FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Off Topic > Off Topic Generale > Forum Musica
Rispondi
 
Vecchio 01-09-2022, 23:02   #21
Esperto
L'avatar di pokorny
 

Quote:
Originariamente inviata da muttley Visualizza il messaggio
Perché non ti piace il jazz involuto?
Perché ha una dimensione troppo cerebrale. L'orecchio è "naturalmente" portato a cercare centri tonali o comunque a mantenere dei riferimenti. Non credo in questo caso al relativismo culturale secondo cui tutte le forme d'arte avrebbero pari peso e importanza nell'Umanesimo mondiale; nell'arte figurativa abbiamo ottimi concorrenti ma la musica "cosa nostra ie". Perché ci sono tantissimi concertisti e musicisti orientali che suonano la musica basata sulla nostra divisione dell'ottava e pochissimi occidentali che fanno il contrario? C'è un buon motivo e probabilmente lo conosci pure, ovvero che con la divisione inn 12 suoni è possibile passare da una tonalità all'altra senza problemi. E questo può produrre una varietà straordinaria di idee e soluzioni. Anche se uno non sa cosa sta funzionando sotto il cofano, "sa" che la musica basata sulla nostra suddivisione dell'ottava è meravigliosa, e fa 1000 km per andare a sentire il concerto del gruppo che ama.

In breve, quel tipo di Jazz sembra veramente voler strafare con modulazioni lontanissime, una catena di accordi mai risolti e fatti apposta per far credere che l'armonia (spesso si fa per dire) porterà quel certo accordo in quello che ci aspettiamo poi non succede. Nessuno chiede l'applicazione delle regole scolastiche ma credo che esista un punto di rottura nella capacità di decodifica del cervello, e quella musica sia fatta apposta per superarlo. Per molti è esattamente qui il suo fascino, a me invece dà un senso di desolazione esattamente dello stesso tipo che ha descritto Hor nel post di partenza. Mi sembra già di respirare fumo di sigaretta anche solo ascoltando le prime note... L'unico antidoto è "Luz negra" nella versione di Bollani e non credo che esista essere umano che non lo possa trovare commovente
Vecchio 01-09-2022, 23:07   #22
Banned
 

Ultimamente non sopporto quasi tutta la musica leggera e vorrei essere abbastanza educato da ascoltare solo classica e robe sofisticate ma non capisco nulla di teoria musicale

Ma alla fine è tutta uguale, sono belle le emozioni della musica live, ma dopo anni di ascolto della leggera vedi che sono tutte uguali e non cambia niente
Ringraziamenti da
Angus (02-09-2022)
Vecchio 02-09-2022, 05:44   #23
XL
Esperto
L'avatar di XL
 

Per la verità non ho generi che non mi piacciono, mi pare che poi trovo sempre qualche canzone di quel particolare genere che mi piace, sono i brani e le singole canzoni che possono non piacermi.
Non c'è un genere che mi piace e non c'è un genere che non mi piace.
Forse anche perché non ho ricevuto alcuna educazione musicale, ho sempre pescato qua e là senza capirci granché orientandomi solo col mio gusto, che spesso non riesco a prevedere benissimo dove va a parare.
Credevo non mi piacesse il jazz e poi ho trovato canzoni e brani del genere che mi piacevano e che ho ascoltato a ripetizione.
La cosa difficile per me è trovare davvero molte cose all'interno di un genere solo che mi piacciono.

Ultima modifica di XL; 02-09-2022 a 13:23.
Vecchio 02-09-2022, 05:49   #24
~~~
Esperto
L'avatar di ~~~
 

Adesso non mi viene in mente niente
Vecchio 02-09-2022, 06:08   #25
Banned
 


Non direi che non lo sopporto, ma potrebbe essere qualcosa di realmente grandioso e invece... questo. Professionisti e artisti del cazzeggio.
Vecchio 02-09-2022, 08:05   #26
Esperto
L'avatar di pokorny
 

Quote:
Originariamente inviata da Rikott Visualizza il messaggio
Ultimamente non sopporto quasi tutta la musica leggera e vorrei essere abbastanza educato da ascoltare solo classica e robe sofisticate ma non capisco nulla di teoria musicale
Ci sono molti autori per cominciare ad ascoltare musica classica, tipicamente quelle opere che erano la musica leggera dell'epoca. Ad esempio i concerti di Handel e tanto altro. La teoria non serve, se piace si esplora altro, se non piace e dopo qualche esplorazione spot non ci convince niente, non è il nostro Amore. Altra cosa orecchiabile e anche bella è la danza macabra di Saint Seans, nonostante il titolo è fighissima. C'è su YouTube la versione di un'orchestra polacca e i quattro solisti allo xylofono sono eccezionali. E c'è tanto altro per cominciare.

EDIT: trovata!

Ultima modifica di pokorny; 02-09-2022 a 10:42.
Ringraziamenti da
David Brent (02-09-2022)
Vecchio 02-09-2022, 10:29   #27
Hor
Esperto
L'avatar di Hor
 

Io di teoria musicale e cose del genere sono ignorantissimo (ed è una cosa che mi dispiace molto) eppure riesco ad apprezzare gran parte della musica classica o musica colta che si voglia dire (escluso il 90% di quella prodotta nel '900, che è inascoltabile, e secondo me la massa che la applaude ai concerti lo fa solo per proforma).
Quel che voglio dire è che la musica è un'arte in cui non servono nozioni teoriche di qualsivoglia tipo per riuscire ad apprezzarla.
Ringraziamenti da
David Brent (02-09-2022)
Vecchio 02-09-2022, 10:45   #28
Banned
 

Ho anche un rapporto di amore/odio con ambient e un certo tipo di colonne sonore d'atmosfera. Da un lato mi catturano magneticamente, dall'altro mi rendo conto che sono la brutta copia di musica (classica) decisamente più appagante.

Ringraziamenti da
pokorny (02-09-2022)
Vecchio 02-09-2022, 10:49   #29
Esperto
L'avatar di pokorny
 

Quote:
Originariamente inviata da Hor Visualizza il messaggio
Io di teoria musicale e cose del genere sono ignorantissimo (ed è una cosa che mi dispiace molto) eppure riesco ad apprezzare gran parte della musica classica o musica colta che si voglia dire (escluso il 90% di quella prodotta nel '900, che è inascoltabile, e secondo me la massa che la applaude ai concerti lo fa solo per proforma).
Quel che voglio dire è che la musica è un'arte in cui non servono nozioni teoriche di qualsivoglia tipo per riuscire ad apprezzarla.
Certo, come tutta l'arte la tecnica deve restare nascosta o comunque non essere ostentata. I grandi capolavori, in tutte le arti, nascondono una perizia infinita da parte dell'artista, e la meraviglia è poter comunque parlare a tutti.

Salvo quel repertorio che dicevi, che per me è quasi tutto quel che c'è stato dopo Berg, un'opera d'arte parla al bambino e all'erudito, chiunque ci trova qualcosa. Penso sia questa l'essenza dell'arte, produrre uno stato d'animo in chiunque e che chiunque possa trovare nell'opera una cosa diversa da quella che ci trovano altri.

Mi spiace che tutta la mia capacità di apprezzare l'arte sia finita al 90% nella musica, il 9% nelle arti figurative e purtroppo quasi zero nella letteratura. Ovviamente se leggo Shakespeare capisco che mi sta mettendo davanti l'Universo ma appunto, lo vedo e comunque non mi tocca l'animo. Ma la musica sì. Beh, mi accontento delle cose che sono in grado di apprezzare
Vecchio 02-09-2022, 10:51   #30
Esperto
L'avatar di Teach83
 

Quote:
Originariamente inviata da pokorny Visualizza il messaggio
Il jazz, quello involuto tipo Charlie Parker, Bill Evans e soci. Quando lo ascolto vorrei morire e penso sia una tortura atroce. Invece vado pazzo per quello precedente, bebop, Swing, Gershwin, ragtime, etc. Penso ci siano molti capolavori e sia a tutti gli effetti musica classica.

Poi detesto Verdi, Puccini e qualsiasi genere abbia in sé una qualche forma di retorica, poi Dalla (sì, lo ammetto) e grandissima parte della musica italiana eccetto Mina. E così via.

Musicalmente non vado tanto a generi quanto a macchie di leopardo su quel che mi piace e quel che no.
Come Dalla !
Ora sono un bolognese triste 😞
Vecchio 02-09-2022, 12:10   #31
Esperto
 

Quote:
Originariamente inviata da Rikott Visualizza il messaggio
Rap (quello italiano però, alcuni tipo XXXTentaccion, Kanye West, Kendrik Lamar li apprezzo), trap, reaggeaton, musica melensa stile Sanremo, musica boh tipo quella di Pittbull ecc come si chiama? Ma forse quella che apprezzo meno è la cosìdetta musica indie pop italiano, tipo Pinguini Tattici Nucleari, Calcutta, Motta...intanto hanno distrutto il significato di indie, che ora nel nostro paese non significa indipendente, ma significa musica finto alternativa per hipster universitari che si inventano problemi. E poi appunto mi sa di scialba, piena di clichè, vuole descrivere una generazione parlando di stronzate...terribile
Se dei Pinguini conosci solo la canzone di Sanremo o Giovani Wannabe o Scrivile scemo capisco che non ti piacciano, ma mia sorella che li conosce da prima del 2020 (è sempre sul pezzo e conosce tutti i cantanti emergenti) me ne ha fatte sentire alcune meno famose, e ce ne sono alcune belle come ad esempio Bergamo, che secondo me è una delle migliori canzoni italiane degli ultimi anni.
Calcutta e Motta non piacciono nemmeno a me.
Forse l'unico cantante "indie" che mi piace è Fulminacci, ma più che indie lo considero un (bravo) cantautore a tutti gli effetti.
Forse hai ragione, ormai "indie" vuol dire tutto e niente, secondo me il primo vero cantautore indie italiano è stato Bugo

Per quanto riguarda il rap Kanye e Kendrick (a parte Humble che mi fa venire l'orticaria) piacciono molto anche a me, XXX lo avevo scoperto su Soundcloud quando era ancora vivo con "look at me", nsomma, non mi ha mai fatto impazzire.
A dire il vero della nuova scena americana, la generazione "post Kendrick" insomma, non me ne piace nemmeno uno...
Comunque qui in Italia ci sono rapper validissimi come Rancore, Claver Gold, Murubutu, En?gma, Dargen D'amico (si, lui, "quello di Dove si balla", che conosco e ascolto da ben prima di quest'anno ed è un vero poeta) che non parlano del solito trittico "soldi-droga-sesso"

Sulla trap sono stato sempre molto selettivo, la prima canzone di questo sottogenere che ascoltai fu Cioccolata di Maruego ft Caneda nel lontano 2014 (youtube me la consigliò nella home) e la trovavo fresca, innovativa, non avevo mai sentito nulla del genere in italiano.
Ma all'epoca in Italia nessuno aveva ancora mai sentito la parola "trap" e le poche canzoni con quelle sonorità e/o con l'autotune venivano definite "hip hop alternativo".
A fine 2015 cazzeggiando su Facebook scoprii Sfera Ebbasta e ascoltai alcune sue canzoni come Ciny o XDVR e anche lui non mi dispiaceva affatto, e nei commenti sotto un suo brano lessi per la prima volta la parola "trap", pensando erroneamente fosse la fusione di "trash" e "rap".
Poi nel 2016 già dal secondo disco si è "commercializzato" e non mi è più piaciuto, così come quasi tutta la trap.
Ormai quella che Sfera e co fanno oggi è pop con autotune e non ha più nulla a che vedere con la vera "trap music" nata nel Sud degli USA a fine 90/inizio 00
Vecchio 02-09-2022, 12:28   #32
Esperto
 

Quote:
Originariamente inviata da Rikott Visualizza il messaggio
Rap (quello italiano però, alcuni tipo XXXTentaccion, Kanye West, Kendrik Lamar li apprezzo), trap, reaggeaton, musica melensa stile Sanremo, musica boh tipo quella di Pittbull ecc come si chiama? Ma forse quella che apprezzo meno è la cosìdetta musica indie pop italiano, tipo Pinguini Tattici Nucleari, Calcutta, Motta...intanto hanno distrutto il significato di indie, che ora nel nostro paese non significa indipendente, ma significa musica finto alternativa per hipster universitari che si inventano problemi. E poi appunto mi sa di scialba, piena di clichè, vuole descrivere una generazione parlando di stronzate...terribile
MA vuoi paragonare i pinguini agli altri due? Seriamente?
Vecchio 02-09-2022, 12:55   #33
Esperto
L'avatar di Darby Crash
 

Quote:
Originariamente inviata da Angus Visualizza il messaggio
http://www.youtube.com/watch?v=UfwhG1KtQp4

Non direi che non lo sopporto, ma potrebbe essere qualcosa di realmente grandioso e invece... questo. Professionisti e artisti del cazzeggio.
questa è una delle varianti del jazz che preferisco!

Per me il jazz comincia a diventare interessante da quando diventa free. Insomma in merito ai periodi del jazz ho gusti opposti rispetto a quelli di pokorny: bebop, Swing, Gershwin, ragtime li trovo tutto sommato barbosi; ma Ornette Coleman, Peter Brotzmann e Albert Ayler sono esaltanti.

Molto bello poi quando il jazz contamina altri generi come nell'avant-prog dei Soft Machine e degli Area.

Ultima modifica di Darby Crash; 02-09-2022 a 13:01.
Vecchio 02-09-2022, 13:46   #34
Esperto
L'avatar di Saturnino
 

Il genere che mi piace meno di tutti è sicuramente il rap.
Poi appena sopra...trap, neomelodici, musica latino Americana.
Per quanto riguarda la disco...alcuni sottogeneri non mi piacciono per nulla...altri invece mi sembrano decenti...ma conoscendo poco il genere....non vi so dire quali. Credo che quella che reputo decente sia quella più datata tipo anni 80....o primi 90.
Vecchio 02-09-2022, 14:51   #35
Esperto
L'avatar di Teach83
 

Più o meno Saturnino abbiamo gli stessi gusti, solo che metto i neomelodici e la trap al primo posto.

La sudamericana va bene giusto giusto nel mese estivo mentre ti fai un mojito in spiggia o come sottofondo al supermercato, poi è finita lì.

I testi gangsta/sex and money di alcuni rapper mi fanno proprio cascare i coglioni...

Caparerezza mi garba, ma non è definibile come rap, tanto che lo etichettano come world music.
Vecchio 02-09-2022, 15:49   #36
Super Moderator
L'avatar di limitless
 

Non sono amante del genere trap, latino-amercano e più in generale tutta la musica pop contemporanea.
Odio il neomelodico e venendo dalla regione che più ne produce posso assicurarvi che è una tortura.

Il rap non lo seguo né mi interessa granché, però qualche canzone qua e là l'ascolto.
la musica italiana attuale peggio me sento.
Vecchio 02-09-2022, 15:54   #37
Esperto
 

Quote:
Originariamente inviata da Teach83 Visualizza il messaggio
Caparerezza mi garba, ma non è definibile come rap, tanto che lo etichettano come world music.
Caparezza lo considero un cantautore che usa il rap come mezzo di comunicazione, ma non propriamente un rapper...

Voglio dire se lui è un rapper lo sono anche Simone Cristicchi e Daniele Silvestri, anche loro tecnicamente "rappano"...
Vecchio 02-09-2022, 20:12   #38
Banned
 

Quote:
Originariamente inviata da Norlit Visualizza il messaggio
Se dei Pinguini conosci solo la canzone di Sanremo o Giovani Wannabe o Scrivile scemo capisco che non ti piacciano, ma mia sorella che li conosce da prima del 2020 (è sempre sul pezzo e conosce tutti i cantanti emergenti) me ne ha fatte sentire alcune meno famose, e ce ne sono alcune belle come ad esempio Bergamo, che secondo me è una delle migliori canzoni italiane degli ultimi anni.
Calcutta e Motta non piacciono nemmeno a me.
Forse l'unico cantante "indie" che mi piace è Fulminacci, ma più che indie lo considero un (bravo) cantautore a tutti gli effetti.
Forse hai ragione, ormai "indie" vuol dire tutto e niente, secondo me il primo vero cantautore indie italiano è stato Bugo

Per quanto riguarda il rap Kanye e Kendrick (a parte Humble che mi fa venire l'orticaria) piacciono molto anche a me, XXX lo avevo scoperto su Soundcloud quando era ancora vivo con "look at me", nsomma, non mi ha mai fatto impazzire.
A dire il vero della nuova scena americana, la generazione "post Kendrick" insomma, non me ne piace nemmeno uno...
Comunque qui in Italia ci sono rapper validissimi come Rancore, Claver Gold, Murubutu, En?gma, Dargen D'amico (si, lui, "quello di Dove si balla", che conosco e ascolto da ben prima di quest'anno ed è un vero poeta) che non parlano del solito trittico "soldi-droga-sesso"

Sulla trap sono stato sempre molto selettivo, la prima canzone di questo sottogenere che ascoltai fu Cioccolata di Maruego ft Caneda nel lontano 2014 (youtube me la consigliò nella home) e la trovavo fresca, innovativa, non avevo mai sentito nulla del genere in italiano.
Ma all'epoca in Italia nessuno aveva ancora mai sentito la parola "trap" e le poche canzoni con quelle sonorità e/o con l'autotune venivano definite "hip hop alternativo".
A fine 2015 cazzeggiando su Facebook scoprii Sfera Ebbasta e ascoltai alcune sue canzoni come Ciny o XDVR e anche lui non mi dispiaceva affatto, e nei commenti sotto un suo brano lessi per la prima volta la parola "trap", pensando erroneamente fosse la fusione di "trash" e "rap".
Poi nel 2016 già dal secondo disco si è "commercializzato" e non mi è più piaciuto, così come quasi tutta la trap.
Ormai quella che Sfera e co fanno oggi è pop con autotune e non ha più nulla a che vedere con la vera "trap music" nata nel Sud degli USA a fine 90/inizio 00
Ammetto che per questo nuovo filone di pop italiano ho un grande pregiudizio, ma perchè comunque è un genere dove i testi sono messi molto in primo piano, e non fanno per me, si riferiscono a tutti quei giovani normie che vanno all'uni, hanno le storielle d'ammmmore ecc, non lo sento proprio mio come genere, di artisti italiani ascolto Iosonouncane, Verdena artisti che comunque mettono prima la musica. Avevo letto che Giorgio Poi era bravo, almeno all'inizio.

In effetti è vero, ho ascoltato in passato artisti rap italiani che parlavano di temi come solitudine e depressione con bei testi, uno forse era proprio Enigma, però anche li il problema è che per me la parte strumentale è troppo importante, la valuto molto di più dei testi, anche se magari il testo è bellissimo, ad esempio non ho mai ascoltato Bob Dylan perchè del fatto che scriva bei testi mi importa il giusto. Come rapper era molto bravo XXXTentacion, anche musicalmente, ecco lui mi piaceva, ma è stato ucciso (lasciamo perdere che era una persona di merda ma quello non mi interessa onesatamente)

Sì la trap è sto schifo che usa un autotune veramente inascoltabile, di sicuro nel contesto americano in cui è nata ci sarà qualche gemma, ma per me sti generi sono generi che si collegano troppo al contestano in cui si formano, nascono e vivono in un determinato contesto

Indie significherebbe musica non prodotta dalle major discografiche...ma ora nel nostro Paese ha anche sto significato di musica per 20enni universitari che si dannano per esami, ammmmori non corrisposti, estati speranzose ecc con sottofondo di chitarrina pop
Vecchio 02-09-2022, 20:14   #39
Banned
 

Quote:
Originariamente inviata da choppy Visualizza il messaggio
MA vuoi paragonare i pinguini agli altri due? Seriamente?
mi fan cagare tutti e tre li paragono nei miei gusti
Vecchio 02-09-2022, 20:18   #40
Banned
 

Quote:
Originariamente inviata da pokorny Visualizza il messaggio
Ci sono molti autori per cominciare ad ascoltare musica classica, tipicamente quelle opere che erano la musica leggera dell'epoca. Ad esempio i concerti di Handel e tanto altro. La teoria non serve, se piace si esplora altro, se non piace e dopo qualche esplorazione spot non ci convince niente, non è il nostro Amore. Altra cosa orecchiabile e anche bella è la danza macabra di Saint Seans, nonostante il titolo è fighissima. C'è su YouTube la versione di un'orchestra polacca e i quattro solisti allo xylofono sono eccezionali. E c'è tanto altro per cominciare.

EDIT: trovata! https://www.youtube.com/watch?v=qNMzBnuBC6Y
Quote:
Originariamente inviata da Hor Visualizza il messaggio
Io di teoria musicale e cose del genere sono ignorantissimo (ed è una cosa che mi dispiace molto) eppure riesco ad apprezzare gran parte della musica classica o musica colta che si voglia dire (escluso il 90% di quella prodotta nel '900, che è inascoltabile, e secondo me la massa che la applaude ai concerti lo fa solo per proforma).
Quel che voglio dire è che la musica è un'arte in cui non servono nozioni teoriche di qualsivoglia tipo per riuscire ad apprezzarla.
Qualche cosa di musica classica già ascolto (i grandi classici, e poi ascoltavo gente che non so se faccia musica proprio classica ma sicuro manco leggera, tipo Stockhausen e altri che leggevo che erano i pioneri della musica elettronica, perciò mi incuriosivano), il problema è che li ascolto con cuffie da discount, computerino laptop con suono ridicolo, chiaro apprezzo comunque, ma è sprecata ascoltarla così secondo me, apprezzo ma neppure un decimo di quanto apprezzerei con un bell'impianto. Vero che si può apprezzare anche senza nozioni teoriche, ma è anche vero che, avendole, si può apprezzare un cambio di note, una particolare armonia, un interessante arrangiamento che, senza nozioni, non noti. Come se uno guarda uno sport, vedi giocare un campione e capisci che è bravo in ogni caso, ma se sei intenditore apprezzi anche i dettagli, non solo le cose più ovvie. Io se ascolto un violinista suonare al parchetto dell'Eur, e se ne sento suonare uno all'Auditorium Parco della Musica, a meno che uno dei due non stoni proprio super super male, non capisco la differenza...per me son bravi tutti e due perchè il violino io non saprei manco tenerlo in mano
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a Generi musicali che proprio non sopportate
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
La seperazione dei due generi è in arrivo? captainmarvel Off Topic Generale 37 11-01-2018 17:52
Gerememiadi: chi o che cosa non sopportate proprio? tersite Off Topic Generale 19 21-11-2016 18:35
Quali generi musicali vi piacciono di meno? Drifter Forum Musica 40 25-03-2015 01:14
Generi musicali Martello Forum Musica 64 23-12-2012 12:55
Età tra i generi Martello Presentazioni 67 10-09-2011 20:39



Tutti gli orari sono GMT +2. Attualmente sono le 16:55.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2024, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2