FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Fobia Sociale > SocioFobia Forum Generale
Rispondi
 
Vecchio 06-04-2005, 17:55   #1
Principiante
L'avatar di albert
 

Timidi e timide di tutto il mondo, le vostre sofferenze sono prossime alla fine. Forse. In Inghilterra è infatti entrata nella fase finale di sperimentazione una pillola che promette di rendere disinvolto e sicuro di chi sé in qualunque contesto chi è colpito da forme di ansia sociale ai limiti della patologia. Le persone, normali sotto ogni altro aspetto, che vivono con angoscia le situazioni pubbliche e gli incontri con estranei sarebbero infatti moltissime, tanto che per loro è stato coniato il termine di "fobia sociale": un vero e proprio disturbo mentale, secondo alcuni psichiatri, dalle conseguenze a volte persino invalidanti.

E' a loro che, tra un anno o poco più, se i test clinici andranno a buon fine, i medici potranno prescrivere l'Escitalopram, il farmaco, prodotto dalla Lundbeck, di cui nove centri sparsi per il territorio britannico stanno studiando l'efficacia. In termini tecnici, si tratta di un SSRI, un inibitore selettivo della ricaptazione della serotonina, vale a dire un medicinale che agisce aumentando la presenza nell'organismo di uno dei più importanti tra i neurotrasmettitori, legato al tono dell'umore. Alla famiglia degli SSRI appartengono farmaci famosi come il Prozac, o come il meno noto bupropione, che da qualche tempo viene prescritto anche in Italia a chi sta cercando di smettere di fumare. La pillola contro la timidezza è, insomma, un farmaco antidepressivo, stretto parente di un altro prodotto dalla medesima azienda, che viene usato per curare gli attacchi di panico.

La sperimentazione inglese sta procedendo bene. Il primo giro di test si concluderà in primavera e secondo un portavoce della Synexus, la compagnia che organizza i trial clinici dell'Escitalopram, sembra si siano già registrati alcuni casi di timidi cronici che, per la prima volta dopo anni, sono riusciti a superare le loro paure.
Resta tuttavia un problema, e non da poco. Non tutti, infatti, sono convinti che sia sempre corretto trattare la timidezza come una malattia. Qualche tempo fa, il Washington Post denunciò l'organizzazione di una vera e propria campagna di propaganda destinata a "creare" un disturbo, quello da ansia sociale, in realtà inesistente o perlomeno di incidenza molto limitata. E a promuovere il rilancio di uno degli antidepressivi più diffusi del mondo, il Paxil, prescrivibile anche per le timidezze patologiche.

Secondo la Glaxo, la casa farmaceutica che lo produce, il "disturbo da ansia sociale" colpirebbe il 13% degli americani, mentre i dati dei National Institutes of Mental Health parlano di percentuali inferiori al 4 %. La pillola per la timidezza, insomma, potrebbe avere un mercato assai più ridotto di quel che si augurano i suoi ideatori.

(27 novembre 2001)
Vecchio 06-04-2005, 20:15   #2
Guest
 

Timidi e timide di tutto il mondo unitevi un farmaco si aggira per l'europa...ma credi ancora a queste baggianate della pillola che risolve tutto? Cos'è un comunicato della GLAXO? Già si staranno fregando le mani pensando a tutti i miliardi che mungeranno dai portafogli dei "disturbati mentali fobici"..ma per favore!
Vecchio 06-04-2005, 21:17   #3
Guest
 

speriamo ke funzioni... la ricerca è importante....! speriamo sempre di migliorare!!!!
in ogni caso cerchiamo di farci forze anche da soli!
Vecchio 06-04-2005, 22:08   #4
Banned
 

Articolo del 2001 !
Vecchio 06-04-2005, 22:36   #5
Esperto
L'avatar di Lilith
 

Quote:
Originariamente inviata da insider
Timidi e timide di tutto il mondo unitevi un farmaco si aggira per l'europa...ma credi ancora a queste baggianate della pillola che risolve tutto? Cos'è un comunicato della GLAXO? Già si staranno fregando le mani pensando a tutti i miliardi che mungeranno dai portafogli dei "disturbati mentali fobici"..ma per favore!
eh, quasi quasi... avrei dato una risposta simile!
un bell'antidepressivo e via tutti i problemi? mah...
sarà che, come ho già detto altre volte, vedo quotidianamente gente che prende psicofarmaci da una vita e ciononostante sta di cacca.
Vecchio 06-04-2005, 22:53   #6
Banned
 

farmaco che si trova già in farmacia da più di un'anno, e ti assicuro che non fa miracoli....
Vecchio 07-04-2005, 09:09   #7
Principiante
L'avatar di cody
 

i farmacisti, dopo i banchieri, sono i primi sciacalli di questa società
Vecchio 08-04-2005, 16:20   #8
Intermedio
L'avatar di viola
 

ciao a tutti anche io sono d'accordo quegli stronzi si sfregano le mani pensando ai soldi che faranno non so, io forse non sono così grave da sentire il bisogno di prendere soldi ma credo che prima bisogna scoprire la causa delle nostre paure prendere un farmaco secondo me è troppo riduttivo, superficialmente darà anche un sollievo ma quello che che si trova in profondità rimane e prima o poi viene fuori
Vecchio 08-04-2005, 16:24   #9
Intermedio
L'avatar di viola
 

sentire il bisogno di prendere soldi

volevo dire sentire il bisogno di prendere farmaci ops: ops: ops: ops:
Vecchio 09-04-2005, 20:05   #10
Principiante
L'avatar di cody
 

Quote:
Originariamente inviata da viola
sentire il bisogno di prendere soldi

volevo dire sentire il bisogno di prendere farmaci ops: ops: ops: ops:
lapsus freudiano? banchiere anche tu? :lol:
Vecchio 10-04-2005, 21:49   #11
Intermedio
L'avatar di viola
 

:lol:
Vecchio 12-04-2005, 21:52   #12
Banned
 

[quote="albert"]Timidi e timide di tutto il mondo, le vostre sofferenze sono prossime alla fine.


il 'problema'..cosiddetto.-. sta nellatesta, nnon in una pillola...
anke se riconosco ke un aiuto farmacologico può essere utile x superare la cosiddetta ansia ke ne deriva...ma dire ke questo possa risolvere tutto non direi...xke il disorso è molto piu articolato a mio parere di cio ke sembra..nonè solo una questione dovuta all'ansia ma al proprio modo di percepirsi in rapporto a chi ci circonda..è il fossilizzarsi nelleproprie fissazioni e paranoie ke da origine allansia, bisognerebbe convincersi ke il problema nopn esiste se non fossimo noi stessi a crearlo... eliminare la vera origine del problema, ma cio' nnonè certo facile. i farmaci agiscono bene sul sintomo possono aiutare ma se ne dipendi è finita, xke se sospendi i farmaci prima o poi tutto tornerà...quindi meglio agire alla base convincersi ke ce la si puo fare....accettarsi e provare a superarsi ...ma almeno ci si riesce poi davvero e magari qualke volta prendere una pillola...ma mai kredere ke sia la soluzione di tutto.è solo un aiuto.
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a ehi, ne sapete niente????
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Lo sapete quali sono gli esseri più sfigati dei fobici Miky Off Topic Generale 5 20-04-2013 19:14
il re del niente vikingo SocioFobia Forum Generale 16 06-01-2009 19:49
Mi sapete qnt è efficace l'operazione per l'eritrofobia?? janko Rossore-Eritrofobia Forum 1 04-11-2008 22:41
lo sapete perche nn mi faccio una ragazza? osservatore SocioFobia Forum Generale 5 16-11-2007 17:33



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 02:52.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2