FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Fobia Sociale > SocioFobia Forum Generale
Rispondi
 
Vecchio 10-02-2019, 19:07   #1
Avanzato
 

Più che di ansia a livello sociale, credo di soffrire di evitamento, sin da bambino mi inventavo mille scuse per non uscire quando mi invitavano, e anche in età adolescenziale/adulta (per quanto non mi ritenga un adulto) se per qualche motivo un evento sociale ''saltava'' ero felicissimo della cosa.

In passato, credo sia per un fatto di ''speranza'' dato dall' età più giovane, e magari anche per un senso quasi di dovere mi trovavo ad impormi di uscire, quasi che fosse una sorta di compito da svolgere per sembrare un po' più normale agli occhi degli altri ma soprattutto a me stesso....
Ero arrivato ad un punto dove notavo che oltre a stare meglio avevo migliori emozioni di rimando a starmene a casa a leggere un libro o ascoltare un disco rispetto all' uscire....e da lì ho diminuito notevolmente la mia vita sociale, per non dire che l' ho quasi azzerata.
Ho provato a frequentare abbastanza persone diverse, ma alla fine se non ho voglia di socializzare è una cosa indipendente da chi mi possa trovare davanti.

Ora, da circa un paio d' anni a questa parte esco pochissimo, per assurdo sto meglio di prima.
Allora direte ''non rompere i coglioni con sto topic inutile'' !!!!

La mia paura è di abituarmi sempre di più alla solitudine, e trovarmi ''fregato'' in caso in futuro mi venga maggior voglia di uscire, e anche di come l' avere una vita sociale quasi nulla sia un pessimo biglietto da visita per rapportarsi a persone future (in ambito sia amicale che sentimentale)
So che molte persone avranno sensazioni come le mie.....ditemi la vostra!
Vecchio 10-02-2019, 19:26   #2
Esperto
 

Stai attento a valutare bene se hai il dep(disturbo evitante di personalità) oppure se hai il disturbo schizoide di personalità, perché hanno sintomi molto simili, con una differenza :chi è solo evitante soffre però moltissimo a non avere vita sociale, chi è schizoide tendenzialmente non ha il minimo interesse alla vita sociale e a rapporti intimi.
Entrambi i problemi portano a un inesorabile e progressivo isolamento da tutti e da tutto.
Attenzione perché si potrebbero avere anche entrambi, in alcuni aspetti e frangenti.
Vecchio 10-02-2019, 20:32   #3
Esperto
L'avatar di lone 73
 

Quote:
Originariamente inviata da Maximilian74 Visualizza il messaggio
Stai attento a valutare bene se hai il dep(disturbo evitante di personalità) oppure se hai il disturbo schizoide di personalità, perché hanno sintomi molto simili, con una differenza :chi è solo evitante soffre però moltissimo a non avere vita sociale, chi è schizoide tendenzialmente non ha il minimo interesse alla vita sociale e a rapporti intimi.
Entrambi i problemi portano a un inesorabile e progressivo isolamento da tutti e da tutto.
Attenzione perché si potrebbero avere anche entrambi, in alcuni aspetti e frangenti.
Scusa ma se chi ha il dep soffre tantissimo a non avere una vita sociale, perché evita gli inviti degli altri.E in che modo si possono avere entrambi?
Vecchio 10-02-2019, 20:53   #4
Esperto
 

Quote:
Originariamente inviata da lone 73 Visualizza il messaggio
Scusa ma se chi ha il dep soffre tantissimo a non avere una vita sociale, perché evita gli inviti degli altri.E in che modo si possono avere entrambi?
Pur soffrendo per non avere vita sociale, si evitano le interazioni perché molta gente in mezzo agli altri sta male, va in forte agitazione e ansia, trema ed evita di incontrare gli altri perché non sa cosa dire, si sente inferiore e prova un senso di inadeguatezza rispetto agli altri.
In che modo si può avere entrambi? Io temo di avere entrambi, perché soffro a non vivere come gli altri, ma ci sono alcuni aspetti dei quali non mi è mai fregato nulla.
Ad esempio, mi piacerebbe si avere una ragazza, una compagna, ma sopporterei un rapporto di uscire io e lei, invece uscire e interagire con tante persone, con suoi amici non mi interessa minimamente. Ovviamente è un esempio, ma ci sono anche altre alcune cose che non mi sono mai interessate, mentre la mancanza di amici e di una ragazza in senso generale mi ha fatto sempre stare male, anche adesso.quindi si può avere entrambe, o solo una delle due

Ultima modifica di Maximilian74; 10-02-2019 a 21:08.
Vecchio 10-02-2019, 20:56   #5
Esperto
L'avatar di Franz86
 

Dubito che la voglia di uscire possa rispuntare fuori da sola dopo essersi spenta, almeno non senza un forte stimolo esterno.

E sicuramente questo diventa anche un brutto biglietto da visita, anche perché ho impressione non serva neanche raccontare della nullità della propria vita sociale, si nota lo stesso da come ci si relaziona quando poi capita occasione.
Vecchio 10-02-2019, 20:57   #6
Esperto
 

Se leggete bene questo link, si capisce che chi ne soffre, conduce una vita di merda, e porta a isolamento come la fobia e come il disturbo evitante.

https://it.m.wikipedia.org/wiki/Dist...rsonalit%C3%A0
Vecchio 11-02-2019, 12:07   #7
Esperto
L'avatar di lone 73
 

Ma allora il dep è soltanto imbarazzo sociale per quella che è la propria solitudine che naturalmente non si vuole raccontare agli altri,mi sembra una cosa molto semplice senza che la scienza coniasse l'espressione disturbo evitante di personalità.
Vecchio 11-02-2019, 18:12   #8
Esperto
L'avatar di Warlordmaniac
 

Anch'io da solo non sto affatto male, preferisco fare una vacanza da solo, preferisco vivere da solo, preferisco passare del tempo da solo, insomma. Però il fatto che io abbia bisogno di interagire su Internet (qui, o su fb o altri forum) sta a significare che è necessario un bilanciamento tra attività introversa e attività estroversa. Non mi sento affatto male quando sto con le persone e in comfort, posso un po' parlare del più e del meno. Ma fermati lì, mi ci vuole poco a sbilanciarmi dall'altra parte, quella dell'estroversione.
Riguardo l'uscire, anch'io ultimamente ho poca voglia, eppure mi considero un globetrotter, uno che gira senza meta tanto per godermi la città. La mia cittadina d'inverno è abbastanza morta e di scosciamenti se ne vedono pochissimi (d'inverno), ma probabilmente è il calo di testosterone a rendermi meno voyeur.
Ringraziamenti da
Masterplan92 (11-02-2019)
Vecchio 11-02-2019, 21:14   #9
Kmp
Principiante
L'avatar di Kmp
 

Forse in età adulta ci si conosce di più e ci si sforza meno, sforzo dovuto anche alle convenzioni sociali. Nel senso che nel periodo dei 20 anni a volte mi sforzavo di accettare inviti o “tolleravo” persone anche a me poco inclini pur di avere qualcuno cui uscire. Ora non mi verrebbe mai in mente di farlo, non so però se sia una cosa positiva o negativa.
La mia (scarsa) voglia di socializzare invece non è indipendente da chi ho davanti, qualche persona mi ispira più delle altre ad avere confronti o contatti.
Sicuramente ci si abitua alla solitudine e probabilmente si cerca sempre meno di uscirne imparando a stare abbastanza bene anche da soli, e si, si rimane fregati perché alla lunga ti tiri fuori dai vari contesti e contatti sociali per cui se poi cambi idea è un po’ un casino lol
La giusta via sarebbe una via di mezzo, ma per ora io non l’ho trovata.
Vecchio 17-02-2019, 11:00   #10
Avanzato
 

Quote:
Originariamente inviata da Kmp Visualizza il messaggio
Forse in età adulta ci si conosce di più e ci si sforza meno, sforzo dovuto anche alle convenzioni sociali. Nel senso che nel periodo dei 20 anni a volte mi sforzavo di accettare inviti o “tolleravo” persone anche a me poco inclini pur di avere qualcuno cui uscire. Ora non mi verrebbe mai in mente di farlo, non so però se sia una cosa positiva o negativa.
La mia (scarsa) voglia di socializzare invece non è indipendente da chi ho davanti, qualche persona mi ispira più delle altre ad avere confronti o contatti.
Sicuramente ci si abitua alla solitudine e probabilmente si cerca sempre meno di uscirne imparando a stare abbastanza bene anche da soli, e si, si rimane fregati perché alla lunga ti tiri fuori dai vari contesti e contatti sociali per cui se poi cambi idea è un po’ un casino lol
La giusta via sarebbe una via di mezzo, ma per ora io non l’ho trovata.
Per me è la stessa identica cosa, anche in passato evitavo di uscire, ma lo facevo con meno frequenza in quanto mi sentivo ''obbligato'' a far finta di socializzare quasi per convenzione sociale...

Sicuramente mi vergogno di uscire così poco, ma è più appunto una vergogna che un desiderio di cambiare, in quanto avere poca vita sociale è un pessimo biglietto da visita per i rapporti con gli altri, ma di mio non è che soffra per il non uscire...
Vecchio 17-02-2019, 11:16   #11
Esperto
L'avatar di Stregatta13
 

Nemmeno io ho tutta sta voglia di uscire e socializzare e sto relativamente bene da sola. Ho qualche amicizia più stretta e a periodi non tollero nemmeno loro, però non voglio isolarmi e scendo a compromessi uscendo almeno il minimo sindacale, cercando di tollerare le frustrazioni, perchè non voglio trovarmi isolata da tutti, poi sarebbe molto faticoso uscirne.
Un tempo uscivo di più, forzandomi più di quanto mi sentivo di fare, col risultato di andare in costrizione e poi isolarmi per mesi allontanando tutti.
Ora cerco di ascoltare i miei bisogni, forzarmi sì ma non troppo, in modo da avere un rapporto più equilibrato con le persone vicine.
Per il resto, anche uscire a fare commissioni è socializzazione per me, anche chattare con qualcuno o scrivere su questo forum, penso che ognuno abbia il suo equilibrio in queste cose e dovrebbe rispettarlo.
Vecchio 07-03-2019, 20:48   #12
Principiante
 

Quote:
Originariamente inviata da franz90 Visualizza il messaggio
Più che di ansia a livello sociale, credo di soffrire di evitamento, sin da bambino mi inventavo mille scuse per non uscire quando mi invitavano, e anche in età adolescenziale/adulta (per quanto non mi ritenga un adulto) se per qualche motivo un evento sociale ''saltava'' ero felicissimo della cosa.

In passato, credo sia per un fatto di ''speranza'' dato dall' età più giovane, e magari anche per un senso quasi di dovere mi trovavo ad impormi di uscire, quasi che fosse una sorta di compito da svolgere per sembrare un po' più normale agli occhi degli altri ma soprattutto a me stesso....
Ero arrivato ad un punto dove notavo che oltre a stare meglio avevo migliori emozioni di rimando a starmene a casa a leggere un libro o ascoltare un disco rispetto all' uscire....e da lì ho diminuito notevolmente la mia vita sociale, per non dire che l' ho quasi azzerata.
Ho provato a frequentare abbastanza persone diverse, ma alla fine se non ho voglia di socializzare è una cosa indipendente da chi mi possa trovare davanti.

Ora, da circa un paio d' anni a questa parte esco pochissimo, per assurdo sto meglio di prima.
Allora direte ''non rompere i coglioni con sto topic inutile'' !!!!

La mia paura è di abituarmi sempre di più alla solitudine, e trovarmi ''fregato'' in caso in futuro mi venga maggior voglia di uscire, e anche di come l' avere una vita sociale quasi nulla sia un pessimo biglietto da visita per rapportarsi a persone future (in ambito sia amicale che sentimentale)
So che molte persone avranno sensazioni come le mie.....ditemi la vostra!
E' esattamente così...si rimane fregati!
Vecchio 07-03-2019, 20:50   #13
Principiante
 

Quote:
Originariamente inviata da Stregatta13 Visualizza il messaggio
Nemmeno io ho tutta sta voglia di uscire e socializzare e sto relativamente bene da sola. Ho qualche amicizia più stretta e a periodi non tollero nemmeno loro, però non voglio isolarmi e scendo a compromessi uscendo almeno il minimo sindacale, cercando di tollerare le frustrazioni, perchè non voglio trovarmi isolata da tutti, poi sarebbe molto faticoso uscirne.
Un tempo uscivo di più, forzandomi più di quanto mi sentivo di fare, col risultato di andare in costrizione e poi isolarmi per mesi allontanando tutti.
Ora cerco di ascoltare i miei bisogni, forzarmi sì ma non troppo, in modo da avere un rapporto più equilibrato con le persone vicine.
Per il resto, anche uscire a fare commissioni è socializzazione per me, anche chattare con qualcuno o scrivere su questo forum, penso che ognuno abbia il suo equilibrio in queste cose e dovrebbe rispettarlo.
Brava! Sei stata più intelligente di me!
Per anni ho scavato, scavato, scavato attorno a me perché stavo bene così.
Ora, però, il solco attorno a me è troppo largo e profondo e non so come saltare dall'altra parte...
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a Evitamento ed età.
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Evitamento Mushroom Disturbo evitante di personalità 56 04-01-2017 00:29
evitamento? Sdubby Disturbo evitante di personalità 15 30-12-2014 20:09
Evitamento universitario Savius Forum Scuola e Lavoro 0 03-02-2014 23:59
Evitamento e perfezionismo Datagram Disturbo evitante di personalità 6 25-04-2013 21:20
L'evitamento Blue_Moon SocioFobia Forum Generale 11 22-03-2013 14:25



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 22:22.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2