FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Fobia Sociale > SocioFobia Forum Generale
Rispondi
 
Vecchio 24-06-2005, 15:03   #1
Banned
 

....ciao a tutti,volevo sapere se a qualcuno di voi capita la mia stessa imbarazzantissima situazione....ultimamente le mie mani si mettono a tremare per un niente,domenica scorsa ad esempio all'associazione cattolica che frequento io mi e' successa una cosa che non mi aspettavo affatto....mi trovavo tra quella ragazza di cui ho gia' scritto dicendo che una volta me lo fece notare e un altro ragazzo del gruppo....le mie mani quando abbiamo detto il "padre nostro"e ho dovuto prendere le loro hanno iniziato a tremarmi come sotto l'effetto di una scossa di terremoto,erano come impazzite e non c'era verso di fermarle....davvero non mi era mai capitato a questi livelli....so soltanto che non mi sono mai vergognata tanto in vita mia,in particolare quando loro due si sono guardati e gli e' sfuggita una risatina....inoltre dopo ho notato che lui,il ragazzo continuava a guardarmele mentre reggevo il foglietto dei canti,fortunatamente non mi tremavano piu'...ora e' da allora che non ci sto piu' andando ed ho una paura tremenda a tornarci,per domenica,il guaio e' che quando diciamo la messa le persone che mi capitano affianco non sono mai le stesse,quindi mi potra' capitare con chiunque,anche se stento a credere che la notizia non abbia gia' fatto il giro del gruppo....guai se arrivasse anche al ragazzo che mi piace,fortunatamente credo proprio che non capiteremo mai vicini,io canto e lui no,ma ho cosi' paura che non riesco a vedere nient altro che altre figuracce che dovro' collezionare....lui lo sto incontrando al di fuori della chiesa,li invece ci manco proprio da domenica e non ho il coraggio di tornarci,sono rimasta troppo scioccata da quello che mi e' capitato....domenica e' stata una giornataccia,non ho fatto che pensarci,ho creduto di cadere in depressione tanto che ero agitata,ma tuttora non so come fare,sto a pezzi,piu' agitata di allora,non mi e' mai capitato niente di piu' imbarazzante,temo di essere entrata in un circolo vizioso a causa della mia brutta figura,intanto sarei tentata di non tornarci piu',ma era proprio li che avevo finalmente trovato degli amici e un po' di compagnia....chissa' cosa avranno pensato,di sicuro ad una malattia di nervi e non ad una semplice(neanche tanto pero'...)difficolta' emotiva nel dover dare la mano a qualcuno,io in effetti proprio perche' so che le mani possono tremarmi mi condiziono talmente tanto che alla fine succede veramente.....vi prego,datemi una mano,non vedo via d'uscita a tutto questo....
Vecchio 24-06-2005, 15:57   #2
Principiante
L'avatar di cody
 

mi era venuto da fare una battuta sul "datemi una mano" :lol: no dai scherzo.
i circoli viziosi come questo sono difficili da spezzare. al primo anno di università non riuscivo a mangiare a mensa per questo problema. l'unica soluzione è cercare di esorcizzare la cosa, non farla diventare un'ossessione. so che non è facile, probabilmente ci vorrà del tempo. tu cerca di non pensarci, prova a concentrarti su altro. e comunque ricordati che i tuoi amici non ti giudicheranno per quello
Vecchio 24-06-2005, 17:04   #3
Banned
 

Eh si,me ne rendo conto anch'io,ma la cosa che piu' mi fa rabbia e' che non mi era mai capitato prima,ma se solo immaginassi come tremavano le mie mani non ci crederesti,tu in fondo cosa penseresti di una persona che nel darti la mano trema come una foglia?....una distrazione in effetti ci sarebbe,il padre nostro lo facciamo cantato,e la cosa piu' strana e' stata che nonostante la mia forte agitazione in quel momento ho cantato con una voce ed un'intonazione che non mi ero mai sognata di avere,mi e' venuto benissimo,ma intanto le mie mani tremavano senza sosta....la ragazza ovviamente,per quanto e' stata stavolta eclatante la cosa non mi ha chiesto ne' detto proprio piu' niente,ma li ho visti strani entrambi dopo,come dubbiosi....e intanto ora mi manca il coraggio di tornarci,l'ho combinata davvero grossa.....ma poi tu come hai fatto quando eri all'universita',sei riuscita poi a superarlo questo problema?
Vecchio 25-06-2005, 00:34   #4
Principiante
L'avatar di FunkyGallo
 

..
Vecchio 25-06-2005, 03:08   #5
Principiante
L'avatar di terzocchio
 

beh se il problema è la messa , se sono buoni cattolici non dovrebbero ridere o farti pesare questa cosa...giusto??
ciao
Vecchio 25-06-2005, 04:17   #6
Principiante
L'avatar di shaddina.
 

il tuo problema alle mani ti condiziona ...

ho conosciuto un ragazzo a scuola.. si stava fuori in cortile a fumare.. ho notato piu volte che gli tremavano le mani.. capivo in inverno ma in estate mi sembrava strano..
io non sapevo ancora nulla della fobia sociale o di altro.. quindi non ho sicuramente detto lo capisco..
pero' non mi importava.. non per menefreghismo per il semplice fatto che non era importante il fatto delle mani.. cioè non lo prendevo in giro o lo ignoravo.. ignoravo il problema..

ora posso dire caccate ..

prova a parlare con quetsi.. magari gli dici che hai dei problemi.. che ti tremano senza motivo
o che sei agitata per qualcosa


ti dico.. lo so che per noi è complicato magari trovare degli amici di cui fidarci.. ma se loro ti emarginano o sparlano di te per quetsa cosa.. beh sono persone che è meglio lasciar perdere..

io pur soffrendo ..ho sempre lottato..
ho degli amici.. (compagni di scuoal di mio cugino.. e uno di quelli è stato un mio fidanzato in piu c'è mia cugina..) io con loro non sono molto espansiva ma quando ho saputo della fobia sociale.. ho semplicemnete stampato e fatto leggere a loro.. non tutti:P mi hanno capito.. non mi giudicano anzi.. spesso ci scherzo su io loro non mi hanno mai sparlato o mai mi hanno preso in giro.. semplicemente io sono cois come loro mi vedono e mi vogliono bene per questo..
ora la faccio facile su quetso punto.. perchè non mi posso lamentare.. ma
te lo dico sinceramente.. il tuo problema.. puo' darti l occasione per capire chi ti sta vicino.. devi essere sincera con loro.. se sono tuoi amici
non puoi vivere ocn la paura che ti facciano soffrire.. non è per quello che sono amici.. gli amici ti devono capire e accettare..

prova a prenderla un po' alla leggera..
o se no quando vai li se puoi mettiti in fondo
personalmente quando non ero con gli scout e andavo a messa non davo la mano a nessuno nessuno ti costringe a dare la mano
Vecchio 25-06-2005, 13:47   #7
Banned
 

.....il problema non e' stata tanto la risatina che si sono scambiati perche' e' durata un istante,si sono subito girati e hanno fatto finta di nulla,anche se subito dopo io mi sono andata a fare la comunione e loro no,chissa' cosa avranno detto nel frattempo,stasera li vedro'dopo quasi una settimana,forse la ragazza non c'e',il sabato sera non esce mai con noi....il problema e' che quando diciamo la messa ci troviamo con persone sempre nuove vicino,quindi mi potrebbe capitare davvero con chiunque del gruppo,adulti,miei coetanei,piu' piccoli,ecc...la cosa mi imbarazza ancora di piu' per questo motivo,poco alla volta rischio che lo verranno a sapere davvero tutti e poi non credo proprio che riuscirei a parlare cosi' a tutti quanti,e' vero che una persona discreta e a mio avviso anche intelligente non ti chiede spiegazioni,io farei cosi',ma mi da davvero fastidio che chissa' cosa devono pensare.....poi il "pericolo" a volte c'e' anche quando siamo in oratorio perche' il nostro sacerdote a volte ci fa dire il padre nostro dandoci proprio le mani....ed io spesso la mi trovo vicino proprio al ragazzo che mi piace,posso mai rifiutarmi in mezzo a tanta gente di dare la mano?....sicuramente mi chiederebbero tutti spiegazioni,per giunta ci mettiamo pure in cerchio.....intanto domani sto meditando di andarci quando la messa e' gia' finita,giusto per incontrarli e basta,mi devo prendere una pausa di riflessione,non ce la faccio proprio in queste condizioni,ma mi rendo conto che lo posso fare una volta,al massimo due,di saltare la messa,con la scusa che vado a mare,forse domani cmq non ci andro' perche' mia sorella vorrebbe andarci veramente a mare....dopodiche' sono piu' che certa che il mio sacerdote di sicuro chiedera' come mai non mi faccio piu' vedere a messa,ci tiene che veniamo,la cosa e' aggravata inoltre dal fatto che canto e quindi sto in prima fila,notano quindi se ci sono o non ci sono....tra l'altro e' giusta anche l'idea che potrei mettermi dietro a tutto,ma c'e' sempre qualcuno del gruppo,ad esempio chi sistema i foglietti,ecc..che potrebbe vedermi e chiedermi perche' non vado dagli altri a cantare....anche il ragazzo che mi piace si sente la messa da solo,ma se mi notasse mi chiederebbe di sicuro di andare vicino a lui,e io che farei a quel punto?.....l'unica soluzione mi rendo conto che sarebbe quella di non dare la mano,ma posso mai farlo?....e per giunta con quale motivazione,passerei per una persona poco normale,i consigli che mi avete dato in effetti sono giusti ma non attuabili,dovrei soltanto incominciare a comportarmi in maniera strana,isolandomi dal resto del gruppo e destando una merea di perplessita',ecc.....credetemi vi giuro,sono nel pallone nella maniera piu' assoluta,non vedo nessunissima via d'uscita,so soltanto che se non avessi bisogno di amicizie e li non ci fosse il ragazzo che mi piace,con il quale le cose vanno particolarmente bene in questo ultimo periodo non ci tornerei....e cmq mi dispiacerebbe perche' li in fondo ci divertiamo tantissimo,stiamo tantissimo a contatto con gli altri.....
Vecchio 26-06-2005, 03:59   #8
Principiante
L'avatar di shaddina.
 

se non vedi nessuna soluzione.. fregatene.. di quello che pensano..
Vecchio 27-06-2005, 13:19   #9
Principiante
L'avatar di cody
 

Quote:
Originariamente inviata da WENDY
ma poi tu come hai fatto quando eri all'universita',sei riuscita poi a superarlo questo problema?
ehm ehm...veramente "riuscitO"

comunque, per rispondere alla domanda, credo ci sia riuscito nel momento in cui mi sono accorto che era maggiore l'attenzione che la gente aveva verso le mie qualità che non verso i miei difetti. forse è che siamo troppo abituati a focalizzare su noi stessi, che finiamo a reputarci al centro del mondo. ma credimi, la gente ha già i problemi suoi, che credo abbia poco tempo per stare a rimuginare su una nostra mano che trema, e dopo poco l'avranno già dimenticata
Vecchio 27-06-2005, 14:55   #10
Banned
 

....Cody ma chissa' per quale strano motivo credevo che fossi una donna,tu guarda un po' alle volte....sai,sabato pomeriggio che stavo sola e non avevo niente da fare ho riflettuto tantissimo anche io su questo punto,la gente in effetti non ci guarda mai come crediamo,e' solo nostra impressione,a me addirittura mi capita quella sensazione davvero esagerata che gli altri avvertano addirittura il tuo imbarazzo esattamente cosi' come lo senti tu,nella stessa intensita',e invece non e' cosi',ho provato ad immedesimarmi e a fare io la parte della persona che notava il tremore in un'altra persona....in effetti ho concluso che cosa me ne poteva importare piu' di tanto,magari lo notavo al momento,mi meravigliavo anche ma poi....piu' di tanto non ci pensavo piu',continuavo a pensare a me....la sera sempre di sabato dovevo incontrarli finalmente dopo una settimana per uscire ma stavo cosi' tesa,ma cosi' tesa che quasi non ci riuscivo,poi mi sono fatta coraggio e sono andata,in oratorio ho trovato proprio quella ragazza ma e' stato tutto normale,sembrava come se non fosse successo proprio niente dal modo in cui ci siamo parlate e dopo siamo usciti,lei se ne e' andata a studiare,tra non molto si laurea,ed io alla fine sono rimasta con altre due del gruppo e visto che il gruppo si decimava sempre di piu'chi usciva con la macchina fuori citta',chi con gli esami di stato,ecc... siamo andate a mangiarci una pizza al ristorante noi tre e li tutto normale,ero perfettamente rilassata a tavola.....solo che ieri mattina non ce l'ho fatta ad andarci a messa,li ho raggiunti proprio dopo il Padre Nostro con la scusa che ero andata prima a mare,cerchero' di farmi coraggio per la settimana prossima...altra sorpresa li che mi ha confermato quello che hai detto anche tu,avevo la sensazione come se tutti avessero notato la mia assenza e invece dopo la messa nessuno si era accorto che fino a poco prima non c'ero stata....di sicuro ho capito anch'io di esagerare sempre un po' troppo le cose,ma ancora mi manca il coraggio di ripetere l'esperienza....
Vecchio 27-06-2005, 16:14   #11
Principiante
L'avatar di cody
 

"....Cody ma chissa' per quale strano motivo credevo che fossi una donna,tu guarda un po' alle volte...."
per fortuna che non lo ha pensato anche senna, che sennò ci provava con me :lol:

ad ogni mod, ciò che dici conferma quanto sia complessa la mente umana. vedi, stare a cena con gli amici non ti ha creato alcun problema. mentre la preghiera è stata una sorta di "trauma".sono scogli difficili da superare, se non con il tempo, e con l'esperienza, finchè non finiscono di perdere di importanza. il fatto che io ora abbia acquistato più fiducia in me stesso (e mi è costato duro lavoro) non significa che i problemi siano scomparsi del tutto. ad esempio mi riesce ancora difficile dover fare movimenti di precisione. mi è successo proprio pochi minuti fa. ero in biblioteca per richiedere delle fotocopie, c'era anche una ragazza che mi piace. quando la bibliotecaria mi ha detto che voleva spillarmi i fogli, il solo pensiero di dover per un attimo tenere i fogli fermi mi ha fatto scattare un leggero tremore, il tutto in una frazione di secondo. avrò fatto la figura dello stupido davanti a quella ragazza? poco importa, sono uscito dalla biblioteca sorridendole. vuoi conoscere il segreto? IRONIA
Vecchio 27-06-2005, 16:50   #12
Banned
 

....il trucco sta infatti proprio nel non pensarci,ed infatti proprio perche' a tavola so di riuscire a star tranquilla,non tremare davvero ci riesco perche' mi influenzo positivamente,quello che da questo punto di vista mi spaventa o e' il contatto fisico come appunto la mano nella mano o insomma anche le situazioni simili a quella tua in biblioteca,dover tenere dei fogli o un altro oggetto in mano davanti ad altri,addirittura nel tuo caso una persona che ti interessa...e infatti ho una paura tremenda che mi capiti con il ragazzo che mi piace....neanche a farlo apposta proprio l'altra sera l' insegnante di scuola guida parlando in generale di gente che soffre di mal d'auto,attacchi di panico e quant altro ha chiesto secondo noi come mai questa gente quando si trova al posto di guida non accusa nessun sintomo...la risposta e' semplice....per il fatto che in quel momento e' concentrata esclusivamente sulla guida,cambiare le marce,ecc...gia' se si trovasse li come passeggera inizierebbe ad accusare tutti i problemi di cui soffre....ed ha concluso dicendo proprio per questo tipo di esperienze che il nostro cervello e' pericolosissimo,perche' proprio come nel mio caso e' in grado di memorizzare le esperienze traumatiche assai piu' di quello che sappia fare con quelle positive con la capacita' di influenzare peraltro anche quelle successive e che quindi il nostro compito consiste proprio nell'imparare a dominare le proprie emozioni,a non farsi influenzare da ricordi o esperienze sgradevoli,proprio al fine di non contrarre fobie,paure verie,ecc....una vera e propria lezione di vita,piu' che di guida direi....certo che non esiste un mestiere piu'complesso dello psicologo....
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a Mani che tremano....
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Edward mani di forbice apaticusboy SocioFobia Forum Generale 2 25-12-2006 00:18
Mani che tremano Lilith SocioFobia Forum Generale 15 03-03-2006 17:34



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 11:02.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2021, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2