FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Psico Forum > Depressione Forum
Rispondi
 
Vecchio 29-06-2009, 15:55   #1
Esperto
L'avatar di ramo
 

Credo di soffrire di distimia:il quadro sintomatologico mi rispecchia in pieno.
E'da ieri che cerco notizie,e dagli articoli che ho letto,mi sembra che a differenza della depressione maggiore sia più difficile individuarne le cause.
Inoltre,i farmaci serotonergici non offrono buone prospettive di guarigione,come nella depressione maggiore. Personlmente ho fatto uso di due antidepressivi,Cipralex ed Efexor,oltre a Depakin,come stabilizzattore dell'umore,è non ho riscontrato benefici rilevanti.
Chi di voi ne soffre?Che cura state facendo?Siete riusciti a guarirne?
Poi vi passo un articolo interessante... .
Vecchio 29-06-2009, 15:58   #2
Esperto
 

Io credo di soffrirne da qualche mese a questa parte, ma la mia terapeuta non ha indicato cure al problema specifico, essendo un effetto collaterale (nel mio caso).

A livello di sintomi fisici cosa provi?
Vecchio 29-06-2009, 16:03   #3
Esperto
L'avatar di ramo
 

Ne soffri solo da qualche mese,ma so che per diagnosticarla bisogna soffrirne da due anni.

A livello fisico,stanchezza,sonnolenza... .

Ultima modifica di ramo; 29-06-2009 a 16:07.
Vecchio 29-06-2009, 16:14   #4
Esperto
 

Infatti la mia terapeuta mi ha detto che PROBABILMENTE è distimia; e poi in genere viene diagnosticata dopo molto tempo proprio perché è una cosa abbastanza subdola da quanto ho capito.

Io sono quasi sempre in uno stato di sonnolenza, ho carenze di concentrazione, e qualche volta ansia. Mi succede anche di sentirmi leggermente distaccato dalla realtà a volte; dopo averle abbondantemente descritto i sintomi, la mia terapeuta ha pensato alla distimia, ma mi ha anche detto che non è nulla di preoccupate e che questo stato spesso accompagna periodi di cambiamento e di crescita.

Assumi qualche farmaco?
Vecchio 29-06-2009, 16:18   #5
Esperto
L'avatar di ramo
 

Attualmente non assumo nessun farmaco.

Qual'è ''l'effetto collaterale'' che credi ti abbia causato la distimia?
Vecchio 29-06-2009, 16:25   #6
Esperto
 

La presuntadistimia è l'effetto collaterale di maggiori problemi, o forse, stando a quanto dice la mia terapeuta (ed io spero ardentemente), di un periodo di cambiamento. Essendo fastidioso, anche a me piacerebbe trovare un modo di superare questo stato (che sia distimia o no), però lo considero solo come qualcosa di secondario.
Vecchio 29-06-2009, 18:48   #7
Avanzato
L'avatar di Shamrock
 

eccomi....è una delle mie tante magagne
Vecchio 29-06-2009, 18:50   #8
Esperto
L'avatar di ramo
 

Quote:
Originariamente inviata da Shamrock Visualizza il messaggio
eccomi....è una delle mie tante magagne
Hai provato a curarla?Come?Con quali risultati?
Vecchio 29-06-2009, 18:52   #9
Avanzato
L'avatar di Shamrock
 

ancora niente....comunque credo che sia una cosa troppo difficile da estirpare, una volta che ti si radica dentro...
Vecchio 29-06-2009, 21:10   #10
Esperto
L'avatar di ramo
 

Leggete qui. Mi sembra molto interessante:

Vecchio 29-06-2009, 21:33   #11
Esperto
L'avatar di ramo
 

La differenza sta nel fatto che la depressione maggiore,pur essendo più forte ha minore durata se non è organica,mentre la distimia è sempre presente. Si pensa sia cronica,e quindi genetica. I normali inibitori della serotonina funzionano poco,a differenza che con la depressione maggiore.
Ti assicuro che gli stimoli esterni positivi, non mi migliorano l'umore in maniera durevole.
Vecchio 29-06-2009, 22:00   #12
Esperto
L'avatar di ramo
 

A me non manca l'autostima,anche se soffro di fobia sociale. Credo che nel mio caso la distimia abbia avuto e ha, un ruolo importante nello sviluppo e nella permanenza dei sintomi ansiogeni della fobia sociale,e nei relativi pensieri disfunzionali.
Vecchio 29-06-2009, 22:17   #13
Esperto
L'avatar di valmor
 

Quote:
Originariamente inviata da Articolo
Devono inoltre essere presenti almeno due dei seguenti sintomi: riduzione o aumento eccessivo dell' appetito; insonnia o aumento del bisogno di dormire; ridotta energia fisica nelle normali attivita' o senso di affaticamento cronico; diminuzione della sicurezza e della stima di se stessi; perdita della capacita' di concentrazione o difficolta' nel prendere rapidamente delle decisioni; incapacita' a provare una sensazione di fiducia per il futuro.
Io penso di soffrirne ormai da tanto e forse mi sono quasi "abituato", mi riconosco nel quadro sintomatico e anche nel testo sopra (a parte l'appetito). Per me è come avere un velo di tristezza, infelicità, inquietitudine e sfiducia in se stessi, vedere tetro il futuro, mancanza di speranza, sensazioni di mancanza di senso in quello che stiamo facendo e nella vita davanti agli occhi che se ne va via solo di tanto in tanto e per breve tempo.

Nei momenti in cui ho stimoli positivi i miei pensieri sono più positivi e speranzosi, ho più volontà di agire, mi sento più energetico e anche in mente vedo le situazioni sociali come meno minacciose, vedo il futuro in modo meno tetro.

Rigurdo al cosa avete fatto io non ho preso farmaci perchè col lo psi si pensava di provare a farcela da solo (non ha funzionato) e che non esponendomi fortemente fosse meglio evitare, e anche perchè continuo ad essere molto prudente non vorrei passare dalla padella alla brace.. ma a breve potrei decidere di tentare per vedere anche come influirebbe stare bene con l'umore sull'ansia nel sociale e se mi aiutano a mantenere un tono dell'umore simile a "quei" momenti per tutto il tempo.

Ultima modifica di valmor; 29-06-2009 a 22:19.
Vecchio 29-06-2009, 22:23   #14
Esperto
L'avatar di ramo
 

Mi rispecchio in ciò che dici Valmor.
Posso chiederti che terapia stai seguendo? E quali attività ti consiglia lo psicologo per combattere la distimia?Hai ottenuto qualche risultato?
Vecchio 30-06-2009, 00:28   #15
Esperto
L'avatar di ramo
 

L'articolo era forse troppo lungo. I passi più importanti sono questi:


''Nelle cavie da laboratorio il professor Gessa ha scoperto che la volonta' di agire e' sotto il controllo della dopamina (sostanza prodotta all' interno del sistema nervoso) che, se mantenuta ai giusti livelli, puo' farci vivere meglio guarendoci dalla mancanza di volonta' e anche dall' infelicita' di vivere. La chiave del successo.

Ma qual e' la chiave per non restare chiusi nella stanza della depressione e poter aprire questa porta? "La chiave . spiega Gessa . si chiama dopamina, una di quelle sostanze chiamate neurotrasmettitori che nel cervello portano gli impulsi da una cellula nervosa all' altra. Dopo un buon pranzo, un incontro sessuale o altre esperienze piacevoli come per esempio il gioco, il livello di dopamina si alza in alcune zone del cervello (sistema limbico), mentre lo stress ripetuto ne riduce la concentrazione. A titolo di esempio va ricordato anche che la sospensione della droga in un tossicodipendente ne riduce drasticamente la concentrazione". "Negli ultimi anni si e' diffusa l' idea che la molecola del benessere e' la serotonina, un altro neurotrasmettitore del sistema nervoso sul quale agiscono tutti gli antidepressivi compresi quelli piu' recenti. Questa opinione e' solo parzialmente corretta: perche' quando si prende un antidepressivo che rialza il livello di serotonina passano alcune settimane prima che il paziente possa sentire gli effetti benefici. Spesso i depressi si lamentano con il medico dicendo: "Dottore, sono gia' quindici giorni che prendo questa pillola e non ho ancora visto nulla!". Il fatto e' che per vedere degli effetti si deve mettere in moto un meccanismo a catena per cui aggiustando i livelli di serotonina si aggiustano anche i livelli di dopamina". Una nuova strada. Se nella depressione, che ha carattere episodico e ricorrente, si puo' agire sulla serotonina, in una malattia cronica come la distimia occorre agire piu' a monte. Come a dire che le radici della felicita' sono piu' profonde di quelle del benessere: il depresso e' una persona che di tanto in tanto sta molto male, il distimico non sa cosa significa essere felici. Se manca la dopamina non si puo' apprezzare la bellezza di un successo e tutto si appiattisce in un grigiore continuo con la conseguenza che non vale mai la pena di sforzarsi per ottenere qualcosa.''
Vecchio 30-06-2009, 01:25   #16
Esperto
L'avatar di valmor
 

Ciao Ramo....dopo l'ultima psico (tante parole soprattutto sul passato ma pochissima incisivit&#224 non sono in terapia al momento, ma potrei affrontare un nuovo percorso a breve e stavolta senza pregiudizi sui farma, in caso ti faccio sapere cosa mi consiglierà per questo.

Ultima modifica di valmor; 30-06-2009 a 01:34.
Vecchio 30-06-2009, 01:45   #17
Esperto
L'avatar di ramo
 

Grazie Valmor. Sto cercando più infomazioni possibili a riguardo.
Fammi sapere.
Vecchio 30-06-2009, 10:03   #18
Esperto
L'avatar di new_entry
 

Mah....l'antidistimico per eccellenza dovrebbe essere il Deniban abbinato al Levopride...Purtroppo,come hai detto tu,e' una patologia curabile piu' difficilmente dalla semplice depressione....io vi sono nato e non ne sono mai guarito
Ciao.
(Per maggiori ragguagli:il nichilista)
Vecchio 30-06-2009, 15:52   #19
Esperto
L'avatar di ramo
 

Amilsupride: sembra molto indicato nella cura della distimia.
Chi ne ha fatto uso in tal senso? Risultati?
Vecchio 08-07-2009, 21:48   #20
Principiante
L'avatar di gengiz
 

Quote:
Originariamente inviata da ramo Visualizza il messaggio
Amilsupride: sembra molto indicato nella cura della distimia.
Chi ne ha fatto uso in tal senso? Risultati?
io ho fatto uso di amisulpride dal 2002 ,a periodi alterni, xchè alza la prolattina e puo dare dipendenza
è un farmaco pero che mi ha fatto rinascere anzi proprio nascere dopo35 anni di distimia, i miei sintomi erano:
profondissima timidezza/fob soc.fin dall'asilo /elementari, non parlavo quasi mai x paura dei giudizi ecc....
grande disagio anche nelle cose piu banali
mancanza totale di autostima
pensieri mai positivi
incapacita a prender parola in pubblico
difficolta con l'altro sesso a relaz.
ansia /somatizazazione gia da ragazzino
senso di pseudotristezza/anedonia(INCAPACITA A PROVARE PIACERE)
ecc....
ho vissuto cosi x gran parte della mia vita anche se verso i 18 anni è migliorata temporaneamente e a periodi....

poi è sfociata in depressione nel2000....
le grandi differ. tra dep e dist. sono queste:
depressione- sentimenti piu profondi ritiro sociale pensiero di suicidio....
distimia- sentimenti meno prof. ma qusi cronici paura malattia ,ipoc. NON PENSIERI SUICIDIO
schematizzando ....ai depressi manca serotonina ai distimici dopamina,ed è x questo che gli ssri ai distimici fanno poco poco....

il deniban miglior farmaco in assoluto
il secondo l'efexor....e via gli altri....
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a Distimia:chi ne soffre?
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Chi soffre di.... Miky Off Topic Generale 20 11-02-2011 14:44
QULCUNO SOFFRE DI SCHIZZOFRENIA? lacambioiolavitache Forum Sessualità (solo adulti) 2 25-04-2009 22:25
Distimia... Shamrock Depressione Forum 23 05-04-2009 18:39
distimia Nocturno83 Depressione Forum 3 02-01-2009 20:04



Tutti gli orari sono GMT +2. Attualmente sono le 01:28.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2024, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2