FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Off Topic > Off Topic Generale > Forum Cinema e TV
Rispondi
 
Vecchio 25-06-2020, 00:57   #1
Esperto
L'avatar di Moonwatcher
 

Chi l'ha visto?

Io finito poco fa, non mi è dispiaciuto anche se non è esattamente il mio genere di film.

Se avete commenti postateli qua.
Vecchio 25-06-2020, 07:22   #2
Esperto
L'avatar di zoe666
 

L'impostazione mi ha ricordato molto training day, con piccoli pezzi di kids, sia relativamente allo stile di riprese e di recitazione, che all'impostazione del racconto di una giornata di varie persone e di come determinati destini si incrociano.
Un pò didascalico forse, anche se ho apprezzato il finale lasciato col nero ( nel montaggio, non il negretto ) che interrompe l'azione un attimo prima che si capisca cosa possa essere successo.
Sicuramente attuale, furbescamente uscito al momento giusto.
Non annoia, adrenalinico, con quel tocco di fastidio perenne per le vessazioni subite dai "piccoletti".
Vecchio 25-06-2020, 10:28   #3
Esperto
L'avatar di Moonwatcher
 

Non ho visto Training Day, cmq sì stile che vorrebbe essere simil documentaristico, spaccato sociale, ecc. Mi sembra anche ben fatto e ben recitato, però onestamente non mi prende più di tanto sto tipo di film.
E i finali con dissolvenza in nero sul più bello raramente li trovo una scelta azzeccata, più spesso mi sembrano un cliché fine a se stesso e mi lasciano solo frustrato.
Vabbè ma era un film scelto da andrimmi cosa ci si poteva aspettare di più, passiamo al prossimo?
No spè forse Franz voleva fare qualcuna delle sue dotte riflessioni.
Vecchio 25-06-2020, 10:55   #4
Esperto
L'avatar di Franz86
 

Quote:
Originariamente inviata da zoe666 Visualizza il messaggio
Un pò didascalico forse, anche se ho apprezzato il finale lasciato col nero ( nel montaggio, non il negretto )







L' ho trovato un film che si fa guardare ma nulla di particolare, che secondo me funziona di più finché mantiene quella vena sottilmente grottesca della ricerca del leoncino, poi boh, l' ho trovato come se cadesse un po' nel già visto pur non guardando abitualmente questo genere di film.

Ripropongo le riflessioni fatte col pigro Moon:
- immagino la versione in lingua originale sia altra cosa, questi personaggi da periferia che parlano in italiano perfetto sono effettivamente irreali, d' altronde non comprendendo minimamente il francese non avrei avuto modo di godere di questo aspetto.

- il film appartiene al filone "impegnato" di denuncia dell' operato delle FdO e ci sta: piuttosto mi ha lasciato perplesso la rappresentazione dei Fratelli Musulmani, che, al di là di qualche accenno alle attività criminose svolte anche da loro, sono rappresentati in maniera direi principalmente positiva, come una sorta di struttura di mutuo soccorso nell' anarchia delle periferie. Mi pare un po' come se presentare la polizia in maniera politically uncorrect sia diventato politically correct, mentre per provare a toccare il fanatismo religioso non sia ancora tempo.

- connesso al punto precedente: per quanto riguarda la polizia viene inserita la figura femminile forte e di comando, anche se compare solo in una scena iniziale, poi però il mondo della periferia sembra un universo molto maschile, con le donne che piuttosto emblematicamente compaiono quasi solo a difesa della casa e dei figli ... non che io sia un attivista che sbraita per richiedere la parità di genere ovunque, tutt' altro, più facile che nei film francamente la veda come una forzatura, però in questo, dove pare si voglia fornire una visione almeno in parte realistica delle cose e dove soprattutto si mette in scena il fondamentalismo religioso boh, qualcosa me lo sarei aspettato.
Ringraziamenti da
zoe666 (25-06-2020)
Vecchio 25-06-2020, 11:22   #5
Esperto
L'avatar di Moonwatcher
 

1) Sono d'accordo, debbo dire che questa è la controprova, se mai servisse, che vedere un film sottotitolato aggiunge poco se poi non conosci la lingua. Molto più importante vederlo nel corretto formato, nella corretta qualità audiovisiva e su uno schermo di dimensioni almeno dignitose, cose di cui pochi si preoccupano, fonderò un'associazione che si batta per questo, che avrà come slogan lo scorsesiano "non guardatelo sul cellulare".


2) e 3) molto interessanti le considerazioni sul realismo della rappresentazione sociale , non ci avevo pensato.

Ultima modifica di Moonwatcher; 25-06-2020 a 11:25.
Vecchio 25-06-2020, 20:42   #6
Esperto
L'avatar di An.dream
 

Perle ai porci (mi riferisco a munuoccia).

Film di denuncia sociale ben riuscito.
Protagonisti questi bambini senza figure di riferimento, a parte Mbappé. Nessuno riesce a proteggerli, né le forze dell'ordine, né la malavita. L'unica speranza, la religione, ma troppo debole per poterlo fare. Non gli resta che farsi giustizia da soli.

Il finale è perfetto, non è affatto un finale aperto, ma capisco che c'è chi ha bisogno di 10 secondi di boom per esaltarsi.

Le donne in questo film sono assenti, ma ancora di più lo sono gli uomini. Non ci sono padri in questo film.
Vecchio 26-06-2020, 18:04   #7
Esperto
L'avatar di Moonwatcher
 

Eh l'ho detto che non è il mio genere e non azzardo analisi e giudizi U.U, cmq sì mi è sembrato anche buono come film di denuncia sociale, non dico il contrario, solo che parlare di quanto un film sia realistico è quanto più distante ci sia dalla mia idea di cinema, poi dal punto di vista sociale vabbè, veramente mi interessa anche poco ma è un mio limite che riconosco.

Una cosa però volevo aggiungere ad un paio di giorni dalla visione: quel che mi è piaciuta di più forse è la dinamica interna dei tre poliziotti, con i due che fanno gli sceriffi di quartiere comportandosi non da meno dei delinquenti, e trattano il terzo da ritardato, il quale però poi ad un certo punto dimostra la propria superiorità sia morale che diplomatica (sostanzialmente si occupa sia di medicare il bambino che di parare il culo ai due recuperando il video). Anche sta roba qua probabilmente è poco realistica però a me è piaciuta, in un certo senso mi sembra nel clima di corruzione e delinquenza generale l'unico barlume di speranza, un possibile padre, lo riconoscerei più in lui io. E non sono d'accordo che il finale non sia aperto, visto che il bambino simbolicamente si trova a fronteggiare proprio lui. Il mancato boom non c'entra niente.

Ma nessun altro l'ha visto? Solo noi 4? Meno male che era il più votato, immagino gli altri.
Vecchio 27-06-2020, 12:38   #8
Esperto
L'avatar di JR_Reloaded
 

365 giorni, ne avevo sentito parlare in modo molto negativo ed ero curiosa di vedere che trashata fosse, beh, effettivamente è la cosa più obbrobriosa che abbia mai visto(in realtà l'ho visto solo a metà perchè oltre ad essere obbrobrioso è anche noioso), un cinquanta sfumature di grigio, ma ancor peggio di cinquanta sfumature di grigio. Il protagonista è uno che somiglia a Fabrizio Corona, un mafioso siciliano, la protagonista è una signorina Polacca (molto bella devo dire, ma io sono sempre stata molto affascinata dai lineamenti dell'est) praticamente questo in punto di morte si era "sognato" il viso di questa signorina che non aveva mai visto prima in vita sua, poi un giorno la vede, capisce che è la tizia delle "sue visioni" e la rapisce (dovrebbe essere un film romantico, può essere romantico un film che parla di un tizio che rapisce una tizia?) non vi svelo il resto se volete vederlo (io vi consiglierei di no) ma vi dico che è una specie di film porno con una trama un pò più "articolata."

Ultima modifica di JR_Reloaded; 27-06-2020 a 12:50.
Vecchio 27-06-2020, 14:22   #9
Esperto
L'avatar di Moonwatcher
 

Jr penso volessi scrivere nel topic dell'ultimo film visto ma hai sbagliato.
Vecchio 29-06-2020, 16:39   #10
Esperto
L'avatar di matriX85
 

Un film che rappresenta la realtà dura e cruda della periferia di un paese della Francia, dove vivono le persone più disagiate ed emarginate dalla società, da qui infatti il titolo del film Miserabili.
Un sorta di Gomorra alla francese si può definire tutto questo, in questa baraonda urbana di illegalità e violenza viene catapultato un poliziotto quasi novello che ha poco tempo di ambientarsi e capire come muoversi e destreggiarsi nelle varie situazioni che si presentano, ma se vuole riuscire a cavarsela deve imparare in fretta.
Questa convivenza fra vari gruppi etnici e la polizia con il passare del tempo si fa sempre più difficile e aumenta sempre più il livello di tensione e sopportazione, che complice anche un episodio di un furto di un leoncino da circo, si trasforma in una miccia pericolosa ed esplosiva, difficilmente controllabile.
In sostanza il film non mi è dispiaciuto , ha toccato dei temi difficili sulla situazione odierna della Francia, dove ho visto delle similitudini alla nostra, però mi aspettavo di più visto i premi che ha ricevuto soprattutto,mi è sembrato scontato e prevedibile con il passare dei minuti la trama.
Ringraziamenti da
Moonwatcher (30-06-2020)
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a Il club del film - I miserabili (2019) - Commenti
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Il club del film Moonwatcher Forum Cinema e TV 67 12-07-2020 20:56
Night club o lap dance club Jacksparrow Amore e Amicizia 6 12-03-2017 21:58
Commenti sui ragazzi di informatica Svers0 Forum Geek 32 15-08-2015 19:18
I commenti non richiesti ~~~ Storie Personali 4 23-09-2013 07:11
miserabili studenti di psicologia salvo-auron SocioFobia Forum Generale 15 24-08-2007 01:20



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 23:00.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2