FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Fobia Sociale > SocioFobia Forum Generale
Rispondi
 
Vecchio 16-06-2005, 16:33   #1
Principiante
L'avatar di cody
 

ieri sera mi trovavo a seguire una formazione informale sui diritti dei rifugiati. ad un certo punto ho notato un certo nervosismo da parte della persona che parlava, accompagnato da un lieve tremore della voce e delle mani. mi sentivo molto a disagio, perchè ho finito per immedesimarmi. speravo che nessuno si accorgesse della cosa. penso che in questi casi far finta di niente sia la cosa migliore, come fa certa gente ad essere così insensibile nell'evidenziare certe cose?io odiavo quando agli esami mi dicevano "dai prova a stare calmo" come dipendesse da me? è tanto difficile capire che così si aumenta solo l'imbarazzo di chi si ha davanti?
Vecchio 16-06-2005, 17:41   #2
Guest
 

Io cerco sempre di mettere a proprio agio il mio interlocutore, proprio perché so che può capitare a tutti di trovarsi a disagio o manifestare la propria emotività. Poiché spesso mi "sintonizzo" sull'umore degli altri mi capita a volte d'imbarazzarmi per l'imbarazzo degli altri :-)
Vecchio 17-06-2005, 15:49   #3
Banned
 

....pensavo fosse un cosa strana che capitava solo a me,una delle tante stranezze facenti parte del mio carattere,invece vedo che non sono l'unica,anche a me se vedo qualcuno che nel parlare in pubblico si emoziona,mi immedesimo tantissimo e.....ho paura appunto che qualcuno lo noti.....
Vecchio 25-06-2005, 04:25   #4
Principiante
L'avatar di shaddina.
 

volevo chiedere una cosa..
in questo momento non sto molto bene ma vado avanti.. non ho mollato per 20 anni non mollero' ora..
comunque il mio ragazzo sta facendo la maturità e quando ha avuto i primi due scritti io mi sentivo piu agitata del solito.. cioè mi sembra anche strano e mi fa innervosire.. perchè arrivo ad un punto in cui dico.. peggio di cosi non puo' andare invece zoc come un fulmine l ansia aumenta.. fino a farmi piangere o stare male dentro.. comunque non capsico .. si amo il mio ragazzo voglio che gli vada bene tutto ma perchè devo provare l ansia anche per qualcosa che non mi tocca? e nons tavo pensando del tipo.."se ci fossi io li" no.. mi sembr adi rubare le emozioni altrui.. rubo le emozioni di chi mi sta intorno.. se uno è triste ..lo divento.. e non parlo solo di persone a cui tengo.. anche ad amici poco conosciuti..

cioè non è giusto.. non trovo giusto che oltre al mio male devo provare anche quello degli altri.. e mi succede spesso solo con cose negative cioè se uno è felice io non lo divento.. ma se uno sta male è preoccupato .. quello si..

penso di essere molto emotiva e sensibile..

quando ad esempio guardo cose tristi alla tv io piango come uan fontana anche se magari di quella cosa me ne sbatto..
Vecchio 25-06-2005, 08:02   #5
Principiante
L'avatar di Sebastian
 

che strano, potrebbe davvero essere una caratteristica comune ai sociofobici?


se si, allora siamo davvero speciali.
Vecchio 26-06-2005, 04:11   #6
Principiante
L'avatar di shaddina.
 

Quote:
Originariamente inviata da Sebastian
che strano, potrebbe davvero essere una caratteristica comune ai sociofobici?


se si, allora siamo davvero speciali.
siamo speciali sicuramente..
questa cosa mi fa ascoltare molto.. non parlando.. so ascoltare.. so capire le paure degli altri..
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a come vi relazionate all'emotività altrui?
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
"invidia" x l'amore altrui SempreTimido Amore e Amicizia 40 26-04-2008 17:51



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 09:51.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2