FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Fobia Sociale > SocioFobia Forum Generale
Rispondi
 
Vecchio 03-10-2007, 21:09   #1
Intermedio
L'avatar di carla
 

LE PECORE

"le pecore vivono in greggi di 200 o 300 capi.essi hanno un pastore affinchè li sorvegli e dei cani.ci sono due categorie di cani da pastore.i piccoli cani,che abbaiano e che quando una pecora si allontana dal gruppo un po' troppo,le mordono le zampe e la fanno ritornare e poi ci sono i grandi cani pastori,che sono allevati nel gregge come fratelli e sorelle.essi dormono con le pecore,le spingono,loro non dicono nulla,e possono addirittura dormire coricati insieme.sono là per calmare il gregge e riportare le pecore perdute,grazie al loro senso di direzione ed al loro fiuto.
i piccoli cani non possono essere dappertutto e qualche volta,nel grande gregge,succede che una pecora si allontani tranquillamente,in santa pace.la pecora non ha alcun fiuto nè alcun senso di orientamento.alle 11 del mattino è a due colline dal gregge,alle 3 del pomeriggioè a 11 colline dal gregge,se continua sola nella natura ostile,sbagliare direzione significa morire.
LA SOLUZIONE PERFETTA DEL CERVELLO PER SALVARLE LA VITA,è LA MALATTIA.
la pecora non sa di essere sulla strada sbagliata,va avanti.ma il suo cervello lo sa,e va a necrosare la corteccia surrenale affinchè la pecora crolli per la fatica.il cervello invia l'ordine di necrosare le surrenali..non c'è dunque piu' tessuto nelle cellule che secernono cortisone..la surrenale non lavora piu' e la pecora è esaurita.
cio' vuol dire che anche se volesse correre non riesce a continuare sulla cattiva strada.è la soluzione perfetta del cervello affinchè la smetta di allontanarsi dal gruppo.
il grande cane da pastore puo' ritrovarla con il suo fiuto poichè la pecora non si muove piu'.quando il cane la ritrova,si butta su di lei,la lecca e la pecora sente il gregge.è come se l'avesse ritrovato ed il grande cane le spinge la testa nella giusta direzione e la spinge affinchè si alzi.
allora la pecora vacilla un po',dovrebbe essere incapace di sollevarsi ma il suo cervello a questo punto ,riproduce le cellule del cortico surrene che iniziano una produzione accellerata di cortisone.è come se facesse un bolo di cortisone intravenoso,cio' da un colpo di reni alla pecora che puo' correre verso il suo gregge e là termina tranquillamente la sua guarigione in mezzo ai suoi...
allora la soluzione perfetta al conflitto "sbagliare direzione"(fatica)è quella di trovare la sua strada.
voi potete ben vedere che la malattia è la soluzione perfetta del cervello per ritrovare la giusta strada:è la soluzione del conflitto:"sbagliare direzione"o "sbagliare via".
ed è l'inconscio collettivo del gregge che agisce,che è orchestrato in maniera perfetta.è la massa dei cervelli,di tutti i cervelli perchè il gregge è un gruppo di centrali di comando del cervello che funziona in permanenza con le onde che la medicina non conosce ancora.si potrebbe parlare di telepatia.
è per questo che le persone che sono affaticate in modo cronico,sono coloro che sbagliano la loro strada,il loro cervello lo sa dall'inconscio collettivo.il vostro cervello inconscio non puo' sbagliarsi.
Vecchio 03-10-2007, 22:51   #2
Principiante
L'avatar di velvet76
 

Grazie carla, bellissimo post: in effetti la fatica di percorrere la strada giusta é assai differente dall'insoddisfazione di percorrere una strada brancolando nel buio. Il problema sussisterebbe nel capire di primo acchito quale sia la strada giusta. O almeno io sono una persona che tende ad auto-sabotarsi e quindi forse é un po' più complicato... O no? :roll:
Vecchio 03-10-2007, 23:11   #3
Esperto
L'avatar di salvo-auron
 

Quote:
Originariamente inviata da carla
LE PECORE

"le pecore vivono in greggi di 200 o 300 capi.essi hanno un pastore affinchè li sorvegli e dei cani.ci sono due categorie di cani da pastore.i piccoli cani,che abbaiano e che quando una pecora si allontana dal gruppo un po' troppo,le mordono le zampe e la fanno ritornare e poi ci sono i grandi cani pastori,che sono allevati nel gregge come fratelli e sorelle.essi dormono con le pecore,le spingono,loro non dicono nulla,e possono addirittura dormire coricati insieme.sono là per calmare il gregge e riportare le pecore perdute,grazie al loro senso di direzione ed al loro fiuto.
i piccoli cani non possono essere dappertutto e qualche volta,nel grande gregge,succede che una pecora si allontani tranquillamente,in santa pace.la pecora non ha alcun fiuto nè alcun senso di orientamento.alle 11 del mattino è a due colline dal gregge,alle 3 del pomeriggioè a 11 colline dal gregge,se continua sola nella natura ostile,sbagliare direzione significa morire.
LA SOLUZIONE PERFETTA DEL CERVELLO PER SALVARLE LA VITA,è LA MALATTIA.
la pecora non sa di essere sulla strada sbagliata,va avanti.ma il suo cervello lo sa,e va a necrosare la corteccia surrenale affinchè la pecora crolli per la fatica.il cervello invia l'ordine di necrosare le surrenali..non c'è dunque piu' tessuto nelle cellule che secernono cortisone..la surrenale non lavora piu' e la pecora è esaurita.
cio' vuol dire che anche se volesse correre non riesce a continuare sulla cattiva strada.è la soluzione perfetta del cervello affinchè la smetta di allontanarsi dal gruppo.
il grande cane da pastore puo' ritrovarla con il suo fiuto poichè la pecora non si muove piu'.quando il cane la ritrova,si butta su di lei,la lecca e la pecora sente il gregge.è come se l'avesse ritrovato ed il grande cane le spinge la testa nella giusta direzione e la spinge affinchè si alzi.
allora la pecora vacilla un po',dovrebbe essere incapace di sollevarsi ma il suo cervello a questo punto ,riproduce le cellule del cortico surrene che iniziano una produzione accellerata di cortisone.è come se facesse un bolo di cortisone intravenoso,cio' da un colpo di reni alla pecora che puo' correre verso il suo gregge e là termina tranquillamente la sua guarigione in mezzo ai suoi...
allora la soluzione perfetta al conflitto "sbagliare direzione"(fatica)è quella di trovare la sua strada.
voi potete ben vedere che la malattia è la soluzione perfetta del cervello per ritrovare la giusta strada:è la soluzione del conflitto:"sbagliare direzione"o "sbagliare via".
ed è l'inconscio collettivo del gregge che agisce,che è orchestrato in maniera perfetta.è la massa dei cervelli,di tutti i cervelli perchè il gregge è un gruppo di centrali di comando del cervello che funziona in permanenza con le onde che la medicina non conosce ancora.si potrebbe parlare di telepatia.
è per questo che le persone che sono affaticate in modo cronico,sono coloro che sbagliano la loro strada,il loro cervello lo sa dall'inconscio collettivo.il vostro cervello inconscio non puo' sbagliarsi.


allora praticamente io trovandomi su questo forum, ho sbagliato strada come la pecora e quindi si stanno riproducendo le cellule surrenali
grazie per avermelo fatto capire, non ci ero arrivato
Vecchio 04-10-2007, 06:51   #4
Avanzato
 

mmm non sò se ho capito. il corpo e la mente o psiche, lavorano insieme ? in simbiosi? per esempio una grande tensione o ansia può provocare vomito, nausea, mal di testa..e questi segnali psicosomatici ti fanno comprendere che stai prendendo una strada sbagliata.sono il riflesso sul corpo di un disagio interiore.?e questo che intende il post?il dolore sarebbe il cane da pastore che ci porta su un altra via?tipo quando ti scotti con un fiammifero e allontani la mano d'istinto?boh .
Vecchio 04-10-2007, 08:46   #5
Intermedio
L'avatar di schizzo
 

a me pare aver capito la stessa cosa.
Mah....come ho scritto in un altro post a me è successo questo....anni fà,decisi di uscire dal mio guscio pieno di solitudine, frustrazioni,angosce e quanto altro e incominciai a divertirmi come gli "altri". Però il disagio e l'ansia
che continuavo a provare nel mondo esterno si sono tramutati in seri problemi fisici ( gastrite e colite nervosa). A un certo punto, dopo un grave dimagrimento (ho rischiato la vita), per salvaguardare la mia salute sono ritornato a fare la stessa vita solitaria di prima.
Quindi nel mio caso, il dolore mi ha riportato sulla via di partenza
Vecchio 04-10-2007, 12:50   #6
Avanzato
L'avatar di The_Mask
 

Quote:
Originariamente inviata da carla
LE PECORE

"le pecore vivono in greggi di 200 o 300 capi.essi hanno un pastore affinchè li sorvegli e dei cani.ci sono due categorie di cani da pastore.i piccoli cani,che abbaiano e che quando una pecora si allontana dal gruppo un po' troppo,le mordono le zampe e la fanno ritornare e poi ci sono i grandi cani pastori,che sono allevati nel gregge come fratelli e sorelle.essi dormono con le pecore,le spingono,loro non dicono nulla,e possono addirittura dormire coricati insieme.sono là per calmare il gregge e riportare le pecore perdute,grazie al loro senso di direzione ed al loro fiuto.
i piccoli cani non possono essere dappertutto e qualche volta,nel grande gregge,succede che una pecora si allontani tranquillamente,in santa pace.la pecora non ha alcun fiuto nè alcun senso di orientamento.alle 11 del mattino è a due colline dal gregge,alle 3 del pomeriggioè a 11 colline dal gregge,se continua sola nella natura ostile,sbagliare direzione significa morire.
da questo inizio pensavo fosse la recensione di "Babe: maialino coraggioso"... :lol:
Cmq bello e vero... ste cose della psicosomatica già le sapevo...
Vecchio 04-10-2007, 19:36   #7
Intermedio
L'avatar di carla
 

ovvio che si possono fare molte letture e pure io ho fatto la mia,con la mia esperienza...
quello che si è avvicinato di piu'a quel che traggo io è forse endless...
insomma il punto è che il compito del nostro organo cervello è trovare la soluzione perfetta ai nostri problemi...ai nostri pensieri.cosi' come se voglio una sigaretta il mio cervello invia l'ordine al braccio e la prende...la stessa cosa fa con ogni tipo di pensiero,anche quello ossessivo,non performativo,insomma quello che viaggia a 853milioni di km/sec(si questa cosa mi è proprio rimasta impressa!)
dunque non sottovalutate l'effetto dei vostri pensieri,non solo sull'umore ovviamente ma vi assicuro che si riflette sul corpo...e poi induce ad altri pensieri,in un circolo vizioso...ascoltate la malattia,indagatene l'origine,assecondate voi stessi,ma i vostri desideri,non le paure che vi impediscono di realizzarli...
i circoli viziosi sono difficili da inceppare...spezzateli nel loro punto piu' debole,è stupefacente vedere il cambiamento.si io mi sono destabilizzata e ho cambiato delle cose nel mio quotidiano...ma quello che è cambiato davvero è la cosa fondamentale:L'ATTEGGIAMENTO.non sono le cose,ma il modo di vederle.e questa è una cosa assai banale quanto vera.
siate il virus di voi stessi!
Vecchio 04-10-2007, 19:50   #8
Avanzato
 

come si può assecondare un desiderio se non si sà neanche cosa desiderare?e come se sei davanti a una vetrina con un sacco di bei regali.ma devi farti il culo per averli.se avessi una spinta naturale dettata dal desiderio .faresti come il braccio con la sigaretta.ma ci vuole uno sforzo ancor maggiore.e quindi la parte razionale, dice:ma ne vale la pena?i circoli viziosi per me sono i pensieri , ogni sera e ogni giorno fantastico su un sacco di cose.ma non lo trovo antiproduttivo.anzi e stimolante per la fantasia.ma qui si parla di paure da spezzare.quindi non c'entra nulla.
Vecchio 04-10-2007, 22:19   #9
Esperto
L'avatar di gerrard
 

beh i desideri dovrebbero dare la spinta giusta per superare la paura....in teoria.
se qualcuno ne avanza una migliore...
Vecchio 04-10-2007, 23:06   #10
Intermedio
L'avatar di cruccomobil
 

Quote:
Originariamente inviata da salvo-auron
Quote:
Originariamente inviata da carla
LE PECORE

"le pecore vivono in greggi di 200 o 300 capi.essi hanno un pastore affinchè li sorvegli e dei cani.ci sono due categorie di cani da pastore.i piccoli cani,che abbaiano e che quando una pecora si allontana dal gruppo un po' troppo,le mordono le zampe e la fanno ritornare e poi ci sono i grandi cani pastori,che sono allevati nel gregge come fratelli e sorelle.essi dormono con le pecore,le spingono,loro non dicono nulla,e possono addirittura dormire coricati insieme.sono là per calmare il gregge e riportare le pecore perdute,grazie al loro senso di direzione ed al loro fiuto.
i piccoli cani non possono essere dappertutto e qualche volta,nel grande gregge,succede che una pecora si allontani tranquillamente,in santa pace.la pecora non ha alcun fiuto nè alcun senso di orientamento.alle 11 del mattino è a due colline dal gregge,alle 3 del pomeriggioè a 11 colline dal gregge,se continua sola nella natura ostile,sbagliare direzione significa morire.
LA SOLUZIONE PERFETTA DEL CERVELLO PER SALVARLE LA VITA,è LA MALATTIA.
la pecora non sa di essere sulla strada sbagliata,va avanti.ma il suo cervello lo sa,e va a necrosare la corteccia surrenale affinchè la pecora crolli per la fatica.il cervello invia l'ordine di necrosare le surrenali..non c'è dunque piu' tessuto nelle cellule che secernono cortisone..la surrenale non lavora piu' e la pecora è esaurita.
cio' vuol dire che anche se volesse correre non riesce a continuare sulla cattiva strada.è la soluzione perfetta del cervello affinchè la smetta di allontanarsi dal gruppo.
il grande cane da pastore puo' ritrovarla con il suo fiuto poichè la pecora non si muove piu'.quando il cane la ritrova,si butta su di lei,la lecca e la pecora sente il gregge.è come se l'avesse ritrovato ed il grande cane le spinge la testa nella giusta direzione e la spinge affinchè si alzi.
allora la pecora vacilla un po',dovrebbe essere incapace di sollevarsi ma il suo cervello a questo punto ,riproduce le cellule del cortico surrene che iniziano una produzione accellerata di cortisone.è come se facesse un bolo di cortisone intravenoso,cio' da un colpo di reni alla pecora che puo' correre verso il suo gregge e là termina tranquillamente la sua guarigione in mezzo ai suoi...
allora la soluzione perfetta al conflitto "sbagliare direzione"(fatica)è quella di trovare la sua strada.
voi potete ben vedere che la malattia è la soluzione perfetta del cervello per ritrovare la giusta strada:è la soluzione del conflitto:"sbagliare direzione"o "sbagliare via".
ed è l'inconscio collettivo del gregge che agisce,che è orchestrato in maniera perfetta.è la massa dei cervelli,di tutti i cervelli perchè il gregge è un gruppo di centrali di comando del cervello che funziona in permanenza con le onde che la medicina non conosce ancora.si potrebbe parlare di telepatia.
è per questo che le persone che sono affaticate in modo cronico,sono coloro che sbagliano la loro strada,il loro cervello lo sa dall'inconscio collettivo.il vostro cervello inconscio non puo' sbagliarsi.


allora praticamente io trovandomi su questo forum, ho sbagliato strada come la pecora e quindi si stanno riproducendo le cellule surrenali
grazie per avermelo fatto capire, non ci ero arrivato
e mò l'hai scoperto?
sto forum nuoce alla salute :lol:
Vecchio 05-10-2007, 00:07   #11
Intermedio
L'avatar di schizzo
 

Quote:
Originariamente inviata da carla
ovvio che si possono fare molte letture e pure io ho fatto la mia,con la mia esperienza...
quello che si è avvicinato di piu'a quel che traggo io è forse endless...
insomma il punto è che il compito del nostro organo cervello è trovare la soluzione perfetta ai nostri problemi...ai nostri pensieri.cosi' come se voglio una sigaretta il mio cervello invia l'ordine al braccio e la prende...la stessa cosa fa con ogni tipo di pensiero,anche quello ossessivo,non performativo,insomma quello che viaggia a 853milioni di km/sec(si questa cosa mi è proprio rimasta impressa!)
dunque non sottovalutate l'effetto dei vostri pensieri,non solo sull'umore ovviamente ma vi assicuro che si riflette sul corpo...e poi induce ad altri pensieri,in un circolo vizioso...ascoltate la malattia,indagatene l'origine,assecondate voi stessi,ma i vostri desideri,non le paure che vi impediscono di realizzarli...
i circoli viziosi sono difficili da inceppare...spezzateli nel loro punto piu' debole,è stupefacente vedere il cambiamento.si io mi sono destabilizzata e ho cambiato delle cose nel mio quotidiano...ma quello che è cambiato davvero è la cosa fondamentale:L'ATTEGGIAMENTO.non sono le cose,ma il modo di vederle.e questa è una cosa assai banale quanto vera.
siate il virus di voi stessi!

La scoperta dell'acqua calda: eliminare le proprie paure per realizzare i propri desideri......
la metafora delle pecorelle e dei cani pastori e tutte le argomentazioni che ne seguono, per quanto affascinanti, in realtà non ci forniscono la soluzione al problema che, credo angosci un pò tutti gli utenti di questo forum, quello di "spezzare" queste nostre stramaledette fobie......
"bisogna assecondare i nostri desideri, non le paure che ci impediscono di realizzarli...atteggiamento più positivo"....e chi non ha provato a farlo????
Vecchio 05-10-2007, 10:47   #12
Intermedio
L'avatar di schizzo
 

Quante volte ho cercato di dare ascolto a me stesso, a quello che dentro di me realmente volevo, desideravo, le mie aspirazioni, quei desideri che ho ben individuato e sono chiari nella mia mente da sempre. Tante volte ho cercato di concentrare tutte le mie forze interiori al controllo e al superamento di queste "stupide" fobie che reputo tali ma che evidentemente il mio inconscio non è mai riuscito a "debellare". Si, sono riuscito a volte anche a controllarle in parte,in certi periodi della mia vita, in certe situazioni del quotidiano per poi tornare a essere prigioniero dei miei fantasmi, delle mie angosce.
Tante volte... forse troppe,una lotta interminabile senza fine....,mi sono detto,mi sono imposto,si dai guarda gli "altri" come parlano, come bevono tranquillamente un caffè seduti a un tavolino in quel bar affollato, ma si dai se tu lo vuoi perchè non lo devi fare anche tu, perchè non devi passeggiare anche tu in quella strada affollata e guardare le vetrine dei negozi magari in compagnia di qualche ragazza o amico, riuscire a stare in una piscina in mezzo a tante persone, su una spiaggia sotto il sole d'agosto,in un ristorante,in un cinema, senza avvertire quell'opprimente disagio e non sentirsi più un estraneo,un pesce fuor d'acqua, un robot, rigido e impedito nei movimenti delle gambe e delle braccia.
Quante volte l'ho fatto, ma poi quando ritorni a casa é vero più ricco dentro, più sereno, ma svuotato fiscamente di tutte le tue forze, stanco,esausto come se avessi percorso una maratona di 50 km e, la ripetibilità di quegli eventi ti consumano il corpo,ti distruggono maledettamente a livello fisico finchè non cadi malato fino a rischiare addirittura la vita, allora dici a te stesso, ma chi me lo fa fare.... almeno a casa depresso , triste, solo, ma con un fisico sano, forte e non sofferente....inevitabilmente finisci per accettare te stesso, quella tua condizione di eterno sociofobico.
Non metto in dubbio che certe teorie, certe argomentazioni sono belle e interessanti, qualcuno riesce pure ad applicarle, a metterle in pratica e ad ottenere pure risultati soddisfacenti, ma purtroppo gli esseri umani non sono tutti uguali,ognuno reagisce in maniera diversa l'uno dall'altro spesso imprevedibilmente e irrazionalmente.... si pensi in tal senso pure a un trattamento psichiatrico o a un trattamento farmacologico
Vecchio 06-10-2007, 12:11   #13
Intermedio
L'avatar di carla
 

Quote:
Originariamente inviata da schizzo
Quote:
Originariamente inviata da carla
ovvio che si possono fare molte letture e pure io ho fatto la mia,con la mia esperienza...
quello che si è avvicinato di piu'a quel che traggo io è forse endless...
insomma il punto è che il compito del nostro organo cervello è trovare la soluzione perfetta ai nostri problemi...ai nostri pensieri.cosi' come se voglio una sigaretta il mio cervello invia l'ordine al braccio e la prende...la stessa cosa fa con ogni tipo di pensiero,anche quello ossessivo,non performativo,insomma quello che viaggia a 853milioni di km/sec(si questa cosa mi è proprio rimasta impressa!)
dunque non sottovalutate l'effetto dei vostri pensieri,non solo sull'umore ovviamente ma vi assicuro che si riflette sul corpo...e poi induce ad altri pensieri,in un circolo vizioso...ascoltate la malattia,indagatene l'origine,assecondate voi stessi,ma i vostri desideri,non le paure che vi impediscono di realizzarli...
i circoli viziosi sono difficili da inceppare...spezzateli nel loro punto piu' debole,è stupefacente vedere il cambiamento.si io mi sono destabilizzata e ho cambiato delle cose nel mio quotidiano...ma quello che è cambiato davvero è la cosa fondamentale:L'ATTEGGIAMENTO.non sono le cose,ma il modo di vederle.e questa è una cosa assai banale quanto vera.
siate il virus di voi stessi!

La scoperta dell'acqua calda: eliminare le proprie paure per realizzare i propri desideri......
la metafora delle pecorelle e dei cani pastori e tutte le argomentazioni che ne seguono, per quanto affascinanti, in realtà non ci forniscono la soluzione al problema che, credo angosci un pò tutti gli utenti di questo forum, quello di "spezzare" queste nostre stramaledette fobie......
"bisogna assecondare i nostri desideri, non le paure che ci impediscono di realizzarli...atteggiamento più positivo"....e chi non ha provato a farlo????
si certo è cosi' banale che la maggior parte della gente qui si piange addosso...non serve a un cazzo,non serve a un cazzo nemmeno quello che ho scritto...il cambiamento è una responsabilità individuale,poi si puo' dar colpa alla paura(come se non fossimo noi a crearla)o alla società,alle donne prostitute...si è tutta colpa del destino crudele...
è difficile,è difficile per tutti,ognuno ha i suoi tempi me ne rendo conto...molti non cambieranno mai e mi rendo conto anche di questo...
dunque?
dunque io sto meglio,sono cambiata,grazie anche alle piccole cose,sia pure che mi servirà l'autoconvincimento allo specchio...sembra stupido..ma intanto io rido e godo dei piaceri...poi l'ansia in alcune situazioni sociali rimane ma per me vale la pena affrontarla perchè preferisco soffrire un po' che sentirmi sola e in colpa,è questione di priorità,di valore delle cose...

ma ha ragione chi dice che le parole non cambiano nulla...soprattutto qui.

beato il il giorno in cui la teoria del bambu' diviene vera
Vecchio 06-10-2007, 16:59   #14
Intermedio
L'avatar di schizzo
 

:roll: :roll: :roll:
Vecchio 06-10-2007, 21:17   #15
Esperto
L'avatar di salvo-auron
 

Quote:
Originariamente inviata da cruccomobil
Quote:
Originariamente inviata da salvo-auron
Quote:
Originariamente inviata da carla
LE PECORE

"le pecore vivono in greggi di 200 o 300 capi.essi hanno un pastore affinchè li sorvegli e dei cani.ci sono due categorie di cani da pastore.i piccoli cani,che abbaiano e che quando una pecora si allontana dal gruppo un po' troppo,le mordono le zampe e la fanno ritornare e poi ci sono i grandi cani pastori,che sono allevati nel gregge come fratelli e sorelle.essi dormono con le pecore,le spingono,loro non dicono nulla,e possono addirittura dormire coricati insieme.sono là per calmare il gregge e riportare le pecore perdute,grazie al loro senso di direzione ed al loro fiuto.
i piccoli cani non possono essere dappertutto e qualche volta,nel grande gregge,succede che una pecora si allontani tranquillamente,in santa pace.la pecora non ha alcun fiuto nè alcun senso di orientamento.alle 11 del mattino è a due colline dal gregge,alle 3 del pomeriggioè a 11 colline dal gregge,se continua sola nella natura ostile,sbagliare direzione significa morire.
LA SOLUZIONE PERFETTA DEL CERVELLO PER SALVARLE LA VITA,è LA MALATTIA.
la pecora non sa di essere sulla strada sbagliata,va avanti.ma il suo cervello lo sa,e va a necrosare la corteccia surrenale affinchè la pecora crolli per la fatica.il cervello invia l'ordine di necrosare le surrenali..non c'è dunque piu' tessuto nelle cellule che secernono cortisone..la surrenale non lavora piu' e la pecora è esaurita.
cio' vuol dire che anche se volesse correre non riesce a continuare sulla cattiva strada.è la soluzione perfetta del cervello affinchè la smetta di allontanarsi dal gruppo.
il grande cane da pastore puo' ritrovarla con il suo fiuto poichè la pecora non si muove piu'.quando il cane la ritrova,si butta su di lei,la lecca e la pecora sente il gregge.è come se l'avesse ritrovato ed il grande cane le spinge la testa nella giusta direzione e la spinge affinchè si alzi.
allora la pecora vacilla un po',dovrebbe essere incapace di sollevarsi ma il suo cervello a questo punto ,riproduce le cellule del cortico surrene che iniziano una produzione accellerata di cortisone.è come se facesse un bolo di cortisone intravenoso,cio' da un colpo di reni alla pecora che puo' correre verso il suo gregge e là termina tranquillamente la sua guarigione in mezzo ai suoi...
allora la soluzione perfetta al conflitto "sbagliare direzione"(fatica)è quella di trovare la sua strada.
voi potete ben vedere che la malattia è la soluzione perfetta del cervello per ritrovare la giusta strada:è la soluzione del conflitto:"sbagliare direzione"o "sbagliare via".
ed è l'inconscio collettivo del gregge che agisce,che è orchestrato in maniera perfetta.è la massa dei cervelli,di tutti i cervelli perchè il gregge è un gruppo di centrali di comando del cervello che funziona in permanenza con le onde che la medicina non conosce ancora.si potrebbe parlare di telepatia.
è per questo che le persone che sono affaticate in modo cronico,sono coloro che sbagliano la loro strada,il loro cervello lo sa dall'inconscio collettivo.il vostro cervello inconscio non puo' sbagliarsi.


allora praticamente io trovandomi su questo forum, ho sbagliato strada come la pecora e quindi si stanno riproducendo le cellule surrenali
grazie per avermelo fatto capire, non ci ero arrivato
e mò l'hai scoperto?
sto forum nuoce alla salute :lol:

perchè accusi qualche sintomo?
Vecchio 07-10-2007, 14:34   #16
Principiante
L'avatar di bomber
 

ciao qualcuno sa dirmi perfavore se è normale avere addosso un senso di irrealtà in tutte le cose che faccio; premetto sono in cura da 2 settimane con citalopram(mi aveva già aiutato l'anno scorso) perchè il cipralex non mi faceva nulla, soffro di attacchi di panico e ansia generalizzata e ho paura di rimanere sempre così :cry:
Vecchio 07-10-2007, 14:48   #17
Principiante
L'avatar di bomber
 

vi prego qualcuno mi risponda
Vecchio 07-10-2007, 19:26   #18
Avanzato
L'avatar di The_Mask
 

Quote:
Originariamente inviata da bomber
ciao qualcuno sa dirmi perfavore se è normale avere addosso un senso di irrealtà in tutte le cose che faccio; premetto sono in cura da 2 settimane con citalopram(mi aveva già aiutato l'anno scorso) perchè il cipralex non mi faceva nulla, soffro di attacchi di panico e ansia generalizzata e ho paura di rimanere sempre così :cry:
Non so dirti, non conosco questi 2 farmaci... prova ad aprire un tuo thread così forse hai più visibilità e qualcuno che ne sa di più ti potrà rispondere meglio di me. Di certo c'è che sempre così non resterai, sicuro.
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a disturbi psicosomatici-la fatica-
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Disturbi dell'alimentazione e disturbi d'ansia. cancellato3349 Disturbi alimentari 11 17-12-2008 19:44
disturbi di personalità icek DOC Forum 1 04-05-2008 15:15
i disturbi d afobico vikingo SocioFobia Forum Generale 2 07-03-2008 17:46
disturbi di personalità bunny Disturbo evitante di personalità 30 20-07-2007 17:47
Il linguaggio dei sintomi psicosomatici e malattie pesco Timidezza Forum 8 12-12-2005 03:28



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 10:15.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2021, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2