FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Fobia Sociale > SocioFobia Forum Generale
Rispondi
 
Vecchio 01-01-2009, 17:52   #1
Intermedio
 

il primo anno che passo il 31 dicembre in compagnia di un'amica e qualche sua amicizia che già conoscevo...si, conoscevo ma con cui non ho effettivamente grande confidenza...
sto abbastanza bene, anche se mi rendo conto che non sto spiaccicando parola (ma proprio niente). siamo in 7, le altre sono tutte presenze molto estroverse, nonchè un gruppo attaccato di cui io non faccio parte, cioè..non ci riesco
sono persone tranquille comunque..ceniamo scherzando e ridendo, poi cantiamo qualcosa accompagnati dalla chitarra.

poi...
una di loro inizia a chiedermi:
-scusami, non vorrei porti a disagio..ma tu sei sempre così o sei timida di tuo?
io ci rimango di cacca, blatero qualcosa e la mia amica, nel tentativo vano di salvare la situazione, parla al posto mio -lei è così..osserva-
ci rimango ulteriormente di cacca, incasso e faccio finta di niente.
poi ci coinvolgono in uno stupido gioco in cui io e la mia amica dovevamo formulare delle domande per risolvere un enigma...roba da niente...su su qualche domanda, dai che ce la fai...
niente..il vuoto totale...
e mi dicono -dai tocca a te!-
e continuano..
inizio a sentire un forte caldo, mi sale la nausea ed esco fuori al fresco frenando la mia voglia di cacciare, scusate l'immagine poco carina
non mi era mai successo di stare male fisicamente per una situazione di disagio...mi sono spaventata
poi va be ovviamente gli altri avranno pensato che ho escogitato questa messa in scena come scusa per evitare il gioco perchè sono impedita.
ma è stata proprio la mia reazione a spaventarmi...un malessere fisico vero e proprio
Vecchio 01-01-2009, 18:45   #2
Esperto
L'avatar di dottorzivago
 

Roba da matti!!! Mesi fà avevo aperto una discussione su "quanto fossero stupidi gli altri"!! E' prorio cosi!!Bisogna avere un cervello di un lombrico x dire certe cose.
C'è chi pensa che lo fanno perche vogliono approfondire la conosenza.....può darsi, non dico ce sono cattivi o stronzi sono proprio stupidi!!!
Saremo anche socialmente indeguati noi ma in una situazione del genere nn ci permetteremmo mai i fare un commento dl cavolo che mette una persona in palese difficolta!!!
Ti capisco benissimo poi quando c'è un tuo amico che prende le tue difese a mò di professoressa di sostegno.......ti senti una merda, ci sono passato anche io un sacco di volte!!

Come ad allora mi faccio la stessa domanda.....ma cosa diavolo credono di ottenere con queste domande e osservazioni del cacchio?!?! Me lo chiedo perche sono convinto anche io che nelle loro parole non ci sia nulla di malvagio!!!
Le opzioni sono due:

-eh si sai sono molto timida e per questo nn apro bocca quando sono con estranei....e cosi passi da asociale.

-Eh si soo giu perche mi è successo questo quello e quell'altro......volevi sapere cosa mi è successo?? Non ti conosco neanche e vuoi parlare di un argomento personale che palesemente mi fa incazzare x questo nn apro bocca!!

Queste due risposte peggiorano solo la situazione!!!
Vecchio 01-01-2009, 18:54   #3
Principiante
L'avatar di bestrong
 

Ciao Sceska,
Hai appena vissuto il classico evento traumatico che va a rafforzare la tua timidezza e/o fobia sociale.
Cosa posso dirti? Di stare tranquilla e di non lasciare che questa parte della serata pregiudichi il resto che comunque era positivo: ossia che comunque in quella determinata sera avevi deciso di uscire anzichè mettere in piedi il classico castello di scuse che noi timidoni siano molto abili a creare.
Poi sull'esito finale, poco male: è altamente probabile se non certo che, delle sensazioni spiacevoli che hai avvertito, (da quelle fisiche al dialogo interno che avrai certamente avuto), sarà stato avvertito dalle altre presone presenti soltanto una percentuale irrisoria(diciamo che il 99% lo hai provato tu ma loro non ci hanno capito una emerita H)
In buona sostanza le altre persone non hanno avvertito nel il calore che hai provato, ne la nausea, ne quello che la tua mente ti suggeriva in quel momento per farti bloccare ancora di più.
Ed anche se lo avessero avvertito, chi se ne frega? verrà dimenticato nel giro di pochi istanti.
E se anche lo dimenticassero dopo un giorno o due CHI SE NE FREGA?, erano solo conoscenti con cui, se non sei riuscita ancora a legare un motivo ci sarà,(può essere che il problema non sei tu, semplicemente non c'è feeling) il mondo è pieno di altre persone e la tua amica(quella più importante), bene ti voleva e bene ti vuole, se no non sarebbe ancora li (presumo che timida non ci sei diventata questa settimana)
Se non ci credi mettiti nei loro panni e cerca di immaginare se in questo momento penseresti ancora ad una ragazza un pò timida che nel gioco delle "stupidaggini" non sapeva cosa dire.
Consiglio vivo: FREGATENE, questo macigno che ti è piombato addosso in realtà è, oggettivamente, poco più grande di un sassolino, fallo scivolare e riparti da li.
Sai che c'è anche?: è possibile che a parte la tua amica, la compagnia non era adatta a te e quindi la mancanza di conversazione parte da li?
Continua a provare, anche partendo da esposizioni più brevi e più semplici(per acquisire fiducia), con altre persone etc.
Ma, citando Simona Ventura(citazione aulica.......) Spalle alte, schiena dritta e vai.

Ciao e buon anno
Vecchio 01-01-2009, 19:44   #4
Esperto
L'avatar di vetro
 

Quote:
Ma, citando Simona Ventura
E anche Crederci sempre Mollare mai!
Vecchio 01-01-2009, 20:58   #5
Banned
 

Quote:
Originariamente inviata da dottorzivago
Roba da matti!!! Mesi fà avevo aperto una discussione su "quanto fossero stupidi gli altri"!! E' prorio cosi!!Bisogna avere un cervello di un lombrico x dire certe cose.
C'è chi pensa che lo fanno perche vogliono approfondire la conosenza.....può darsi, non dico ce sono cattivi o stronzi sono proprio stupidi!!!
Saremo anche socialmente indeguati noi ma in una situazione del genere nn ci permetteremmo mai i fare un commento dl cavolo che mette una persona in palese difficolta!!!
Ti capisco benissimo poi quando c'è un tuo amico che prende le tue difese a mò di professoressa di sostegno.......ti senti una merda, ci sono passato anche io un sacco di volte!!

Come ad allora mi faccio la stessa domanda.....ma cosa diavolo credono di ottenere con queste domande e osservazioni del cacchio?!?! Me lo chiedo perche sono convinto anche io che nelle loro parole non ci sia nulla di malvagio!!!
Le opzioni sono due:

-eh si sai sono molto timida e per questo nn apro bocca quando sono con estranei....e cosi passi da asociale.

-Eh si soo giu perche mi è successo questo quello e quell'altro......volevi sapere cosa mi è successo?? Non ti conosco neanche e vuoi parlare di un argomento personale che palesemente mi fa incazzare x questo nn apro bocca!!

Queste due risposte peggiorano solo la situazione!!!
lo dico chiaramente...perchè in testa ho ben impresse le parole che ho detto/dico da estroversone...è inutile girarci intorno...quella è la normalità...

è la normalità chiedere "scusa ma sei sempre così? ha isempre il broncio? vuoi parlarne?"
una volta entrato nella nuova classe...beh dopo 2 mesi una ragazza abbastanza solare, sensibile, ma socievole e allegra mi fa "giova...qualche problema?sei sempre così silenzioso...ultimamente pure più di quando ti abbiamo conosciuto...c'è qualcosa che non va?"....io allora dissi "no....guarda....qualche problema forse c'è...ma nulla di che...non preoccuparti..." e mi sentii rispondere "va bene...però volevo solo dirti che in caso vuoi confidarti o senti bisogno puoi contare su di me..."

La persona normale/estroversa è questa....è normale...poi c'è l'estroverso che ha la domestichezza tale delle parole per mettertela come quella ragazza...e l'estroverso che prova a farlo, ma risulta più impacciato nel parlare e magari più "aggressivo"...

E' la normalità...è la reazione nostra o vostra che non è normale...non potete dare dello "stupido" ad una persona x una cosa del genere...potete dire che è una situazione che vi ha creato disagio...ma non potete addossare la colpa alla stupidità della persona...anzi quella persona ha provato ad essere sensibile...provare a rendervi partecipe della loro vita...ha provato ad interagire con voi..

io stesso...beh quando estroveros, la prima cosa a cui mi appiglio per ciarlare è un "ma cosa te la ridi?" o "cos'è quel muso triste?" ....

è triste da dire...e può sembrare cattiveria, ma siete voi a dover cambiare...io in prima persona...
sfruttare l'occasione per aprirsi...x confessarsi...

anche x dire un semplice "ma guarda...effettivamente sono così...però sai effettivamente oggi mi è successo pure questo che m'ha lasciato perplessa...."...una situazione in cui non si deve sentire il giudizio dell'altro, ma ci si deve sforzare di vedere in tale gesto un tentativo dell'altra persona di tentare un contatto
Vecchio 01-01-2009, 21:00   #6
Poison
Guest
 

--------------------------------

Ultima modifica di Poison; 09-07-2009 a 20:01.
Vecchio 01-01-2009, 21:06   #7
Banned
 

in risposta a dottorzivago: sono 2 situazioni che dovrebbero essere prese esattamente all'opposto..anche a me certe volte viene da prenderle in quel modo...invece non deve essere così...

ed io sono il primo che quando estroverso creo quelle situazioni sugli altri...

una risposta normale? sì sarebbe diversa...anche tra conoscenti e/o estranei...anzi è un modo per conoscersi senza paure...

una persona "normale"? direbbe..."sì...effettivamente sono un po' timida...soprattutto con le persone che conosco poco...è più forte di me...mi chiudo a riccio finchè non prendo confidenza....e a volte pure dopo..."
in tale caso la risposta di una qualsiasi altra persona normale dall'altra parte sarebbe "davvero? oh beh dai non è mica un male sai?....anzi a volte una certa riservatezza è pure un pregio..." o viceversa "e ti capisco...però è anche così bello ammettilo farsi 4 risate in compagnia in maniera spensierata".

E' invece un tuo problema personale a tormentarti? "beh...si in effetti...mi è capitata una cosa...però non so...non mi va molto di parlarne..."
l'altra persona: "sicuro? dai...puoi parlarne..ascolto volentieri...e se posso aiutarti..."

tu: "mi è morto il gatto e mia mamma è in ospedale x un infarto...ma sai i rapporto con lei non sono mai stati idilliaci...ad esempio da piccolina una volta lei....blablabla..."

l'altra persona: "ah davvero...capisco...però devi capire che..."


Insomma..questa è la normalità...

è inutile dare dello "stupido" alle persone normali...sono loro quelle davvero normali...e dovremmo essere noi a fare un passo verso di loro...se non ti sforzi te in prima persona loro non possono fare nulla...
se anche quando ti chiedono "c'è qualche problema" tu resti in silenzio non c'è modo in cui loro possono aiutarti...se anche in tale circostanza rifiuto l'interazione e anzi li ritieni STUPIDI :roll:
Vecchio 01-01-2009, 21:31   #8
Esperto
L'avatar di vetro
 

io quoto giova.
Dobbiamo sforzarci un po' di mettere gli altri nelle condizioni di interagire con noi.Non è un obbligo,pero' un po' occorre farlo.Non si puo' stare chiusi ermeticamente per sempre.
Vecchio 01-01-2009, 21:37   #9
Esperto
L'avatar di dottorzivago
 

Giova stai paragonando due persone situazioni completamente diverse!!

La tua compagna te l'ha detto dopo due mesi che la vedevi ogni santo giorno!!!

Sceska s'è sentita fare una domanda del genere da una semi-sconosciuta in un veglione di capodanno....non mi sembra prprio il momento di inziaire un dialogo di psicanalisi!!!!

Come l'hai infiocchettata potrebbe anche andare ma ci sono situazioni e situazioni e inoltre ci sono modi e modi per dirlo! Questa ha dimostrato un tatto di un rinoceronte!!

Ma poi non serve certo una laurea in psicologia per sapere che se chiediamo ad un timido di parlare della sua timidezza questo crea disagio!!!!

Ripeto....è un comportamento stupido e assolutamente fuori luogo. La timidezza e la FS almeno qualcosa me l'hanno insegnata.....interagire con i timidi!!!
E a te Giova ti consiglio di non adottare questo atteggiamento contro i timidi perche è controproducente. Prova almeno a coinvolgere di piu il timido nelle discussioni ma nn farli notare il suo difetto (perche lo è) poi dopo un po di confiidenza puoi intraprendere certi argomenti!
Vecchio 01-01-2009, 21:38   #10
Esperto
L'avatar di Tristan
 

Quoto vetro che quota giova, sulla fiducia.
Vecchio 01-01-2009, 23:02   #11
Banned
 

Quote:
Originariamente inviata da Tristan
Quoto vetro che quota giova, sulla fiducia.
spettacolare :lol:

x dottorzivago: ha detto qualche conoscenza....amica di amica....insomma...è u nveglione di capodanno...una festa...cosa vuoi che si faccia/dica?
non sai quante volte io mi sono "appezzato" a gente che non conoscevo in quel modo...e quante volte l'hanno fatto con me...ma a volte pure uno sguardo...

a volte una persona normale ti inizia a fissare anche solo x farti reagire e farti chiedere spiritosamente "ma cosa fissi? vuoi un bacio x caso?"....e x iniziare ad interagire, parlare e scherzare...

2 mesi che ero in classe sì...ma quella se non sbaglio è stata la prima parola che mi rivolgeva e soprattutto che io rivolgevo a lei :roll:

si usa così...tra persone normali...vedi una persona sovrapensiero ad una festa? magari sola soletta? ecco e lì che solitamente che se ne approfitta x iniziare ad interagire....."cosa fai qui tutta soletta e silenziosa?...x caso non ti diverti? perchè?" ecc...ecc...

funziona così...
sinceramente a me non è parso proprio che abbia mancato di tatto...anzi...

le ha detto "--scusami, non vorrei porti a disagio....ma tu sei sempre così o sei timida di tuo? "

solitamente quella premessa si dice rarissimamente...soprattutto tra giovani sotto i 20-25 anni...dire che non è stata delicata mi pare un'assurdità....nemmeno io sarei capace forse di essere più delicato...
più di così...x interagire non poteva fare....

e detto questo non è vero che crea disagio in qualsiasi timido....ci sono tante ragazze che conosco ultratimide, ma che anche arrossendo si attivano a parlare ed esporsi...insomma a 20 anni ci si aspetta che nonostante l'imbarazzo si sia in grado di manifestare se stessi...anche solo di dire "si hai ragione.."..."no non è vero"....


sul fatto dei timidi e chi parla poco....invece non è affatto vero...scherzare sulle proprie debolezze e sulle debolezze dell'altra persona ho notato che a volte è l'arma migliore x creare subito intimità...

ovvio devi saperci fare e non bloccarti...e soprattutto non devi far pesare all'altro le sue debolezze...esempio? esempio anche quando mi sento sicuro io sottolineo la mia presunta timidezza

se vai lì con atteggiamento marpioneggiante solitamente crei un aura positiva...tipo "ehi...cos'è quel musetto triste? qualche cosa non va? dai....ti faccio divertire un po' io se vuoi....dai....guarda che io so' timidone come pochi...però so essere anche scemo come pochi...mi sa che te ne sei già accorta...."

ecco già il fatto di sottolineare la tua timidezza ridendoci sopra...solitamente distoglie subito la'ttenzione dell'altro dalla sua...e fa aprire la ragazza sulla sua eventuale timidezza o comunque su altri fronti
Vecchio 01-01-2009, 23:09   #12
Intermedio
 

io non condanno nessuno
tutto sommato stavo bene fino ad allora, pur rendendomi conto che non ero per niente partecipe attivamente alla festa...solo questo mi tormentava

poi però, dopo qualche risata e battuta simpatica...siamo tutti insieme, in 7, e questa ragazza si rivolge a me facendosi sentire da tutti, cala il silenzio e attendono tutti una mia risposta..la mia amica continua a fissarmi perchè comunque mi vede a disagio, risponde lei al posto mio e peggiora involutamente la situazione...allora "capiscono" e riprendono a ciacciarrare per i cavoli loro...e io rimango lì col sorrisino da ebete

poi il malessere fisico durante quel gioco...beh, questo mi ha preoccupato perchè non mi è mai successo di sentirmi DAVVERO MALE


va be dai è successo tutto prima della mezzanotte, l'anno doveva concludersi così...chissà, magari in questo nuovo anno tirerà nuova aria (si...)
Vecchio 01-01-2009, 23:42   #13
Esperto
L'avatar di dottorzivago
 

E' inutile continuare la discussione, la vediamo completamente diversa la faccenda.

Ripeto che posso essere daccordo che gli "estroversoni" lo fanno normalmente questa cosa....ma da qui ad arrivare a dire che è una cosa utile per il timido ce ne passa.
Le volte che sono capitate a me ce l'ho ancora stampate in testa.....e di tempo ne è passato, non sono mai state utili per la mia timidezza.
Vecchio 02-01-2009, 00:06   #14
Banned
 

Quote:
Originariamente inviata da dottorzivago
E' inutile continuare la discussione, la vediamo completamente diversa la faccenda.

Ripeto che posso essere daccordo che gli "estroversoni" lo fanno normalmente questa cosa....ma da qui ad arrivare a dire che è una cosa utile per il timido ce ne passa.
Le volte che sono capitate a me ce l'ho ancora stampate in testa.....e di tempo ne è passato, non sono mai state utili per la mia timidezza.
come però ce ne passa dal dire "che l'estroversone che lo fa è stupido...."

almeno lui ci prova ad interagire...senza quel tentativo rimarreste ognuno nel proprio angolo....
Vecchio 02-01-2009, 00:26   #15
Esperto
L'avatar di giordano
 

..bisogna essere timidi per capire un timido
...in queste situazioni mi sono trovato tante volte ..tutti che parlano ed io in assoluto silenzio ..prima o poi qualcuno che ti chiede : PERCHé nn PARLI?? ..esce fuori ....magari quel qualcuno lo fa per metterti in imbarazzo ma magari è solo una domanda spontanea...
...cmq dimentica questo episodio ..ti fai solo del male ..e te lo dice uno che se li ricorda tutti come fossero accaduti un attimo fa ...perchè la mia reazione successiva è stata quella di evitare sempre + di ritrovarmi in queste situazioni ....e questo è un grande sbaglio ..meglio stare zitti ma esserci ..abituarsi allo stare con gli altri ...
..e poi riflettendoci su ...tutte le volte che anche io stavo zitto ..e pensavo "di qualcosaaaaaaaaaaa" era perchè effettivamente la compagnia parlava di cose di cui nn me ne poteva fregare niente!!
Vecchio 02-01-2009, 00:41   #16
Banned
 

Quote:
Originariamente inviata da giordano
..bisogna essere timidi per capire un timido
...in queste situazioni mi sono trovato tante volte ..tutti che parlano ed io in assoluto silenzio ..prima o poi qualcuno che ti chiede : PERCHé nn PARLI?? ..esce fuori ....magari quel qualcuno lo fa per metterti in imbarazzo ma magari è solo una domanda spontanea...
...cmq dimentica questo episodio ..ti fai solo del male ..e te lo dice uno che se li ricorda tutti come fossero accaduti un attimo fa ...perchè la mia reazione successiva è stata quella di evitare sempre + di ritrovarmi in queste situazioni ....e questo è un grande sbaglio ..meglio stare zitti ma esserci ..abituarsi allo stare con gli altri ...
..e poi riflettendoci su ...tutte le volte che anche io stavo zitto ..e pensavo "di qualcosaaaaaaaaaaa" era perchè effettivamente la compagnia parlava di cose di cui nn me ne poteva fregare niente!!
come bisogna essere estroversi x capire un estroverso al 100%...io grosso modo sono/sono stato sia l'uno che l'altro...quindi...quindi dico semplicemente che è vao se l'uno non fa un passo verso l'altro..
però il fobico pretende che siano solo gli altri purtroppo...da solo fatica a fare il passo....
Vecchio 02-01-2009, 01:39   #17
Esperto
L'avatar di muttley
 

Quote:
Originariamente inviata da giordano
meglio stare zitti ma esserci ..abituarsi allo stare con gli altri ...
Straquoto
Vecchio 02-01-2009, 20:45   #18
Principiante
L'avatar di bestrong
 

[quote="dottorzivago"]Giova stai paragonando due persone situazioni completamente diverse!!

La tua compagna te l'ha detto dopo due mesi che la vedevi ogni santo giorno!!!

Sceska s'è sentita fare una domanda del genere da una semi-sconosciuta in un veglione di capodanno....non mi sembra prprio il momento di inziaire un dialogo di psicanalisi!!!!

Come l'hai infiocchettata potrebbe anche andare ma ci sono situazioni e situazioni e inoltre ci sono modi e modi per dirlo! Questa ha dimostrato un tatto di un rinocerontjavascri

_____________________

Caro dottorzivago, la tua è un'ottima osservazione.
Anch'io concordo con gli altri sul fatto che effettivamente definire stupida la ragazza che le ha posto la domanda, forse è eccessivo.
Io l'avrei definita e presumo che concorderai, indiscreta o meglio invadente.
Concordo poco invece con l'uso eccessivo che fa Giovanni della parola"normalità" riferita agli estroversi.
In alcune culture e su popolazioni numerose, la timidezza(non morbosa come la fobia sociale) è considerata la normalità auspicabile.
Mentre se magari nasci a Napoli e sei poco loquace o non sei "Nu Casinista" è possibile che tu venga considerato un ritardato.
C'è un forte condizionamento culturale che porta a considerare la timidezza negativa mentre così non è.
E' anche vero che l'estroversione rende la vita più facile e rende liberi di scegliere; consente di trovare più facilmente il lavoro che piace(e non dopo aver scartato tutti quelli con forti interazioni sociali), trovare l'amore, passare serate divertenti etc. e quindi è giusto che il ns. interesse comune sia diventare più socievoli ed avere un carattere meno invalidante, ma credo che considerarci "malati o anormali" non ci aiuta più di tanto ad evere quel sorriso sulle labbra che probabilmente è il miglior modo di attirare a noi nuove amicizie o amori.
Al limite può alimentare il vittimismo che ci porterà a cercare non l'amicizia della gente ma la pietà.
In sintesi credo che "l'estroversona" non stupida ma indiscreta, ad una persona conosciuta molto alla larga, come Sceska, visto che è lei l'estroversa(e dovrebbe padroneggiare meglio le regole della comunicazione), dovrebbe porre domande molto più generali, ho orientare la discussione verso strade più percorribili o argomenti più soft.
Chiedere ad una persona silenziosa, in presenza di altre persone, quindi non vis a vis, spiegazioni sulla sua timidezza(tral'altro pronuziata con accezione negativa"così timida") non è una strada molto percorribile.
Così è come la penso.
Ciao
Vecchio 03-01-2009, 20:09   #19
Banned
 

[quote="bestrong"]
Quote:
Originariamente inviata da dottorzivago
Giova stai paragonando due persone situazioni completamente diverse!!

La tua compagna te l'ha detto dopo due mesi che la vedevi ogni santo giorno!!!

Sceska s'è sentita fare una domanda del genere da una semi-sconosciuta in un veglione di capodanno....non mi sembra prprio il momento di inziaire un dialogo di psicanalisi!!!!

Come l'hai infiocchettata potrebbe anche andare ma ci sono situazioni e situazioni e inoltre ci sono modi e modi per dirlo! Questa ha dimostrato un tatto di un rinocerontjavascri

_____________________

Caro dottorzivago, la tua è un'ottima osservazione.
Anch'io concordo con gli altri sul fatto che effettivamente definire stupida la ragazza che le ha posto la domanda, forse è eccessivo.
Io l'avrei definita e presumo che concorderai, indiscreta o meglio invadente.
Concordo poco invece con l'uso eccessivo che fa Giovanni della parola"normalità" riferita agli estroversi.
In alcune culture e su popolazioni numerose, la timidezza(non morbosa come la fobia sociale) è considerata la normalità auspicabile.
Mentre se magari nasci a Napoli e sei poco loquace o non sei "Nu Casinista" è possibile che tu venga considerato un ritardato.
C'è un forte condizionamento culturale che porta a considerare la timidezza negativa mentre così non è.
E' anche vero che l'estroversione rende la vita più facile e rende liberi di scegliere; consente di trovare più facilmente il lavoro che piace(e non dopo aver scartato tutti quelli con forti interazioni sociali), trovare l'amore, passare serate divertenti etc. e quindi è giusto che il ns. interesse comune sia diventare più socievoli ed avere un carattere meno invalidante, ma credo che considerarci "malati o anormali" non ci aiuta più di tanto ad evere quel sorriso sulle labbra che probabilmente è il miglior modo di attirare a noi nuove amicizie o amori.
Al limite può alimentare il vittimismo che ci porterà a cercare non l'amicizia della gente ma la pietà.
In sintesi credo che "l'estroversona" non stupida ma indiscreta, ad una persona conosciuta molto alla larga, come Sceska, visto che è lei l'estroversa(e dovrebbe padroneggiare meglio le regole della comunicazione), dovrebbe porre domande molto più generali, ho orientare la discussione verso strade più percorribili o argomenti più soft.
Chiedere ad una persona silenziosa, in presenza di altre persone, quindi non vis a vis, spiegazioni sulla sua timidezza(tral'altro pronuziata con accezione negativa"così timida") non è una strada molto percorribile.
Così è come la penso.
Ciao
guarda che io uso "normalità", estroversone, fobico giusto x intenderci...

è ovvio che dipende dalla cultura, educazione , ambiente...ed ogni persona ha una sua personalità ed una sua normalità...

ma un conto è la timidezza/riservatezza...un conto questo di cui parliamo.

Non so...raikkonen (il pilota ferrari)...ecco lui si che è freddo/riservato....ma se gli chiedi "quanti ti misura l'uccello?" ti risponde....magari ti risponde "sono cavoli miei.." , magari ti dice "faccio concorrenza a Siffredi...."...ma ti risponde...

essere riservati....timidi...introversi...in parte....è un diritto...ed è anche normale...insomma significa che caratterialmente sei così...se t va bene a te amen...

ma se io vengo da te e ti chiedo "come è andata la giornata oggi? noiosetta?"....e tu ti senti frastornato...ti tremano le gambe e hai bisogno di scappare ...BEH QUESTA NON è LA NORMALITà...non è normale che ad un semplice tentativo di allacciare un rapporto tu abbia tale reazione...
in te dovrebbe scattare quel meccanismo che ti fa pensare inconsciamente "m'ha fatto una domanda? rispondo senz aproblemi e rilassato"...invece la cosa ti mette un'ansia quasi mortale....

ribadisco: l'estroversa ha posto una domanda banale...è probabile che anch'io la utilizzo 5 volte su 10 quando conosco una persona....
e chiunque lo fa...

x viri: ti assicuro che la situazione di quella mia compagna di classe l'avrei potuta sentire esattamente come voi...
è stato il mio fare un passetto in avanti a farmi vedere le cose diversamente...

è stato il mio rispondere che ha fatto innescare qualcosa...

io in 2 mesi me ne ero sempre stato x cavoli miei (ma anche dopo....)...gli altri mi rispettavano (perchè emano sempre un po' quell'aria da marpione/trasandato), ma difatto ero spesso e volentieri in silenzio nel mi oangolo (sempre praticamente).
Dopo 2 mesi conoscevo a malapena i loro nomi e nientaltro della loro vita (giusto qualche battuta fatta...ma mai una conversazione neppure di 1 minuto e mezzo).


Esatto...quella ragazza non aveva nulla con cui interagire con te...nessun argomento che conoscesse che avevate in comune...quindi? quindi quando non si conosce si fanno commenti sulle cose + evidenti...

quando incontri una ragazza puo ichiederle il motivo x cui è in quel posto, se si diverte...o se vuoi fare qualcosa di diverso...un commento sul su ovestito, sulla collana (senza il pensiero che la stai offendendo intanto)...o come in questo caso sul suo modo di porsi..

io 5 volte su 10 x approcciarmi a ragazze che non conosco faccio così....che diavolo dovrei fare di altro? di che azz...dovrei parlare? di che dovrebbe parlare l'estroverso? e poi ci si lamenta che non si hanno argomenti di cui parlare...x forza...perchè voi considerate la 20ina di argomenti che la gente considera normali off limits...

la gente parla di ragazzi, di giudizi...di vestiti....di atteggiamenti...modi di porsi...se voi considerate tutti quest iargomenti off limits...beh è finita...si sta con la bocca chiusa...

santo iddio...se mi devo sentire in colpa anche x dire una frase come quella di quella ragazza...non so davvero...

all'estroversa invece pare DECISAMENTE SCONTATO che se tu pensi il contrario dica esplicitamente: "beh in effetti...è vero...sono così di mio un po'...ma ho anche alcuni problemi personali di cui non voglio parlare...soprattutto con una persona che conosci poco...non pensi anche te che è meglio affrontare cert iargomenti con qualcuno con cui hai maggior intimità? senza offese..." ....ecco questo si aspetta una persona normale....MI SEMBRA DECISAMENTE SCONTATO...E ANCORA DI PIù E' SCONTATO X UNA PERSONA NORMALE :roll:

Ma qui la facciamo facile...qui si parla sempre assumendo il proprio punto di vista...
è una cosa che noto fin troppo spesso su questo forum...

tutti...TUTTI GLI UTENTI A DIRE: le donne troie di qui, gli estroversi stronzi per lì...l'ho fatto pure io tante volte...
qual è' la differenza? che io ogni tanto provo anche a mettermi nei panni degli altri....(e non solo dei fobici...ma anche di un estroverso o una persona normale che prova a vivere semplicemente...senza tante seghe mentali...senza la paura di doversi sentire una MERDA e farsi considerare tale da un VIRIDIAN "QUALUNQUE" - SENZA OFFESA - perchè ha provato ad interagire con la prima cazzata che le passava in testa in quell'istante...o sarebbe stato megli oun bel silenzio imabarazzante lungo 20 secondI? e poi tutti sul forum a dire..gli estroversoni no ncapiscono...non parlano con me...non interagiscono... :roll: IPOCRISIA).

Voi vi aspettate che il mondo intero abbia la lucidezza x venire da voi, in disparte, e dirvi: "oh come stai caro/a? qualche problema? con me puoi confidarti...ma non ti sentire in imbarazzo ora...o a disagio...posso capire ogni sorta di un tuo problema...posso immaginarmi anche che tu sia un sociofobico (roba che prima di oggi nemmeno immaginavo l'esistenza :roll: ) e che ti possa spaventare se t ifaccio una qualsiasi banale domanda o osservazione...."

Giusto ti aspetti questo Viri? vi aspettate questo?
E allora state freschi...e allora restate pure a lamentarvi a vita su questo forum...a pagare psichiatri...e simili...e a definirvi malati...

Dite....ditemi una cosa...per pura curiosità: VOI...voi quante volte avete preso e siete andati/e da una persona a dire quelle parole? "Caro...ci sono io qui con cui confidarti?"...quante? RISPONDO IO...MAI...e perchè mai? (o quasi mai)? perchè la paura ve l'ha sempre impedito...

e se voi vi sentite in diritto di starvene zitti x la paura e sentite il diritto che sia l'altro a venire da voi con animo dolce e amorevole, perchè mai l'altro non si potrebbe sentire in diritto di provare a dinteragire con voi per quant oin maniera imbranata? perchè no? perchè siete solo VOI i soli SFORTUNELLI? LE VITTIME? E GLI ALTRI ...tutti vi devono soltanto COMPATIRE...ed essere DELICATI CON VOI?

MA PERCHè VOI LO SIETE CON GLI ALTRI? NO...VOI NON LO SIETE...magari vi pare di esserlo...ma semplicemente non interagite con gli altri per paura (e la cosa è diversa dall'essere sensibili con le altre persone).
Un conto è essere sensibili con se stessi...un conto è interagire con l'altra persona riuscendo allo stesso tempo a controllare le parole e emozioni sempre con toni delicati...questo lo sa fare 1 persona su 10mila...

solo perchè sono normali/estroversi...non significa che sanno controllare ogni aspetto delle loro parole e atteggiamenti...

ma voi...voi...ovviamente pensate sempre e solo al vostro IO....e così resterete sempre chiusi in voi...su sto forum...a piagnucolare e piagnucolarvi addosso...e maledire il mondo perchè "oh...non capisce voi povere vittime di tante ingiustizie....voi unici sensibiloni al mondo non capiti e apprezzati..."

:roll: E questo vero?....è dannatamente questo che pensate.... :roll:

EDIT: il post vuole essere solo una critica molto accesa...nulla di personale nè con Viri nè con l'autrice del thread
Vecchio 03-01-2009, 21:02   #20
Esperto
L'avatar di dottorzivago
 

Quote:
la gente parla di ragazzi, di giudizi...di vestiti....di atteggiamenti...modi di porsi...se voi considerate tutti quest iargomenti off limits...beh è finita...si sta con la bocca chiusa...
Non considero tutti questi argomenti off-limits, considero argomenti che possono essere trattati per intraprendere un dialogo! quella ragazza non ha fatto questo! ha fatto notare un difetto di sceska.

Se partiva con il discorso dicendo "beh sceska ti piace il mio vestito? l'ho preso in quel negozio...il tuo invece dove l'hai preso?" questo sarebbe gia un modo per conoscere la ragazza che si ha di fronte e forse aiutarla a superare la timidezza. Almeno io faccio cosi! Se vedo che una è timida e davanti ad un gruppo non si integra cerco di parlare di argomenti che possono interessarla sport,moda,gossip, studio, quello che hai elencato tu o altro.
Non solo ha posto una domanda secondo me da evitare quasi sempre, ma l'ha proprio fatta nel modo e nel momento sbagliato!
Anche chedere "come è andata la giornata?" mi sembra una domanda normalissima che è ben diversa da quella fatta dall'estroversa di turno!!
Giova hai menzionato una ventina di argomenti off-limits x noi.....noi stiamo discutendo solo di un argomento cioè quello di far notare la timidezza di un timido come aspetto negativo!


Quote:
beh in effetti...è vero...sono così di mio un po'...ma ho anche alcuni problemi personali di cui non voglio parlare...soprattutto con una persona che conosci poco...non pensi anche te che è meglio affrontare cert iargomenti con qualcuno con cui hai maggior intimità? senza offese..."
E tu saresti in grado di dare una risposata del genere ad una semi sconosciuta in un momento di imbarazzo? Beh se SI ti faccio i miei complimenti!!!
Per dire una cosa del genere bisogna essere dei grandi comunicatori, altro che estroversi, serve sangue freddo e una comunicazione ottima....cose che noi nn abbiamo e quasi nessuno ha!
Questo è un modo carino ed educato di dire "non voglio parlarne"

Ripeto....è maleducazione far notare un difetto all'altra persona! E' quasi come andare da uno e dire "ma sei zoppo perche hai fatto un incidente o sei zoppo dalla nascita?" anche se c'è un fine per aiutarlo è maleducazione e mancanza di tatto!
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a concludendo l'anno in bellezza: cosa mi è successo?
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
cosa è successo,chi sono,chi ero,cosa potrò essere... giova88bannato Amore e Amicizia 25 07-03-2009 20:50
l'anno inizia con la neve? cancellato2369 Amore e Amicizia 25 09-01-2009 15:59
Per non dimenticare mai..Cosa è successo? Vento-del-Sud Off Topic Generale 5 15-11-2008 12:41
Ma cosa è successo? Giulio SocioFobia Forum Generale 4 01-04-2007 21:09
La bellezza Francesco85 SocioFobia Forum Generale 69 24-09-2006 19:01



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 15:55.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2021, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2