FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Fobia Sociale > Medicine
Rispondi
 
Vecchio 06-10-2019, 16:34   #1
Principiante
 

-> Fluoxetina 20 mg
-> ho 39 anni
-> Maschio
-> 175 x75
-> Ciao a tutti ragazzi soffro di ansia e depressione, dovuta a una insicurezza di base molto forte..Lavoro come consulente e sono sempre sotto stress, ho dei momenti di umore altalentente dove vedo le cose in modo positivo e subito dopo un profondo pessimismo.
Sono in cura da circa 15 anni e ho provato tanti ssri. Adesso provengo dallo zoloft ma il nuovo psichiatra mi ha cambiato la cura dandomi la sera lyrica 75 e fluoxetina che prendo a dose piena di 20 mg da due settimane dopo averlo introdotto a 10 mg per una settimana scalando lo zoloft.
La sera dormo abbastanza bene (merito del lyrica?) nel corso della giornata però mi sento un po a terra...ho avuto 2 attacchi di panico dovuti a forte agitazione con nausea e vomito...la nausea (che io non tollero) non se ne va e in piu sono molto agitato e l'ansia non mi fa stare molto lucido e questo si ripercuote sul lavoro...non capisco se è ancora presto e quindi devo tenere duro ancora un po...voi che esperienze avete?
Vecchio 11-10-2019, 06:49   #2
Intermedio
 

Ciao,
non ho esperienza con la Fluoxetina però conosco molto bene il Pregabalin.
I sintomi che lamenti potrebbero essere effetti collaterali della Fluoxetina (il più attivante tra gli SSRI). Sono autolimitanti, per lo meno la nausea e il vomito.
Probabilmente lo sono anche l'ansia e l'agitazione (che comunque fanno parte del quadro clinico).
Il miglioramento del sonno è quasi sicuramente dovuto al Pregabalin.
Stranamente il Pregabalin non riesce a compensare i sintomi ansiosi della Fluoxetina (presunti ma quasi certi) e della patologia.
I miei consigli:
- Non so se ti è stato detto, ma la Fluoxetina va presa a stomaco pieno; ciò aiuta a limitare gli effetti collaterali gastrointestinali (i.e. vomito e nausea);
-Tieni duro per almeno altre 2-3 settimane e poi valuta con il tuo psichiatra.

Ultima modifica di Pharmacologist; 11-10-2019 a 06:54.
Vecchio 11-10-2019, 07:04   #3
Intermedio
 

Solitamente gli psichiatri tendono ad occuparsi solamente della patologia psichiatrica, lasciando che il curante si occupi di verificare la clinica globale del paziente, nella quale rientrano anche gli effetti collaterali dei farmaci che ti ha prescritto proprio lo psichiatra.
Valuta insieme al tuo medico curante l'eventualità di esami ematochimici (i.e. emocromo con f.l.) ed ECG con valutazione QTc. Potrebbe chiarire anche il quadro clinico psichiatrico.
Vecchio 11-10-2019, 08:55   #4
Esperto
L'avatar di NatoMorto
 

Quote:
Originariamente inviata da puntino80 Visualizza il messaggio
-> Fluoxetina 20 mg
-> ho 39 anni
-> Maschio
-> 175 x75
-> Ciao a tutti ragazzi soffro di ansia e depressione, dovuta a una insicurezza di base molto forte..Lavoro come consulente e sono sempre sotto stress, ho dei momenti di umore altalentente dove vedo le cose in modo positivo e subito dopo un profondo pessimismo.
Sono in cura da circa 15 anni e ho provato tanti ssri. Adesso provengo dallo zoloft ma il nuovo psichiatra mi ha cambiato la cura dandomi la sera lyrica 75 e fluoxetina che prendo a dose piena di 20 mg da due settimane dopo averlo introdotto a 10 mg per una settimana scalando lo zoloft.
La sera dormo abbastanza bene (merito del lyrica?) nel corso della giornata però mi sento un po a terra...ho avuto 2 attacchi di panico dovuti a forte agitazione con nausea e vomito...la nausea (che io non tollero) non se ne va e in piu sono molto agitato e l'ansia non mi fa stare molto lucido e questo si ripercuote sul lavoro...non capisco se è ancora presto e quindi devo tenere duro ancora un po...voi che esperienze avete?
fluoxetina buono....l ho preso per anni prima del Cymbalta che prendo tutt ora...in un'esperienze 27nnale di psicofarmaci e/o benzodiazepine posso affermare che nn esiste un farmaco che ti farà guarire o che nonostante ti migliori possa toglierti del tutto l ansia e il panico e la depressione...o almeno nn l ho trovato io
Ringraziamenti da
syd_77 (11-10-2019)
Vecchio 11-10-2019, 09:03   #5
Intermedio
 

Quote:
Originariamente inviata da NatoMorto Visualizza il messaggio
fluoxetina buono
Non sono d'accordo, riferendomi al suo caso.
L'OP ha detto di soffrire di ansia e depressione, ergo un farmaco attivante come la Fluoxetina (salvo eventuale variabilità individuale agli effetti, comunque da considerare) renderebbe la situazione instabile clinicamente.
Comunque ha anche affermato di aver provato diversi SSRI, può darsi che questo sia un tentativo disperato da parte del suo psichiatra.
Non conosco la storia clinica di puntino80, per cui questo è tutto quello che mi permetto di dire.
Vecchio 11-10-2019, 10:42   #6
Esperto
L'avatar di NatoMorto
 

Quote:
Originariamente inviata da Pharmacologist Visualizza il messaggio
Non sono d'accordo, riferendomi al suo caso.
L'OP ha detto di soffrire di ansia e depressione, ergo un farmaco attivante come la Fluoxetina (salvo eventuale variabilità individuale agli effetti, comunque da considerare) renderebbe la situazione instabile clinicamente.
Comunque ha anche affermato di aver provato diversi SSRI, può darsi che questo sia un tentativo disperato da parte del suo psichiatra.
Non conosco la storia clinica di puntino80, per cui questo è tutto quello che mi permetto di dire.
Anch io ansia e depressione... A me ha aiutato tantissimo... Gli ansiolitici benzo servono ma mi danno meno stabilità
Vecchio 11-10-2019, 10:52   #7
Intermedio
 

Premessa: Ogni persona rappresenta un caso clinico a sè stante.
Fatta la premessa, io non volevo mettere in dubbio la tua esperienza, però bisogna anche attenerci a dati statistici e biometrici che dimostrano un'alta incidenza di effetti collaterali quali ansia e insonnia in seguito all'assunzione della Fluoxetina.
Il che potrebbe peggiorare il quadro clinico dell'OP, come potrebbe anche migliorarlo, non si può sapere.
Comunque mi fa piacere che il suddetto farmaco ti abbia aiutato.
Sono d'accordo sul fatto delle benzo, infatti sono farmaci a scopo sintomatico e non curativo.
Vecchio 11-10-2019, 11:46   #8
Esperto
L'avatar di NatoMorto
 

Quote:
Originariamente inviata da Pharmacologist Visualizza il messaggio
Premessa: Ogni persona rappresenta un caso clinico a sè stante.
Fatta la premessa, io non volevo mettere in dubbio la tua esperienza, però bisogna anche attenerci a dati statistici e biometrici che dimostrano un'alta incidenza di effetti collaterali quali ansia e insonnia in seguito all'assunzione della Fluoxetina.
Il che potrebbe peggiorare il quadro clinico dell'OP, come potrebbe anche migliorarlo, non si può sapere.
Comunque mi fa piacere che il suddetto farmaco ti abbia aiutato.
Sono d'accordo sul fatto delle benzo, infatti sono farmaci a scopo sintomatico e non curativo.
Sono sempre aperto ai suggerimenti... Cosa secondo te è più consigliabile statisticamente per la cura di ansia e depressione... Che farmaco?
Vecchio 11-10-2019, 12:45   #9
Intermedio
 

Quote:
Originariamente inviata da NatoMorto Visualizza il messaggio
Sono sempre aperto ai suggerimenti... Cosa secondo te è più consigliabile statisticamente per la cura di ansia e depressione... Che farmaco?
Mi fa piacere che qualcuno me lo domandi, tuttavia non mi ritengo in grado di consigliare farmaci (non sono nè un medico nè tantomeno uno psichiatra).
Quello che ti posso consigliare è di rivolgerti ad un professionista (nel tuo caso ho letto che assumi Duloxetina e ti trovi bene, quindi direi "buon per te")
Poi ti consiglio anche di informarti da autodidatta riguardo i farmaci che ti vengono prescritti ed i nuovi sviluppi nel campo (in questo caso psichiatrico, ma in realtà vale un pò per tutto).
Per esempio posso dirti che le future classi farmacologiche avranno molto probabilmente una farmacodinamica differente e/o complementare a quella degli attuali farmaci (gli attuali farmaci antidepressivi hanno un'elevata percentuale di non-responders, circa il 30-40%)
Iconico è il caso dell'(S)-ketamina, recentemente approvata dal FDA per il trattamento della depressione farmacoresistente e per la prevenzione del rischio di suicidio in corso di depressione.
I nuovi farmaci sicuramente si baseranno sull'ipotesi glutammatergica delle patologie psichiatriche (è un discorso molto lungo, se vuoi approfondiamo, anche se non sono la persona più adatta per spiegare queste ipotesi empiriche) e sull'utilizzo di molecole che stimolino e favoriscano il rilascio di fattori neurotrofici (NGF,BDNF).
Non si escludono neanche degli oppioidi appositamente sviluppati come antidepressivi (anche se, in realtà, gli attuali oppioidi sono potenti antidepressivi).
Quindi la modulazione dell'attività del glutammato potrà essere sicuramente di giovamento nei pazienti che non hanno risposto o hanno risposto parzialmente alle attuali cure.
Ovviamente vale sempre il discorso della variabilità individuale, cioè ogni persona fa storia a sè.
Io personalmente punto sui modulatori del tono glutammatergico.
Ti allego qualche link: https://en.wikipedia.org/wiki/List_o...ntidepressants
https://it.wikipedia.org/wiki/Eccitotossicit%C3%A0
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/26937618
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/26687375

Ce ne sarebbero tanti altri, ci sono decenni di studi su nuovi farmaci. Se ti interessa fatti un giro su PubMed. Purtroppo noi pazienti possiamo solo aspettare.

Ultima modifica di Pharmacologist; 11-10-2019 a 13:01.
Vecchio 11-10-2019, 16:53   #10
Esperto
L'avatar di NatoMorto
 

Ok grazie
Ringraziamenti da
Pharmacologist (11-10-2019)
Vecchio 11-10-2019, 17:39   #11
Principiante
 

Caspita grazie a tutti..un po' si sono attenuati i dentini..sono quasi alla terza settimana con dose da 20 quindi ho resistito.. vediamo che succede..per ora sto nel limbo
Vecchio 12-10-2019, 02:23   #12
Intermedio
L'avatar di pure_truth2
 

Quote:
Originariamente inviata da Pharmacologist Visualizza il messaggio
Mi fa piacere che qualcuno me lo domandi, tuttavia non mi ritengo in grado di consigliare farmaci (non sono nè un medico nè tantomeno uno psichiatra).
Quello che ti posso consigliare è di rivolgerti ad un professionista (nel tuo caso ho letto che assumi Duloxetina e ti trovi bene, quindi direi "buon per te")
Poi ti consiglio anche di informarti da autodidatta riguardo i farmaci che ti vengono prescritti ed i nuovi sviluppi nel campo (in questo caso psichiatrico, ma in realtà vale un pò per tutto).
Per esempio posso dirti che le future classi farmacologiche avranno molto probabilmente una farmacodinamica differente e/o complementare a quella degli attuali farmaci (gli attuali farmaci antidepressivi hanno un'elevata percentuale di non-responders, circa il 30-40%)
Iconico è il caso dell'(S)-ketamina, recentemente approvata dal FDA per il trattamento della depressione farmacoresistente e per la prevenzione del rischio di suicidio in corso di depressione.
I nuovi farmaci sicuramente si baseranno sull'ipotesi glutammatergica delle patologie psichiatriche (è un discorso molto lungo, se vuoi approfondiamo, anche se non sono la persona più adatta per spiegare queste ipotesi empiriche) e sull'utilizzo di molecole che stimolino e favoriscano il rilascio di fattori neurotrofici (NGF,BDNF).
Non si escludono neanche degli oppioidi appositamente sviluppati come antidepressivi (anche se, in realtà, gli attuali oppioidi sono potenti antidepressivi).
Quindi la modulazione dell'attività del glutammato potrà essere sicuramente di giovamento nei pazienti che non hanno risposto o hanno risposto parzialmente alle attuali cure.
Ovviamente vale sempre il discorso della variabilità individuale, cioè ogni persona fa storia a sè.
Io personalmente punto sui modulatori del tono glutammatergico.
Ti allego qualche link: https://en.wikipedia.org/wiki/List_o...ntidepressants
https://it.wikipedia.org/wiki/Eccitotossicit%C3%A0
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/26937618
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/26687375

Ce ne sarebbero tanti altri, ci sono decenni di studi su nuovi farmaci. Se ti interessa fatti un giro su PubMed. Purtroppo noi pazienti possiamo solo aspettare.

Sono assolutamente d'accordo sul porre enfasi all'ipotesi glutammatergica (dopo anni di inutile speculazione su quella monoamminergica e lo sviluppo di infinite varianti di inibitori del reuptake) , sono anni infatti che sto aspettando l'approvazione degli antagonisti NMDA, spero che possano essere disponibili a breve. Sono sicuro che sarà un enorme passo in avanti per la cura della depressione, resistiamo!
Ringraziamenti da
Pharmacologist (12-10-2019)
Vecchio 12-10-2019, 07:41   #13
Principiante
 

Quote:
Originariamente inviata da pure_truth2 Visualizza il messaggio
Sono assolutamente d'accordo sul porre enfasi all'ipotesi glutammatergica (dopo anni di inutile speculazione su quella monoamminergica e lo sviluppo di infinite varianti di inibitori del reuptake) , sono anni infatti che sto aspettando l'approvazione degli antagonisti NMDA, spero che possano essere disponibili a breve. Sono sicuro che sarà un enorme passo in avanti per la cura della depressione, resistiamo!
Secondo voi potrebbero essere più efficaci e con meno effetti collaterali?
Vecchio 12-10-2019, 08:03   #14
Intermedio
 

Quote:
Originariamente inviata da puntino80 Visualizza il messaggio
Secondo voi potrebbero essere più efficaci e con meno effetti collaterali?
Purtroppo non è possibile dare una risposta in tal senso, non essendoci studi clinici di confronto.
Sicuramente saranno una nuova arma contro le patologie psichiatriche.
La questione dell'efficacia e degli effetti collaterali dipende molto dalla risposta individuale.
Ci sono persone che trovano il farmaco "giusto" subito, mentre ce ne sono altre che ne provano tantissimi e non traggono beneficio da nessuno.
Gli effetti collaterali saranno diversi ed in alcuni casi sovrapponibili a quelli degli attuali farmaci.
La differente farmacodinamica è il punto chiave.
Appena si avranno dati statistici e clinici che permettano un confronto, allora si potrà discuterne; quelle che possiamo fare adesso sono solo congetture.
Sicuramente sono farmaci promettenti (come lo erano gli SSRI a loro tempo, ed i triciclici ancora prima).
Non si escludono comunque terapie combinate (ipotesi monoaminergica + ipotesi glutammatergica).
Infine voglio ricordare che in questo topic stiamo parlando di patologie che non rientrano nello spettro psicotico (nel quale domina l'ipotesi dopaminergica, in riferimento alla quale, l'ipotesi glutammatergica è di completamento e NON un'alternativa).
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a fluoxetina e lyrica i vostri pareri
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
lyrica superagitato Trattamenti e Terapie 1 13-02-2011 16:12
Fluoxetina 60/80 mg - funzionaaaa !!! kocis666 Medicine 14 03-11-2010 12:46
fluoxetina 20 mg sclero SocioFobia Forum Generale 0 24-09-2010 18:45
FLUOXETINA(PROZAC) Graziepapi Amore e Amicizia 0 08-06-2008 19:11
Vorrei vostri pareri, ho paura, lo ammetto. daniel_roma SocioFobia Forum Generale 5 12-11-2007 21:32



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 09:46.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2