FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Fobia Sociale > SocioFobia Forum Generale
Rispondi
 
Vecchio 04-04-2021, 10:15   #1
Esperto
 

Ciao, ieri al lavoro, sentivo uno che si è fermato a parlare con una che era a lavorare lì vicino a me. Questo ha la metà dei miei anni, cioè lui ne ha circa 23/24.
Parlava di casa, di mobili, di mutuo, di progetti futuri con la sua ragazza che vive con lui. Che un domani cambieranno casa, che vanno assieme a scegliere i mobili eccetera eccetera..
Io che ero lì a sentire mi sono sentito completamente lontano anni luce da tutto ciò.
Cioè oltre a non aver mai avuto niente di tutto ciò, mi sono proprio detto, mentre quello li parlava, che io non sarei mai in grado di fare tutte quelle cose, di stare in ballo con tutte quelle situazioni, mi sento in incapace sociale. Cioè oltre al lavoro questi riescono ad avere una vita anche fuori, ad essere assieme a qualcuno, sono cercati, conosciuti apprezzati e non hanno difficoltà a trovare un percorso nella vita, a trovare una persona.
Io in tutto ciò non riuscirei mai, anche a cercare casa, arredare eccetera, non saprei neanche come muovermi, questi hanno la metà dei miei anni e sanno come muoversi, hanno giri, conoscenze, si intendono di operazioni burocratiche e bancarie hanno la compagna, sono svegli sotto tutti i punti di vista, io ne alla loro età ne adesso ho mai avuto queste cose. Mi sento lontano anni luce da tutto ciò, ed è veramente frustrante.
Qualcuno si sente così o ha provato a sentirsi così?
Ringraziamenti da
Brutton (04-04-2021), Cincinnati90 (05-04-2021), Darby Crash (04-04-2021), Noradenalin (04-04-2021), spezzata (04-04-2021)
Vecchio 04-04-2021, 10:29   #2
Esperto
L'avatar di syd_77
 

Ma non fanno tutto da soli, già in due è più facile, ma poi hanno i genitori. quando troverò una persona che fa queste cose veramente da sola allora mi toglierò il cappello.
Ho smesso di fare paragoni con gli altri. Se la vita gli va tutta liscia in gioventù sono contento per loro ma non gliene riconosco un grande merito, a me non è andata così e non me ne faccio una grande colpa.
Ringraziamenti da
Guybrush (04-04-2021), matriX85 (04-04-2021), OtherWorld (04-04-2021), sparatemi (04-04-2021), TenenteDan (05-04-2021), tex89 (04-04-2021)
Vecchio 04-04-2021, 10:35   #3
Esperto
L'avatar di Qwerty
 

Io fino qualche anno fa ero così riguardo faccende burocratiche e un po di paura avevo, ma in qualche modo riesco a cavarmela ..
Comprare casa e arredarla invece non ho avuto difficoltà, prendevo quello che mi piaceva e ritenevo comodo, e rientrava nel mio budget.
Ringraziamenti da
matriX85 (04-04-2021)
Vecchio 04-04-2021, 10:40   #4
Avanzato
L'avatar di Texas
 

Ti capisco. Io in queste cose sono un inetto totale, quindi direi che capisco bene.
Vecchio 04-04-2021, 10:48   #5
Esperto
L'avatar di Black_Hole_Sun
 

Non è colpa di nessuno, lo so che si sta male a guardare gli altri ma alla fine non dobbiamo colpevolizzarci e metterci in croce. Ci dicono che siamo noi a decidere il nostro destino, ma è vero solo in minima parte. Se uno ha dei limiti gravi e palesi nel suo DNA è solo sfortuna, c'è chi vive 100 anni e ci sono bambini che muoiono di leucemia. C'è chi nasce forte e sano e chi con gravi handicap, avere una genetica predisposta a depressine FS e altre patologie è quello che a molti "il buon DIO" ha donato, perchè la vita un dono che non hai chiesto di avere. E' tutto un caos a cui cerchiamo di dare spiegazioni ma non ce ne sono, siamo impotenti. Chi non ha questi problemi è impotente allo stesso modo di fronte all'imperscrutabile, ma la hanno una vita materiale ricca e soddisfacente quindi perchè farsi domande esistenziale se l'esistenza funziona come dovrebbe?

Ultima modifica di Black_Hole_Sun; 04-04-2021 a 10:53.
Ringraziamenti da
DownwardSpiral2 (04-04-2021), IO&EVELYN (04-04-2021), Noradenalin (04-04-2021)
Vecchio 04-04-2021, 10:52   #6
Esperto
L'avatar di gaucho
 

Benvenuto nel club
Vecchio 04-04-2021, 11:07   #7
Esperto
L'avatar di Equilibrium
 

Bhe anchio prima di avere a che fare personalmente con ste cose nn ci capivo un cazzo, poi quando le ho dovute fare ho chiesto e mi sono informato, ho fatto anche parecchie figure di merda, ma vabbè
Vecchio 04-04-2021, 12:10   #8
Esperto
L'avatar di Angus
 

Un conto sono insicurezza e passività, un altro le incapacità. Su, non dite che non "sapete" scegliere dei mobili o valutare le condizioni di un mutuo...
Ringraziamenti da
zoe666 (04-04-2021)
Vecchio 04-04-2021, 12:23   #9
Esperto
L'avatar di Angus
 

Cioè, ma che ci vuole a cercare casa...
Vecchio 04-04-2021, 12:31   #10
Esperto
L'avatar di Nightlights
 

Penso che sia abbastanza normale sentirsi lontani anni luce, perché la vita che facciamo noi che stiamo con i nostri genitori è impostata in modo radicalmente diverso dalla loro.
Sul fatto che sia frustrante o meno vedersi in situazioni opposte non saprei rispondere: da un lato li ammiro ma per altri aspetti non vorrei essere al loro posto.

Inviato dal mio SM-J510FN utilizzando Tapatalk
Vecchio 04-04-2021, 13:07   #11
Esperto
L'avatar di DeadSoul
 

Quote:
Originariamente inviata da Architeuthis- Visualizza il messaggio
Io evito la vita sociale per non sentire questi discorsi, farei scena muta.
È capitato anche a me, durante un corso che ho fatto, sentire ragazze di 22/25 anni parlare di prendere casa e convivenza, pura fantascienza per me.
Anch'io evito, più che altro, per stare male a sentire che gli altri fanno cose ed io invece mi sento, nonostante i 22 anni, come se ne avessi ancora 15.
Vecchio 04-04-2021, 13:14   #12
Avanzato
L'avatar di Texas
 

Anche per me questo è uno dei motivi che mi porta ad evitare contatti sociali, non è certo l'unico motivo, ma è uno dei motivi.

Il problema è che il divario è impietoso, genera evitamento e a sua volta l'evitamento produce altro evitamento che a sua volta allarga ancora più il divario con gli altri.

Può sembrare un ragionamento contorto, ma in fin dei conti è un serpente che si morde la coda. Bisognerebbe spezzare la catena con un atto di coraggio, il problema per quanto mi riguarda è che si tratterebbe non altro che di una sporadica e isolata esposizione a una tortura per poi farmi tornare nel mio guscio protettivo.
Ringraziamenti da
Cincinnati90 (05-04-2021)
Vecchio 04-04-2021, 13:16   #13
Avanzato
L'avatar di Ortica
 

Ma ragazzi, si fa di necessità virtù, semplicemente. Neanche loro farebbero nulla di tutto ciò se non fosse una necessità. Si impara nella vita, anche sbagliando. Non date per scontato che non ne sareste in grado
Ringraziamenti da
Daytona (04-04-2021), Equilibrium (05-04-2021), HelterSkelter (04-04-2021), sparatemi (04-04-2021), Trinacria (04-04-2021), zoe666 (04-04-2021)
Vecchio 04-04-2021, 13:21   #14
Esperto
L'avatar di Angus
 

La cosa più terribile, imo, è accorgersi dopo 10 anni che un fatto come "vivere con i propri genitori" di per sé non è rappresentativo di alcun presunto ritardo, e di aver sprecato 10 anni.
Ringraziamenti da
Goh (04-04-2021), Nightlights (04-04-2021)
Vecchio 04-04-2021, 13:27   #15
Esperto
 

Molte cose non mi sono trovato ad affrontarle, e spesso ho demandato ai miei, per cui "non ci so fare" in alcuni ambiti in cui i miei coetanei, e non solo, si muovono con relativa tranquillità. Non so se definirmi incapace, è più corretto dire che sono ignorante, non so come si fa, anche pratiche che dovrebbero essere alla portata di tutti (per es. fare una raccomandata alle poste, devo rivedere su Google come si fa). C'entra anche la scarsa memoria. Se apprendo una cosa e non sono costretto a farla x volte in un certo tempo, tendo a dimenticarla.

Ultima modifica di alien boy; 04-04-2021 a 13:29.
Vecchio 04-04-2021, 13:30   #16
Esperto
L'avatar di Nightlights
 

Quote:
Originariamente inviata da Angus Visualizza il messaggio
La cosa più terribile, imo, è accorgersi dopo 10 anni che un fatto come "vivere con i propri genitori" di per sé non è rappresentativo di alcun presunto ritardo, e di aver sprecato 10 anni.
No non lo è, ma il problema è quando lo presumono gli altri, il ritardo.
E quindi quando si comincia a discutere di tale argomento si finisce per doversi quasi giustificare, e a volte è inutile perché tanto sei già stato inquadrato. E quindi scatta l'evitamento

Inviato dal mio SM-J510FN utilizzando Tapatalk
Vecchio 04-04-2021, 13:47   #17
Esperto
 

Vedendo le risposte fino adesso, per le quali comunque ringrazio tutti ed ovviamente è logico che ognuno possa esprimere la propria opinione, ho visto che alcuni hanno capito cosa intendevo dire, e qualcuno lo ha capito un po' meno.
Sentire una persona che ha la metà dei miei anni fare cose e intendersi di cose che io neanche saprei come girarmi perché neanche le ho mai avute /fatte, mi fa sentire letteralmente di merda perché mi sento lontano proprio anni luce da loro, da quello che fanno, da come sono riusciti ad inserirsi perfettamente nei meccanismi della vita, senza alcuna difficoltà.
Ero lì che li sentivo parlare e mi sono detto che io non ho niente di tutto ciò, neanche sanno che esisto, non sarei neanche in grado nei loro discorsi, non avrei nulla da dire, loro sanno e fanno cose a 23 anni, come giustamente ha risposto qualcuno di voi, che io a 47 neanche so di cosa parlano, quando io a 47 anni, in una condizione di normalità, dovrei avere più esperienze di uno di 23, in tutto, invece non so niente di quello che sanno loro, a 24 anni cambiano casa, comprano casa, sanno termini bancari, parlano di mutui, restauri, parlano della convivenza con la loro ragazza.. e potrei andare avanti ore e ore a elencare...
Cioè sentire parlare di tutte queste cose gente che ha quasi 25 anni meno di me mi fa sentire inferiore, lontano dalla realtà, diverso, tagliato fuori, inesistente.
Spero di essermi fatto capire anche da chi prima forse non ha compreso bene cosa intendo dire.
Come ha risposto qualcuno, è il divario, la forbice sempre più ampia tra noi e gli altri, sotto qualsiasi discorso o punto di vista che ti fa sentire male, o perlomeno a me fa sentire veramente non all'altezza degli altri, che intanto crescono, vivono, fanno esperienze, percorrono le tappe della vita, e io no.
Ringraziamenti da
pure_truth2 (05-04-2021)
Vecchio 04-04-2021, 14:16   #18
Intermedio
L'avatar di IljaIlic
 

Non è una gara a chi fa prima, anzi secondo me il tuo collega sta un po' bruciando le tappe, è difficile che chi mette su casa e famiglia poco dopo i 20 arrivi a 30 nella stessa situazione, lo dico perché di esperienze così ne ho viste. Ci sono vite in cui le cose accadono prima e altre in cui accadono dopo, un po' come le fioriture delle piante. Il grosso problema è quando la fioritura non arriva mai, come è capitato nella mia o nella tua vita.
Ho avuto un'esperienza del genere anni fa, un mio collega mi è venuto a trovare e ho potuto fare un confronto fra la sua vita (nuova casa, viaggi all'estero ecc.) e la mia (morte del cane, problemi gravissimi sul lavoro, esaurimento nervoso) e nei giorni dopo non feci altro che piangere.
Purtroppo ci sono vite più fortunate e altre meno, nessuno di noi pensa "che bello, sono in salute" finché non incontra una persona gravemente malata. Impariamo ad apprezzare la luce solo quando vediamo anche l'ombra.
Vecchio 04-04-2021, 15:38   #19
Esperto
L'avatar di vikingo
 

Io ho scelto di vivere solo quando ho capito che delegando troppe cose ai genitori non avevo un autonomia totale anche perche loro non e che mi dicessero gestiscili tu.da novembre ho cominciato a ordinare al telefono dal paninaro a prenotare il dentista.ad andare al tabacchino in banca.a girare per i preventivi dell auto.mi sono messo a parlare con le commesse.sto impwrando a gestire questioni burocratiche a fare la spesa.cose che forse si dovevano imparare prima ma ognuno fa il suo percorso di vita.il problema e se non si fanno mai queste cose allora si passa per ritardati.comprare i mobili per la casa mi sembra forse la cosa meno impegnativa.rispetto almeno per me a guardare dentro il cofano dell auto mettere il liquido del radiatore tutte cose che magari da un uomo ci si aspetta
Ringraziamenti da
Goh (04-04-2021)
Vecchio 04-04-2021, 15:41   #20
Principiante
 

Complimenti per il coraggio di stare in mezzo a queste persone.
Rimango sempre stupito nel leggere di utenti che nonostante tutto frequentano il lato illuminato della luna.
Il divario non è solo impietoso ma netto.
Quello che amministrano i normaloidi personalmente me lo sogno, sono impotente nei processi della vita.
Ringraziamenti da
Maximilian74 (04-04-2021)
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a Il divario è impietoso
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Divario enorme... Ezp97 SocioFobia Forum Generale 116 25-02-2021 16:03



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 05:07.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2021, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2