FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Fobia Sociale > Amore e Amicizia
Rispondi
 
Vecchio 14-04-2018, 20:38   #1
Esperto
L'avatar di captainmarvel
 

Alle volte penso che la mia percezione del problema solitudine maschile sia ingigantita dal fatto che leggo forum tipo fobiasocale.com, amando.it, sfigherie.it ecc, oltre ad essere io stesso un single non per scelta. Poi però vedo che lo psicologo canadese Jordan Peterson è l'autore piu venduto su amazon nella categoria saggistica e nei suoi libri parla spesso dei problemi della popolazione maschile, inclusa solitudine e mancanza di scopo o purposelessness come dicono gli amerigani. Allora possiamo dire che una minoranza significativa di uomini under 30 (o forse anche over 30) sta sperimentando un problema di solitudine (inteso come mancanza di relazioni sentimentali) che visti in numeri assume un valore significativo a livello sociale?
Vecchio 14-04-2018, 20:39   #2
Banned
 

Prossimo topic che verrà chiuso, meno male che coi flame ho chiuso, non sono cose da depresso nichilista.
Vecchio 14-04-2018, 20:53   #3
Esperto
L'avatar di SamueleMitomane
 

Forte quel Jordan Peterson, si sente che è un tipo acuto. L'ho conosciuto con un podcast di H3, poi mi sono visto un paio di video di sue lezionei all'università dove parla dei più svariati problemi, anche la fobia. Davvero belli.
Vecchio 14-04-2018, 21:08   #4
Esperto
L'avatar di Harold Finch
 

Visto come i media bombardano le nostre teste con i problemi delle donne (non meno nobili, ma il punto è un altro come segue) direi di sì. Solitamente si arriva alla bulimia di certe notizie per coprirne delle altre che evidentemente non sono redditizie. Così sono problemi che rimangono circoscritti a livello accademico come il professore dimostra.

Non a caso nel topic "scarsa partecipazione femminile al forum" ho scritto che ci sono poche donne qua sopra anche perché solitamente il ruolo di reietto della società spetta all'uomo.
Ringraziamenti da
Ushioetora (15-04-2018)
Vecchio 14-04-2018, 21:14   #5
Esperto
L'avatar di hermit94
 

Jordan Peterson, me l ha fatto conoscere una ragazza inglese con cui parlavo di depressione online
https://youtu.be/JuQgJxYriYI
Ad un certo punto dice "everyone life is a tragedy"
Vecchio 14-04-2018, 21:35   #6
Banned
 

Sì, neppure chi parla con le mani come Jordan Peterson sbaglia a fare una rilevazione statistica.
Vecchio 14-04-2018, 21:36   #7
Esperto
L'avatar di Jacksparrow
 

Io direi esiste un problema sociale di solitudine, di cui molti si vergognano a parlarne.
Ringraziamenti da
Milo (14-04-2018), Ushioetora (15-04-2018)
Vecchio 14-04-2018, 21:47   #8
Esperto
L'avatar di Boyyy82
 

Quote:
Originariamente inviata da captainmarvel Visualizza il messaggio
Allora possiamo dire che una minoranza significativa di uomini under 30 (o forse anche over 30) sta sperimentando un problema di solitudine (inteso come mancanza di relazioni sentimentali) che visti in numeri assume un valore significativo a livello sociale?
Direi anche forse più over 30 ... da quanto vedo e sento in giro comunque ce ne sono tanti che hanno si avuto esperienze giovanili o storie pero' poi si ritrovano dopo i 30/40 anni single cronici e soli (o separati/divorziati) o comunque con parecchia difficoltà ad instaurare nuovamente relazioni sentimentali...
alla fine è un po' il male della nostra epoca...

PS:
se leggi fobia sociale secondo me la percezione della solitudine non è ingigantita (ma al contrario) perchè sembra che sei solo te sei single (intendo chi scrive sul forum) e fuori tutti felicemente accoppiati

Ultima modifica di Boyyy82; 14-04-2018 a 23:17.
Vecchio 15-04-2018, 01:45   #9
Esperto
L'avatar di troll
 

Se esiste è sicuramente sottovalutato, e chi ne è coinvolto è considerato inadatto in generale.
Vecchio 15-04-2018, 07:59   #10
XL
Esperto
L'avatar di XL
 

Il problema magari esisterà pure, ma se è questo tipo qua (Che non conoscevo come Ehi tu, coso...)


che dovrebbe chiarire le cose come stanno, stiamo freschi.

P. S. Può essere che la persona da te citata sia un omonimo, in tal caso chiedo scusa.

Ultima modifica di XL; 15-04-2018 a 08:02.
Vecchio 15-04-2018, 08:39   #11
Esperto
L'avatar di paccello
 

Come già scritto, se si parla solo di donne, dei loro problemi, delle loro istanze e del loro "empowerment", sarà tanto nobile, al passo coi tempi ed espiatorio del patriarcato, ma ci si lascia indietro un grosso pezzo.
Vecchio 15-04-2018, 10:28   #12
Esperto
L'avatar di hermit94
 

Quote:
Originariamente inviata da Joseph Visualizza il messaggio
Sì, neppure chi parla con le mani come Jordan Peterson sbaglia a fare una rilevazione statistica.
È più importante il contenuto della forma.
Poi non conosco bene il soggetto in questione per valutarlo
Vecchio 15-04-2018, 10:33   #13
Esperto
L'avatar di Svalvolato
 

C'è un "problema" (poi dipende sempre da come uno lo vede) in generale. Per i maschi forse peggio per la maggior difficoltà a trovare qualcuna. Diciamo che ci sono soprattutto molti single di ritorno, gente divorziata o separata, che non so quanta voglia abbia di rimettersi in pista. La solitudine in generale non è bella, ma relazionale non è forse poi così male; penso che un sacco di accoppiati farebbero volentieri cambio.
Vecchio 15-04-2018, 10:34   #14
Esperto
L'avatar di Suttree
 

Secondo me sì.

Ma solitamente tra i vari periodi di solitudine qualche esperienza la fanno

Il peggio per me è quella sensazione che in fondo alle donne/ragazze vada bene stare da sole o che gli basti un cane o un gatto come compagnia.
Se ci provassi darei solo fastidio.
Spesso penso di valere meno di un cane o di un gatto

Ultima modifica di Suttree; 15-04-2018 a 10:36.
Ringraziamenti da
Blue Sky (18-04-2018)
Vecchio 15-04-2018, 10:46   #15
Avanzato
L'avatar di Palmiro
 

Quote:
Originariamente inviata da Suttree Visualizza il messaggio
Il peggio per me è quella sensazione che in fondo alle donne/ragazze vada bene stare da sole o che gli basti un cane o un gatto come compagnia.
Se ci provassi darei solo fastidio.
Spesso penso di valere meno di un cane o di un gatto
Io ci credo molto poco a questa cosa. A parole lo dicono, nei fatti però la compagnia ce l'hanno sempre e se rimanessero davvero sole non sarebbero certo felici
Vecchio 15-04-2018, 10:52   #16
Banned
 

Non conosco il tizio questione.

C'è sicuramente un problema sociale di solitudine (generale) che si accentua per la popolazione maschile; ma è anche un discorso più complesso della solitudine sentimentale - che, comunque, è significativa.

Non sto a linkare dati, ma :

La maggior parte dei senzatetto sono uomini.
La maggior parte degli abbandoni scolastici sono uomini; l'università sta vedendo un progressivo lasciar indietro uomini.
Maggior parte dei lavori pesanti con conseguente morte ? Uomini.
Maggior parte delle violenze subite : uomini vs uomini.
Suicidi portati a termine ? Quasi ovunque uomini.

Ora, non è che i problemi femminii siano su di un piano diverso, però o si prendono sti c***o di dati e sì dice "c'è un problema specifico col sesso maschile, ne dobbiamo parlare e dobbiamo muovere il culo per far qualcosa", oppure si va avanti così in un mezzo silenzio/assenso da cui si leva ogni tanto qualche voce (ma in TV più che altro la questione trattata è quella dei padri divorziati, e basta).

Il fatto è che 'sta cosa dovrebbe partire in primis dagli uomini stessi coesi come "gruppo sociale"; allo stesso modo con cui è partita nei decenni passati per le donne (per fortuna e pure senza bisogno di disastrose statistiche), ma qui campa cavallo.
Il sesso femminile ha saputo reinventarsi ed adattarsi all'evolvere della società; quello maschile è ancora fondamentalmente fermo a identificarsi nel ruolo di provider, ad accettare di essere materia spendibile di poco valore sociale ormai che i tempi son cambiati e tutti gli auto-pompini sulla forza maschile, rillevanza sociale etc etc si rivelano essere solo ideali e concetti che, per primi, si fottono il derriere degli uomini stessi. Van bene per pochi a scapito di molti, tra i maschi stessi.
Ringraziamenti da
cancellato19125 (17-04-2018), Creeper (15-04-2018), E. Scrooge (16-04-2018), SamueleMitomane (15-04-2018)
Vecchio 15-04-2018, 11:24   #17
Avanzato
 

sinceramente, pur condividendo in minima parte il discorso del video postato, non so questo psicologo voglia andare a parare...classico pensiero americano
Vecchio 15-04-2018, 11:35   #18
Esperto
L'avatar di Pablo's way
 

E' un problema che esiste ed è in parte dovuto alla radicale rivoluzione del ruolo della donna nella nostra società, rivoluzione che è stata rapida ed è tuttora in corso, ed ha messo in crisi abitudini e certezze radicate da tempi immemori.

Tutto questo provoca smarrimento, paura, incertezza, difficoltà a relazionarsi con l'altro sesso e per molti tutto ciò si traduce in una reazione di rifiuto delle relazioni, in chiusura in sé stessi.

C'è un processo di ridefinizione dei ruoli e delle aspettative di grande portata, normale che abbia effetti di questo tipo.
Vecchio 15-04-2018, 12:25   #19
Esperto
L'avatar di Takkuri
 

Quote:
Originariamente inviata da Marceline Visualizza il messaggio
Mi sembra che non si voglia vedere che l'esclusione maschile nasce spesso da presupposti legati appunto al machismo e al bullismo fra gli uomini stessi.
Molti non vogliono riconoscere, o meglio: non vogliono contrastare in prima persona questi meccanismi, allora si attaccano ai privilegi femminili.
Veramente il machismo si fonda proprio sulla condanna della debolezza e dell'insuccesso maschile, ergo va in direzione diametralmente opposta rispetto al riconoscimento dei privilegi femminili. Per il "vero uomo" se hai dei problemi a trovare una donna la colpa è tua che non hai le palle, il machista è molto più affine ad un PUA che ad un anti-femminista.
Vecchio 15-04-2018, 12:46   #20
Esperto
L'avatar di captainmarvel
 

Quote:
Originariamente inviata da The_Sleeper Visualizza il messaggio

Il fatto è che 'sta cosa dovrebbe partire in primis dagli uomini stessi coesi come "gruppo sociale"; allo stesso modo con cui è partita nei decenni passati per le donne (per fortuna e pure senza bisogno di disastrose statistiche), ma qui campa cavallo.
Il sesso femminile ha saputo reinventarsi ed adattarsi all'evolvere della società; quello maschile è ancora fondamentalmente fermo a identificarsi nel ruolo di provider, ad accettare di essere materia spendibile di poco valore sociale ormai che i tempi son cambiati e tutti gli auto-pompini sulla forza maschile, rillevanza sociale etc etc si rivelano essere solo ideali e concetti che, per primi, si fottono il derriere degli uomini stessi. Van bene per pochi a scapito di molti, tra i maschi stessi.
occhio che il femminismo è stato promosso dai poteri corporativi. è ben noto come abbia ricevuto finanziamenti dalla fondazione Ford e come la CIA abbia collaborato al suo sviluppo. La partecipazione full time delle donne al mercato del lavoro era il vero obbiettivo dietro l'acesa del femminismo.
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a Esiste un problema sociale di solitudine maschile?
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
chi ha risolto il problema della solitudine? Luca1993go Sondaggi 40 06-10-2017 21:07
La fobia sociale non esiste alessietto SocioFobia Forum Generale 83 22-12-2015 17:10
Perchè non esiste la prostituzione maschile?Voi donne ci andreste? sognatricepazza Forum Sessualità (solo adulti) 28 15-06-2014 19:22
se la solitudine diventasse un problema sociale oltre che personale? captainmarvel Amore e Amicizia 19 17-10-2012 22:38
La Fobia Sociale Non Esiste Anonymous-User SocioFobia Forum Generale 68 25-04-2005 19:57



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 01:07.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2018, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2