d'attaccamento con una figura parentale, e che dall'interiorizzazione di questo legame che può essere sicuro, o insicuro (ansioso, evitante, disorganizzato) si formano i principali modelli relazionali con l'altro, anche da adulto. E non sono facili da sradicare, si può conservare questa convinzione inconscia di non essere degni di amore e stima.
Ovviamente poi le esperienze degli anni si vanno ad aggiungere a queste basi, ma non è così automatico superare una fobia sociale vera e propria affrontando una paura. Inoltre una persona può essere introversa e stare benissimo così com'è, essere introversi non è, a parer mio uguale all'essere timidi, lo vedo più come una propensione alla riservatezza, anzi secondo me chi soffre di più sono quelli che sarebbero estroversi per natura ma la timidezza li blocca.
Io sinceramente non vorrei essere sempre al centro dell'attenzione, avere cento amici, ricevere telefonate ogni minuto a cui raccontare i cavoli miei e sentire i loro... ho bisogno di molti momenti di solitudine, certo neanche la solitudine più nera e nessun rapporto umano. Gli estroversoni li tollero poco, li trovo invadenti per il mio modo di essere.
Vecchio 15-01-2009, 03:37   #7
Esperto
 

ogni uomo dovrebbe essere estroverso
Vecchio 26-04-2011, 08:22   #8
Principiante
L'avatar di albebrando
 

l' introversione mica e una malattia. è una caratteristica dell'animo, ma assolutamente non negativa, al contrario della timidezza e della sociofobia.
il problema sussiste se vivete la vostra tendenza alla solitudine come un handicap, quando vorreste solo uscire tutte le sere con gente diversa, stare al telefono per ore (per la gioia della telecom), e altre cose che credete una prerogativa degli estroversi. siete liberi di farlo, se volete, e potrete divertirvi comunque. ma se siete davvero introversi, ad un certo punto vorrete godere della compagnia di voi stessi e pochi intimi.
altra cosa: non é detto che un introverso parli poco e sempre, diciamo solo che puo farne a meno. nel 'branco' non è il leader, ma neanche un gregario.
Vecchio 26-04-2011, 11:09   #9
Banned
 

L'introversione è un modo di essere, non una patologia. Chi invidia gli estroversi e farebbe di tutto per diventarlo forse sarebbe meglio che facesse un elettroshock....
Vecchio 26-04-2011, 11:10   #10
Esperto
 

La risposta alla domanda del topic è no, o almeno non tutti nella stessa misura.
Vecchio 26-04-2011, 11:42   #11
Super Moderator
L'avatar di Labocania
 

Per un introverso è possibile - in particolari contesti - apparire estroverso agli occhi degli estroversi, i quali non riusciranno accogliere in quella comunicativa apertura i caratteri tipici dell'introversione che permeano la performance estroversa.
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a ogni uomo può essere estroverso?
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
KI HA IN FAMIGLIA UN ESTROVERSO EroDioperglialtri SocioFobia Forum Generale 17 11-03-2009 18:29
Moderatore estroverso calimero2 Off Topic Generale 18 22-01-2009 19:06
ogni uomo è normale e può essere introverso ed estroverso cancellato2968 Timidezza Forum 5 21-12-2008 11:32
Chi è troppo estroverso sfigazz SocioFobia Forum Generale 9 10-07-2008 11:01
Riesci a essere te stesso in ogni occasione? salvo-auron SocioFobia Forum Generale 8 09-09-2007 00:53



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 04:47.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2