FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Fobia Sociale > Gruppi di auto aiuto
Rispondi
 
Vecchio 25-07-2019, 11:20   #21
Avanzato
L'avatar di Edwin
 

Ho fatto il lavoro meno adatto a me per il solo motivo di dimostrare a me stesso che potevo farlo
Vecchio 25-07-2019, 14:19   #22
Esperto
L'avatar di Kitsune
 

Ogni piccola cosa mi richiede coraggio ma quelle che han lasciato il segno son state il primo giorno di lavoro, il primo incontro dal vivo con la fidanzata, l'esame di maturità (pensavo di scappare cambiare nome e paese pur di evitarlo).
Ultimamente ho avuto la visita medica per il rinnovo patente.
Poi pensi sempre "ma sì alla fine non era così difficile" ma purtroppo questa consapevolezza non aiuta nelle fasi precedenti.
Vecchio 25-07-2019, 14:25   #23
Intermedio
L'avatar di dystopia
 

- mi sono iscritta ad un corso di formazione anche se all'inizio avevo paura.
- ho accettato uno stage anche se quando me l'hanno proposto il mio istinto mi diceva di rifiutare (ma il mio istinto mi dice sempre di rifiutare quindi sto imparando a metterlo a tacere).

Inviato dal mio HUAWEI VNS-L21 utilizzando Tapatalk
Vecchio 25-07-2019, 14:32   #24
Avanzato
L'avatar di Dr. Zoidberg
 

Anch'io mi sono iscritto ad un corso di formazione, "gestione del magazzino".
E' stato l'anno scorso, davano gratis anche il patentino per portare i carrelli elevatori, muletti ecc. L'ho completato e l'ultimo giorno con i ragazzi del corso sono andato anche al bar. Non sono stato tanto male, anzi.
Vecchio 25-07-2019, 15:07   #25
Esperto
L'avatar di milton erickson
 

Quote:
Originariamente inviata da XL Visualizza il messaggio
E che criterio bisogna usare?
.... Ho paura, ma mi sa che non è questo il principale sistema malfunzionante che produce poi gli effetti, è un effetto di altri deficit anche questo. Lo vedo più come un sintomo che come una causa.
Non ho detto che la paura sia l'unico fattore coinvolto...e come dici tu più che una causa è un sintomo
Di cosa ? Secondo me di apprendimenti che non sono stati fatti per tempo in quell'ambiente sicuro di cui parlano i teorici dell'attaccamento (ovvero in presenza di genitori che guidano nella maniera corretta)

Ovviare a queste mancanze in età adulta è tutt'altro che semplice.

Mi spiace che i tuoi tentativi di superare i tuoi problemi non siano andati a buon fine..probabilmente non hai trovato le persone giuste che sapessero accompagnarti nei tuoi tentativi di miglioramento (terapeuti ma non solo)

Il criterio da usare nell'esporsi in tal senso è quello di farlo gradualmente, in ambienti sicuri, e con la guida (se possibile) di persone competenti...che questo poi nella pratica sia difficile non lo metto in dubbio..a volte ci vuole molta tenacia e fortuna per trovare queste persone e ambienti giusti..

Le storie che sono state postate nel forum da persone che ce l'hanno fatta spesso sono la conferma di ciò: gente che ha cambiato 3 o 4 terapeuti prima di uscirne fuori, momenti di migliormento seguiti da ricadute ecc Si veda ad esempio questo thread (https://fobiasociale.com/guarire-si-...-favore-49272/ ) di cui cito la parte più significativa:

"Non sono guarita da un giorno all'altro, nel corso degli ultimi due- tre anni ho avuto diversi miglioramenti (trovato lavoro, cominciato l'università, preso la patente) ma nonostante questi successi esterni non mi sentivo bene con me stessa e l'ansia e l'evitamento erano ancora molto accentuate. Riuscivo ad affrontare una situazione solo quando la controllavo (dovevo sapere per filo e per segno cosa mi aspettava, se qualcosa cambiava anche di poco andavo nel panico.

Sono stata in terapia diverse volte: psicologo della scuola alle elementari-medie, psicologa tradizionale, del tipo come stai? (circa 1 anno), psicologa cognitivo comportamentale (circa 1 anno), altro psicologo specializzato in emdr. (circa 1 anno) Nessuno di questi ha avuto risultati sperati. L'emdr all'inizio sembrava funzionare poi la terapia si è affossata, in quel periodo sono caduta in depressione. Verso la fine del rapporto ho cominciato ad incontrare una psichiatra, che ha "tamponato" la situazione con i farmaci.

Ho mollato la psicologo, ero piena di rabbia perchè non riusciva ad aiutarmi. Ero anche ormai studa di psicologi e affini, ma la situazione si era fatta troppo grave (pensieri suicidi, autolesionismo, ho dovuto mettermi in aspettativa al lavoro) e ho cominciato ad andare da un altro terapista (psichiatra e psicologo di indirizzo junghiano).

Questa volta è stata diversa però. I miglioramenti sono arrivati dopo qualche mese, e mi sentivo sulla stessa lunghezza d'onda con quest'ultimo, non mi diceva le solite banalità trite e ritrite, sentivo che sapeva quel che faceva, e che non dava nulla per scontato. Il primo grande risultato è stata la fine dell'episodio depressivo (questo febbraio circa), e poi mi è tornata la voglia di vivere e di fare.Ho ritrovato la mia parte leggera, e tante delle cose che mi sembravano insormontabili ora le faccio quasi tranquillamente. L'ansia prima di un incontro, telefonata, ecc, c'è ancora,il fatto è che non mi tiro più indietro."

Ultima modifica di milton erickson; 25-07-2019 a 15:28.
Vecchio 25-07-2019, 16:52   #26
XL
Esperto
L'avatar di XL
 

Quote:
Originariamente inviata da milton erickson Visualizza il messaggio
Non ho detto che la paura sia l'unico fattore coinvolto...e come dici tu più che una causa è un sintomo
Di cosa ? Secondo me di apprendimenti che non sono stati fatti per tempo in quell'ambiente sicuro di cui parlano i teorici dell'attaccamento (ovvero in presenza di genitori che guidano nella maniera corretta)

Ovviare a queste mancanze in età adulta è tutt'altro che semplice.

Mi spiace che i tuoi tentativi di superare i tuoi problemi non siano andati a buon fine..probabilmente non hai trovato le persone giuste che sapessero accompagnarti nei tuoi tentativi di miglioramento (terapeuti ma non solo)

Il criterio da usare nell'esporsi in tal senso è quello di farlo gradualmente, in ambienti sicuri, e con la guida (se possibile) di persone competenti...che questo poi nella pratica sia difficile non lo metto in dubbio..a volte ci vuole molta tenacia e fortuna per trovare queste persone e ambienti giusti..
Ma è un paradosso, se già io a monte tollero poco la frustrazione, come si può curare questa cosa qua richiedendo che la persona sia già dotata della capacità di tollerarla?
Ormai io comunque non sento più niente come supportivo, vorrei staccare dopo un po' la testa quasi a chiunque, nessuno mi sembra mi sia di aiuto davvero, ci son solo persone che mi creano altri problemi.
Ho una personalità a monte conflittuale, che tollera poco la frustrazione, che prova poco piacere (se non dispiacere) nel fare un mucchio di attività che altri trovano gratificanti, gli effetti poi son forme di ritiro, deficit di apprendimento, incapacità di adattarsi placidamente senza troppo dispiacere.
Non provo piacere morale nel vincere la paura, provo piacere solo se ottengo un pingue bottino senza faticare troppo, e quando ho molta paura in genere questa cosa qua davvero non si verifica. Le mie soglie funzionano così mi sa, anche del rendermi utile agli altri non me ne frega nulla (per questo anche il volontariato insomma non è stata una buona idea) se poi non mi valorizzano davvero nei modi che desidero.
Rientro tra i fobici e timidi come sintomi ma mi sa che ho problemi ben diversi e molto più complicati da risolvere a monte. Ammesso che si possano risolvere in qualche modo.

Ultima modifica di XL; 25-07-2019 a 17:18.
Ringraziamenti da
Masterplan92 (25-07-2019), the_Dreamer (26-07-2019)
Vecchio 25-07-2019, 17:38   #27
Esperto
L'avatar di Masterplan92
 

Quando mi toglierò la vita.
Vecchio 25-07-2019, 18:49   #28
Intermedio
 

Ogni volta che ho paura e però agisco lo stesso. Tipo oggi ho dovuto ringraziare una maestra e sono stata 40 minuti a pensare come fare perche era sempre occupata e non me la sentivo. Però volevo farlo e ho deciso che l avrei fatto. E così l'ho fatto e sono stata contenta
Ringraziamenti da
Moonwatcher (25-07-2019)
Vecchio 26-07-2019, 00:04   #29
Esperto
L'avatar di the_Dreamer
 

L' alzarmi ogni giorno ed iniziare una nuova giornata insensata.
Vecchio 26-07-2019, 08:59   #30
Esperto
L'avatar di CryingOnMyMind
 

Quando ho parlato a mia madre dei problemi che ho. In tal modo sono stato spronato a iniziare la psicoterapia
Vecchio 06-11-2019, 18:13   #31
Principiante
 

-Quando ho deciso di iniziare una psicoterapia
-Quando ho "lavorato" nonostante stessi molto male
Vecchio 06-11-2019, 19:06   #32
Esperto
L'avatar di Xchénnpossoreg?
 

*Certo ci vuole coraggio, eh. Bisogna abbandonare tutto. Beh il rischio c'è, del resto se non rischi... tu non hai mai rischiato?
*Una volta, una volta ho messo 2 fisso Inter- Cagliari
( cit.)
Ringraziamenti da
Vertigo (06-11-2019)
Vecchio 06-11-2019, 20:15   #33
Esperto
L'avatar di incompresa88
 

Praticamente affrontare ogni giornata per me richiede un coraggio estremo... Sono un caso grave, ho paura di tutto. Qualunque interazione mi crea disagio, quindi anche solo uscire per fare la spesa richiede coraggio.
Tra i miei momenti di maggior coraggio, direi:
- Aver affrontato l'università
- I viaggi che ho fatto con una persona conosciuta su internet anni fa (ormai non ci sentiamo più, ma la prima volta partii per andare a conoscerlo in un'altra nazione)
- Aver partecipato a un raduno (durante il quale ho conosciuto l'unica persona che frequento al momento)
- Il tirocinio fatto dopo l'università (che mi ha lasciato traumatizzata)
Vecchio 06-11-2019, 20:17   #34
Esperto
 

Quote:
Originariamente inviata da milton erickson Visualizza il messaggio
Chi soffre di fobia, ha nella paura la sua nemica principale.

Per questi io credo spesso che i momenti in cui decidiamo di affrontare le nostre paure siano momenti di crescita e di apprendimento importante.

Ricordate qui i vostri momenti di coraggio e perchè sono stati importanti
I momenti di coraggio ci sono, così come quelli di crescita. Ma purtroppo ci sono anche i momenti di regressione, e quelli rovinano sempre tutto.
Vecchio 06-11-2019, 20:20   #35
Intermedio
 

Ho sempre bisogno di coraggio per fare telefonate in ufficio.

Inviato dal mio SM-A405FN utilizzando Tapatalk
Vecchio 06-11-2019, 21:14   #36
Esperto
L'avatar di Ciasty
 

Il coraggio non mi manca, non saprei da dove iniziare
Vecchio 06-11-2019, 23:09   #37
Esperto
L'avatar di syd_77
 

Solo io non ho avuto momenti di coraggio?
Vecchio 06-11-2019, 23:22   #38
Esperto
L'avatar di syd_77
 

Quote:
Originariamente inviata da incompresa88 Visualizza il messaggio
Sono un caso grave, ho paura di tutto.
Tra i miei momenti di maggior coraggio, direi:

- I viaggi che ho fatto con una persona conosciuta su internet anni fa
- Aver partecipato a un raduno (durante il quale ho conosciuto l'unica persona che frequento al momento)
persino i casi gravi sono meno gravi di me : non riuscirei mica a farle quelle cose.
non ti offendi vero se ti dico "grave"? l'hai detto tu stessa.. oppure si sono stato offensivo e in tal caso chiedo scusa.
Vecchio 06-11-2019, 23:28   #39
Esperto
L'avatar di incompresa88
 

Quote:
Originariamente inviata da syd_77 Visualizza il messaggio
persino i casi gravi sono meno gravi di me : non riuscirei mica a farle quelle cose.
non ti offendi vero se ti dico "grave"? l'hai detto tu stessa.. oppure si sono stato offensivo e in tal caso chiedo scusa.
No, figurati, non me la prendo È la verità. Lo dico sempre io stessa di essere messa malissimo (ed è così). Considera che quelli elencati sono quasi dei miracoli, dei momenti di gloria in una vita completamente vuota e passata in solitudine. Ho paura pure ad uscire sotto casa, per farti capire come sto. E noto che più passa il tempo, più peggioro. Alcune delle cose elencate non riuscirei più a farle.
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a I vostri momenti di coraggio
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
I vostri momenti di gioia mezzastella SocioFobia Forum Generale 20 11-11-2016 18:51
momenti di ottimismo alternati a momenti di pessimismo sato SocioFobia Forum Generale 11 27-07-2015 15:28
I vostri genitori quante responsabilità hanno sui vostri problemi sociali? Van_Gogh Sondaggi 65 02-03-2015 19:20
Momenti esilaranti con vostri amici/conoscenti Ansiaboy Amore e Amicizia 1 07-10-2013 22:10
Quali sono stati i vostri momenti/episodi piu positivi nella vostra vita? Blur SocioFobia Forum Generale 30 11-08-2013 15:00



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 22:00.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2