FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Psico Forum > Timidezza Forum
Rispondi
 
Vecchio 13-10-2008, 07:40   #1
Esperto
L'avatar di gattasilvestra
 

recentemente ho bevuto alcolici dopo un mese abbondante di astinenza (senza patemi) dall'alcol.

e ancora una volta mi sono chiesta perché basti fare una cosa stupida come bere per abbandonare tutto ciò che da tempo mi paralizza...

come se l'alcol spazzasse via quel mostriciattolo che, lo sento, vive nel mio cervello.

ho preso nota delle modifiche del mio carattere in base alla quantità di alcol ingerita. Mi basterebbe vivere ogni giorno al "livello base" (senza l'aiuto del vino!) per sentirmi guarita...


livello base
un paio di cocktail: chiacchiero spensieratamente, rido senza esagerare, non trattengo le emozioni positive e la curiosità, dialogo davvero con gli altri. Spariscono le seghe mentali. Il giorno dopo ricordo tutto.

livello avvinazzata
un paio di cocktail + birra: rido parecchio, parlo con disinvoltura di cinema, arte, politica, espongo le mie idee con convinzione e passione. Sono molto più sicura di me del solito. Il giorno dopo ricordo le conversazioni avute solo a tratti.

livello doppia personalità
cocktail + birra a volontà: divento troppo dolce, spontanea, allegra, spericolata, seducente. Sparo cazzate a raffica. Il giorno dopo mi ritrovo sms di persone con cui ho parlato o fatto un'uscita, che mi ringraziano della bella serata. Di cui io non ricordo nulla.

livello cirrosi
tequila liscia (o gin liscio...): divento una maniaca sessuale.
Vecchio 13-10-2008, 10:15   #2
Banned
 

Si ma fai anche figure di merda.tipo alzarsi dalla sedia del bancone barcollante e sbattere contro un tavolo o una persona e buttarlo giù , con tutti che ti guardano.oppure rischi che ti sale lo sbocco di colpo.anche a me l'alcol da un grande piacere psicofisico.mi toglie la timidezza o l'ansia, ma per esempio le crisi psicotiche no.potrei bere fino al coma etilico sperando che l'alcol me la faccia passare, ma sarebbe una cretinata perchè non passa certo con quello.cmnq il piacere che mi dà l'alcol e al di là dell desiderio di essere sicuro di me stesso e spaccone con gli altri, visto che io bevo sempre da solo.mi dona piacere perchè dopo un certo livello , 3 birre grandi.i miei pensieri si fanno dolci, difficile spiegare, ma sembra che i pensieri belli diventino ancora piu belli.e quelli brutti li dimentico dopo due secondi.poi e molto divertente, se ho tanto alcol posso divertirmi anche chiuso nella mia stanzetta , davanti al pc.rido e mi ecito per qualunque cavolata.insomma sintomi normali che provano tutti.cmnq a parte recentemente, sto bevendo quasi niente.una birra ognitanto e basta.e non mi manca.anche se ognitanto ho voglia di rigustarmi lo stordimento alcolico.
Vecchio 13-10-2008, 10:24   #3
Intermedio
L'avatar di 1897
 

Quote:
Originariamente inviata da gattasilvestra
e ancora una volta mi sono chiesta perché basti fare una cosa stupida come bere per abbandonare tutti i problemi che da tempo mi paralizzano, che mi fanno sentire indegna, spaventata, condannata...
Perchè l'alcool è un fortissimo disinibitore sociale, ma attenzione... L'alcool non risolve i tuoi problemi. Infatti a me non piace ubriacarmi perchè non credo sia una soluzione e neppure un'esperienza bella (gli altri ti prendono in giro sulla tua pelle...).
Vecchio 13-10-2008, 11:13   #4
Esperto
L'avatar di gattasilvestra
 

Avete ragione tanto sulle figuracce, anche se non ne ho ancora fatto, quanto sull'inutilità di una "terapia alcolica"... più che altro mi chiedo esattamente quali neuroni vengano (s)bloccati dall'alcol...

Mi sembra di avere la soluzione a portata di mano e non saperla interpretare.
Vecchio 13-10-2008, 11:24   #5
Zed
Avanzato
L'avatar di Zed
 

Insomma sei sulla buona strada per l'alcolismo.
Quanti anni hai? Per quanto credi di poter usare l'alcol per disinibirti senza conseguenze?
L'organismo ti gioca contro inconsapevolmente,dato che per difendersi aumenta le soglie di tolleranza.

Rischi di trovarti a bere a "livello cirrosi" solo per chiacchierare spensieratamente.
Te lo dico per esperienza: gli uomini vedono una donna che beve come una perfetta candidata da portarsi a letto una sera senza tante difficoltà e problemi(tanto non ricorderà niente), rischi di venire etichettata a torto in questo modo.
Insomma, una così non è che fa buona impressione.

Non esagerare e cerca di risolvere in modo "naturale" il problema: non ti piacerebbe arrivare al "livello base" con le tue forze?
Spero non crederai che "diventare una maniaca sessuale" sia una cosa di cui andare fiere!
Vecchio 13-10-2008, 11:56   #6
Esperto
L'avatar di gattasilvestra
 

Mannò, Zed, non preoccuparti. Tra l'altro ho già risposto altrove ad affermazioni simili alle tue, comunque mi sono arresa, è difficile dare un'idea anche vaga della propria vita attraverso un forum... sopratutto se si vuole mantenere un po' di riservatezza. Quindi vedila come preferisci

Quote:
Originariamente inviata da Zed
Non esagerare e cerca di risolvere in modo "naturale" il problema: non ti piacerebbe arrivare al "livello base" con le tue forze?
Non mi interessa che siano le mie forze o quelle di qualcun altro; comunque stavo dicendo proprio questo... l'alcol non è la soluzione, è solo ciò che mi ha fatto pensare che cambiando il mio cervello divento esattamente la donna che sento di essere e non una patetica caricatura impaurita...

ma un terapeuta riuscirà a farmi "cambiare il cervello" (ammesso sia questa la soluzione) esattamente in quel modo?
Vecchio 13-10-2008, 12:01   #7
Esperto
L'avatar di dottorzivago
 

Non capisco perche quando si parla di questo argomento tutti fanno i moralisti.

E' vero, l'alcol fà male.Ma per diventare "cirrotici" o "dipendenti" devi avere una carriera decennale di continue bevute e sbronze.
Sicuramente è pericolosissimo se devi guidare!
Ma per il resto mi sembra che qui si esageri.Ho 26 anni, conosco un sacco di coetanei che abitualmente alzano il gomito ogni santo venerdi e sabato ma di alcolizzati non ne ho trovati.
L'importante è non esagerare!!!Ed arrivare a livello di "doppia personalità" a volte può essere utile.
Io non bevo mai perche non esco mai, ma se uscissi berrei perchè l'alcol mi rende euforico, piu aperto, meno teso.
CI puo essere il problema della tolleranza ma anche quello è limitato, dei miei conoscenti per arrivare allo stesso livello di inibizione basterebbe farsi un cocktail in piu di me che, ripeto, non bevo mai!
Vecchio 13-10-2008, 13:09   #8
Principiante
L'avatar di Blacksoul
 

Proprio in questo periodo ho utilizzato l'alcol come disinibitore e, devo dire che mi ha aiutato parecchio facendomi passare 2-3 serate piacevoli.
Proprio per la paura della dipendenza però non lo utilizzo spesso.
Vecchio 13-10-2008, 13:56   #9
Esperto
L'avatar di Who_by_fire
 

--
Vecchio 13-10-2008, 14:07   #10
Banned
 

Quote:
Originariamente inviata da dottorzivago
Non capisco perche quando si parla di questo argomento tutti fanno i moralisti.

E' vero, l'alcol fà male.Ma per diventare "cirrotici" o "dipendenti" devi avere una carriera decennale di continue bevute e sbronze.
Sicuramente è pericolosissimo se devi guidare!
Ma per il resto mi sembra che qui si esageri.Ho 26 anni, conosco un sacco di coetanei che abitualmente alzano il gomito ogni santo venerdi e sabato ma di alcolizzati non ne ho trovati.
L'importante è non esagerare!!!Ed arrivare a livello di "doppia personalità" a volte può essere utile.
Io non bevo mai perche non esco mai, ma se uscissi berrei perchè l'alcol mi rende euforico, piu aperto, meno teso.
CI puo essere il problema della tolleranza ma anche quello è limitato, dei miei conoscenti per arrivare allo stesso livello di inibizione basterebbe farsi un cocktail in piu di me che, ripeto, non bevo mai!
sono daccordo....inizialmente anch'io la pensavo un po' moralisticamente...perchè alla fine mi piace avere davanti una persona vera, spontanea, autentica, che stia usando la testa e soprattutto mi piace che io sia capace di capire cosa sto dicendo e di agire solo successivamente ad una cosa pensata.

Detto questo qualche bevuta me la sono fatta anch'io e tutto sommato ti rilassa (che tu sia sociofobico, normalone, timidone, introversone o anche estroversone). Ti fa passare qualche ora con la testa leggera; anzi senza la testa....ti fa sembrare quasi di essere spettatore di te stesso, di essere all'interno di un sogno....di vedere cosa sta succedendo e le pazzie che stai facendo, ma senza poter influirne - almeno in quei primissimi minuti in cui ancor anon hai preso la consapevolezza.

Per diventare alcolizzati ce ne vuole, per farsi venire una cirrosi altrettanto e non sono di certo 3-4-5-10 sbronze all'anno (o nel mio caso 5-6 in una vita) a ucciderti.
Come detto l'importante è non guidare ed essere con almeno qualche persona di cui ti fidi un minimo.
Insomma ad esempio io in quelle 5-6 occasioni ero sempre con amici con la testa sulle spalle che mi tenevano d'occhio, sogghignavano un pochino, mi stoppavano se esageravo troppo.

Le mie fasi sono simili solo che:

prima fase: 1 o 2 birre non le sento

seconda fase - qualche cocktail forte (l'altro giorno mi sono bevuto un pesquito - che solitamente è leggero leggero- che sembrava più forte di 3-4 vodka liscie ---> davvero incredibile) o qualche bel superacolicone sono sempre me stesso, ma senza accorgermene mi viene più facile mantere una risposta più lunga (vabbeh che poi la follia di rispondere ce l'ho anche da sobrio); se non mi smuovo (esempio ballo) inizio a sentire l'alcool e inizio ad esser eun po' destabilizzato con l'equilibrio

terza fase: divento pure io un maniaco sessuale ---> letteralmente.
Rincorro amici ed amiche in cerca di baci, mi butto per terra aggrappandomi alle gambe e gironzolo incapace di intendere e di volere in cerca di sesso, anche a costo di farlo con un gatto o un cane.

A proposito io mi chiedo perchè mai nell'ultima fase della sbronza, quando i freni inibitori sono del tutto smontati il primo istinto è proprio quello sessuale (strano....solitament eda sobrio è quasi l'ultima cosa che prendo in considerazione)
Vecchio 13-10-2008, 14:20   #11
Zed
Avanzato
L'avatar di Zed
 

Quote:
Originariamente inviata da gattasilvestra
Mannò, Zed, non preoccuparti. Tra l'altro ho già risposto altrove ad affermazioni simili alle tue, comunque mi sono arresa, è difficile dare un'idea anche vaga della propria vita attraverso un forum... sopratutto se si vuole mantenere un po' di riservatezza. Quindi vedila come preferisci

Quote:
Originariamente inviata da Zed
Non esagerare e cerca di risolvere in modo "naturale" il problema: non ti piacerebbe arrivare al "livello base" con le tue forze?
Non mi interessa che siano le mie forze o quelle di qualcun altro; comunque stavo dicendo proprio questo... l'alcol non è la soluzione, è solo ciò che mi ha fatto pensare che cambiando il mio cervello divento esattamente la donna che sento di essere e non una patetica caricatura impaurita...

ma un terapeuta riuscirà a farmi "cambiare il cervello" (ammesso sia questa la soluzione) esattamente in quel modo?
Io mi immagino che se ti descrivi così accuratamente nei livelli hai fatto abbastanza "esperimenti".
Quando scrivo "con le tue forze" intendo con la tua sola volontà, magari aiutata da un terapeuta.
Mi chiedi se riuscirà a farti cambiare il cervello.. nessuno te lo può dire, certamente però ti leva il vizio di definirti una patetica caricatura impaurita
I miracoli però sono difficili, non credo che arriverai ad essere una donna disinibita e mangiatrice di uomini, ma se la tua personalità senza freni è così espansiva potresti riuscire a fare dei passi da gigante

Ma a che livello vuoi arrivare? Personalmente mi rapporterei bene con una ragazza che si comporta in una via di mezzo tra livello base e avvinazzata , oltre ci vedrei solo un'ubriacona. :?

Poi vabbè, io ho un brutto rapporto con l'alcool per via del mio vissuto, sinceramente non ho una gran stima di chi beve tanto per fare.
Moralista? Forse,ma questi sono i miei 2 cents


@dottorzivago

mi sento tirato in causa

Quote:
E' vero, l'alcol fà male.Ma per diventare "cirrotici" o "dipendenti" devi avere una carriera decennale di continue bevute e sbronze.
e se l'unico metodo che conosco per scioglermi è quello di bere e non faccio altro per migliorarmi, secondo te come potrò essere tra dieci o vent'anni? Ho conosciuto gente che ha 19 anni aveva il fegato dolorante

Quote:
Ma per il resto mi sembra che qui si esageri.Ho 26 anni, conosco un sacco di coetanei che abitualmente alzano il gomito ogni santo venerdi e sabato ma di alcolizzati non ne ho trovati.
L'alcolizzato per definizione non è quello che alza il gomito? :P
Se tracanni alcolici per dimenticare i tuoi problemi o per sballarti, non credi ti verrà voglia di ripeterlo in futuro?

Una cosa mi stupisce: sentendo i racconti dei nonni gli ubriaconi erano visti come persone da compatire, un pò come i nostri tossicodipendenti.. perchè ora è di moda? :?
Vecchio 13-10-2008, 14:29   #12
Banned
 

Quote:
Originariamente inviata da Zed
Quote:
Originariamente inviata da gattasilvestra
Mannò, Zed, non preoccuparti. Tra l'altro ho già risposto altrove ad affermazioni simili alle tue, comunque mi sono arresa, è difficile dare un'idea anche vaga della propria vita attraverso un forum... sopratutto se si vuole mantenere un po' di riservatezza. Quindi vedila come preferisci

Quote:
Originariamente inviata da Zed
Non esagerare e cerca di risolvere in modo "naturale" il problema: non ti piacerebbe arrivare al "livello base" con le tue forze?
Non mi interessa che siano le mie forze o quelle di qualcun altro; comunque stavo dicendo proprio questo... l'alcol non è la soluzione, è solo ciò che mi ha fatto pensare che cambiando il mio cervello divento esattamente la donna che sento di essere e non una patetica caricatura impaurita...

ma un terapeuta riuscirà a farmi "cambiare il cervello" (ammesso sia questa la soluzione) esattamente in quel modo?
Io mi immagino che se ti descrivi così accuratamente nei livelli hai fatto abbastanza "esperimenti".
Quando scrivo "con le tue forze" intendo con la tua sola volontà, magari aiutata da un terapeuta.
Mi chiedi se riuscirà a farti cambiare il cervello.. nessuno te lo può dire, certamente però ti leva il vizio di definirti una patetica caricatura impaurita
I miracoli però sono difficili, non credo che arriverai ad essere una donna disinibita e mangiatrice di uomini, ma se la tua personalità senza freni è così espansiva potresti riuscire a fare dei passi da gigante

Ma a che livello vuoi arrivare? Personalmente mi rapporterei bene con una ragazza che si comporta in una via di mezzo tra livello base e avvinazzata , oltre ci vedrei solo un'ubriacona. :?

Poi vabbè, io ho un brutto rapporto con l'alcool per via del mio vissuto, sinceramente non ho una gran stima di chi beve tanto per fare.
Moralista? Forse,ma questi sono i miei 2 cents


@dottorzivago

mi sento tirato in causa

Quote:
E' vero, l'alcol fà male.Ma per diventare "cirrotici" o "dipendenti" devi avere una carriera decennale di continue bevute e sbronze.
e se l'unico metodo che conosco per scioglermi è quello di bere e non faccio altro per migliorarmi, secondo te come potrò essere tra dieci o vent'anni? Ho conosciuto gente che ha 19 anni aveva il fegato dolorante

Quote:
Ma per il resto mi sembra che qui si esageri.Ho 26 anni, conosco un sacco di coetanei che abitualmente alzano il gomito ogni santo venerdi e sabato ma di alcolizzati non ne ho trovati.
L'alcolizzato per definizione non è quello che alza il gomito? :P
Se tracanni alcolici per dimenticare i tuoi problemi o per sballarti, non credi ti verrà voglia di ripeterlo in futuro?

Una cosa mi stupisce: sentendo i racconti dei nonni gli ubriaconi erano visti come persone da compatire, un pò come i nostri tossicodipendenti.. perchè ora è di moda? :?
per lo stesso motivo per cui farsi una canna era ed è di moda...

e dal mio punto di vista nel particolare qualche volta bere un bicchiere in più non fa male...
è un po' come quando da piccolini si faceva il giro al luna park....un giorno senza compiti e senza studio, ma solo divertimento.
Ecco l'alcool se usato in modo moderato è quello
Vecchio 13-10-2008, 14:45   #13
Esperto
L'avatar di enemyofthesun
 

Quote:
Originariamente inviata da gattasilvestra
recentemente ho bevuto alcolici dopo un mese abbondante di astinenza (senza patemi) dall'alcol.

e ancora una volta mi sono chiesta perché basti fare una cosa stupida come bere per abbandonare tutti i problemi che da tempo mi paralizzano, che mi fanno sentire indegna, spaventata, condannata...

come se l'alcol spazzasse via quel mostriciattolo che, lo sento, vive nel mio cervello.

ho preso nota delle modifiche del mio carattere in base alla quantità di alcol ingerita. Mi basterebbe vivere ogni giorno al "livello base" (senza l'aiuto del vino!) per sentirmi guarita...


livello base
un paio di cocktail: chiacchiero spensieratamente, rido senza esagerare, non trattengo le emozioni positive e la curiosità, dialogo davvero con gli altri. Spariscono le seghe mentali. Il giorno dopo ricordo tutto.

livello avvinazzata
un paio di cocktail + birra: rido parecchio, parlo con disinvoltura di cinema, arte, politica, espongo le mie idee con convinzione e passione. Sono molto più sicura di me del solito. Il giorno dopo ricordo le conversazioni avute solo a tratti.

livello doppia personalità
cocktail + birra a volontà: divento troppo dolce, spontanea, allegra, spericolata, seducente. Sparo cazzate a raffica. Il giorno dopo mi ritrovo sms di persone con cui ho parlato o fatto un'uscita, che mi ringraziano della bella serata. Di cui io non ricordo nulla.

livello cirrosi
tequila liscia (o gin liscio...): divento una maniaca sessuale.
A me l'alcool incide poco sulla vita sociale.
Tanto sul malessere, che migliora temporaneamente per poi peggiorare radicalmente.

livello base
un paio di cocktail: parlo più volentieri e con meno inibizione

livello avvinazzata
un paio di cocktail + birra: parlo parecchio e sorrido più del solito e a volte persino più del dovuto; posso fare delle battutine a sfondo sessuale inusuali per me ops:

livello doppia personalità
cocktail + birra a volontà: comincio a incupirmi e a non parlare più, ho voglia di farmi male, penso che sono stufo di soffrire in questa vita, non ho voglia di avere gente intorno

livello cirrosi
tequila liscia (o gin liscio...): penso al suicidio.

:roll:
Ecco perchè l'alcool non mi fa bene.
Vecchio 13-10-2008, 15:28   #14
Esperto
L'avatar di dottorzivago
 

Quote:
L'alcolizzato per definizione non è quello che alza il gomito? :P
Se tracanni alcolici per dimenticare i tuoi problemi o per sballarti, non credi ti verrà voglia di ripeterlo in futuro?

Una cosa mi stupisce: sentendo i racconti dei nonni gli ubriaconi erano visti come persone da compatire, un pò come i nostri tossicodipendenti.. perchè ora è di moda? :?
[/quote]

L'alcolizzato o alcolista è quello che ha una vera e propria dipendenza che prima è psicologica e poi fisica, se non beve l'alcolizzato inizia a delirare, tremare e avere tanti altri sintomi.
PEr dipemdemza psicologica intendo che va in depressione se non ha la bottiglia accanto!
Se i tuoi amici chiamano alcolizzato chi beve nel week end x sfottere è un altro discorso.
Per arrivare a questa situazione devi bere anni e anni quotidianamente.

Non bevo per dimenticare i miei problemi, questo è capitato solo 2 o 3 volte in vita mia, se no sarei ubriaco ance in casa.
Bevo per socializzare, sentirmi meno teso, meno ansioso e a mio agio con persone e luoghi non familiari.Lo faccio (meglio dire lo farei) saltuarialmente e questo non provoca dipendenza nemmeno psicologica.

I nonni parlavano degli ubriaconi sbandati....devi veri alcolizzati.No di quelli che sono "brilli" il week end.
Non è solo una moda, c'è poco da fare l'acol aiuta, perche se no l'80% della gente nei locali è alticcia?
Vecchio 13-10-2008, 16:07   #15
Esperto
L'avatar di paccello
 

Io non esagero mai, ma se bevo un drink mi accorgo di essere più naturalmente sciolto. Dovessi uscire con una, mi sa che qualcosa lo berrei volentieri perchè a quanto ho visto, mi fa essere più tranquillo.
Vecchio 13-10-2008, 16:37   #16
Intermedio
L'avatar di 1897
 

Quote:
Originariamente inviata da gattasilvestra
Avete ragione tanto sulle figuracce, anche se non ne ho ancora fatto, quanto sull'inutilità di una "terapia alcolica"... più che altro mi chiedo esattamente quali neuroni vengano (s)bloccati dall'alcol... sono proprio quei neuroni a rendermi (da sobria) timorosa, timida, piena di pensieri tortuosi e al 30% delle mie potenzialità.

Mi sembra di avere la soluzione a portata di mano e non saperla interpretare.
Se non erro ci dovrebbero essere studi che tentano di stabilire in maniera scientifica che cosa avviene nell'organismo quando si abusa dell'alcool, ma non ne sono sicuro....
Vecchio 13-10-2008, 17:13   #17
Esperto
L'avatar di gattasilvestra
 

1897, li cercherò... Oppure mi spulcio i libri di anatomia e fisiologia, magari trovo qualche accenno.

Quote:
Originariamente inviata da cescA
a me è capitato anche con un antidolorifico, all'improvviso ha sistemato tutti i soliti problemi, mi sono chiesta se le persone "normali" stiano così e se è per quello che a me invece sembra tutto impossibile
eccappunto, hai centrato la questione...

Quote:
Originariamente inviata da Zed
Una cosa mi stupisce: sentendo i racconti dei nonni gli ubriaconi erano visti come persone da compatire, un pò come i nostri tossicodipendenti.. perchè ora è di moda? :?
sembrerà strano, ma me lo chiedo anche io... sarà colpa degli anni '60? Comunque già dai poeti maledetti o dai tempi delle orge dionisiache c'è sempre stato qualche cultore dell'ebbrezza alcolica... ora la cosa si è diffusa
Vecchio 15-10-2008, 10:29   #18
Zed
Avanzato
L'avatar di Zed
 

Quote:
Originariamente inviata da dottorzivago
Quote:
L'alcolizzato per definizione non è quello che alza il gomito? :P
Se tracanni alcolici per dimenticare i tuoi problemi o per sballarti, non credi ti verrà voglia di ripeterlo in futuro?

Una cosa mi stupisce: sentendo i racconti dei nonni gli ubriaconi erano visti come persone da compatire, un pò come i nostri tossicodipendenti.. perchè ora è di moda? :?
L'alcolizzato o alcolista è quello che ha una vera e propria dipendenza che prima è psicologica e poi fisica, se non beve l'alcolizzato inizia a delirare, tremare e avere tanti altri sintomi.
PEr dipemdemza psicologica intendo che va in depressione se non ha la bottiglia accanto!
Se i tuoi amici chiamano alcolizzato chi beve nel week end x sfottere è un altro discorso.
Per arrivare a questa situazione devi bere anni e anni quotidianamente.

Non bevo per dimenticare i miei problemi, questo è capitato solo 2 o 3 volte in vita mia, se no sarei ubriaco ance in casa.
Bevo per socializzare, sentirmi meno teso, meno ansioso e a mio agio con persone e luoghi non familiari.Lo faccio (meglio dire lo farei) saltuarialmente e questo non provoca dipendenza nemmeno psicologica.

I nonni parlavano degli ubriaconi sbandati....devi veri alcolizzati.No di quelli che sono "brilli" il week end.
Non è solo una moda, c'è poco da fare l'acol aiuta, perche se no l'80% della gente nei locali è alticcia?
No, i miei (ex)amici non chiamavano nessuno alcolizzato anche perchè erano i primi ad esserlo, era gente che si devastava ogni santo weekend in onore al dio divertimento. Per questo motivo ho iniziato a disprezzarli.
Ho passato un'adolescenza di merda e se sono finito nel vortice della FS è anche per colpa loro.
Avevo fatto una battuta però.. so chi è davvero alcolizzato
Però mi resta il l'idea che quelli che quasi regolarmente si rovinano il fegato trangugiando merda nei weekend per anni (fai da quando hanno 16 anni sino a minimo 20) sino a sentirsi male pagheranno questa leggerezza.

Comunque per me uno che ha bisogno dell'alcool per divertirsi, significa che con i miliardi di cose che puoi fare nel mondo sceglie la via più facile.

Capisco comunque chi beve perchè ha problemi più grandi di lui.

Quote:
Originariamente inviata da gattasilvestra
sembrerà strano, ma me lo chiedo anche io... sarà colpa degli anni '60? Comunque già dai poeti maledetti o dai tempi delle orge dionisiache c'è sempre stato qualche cultore dell'ebbrezza alcolica... ora la cosa si è diffusa
Io avevo provato ragionarci su.. mi è venuto in mente un mix di genitori ex-sessantottini(quelli che "divertiti sinchè sei giovane" e "l'abbiamo fatto tutti"), sfida giovanile e modello distorto del giovane figo che trasmette la Tv.
Dannato cassone, quand'è che l'ipnosi collettiva finirà? :P
Vecchio 15-10-2008, 10:50   #19
Avanzato
L'avatar di affetto
 

gatta se t va t inviterei a un bel aperitivo..tranquilla solo gin e tequila...ok?
Vecchio 15-10-2008, 11:03   #20
Avanzato
L'avatar di affetto
 

a parte gli scherzi((se accetti l invito con piacere)..l alcool credo che nn sia la soluzione x migliorare la socializzaz....pero rifletti sul fatto che quando bevi sei sempre tu sei tu ad esssere piu sciolta piu socievole..cio rispecchia la tua realta cio che vorresti essere...vin veritas no?..quindi perche nn da normale?....cerca d convincerti che tu puoi essere quella persona anche senza bere...nn sparo cazzate ..ma cose dette da specialisti in materia....tu quella vera e quella che vorresti essere sei quando 6 ubriaca o brilla...quindi x carita divertiti ma attanzione alla dipendenza.....
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a e la timidezza non c'è più...
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Timidezza maschile vs timidezza femminile 88_ThE_BeSt2_88 Timidezza Forum 63 10-03-2009 01:14
timidezza.. Ale1 Timidezza Forum 7 26-01-2009 00:18
timidezza... Diafobik Timidezza Forum 12 16-11-2008 01:03
timidezza bicio Timidezza Forum 26 19-04-2006 13:31
La Timidezza non è la FS!! Uzik Timidezza Forum 19 03-12-2005 21:44



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 00:08.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2