FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Fobia Sociale > Presentazioni
Rispondi
 
Vecchio 22-03-2006, 09:27   #1
Principiante
L'avatar di marco1982
 

Ciao a tutti, mi sono iscritto ieri.Ho 23 anni,sono di Roma, soffro di fobia sociale da quando ne avevo 13 penso e soffro anche di una lieve balbuzie.
Inizio raccontandovi della mia storia scolastica.
Sono stato bocciato una volta in prima media e 2 volte alle superiori,cioè una in primo superiore e una in secondo.
I miei problemi piu gravi sono iniziati in 2 superiore,mi sono ritrovato in una classe di gente che aveva pregiudizi su di me,sono stato preso di mira per 4 anni filati per via appunto della balbuzie, degli anni in più che avevo io rispetto a loro e della mia paura di reagire quando mi prendevano in giro o mi facevano scherzi deficenti, in varie occasioni si sono alzate pure le mani!
Però in qualche modo ce l'ho fatta a resistere e ad ignorarli, mi sono diplomato grazie all'aiuto di una amica e dei prof che mi hanno sostenuto.
Non sono andato all'università xkè con questi problemi che ho penso ke non darei nemmeno un esame orale visto che quando parlo con qualcuno faccia a faccia mi sento male e mi blocco in continuazione.
Ora mi trovo in un circolo vizioso, ho paura di tutto,non riesco a trovare un lavoro perchè quando affronto i colloqui non sono per niente sicuro di me,quando parlo con una persona estranea(anche con amici che non frequento molto),mi impappino,sudo,tremo,mi blocco, penso sempre automaticamente che la persona mi giudichi male o non mi capisca.
Non ci crederete ma non ho mai avuto nemmeno una ragazza!
Ho lasciato molti amici per questa fobia,ora sono rimasto solamente con 3 amici veri che sanno che problemi ho,soprattutto una ragazza che ha 30 anni con cui mi confido qualche volta(mi faceva ripetizioni)e 2 amici.
Il rapporto con i miei non esiste più, non mi confido con loro per paura che poi mi giudichino debole e non mi capirebbero.Mio padre è un tipo severo, ha fatto il militare x molti anni.
Penso che sanno che un pò sto male perchè durante le giornate sto la maggior parte delle ore in camera, mia madre mi kiede qualche volta come sto ma gli dico sempre automaticamente che va bene.
Da una psicologa non posso andare per questo, se lo scoprirebbero sarei fritto!
Ora sono arrivato a 23 anni e non ho idea di come uscire da questa situazione bruttissima.
Ogni giorno per me è un agonia,penso al mio passato e"futuro",ai problemi ke ho, nn riesco a trovare un modo perreagire.
Mi viene voglia di abbandonare tutti i problemi x sempre,non ce la faccio a continuare così,mi serve una mano!
Vecchio 22-03-2006, 09:40   #2
Banned
 

benvenuto

hai un fratello?
Vecchio 22-03-2006, 10:26   #3
Avanzato
L'avatar di nikkie
 

Benvenuto tra noi Marco!
Vecchio 22-03-2006, 12:02   #4
Principiante
L'avatar di marco1982
 

ciao Pesco
si,ho un fratello che ha 5 anni di meno, ma lui è il contrario di me, non ha mai perso un anno, va bene a scuola, parla con i miei, insomma siamo diversi in tutto!
Vecchio 22-03-2006, 13:19   #5
Banned
 

quando si ha un fratello spesso succede che si vive iil confronto a distanza ma questa è anche colpa dei genitori...

comincia a trovarti un lavoretto...
e dii ai tuoi che vai da una psicologa...tanto i soldi sono i tuoi...non dirmi che ti impediscono di andarci...
Vecchio 22-03-2006, 14:52   #6
Avanzato
L'avatar di nikkie
 

infatti!!!! non credo proprio che ti impediranno di andarci! Anzi,per i tuoi l'unica cosa importante è che tu stai bene!!!!! E secondo me se tu con loro,o al limite solo con tua madre se ti è piu facile, ne parli apertamente,lo pagono volentieri per te! Senza che devi trovare un lavoro che probabilmente in questo momento per te è troppo difficile. Quello appunto quando vai da uno psicologo riuscirai poi a fare! (il trovare lavoro) Ti farà solo bene in tutti i sensi e sono sicura che anche i tuoi genitori lo vedono cosi!
Vecchio 22-03-2006, 15:51   #7
Intermedio
L'avatar di gg84wendy
 

infatti proprio su questo riflettevo ieri sera,quando si ha una sorella che e'sempre l'esatto contrario di te..ieri sera purtroppo io soltanto frugando nelle tasche di un giubbino che indossiamo in comune ho trovato delle sigarette e ho capito che fuma e lo nasconde ai miei,ora sono combattuta non so che fare,a mia madre gia'l'ho detto ma mi ha promesso di non dire niente...cmq mi ritrovavo a pensare questo,mia sorella ha 15 anni e la sua adolescenza la sta vivendo in pieno,non potrebbe fare altro,ha gia'un fidanzato,io soltanto da 5 mesi a 21 anni suonati,alla sua eta'non dormivo ma quasi,ha delle amiche che riesce sempre ad accattivarsi e sorprendere x via del suo carattere,io neanche queste ho mai avuto a parte una cara amica che attualmente ho...ieri sera leggevo il suo diario segreto in comune con altre due amiche e tra le pagine colorate fatte di disegni e frasi tipiche della sua eta'pensavo a questo,lei e'fortunata ha avuto un dono,sta vivendo in pieno la sua eta'e tutte le emozioni che le regala...io dov'ero a 15 anni?..rinchiusa nella mia stanzetta tutte le sere a studiare e a pensare a quanto sarebbe stato bello essere come tutti i miei coetanei...sta vivendo tutto cio'che io non ho mai vissuto o almeno solo ora inizio a vivere...gli anni magici dell'adolescenza non me li dara'piu'indietro nessuno!...inoltre riesce sempre a farsi perdonare tutto dai miei e nonostante abbia anche a volte cattivi voti a scuola non glielo fanno pesare mai piu'di una sgridata,a me invece basta che faccio qualcosa di sbagliato x parlarne x settimane intere...non e'gelosia,e'solo che a volte mi sento cosi'giu'quando inizio a pensare a certe cose...
Vecchio 22-03-2006, 16:14   #8
Avanzato
L'avatar di nikkie
 

Wendy, tu dici "gli anni dell'adolescenza non me li ridarà nessuno".........ma hai 21 anniiiiiiiiiiiiiiii!!!!!!!!!!!!!!!!!! Non è che sei già molto adulta di età!!!!! Parli come se a 21 anni hai gia sprecato tutta la tua vita!!!! Ragazza,la tua vita sta appena comminciando!!! è buffo pero leggere le persone della tua eta dire cosi,ma forse solo arrivati a 30 puoi comminciare a pensare che forse un po di anni sono andati persi,ma anche a 30 si ha ancora la tutta la vita davanti e non è troppo tardi nulla! Te dici che a 21 anni hai gia sprecato anni.......io dico.........magari avevo 21 anni!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! o anche 25 guarda,va benissimo! cara Wendy,prova a guardare gli anni bellissimi che hai ancora davanti a te,non indietro e prova a non paragonarti alla tua sorella,non serve a nulla,forse solo a farti stare male come ci hai descritto. Ma tu e tua sorella siete due persone diverse con due vite diverse!
un bacione
Vecchio 22-03-2006, 16:56   #9
Intermedio
L'avatar di gg84wendy
 

grazie x le tue parole Nikkie,chissa'xke'a volte penso di aver iniziato a vivere un po'tardi,sara'xke'oggi le ragazzine le vedi gia'a 10-11 anni in piazza il sabato sera,a momenti anche con il ragazzo e magari a volte penso di sentirmi vecchia io che soltanto l'anno scorso ho iniziato a fare un po'di vita sociale...cmq hai ragione,sara'anche che quando andavo alle superiori avevo il prof di storia che a tutte noi non fidanzate diceva che oltre 18 anni si entrava nella fase di "zitellaggio",dopo saremmo state gia'considerate vecchie,ovviamente non e'vero xke'mi sono fidanzata anch'io,pero'e'un po'la societa'di oggi che crea questi pregiudizi,sembra che a 21 anni oggi se non hai fatto esperienze di ogni genere sei considerato strano...pensa che io quest'estate andro'ancora in vacanza al solito posto dove vado da 14 anni ormai con i miei,eppure accidenti che vergogna se mi chiederanno l'eta'e dovro'rispondere 22,sara'che non li dimostro ma se me li chiedono...anche il mio ragazzo va in vacanza con i suoi,ebbene,ammesso pure che io non volessi seguire i miei non avrei con chi andare in vacanza,le uniche due persone che frequento di piu'sono il mio ragazzo e un'amica adulta che lavora anche d'estate e quindi niente vacanze...solo che la gente ti deve x forza appiccicare etichette,gia'l'anno scorso qualcuno disse qualcosa x questo motivo,ma possibile che se a 21 anni sono contenta di seguire ancora i miei altrimenti non avrei un accidenti da fare,xke'dopotutto mi fa piacere se non fosse che quest anno mi manchera'il mio ragazzo,devo essere x forza considerata strana?...ti ringrazio ancora x le tue parole Nikkie...
Vecchio 22-03-2006, 16:59   #10
Principiante
L'avatar di marco1982
 

magari riuscissi a trovarmi un lavoretto, mando curriculum in continuazione e ho fatto già una decina di colloqui ma tutti senza buon esito, perché quando mi chiedono di presentarmi e così via mi blocco, inizio a sudare, a tremare e balbetto.
Per quanto riguarda di andare da uno psicologo, non ce la faccio proprio a dirlo ai miei, ho tentato 2 volte a provare a dirglielo ma nulla, non mi usciva la voce, non so come reagirebbero, penso che mi farebbero 1000 domande e non so se avrei il coraggio dopo averglielo detto di guardarli in faccia ……..
Loro pensano che non servi a niente andare da uno psicologo, perché c’è una mia cugina che ci va e parlano male di lei, tipo che è matta, etc.
Vecchio 22-03-2006, 17:47   #11
Avanzato
L'avatar di nikkie
 

Wendy,ma fai benissimo ad andare in ferie con i tuoi!!!! Se tu ci stai bene con loro che problema ci sta???!!!!!! io ho 31 anni e mio fratello 38 e mia sorella 37 e quando arriva il periodo di ferie proviamo sempre ad organizzare di andare tutti insieme anche con i miei! E non ci vedo nulla di male! Fai benissimo Wendy! Fregatene di quello che pensano gli altri quanto riguarda questa cosa! Ma forse nemmeno pensano che è una cosa strana,forse è solo un tuo pensiero,perchè forse vorresti avere la possibilità di non andare in ferie con loro e quindi è solo un tuo pensiero che è strano che sei con loro! Poi in italia le persone rimangono a vivere a casa con i genitori anche fino a 40 anni! Quindi non ti preoccupare,non ci sta nulla di strano che vai in ferie con loro!

Marco,provaci a dirlo ai tuoi,davvero! Forse è semplicemente che non capiscono bene i problemi di tua cugina. Non capiscono manco i tuoi problemi .......per il semplice fatto che tu non ne parli! Almeno dai la possibilità di capire e non puoi sapere come reagiscono se non dici nulla! Pensi davvero che due genitori che amano il figlio smettono di parlargli solo perchè ha dei problemi?????? Penso che sei fuori strada! Ma poi,anche se fosse che non capiscono.......è un motivo valido per rimanere da solo insieme con i tuoi problemi che cosi non si risolvono? Ricordati che due genitori vogliono sempre solo il bene dei figli!!!! ........vabbè in teoria dovrebbe essere cosi almeno :lol:
Vecchio 22-03-2006, 18:01   #12
Intermedio
L'avatar di gg84wendy
 

giusto Nikkie...e poi anche li'ci sono diciannovenni e ventenni chi con il padre,chi con i genitori...ho rotto cmq con questa comitiva come ho postato gia'qualche giorno fa,infatti 4 anni fa,l'ultimo anno che ci frequentavamo dicevano che io avevo 18 anni e mi dovevo vergognare di andare in vacanza ancora con i miei...alla faccia,quest anno loro mi avranno gia'superato con l'eta'... :roll:
Vecchio 22-03-2006, 18:26   #13
Principiante
L'avatar di marty88
 

Wendy,anch'io vado ancora in vacanza con i miei genitori. I miei compagni di classe ridono ogni volta che glielo dico ma a me non importa nulla. Io mi trovo benissimo con i miei genitori e quest'estate andrò in vacanza con loro come ho sempre fatto.


Marco, innanzitutto benvenuto! Anch'io sono nuova qui e sono di Roma come te! Secondo me devi provare a confidarti con i tuoi genitori. Anch'io un pò di tempo fa avevo paura di confidarmi con i miei ma poi ho trovato il coraggio di farlo. Gli ho spiegato che soffro di fobia sociale,che ho dei problemi a relazionarmi con i coetanei e loro mi hanno ascoltato, hanno capito il mio problema e mi stanno aiutando. Fallo anche tu,sono sicura che capiranno.
Vecchio 22-03-2006, 19:00   #14
Principiante
L'avatar di marco1982
 

Marty, con che parole e in quale momentogliel'ho hai detto ai tuoi, non so come attaccare il discorso e in quale momento conviene farlo, per es a tavola,in macchina..........
Ci proverò,promesso
Vecchio 22-03-2006, 19:44   #15
Esperto
L'avatar di jackal
 

Quote:
Originariamente inviata da marco1982
magari riuscissi a trovarmi un lavoretto, mando curriculum in continuazione e ho fatto già una decina di colloqui ma tutti senza buon esito, perché quando mi chiedono di presentarmi e così via mi blocco, inizio a sudare, a tremare e balbetto.
Per quanto riguarda di andare da uno psicologo, non ce la faccio proprio a dirlo ai miei, ho tentato 2 volte a provare a dirglielo ma nulla, non mi usciva la voce, non so come reagirebbero, penso che mi farebbero 1000 domande e non so se avrei il coraggio dopo averglielo detto di guardarli in faccia ……..
Loro pensano che non servi a niente andare da uno psicologo, perché c’è una mia cugina che ci va e parlano male di lei, tipo che è matta, etc.
Ciao Marco, per quanto riguarda il lavoro, ti devo dire che questo non è obiettivamente un bel momento, anch'io non riesco a trovarne uno, al di là del fatto di essere imbarazzati o meno.
Per quanto riguarda lo psicologo, innanzi tutto è una cosa che devi decidere solo tu, la tua famiglia può esserne anche all'oscuro, in fondo sei maggiorenne e vaccinato, puoi iniziare ad andarci e poi informare la famiglia, io ho fatto così.
Non so come sia nella tua città, ma esistono anche strutture pubbliche come consultori centri psico sociali in cui puoi seguire un percorso terapeutico senza spendere nulla. Io ho fatto così e mi sono trovato bene, forse perchè il mio psicologo è molto bravo.
Pensaci.
Vecchio 22-03-2006, 19:48   #16
Principiante
L'avatar di marty88
 

In realtà è successo un pò per caso...non ricordo precisamente il periodo ma qualche mese fa ero più triste del solito in più ero stressata a causa della scuola e una sera sono scoppiata a piangere mentre ero a cena. I miei erano molto preoccupati ed hanno iniziato a chiedermi quale fosse il problema e che cosa avessi. Quella sera non gli ho risposto e sono corsa in camera mia. Mi vergognavo e ho pensato che sarebbe stato meglio non parlare con loro dei miei problemi. Ma il giorno dopo ho capito che loro mi volevano bene e che dovevo confidarmi con qualcuno. Così dopo cena ho iniziato a dire tutto. Prima l'ho detto a mia madre che mi capisce di più. Le ho spiegato che mi sento diversa dagli altri e che mi sento sola. Pensavo che mia madre avrebbe pensato "mia figlia è pazza e strana" e invece mi ha detto che sono una ragazza speciale e molto sensibile e che sono i miei compagni di classe che sono superficiali e non mi capiscono.
In seguito l'ho detto anche a mio padre. I miei ora mi vogliono bene più di prima. Vedrai che anche per te sarà lo stesso. Spero di esserti stata d'aiuto...se hai qualche altro dubbio chiedi pure...
Vecchio 24-03-2006, 19:46   #17
Principiante
L'avatar di marco1982
 

Per marty: sai, quando mi sento a disagio o sotto stress in varie situazioni sia con i miei che con amici, la mia reazione è automaticamente cercare di non far vedere che mi sento a disagio, mentre dentro di me vorrei letteralmente esplodere come un vulcano!!!
Oramai non piango da una cifra, circa 8 anni + o -, ho la voglia di piangere ma mi trattengo sempre, ho il terrore di far trasparire le mie emozioni, le nascondo sempre automaticamente.

Ti ringrazio per avermi raccontato la tua storia, mi ha colpito molto, mi hai fatto capire che vale la pena provare a dirlo ai genitori.
Hai dei genitori fantastici, ti hanno capita e ti stanno aiutando a risolvere i tuoi problemi, non sai quanto ti invidio, spero che anche io prima o poi riscoprirò queste qualità.


Per jackal: ho trovato 3 mesi fa grazie a un colsuntorio della mia parrcoohia, un centro che con 35euro mi assicura 24 sedute, ma non ce la faccio ad andare all’insaputa dei miei, se ci andassi e poi mi scoprirebbero non so come mi sentirei, penso che non avrei più la forza di guardarli in faccia.
Ci penserò, dovrò fare qualcosa prima o poi per uscire da questo buco nero.
Vecchio 24-03-2006, 23:44   #18
Esperto
L'avatar di jackal
 

Lo so alla perfezione che quando i genitori sanno che il proprio figlio (o figlia) frequenta uno psicologo, solitamente non la prendono benissimo. Cominciano a chiedersi che cosa hanno sbagliato nella nostra educazione, se ci sono delle cause genetiche eccetera.
Io dico una cosa rivolgersi ad uno specialista per risolvere una situazione di malessere è sempre una scelta giusta, è come rivolgersi ad un dermatologo se si soffre di un fastidioso prurito.
E' ora di dire basta a quelle persone che considerano chi si rivolge ad uno psicologo come un matto da internare, si soffre di un problema e si cerca di risolverlo.
Potresti dire questo ai tuoi genitori, ascoltate, in questo periodo non mi sento molto bene, e forse ho trovato un modo per poter stare meglio. all'inizio saranno magari un pò frastornati, ma poi lo capiranno benissimo e lo sai perchè? Perche i genitori (almeno quelli che possono definirsi tali) vogliono solo la felicità dei loro figli, e a loro non importa nulla cosa potrà pensare di loro o di te la vicina di casa pettegola.
Vecchio 25-03-2006, 15:17   #19
Intermedio
L'avatar di gg84wendy
 

x marco1982: sei nella mia stessa situazione,io se mi sento stressata o preoccupata x qualcosa piuttosto mi chiudo ancora di piu' e guai a far trasparire le mie reali emozioni,in particolare a casa con mio padre,riesco molto meglio con il mio ragazzo poi..il punto e'proprio questo,io penso che questa non sia nient altro che la conseguenza di essermi costruita soltanto di facciata un carattere che non mi appartiene,anch'io riesco ad essere estroversa in molte situazioni piu'o meno come gli altri,almeno non do nell'occhio ad esempio x l'essere impacciata,ecc..ma tutto cio'mi costa molto spesso dei livelli d'ansia che prima non avevo,come se il fatto di mostrarmi timida e chiusa non mi portasse altre paranoie,in passato era cosi'..nn mi accade nei rapporti interpersonali,se parlo con qualcuno sono sciolta x davvero,ma quando si tratta di mostrare le mie vere emozioni diventa complicato veramente,il mio complesso e'proprio questo...ed e'per questo motivo che io sto male al solo pensiero di dover andare da uno psicologo,secondo me starei meglio se dovessi fare un discorso in pubblico,proprio xke'ho imparato a fingere cosi'bene e a non parlare mai dei miei problemi con nessuno,anzi a dimostrare continuamente che non ne ho(insospettitevi delle persone come me!),sarebbe insopportabile dover dire a qualcuno che in realta'mi tremano le mani se devo reggere qualcosa di fronte a tutti,ecc..piuttosto io evito queste situazioni e mi butto solo in quelle gia'sperimentate dove so di potercela fare e incrementare il numero di conferme sul fatto che sono una persona molto sicura di se',si ma in quella situazione..pensate come sto combinata in realta',quando si fa cosi'peggio,solo qui so essere me stessa..ad esempio prima avevo paura di far la spesa davanti a tutti,ora lo faccio con piacere xke'so di apparire sciolta di fronte a tutti e in quel momento mi fa piacere pensare che gli altri stanno pensando"pero',com'e'estroversa quella ragazza!"..e magari agli altri non gliene importa niente in quel momento,non mi hanno neanche sentita o semplicemente nessuno ha fatto caso a come parlo xke'sono solo io che ho il complesso ma nessuno ci pensava in realta'...e questo lo faccio dovunque,anche nelle situazioni che mi creano piu'disagio,semplicemente x apparire sicura di me...intanto dventa ancora piu'difficile quindi ammettere le proprie debolezze e insicurezze,se io me le creo apposta "le sfide"dove potrei anche evitare di farlo,sono proprio fuori pista,mi chiedo cosa farei di fronte ad uno psicologo...
Vecchio 26-03-2006, 11:04   #20
Principiante
L'avatar di marco1982
 

Hai ragione Jackal, prima o poi penso che ce la farò a dirglielo perché sono arrivato proprio al capolinea e da solo non ce la faccio ad andare avanti, grazie del tuo sostegno e dei tuoi consigli.

Per wendy, hai descritto quasi perfettamente la mia situazione, però almeno tu hai un ragazzo che ti capisce e ti ascolta, perchè visto che ti confidi con lui non chiedi di aiutarti con i tuoi problemi, io per ora non ho il coraggio di confidarmi con nessuno, cerco di ignorare i miei problemi ma così facendo mi sto accorgendo che sto ancora più male.
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a ciao a tutti.
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Ciao a tutti bellick Presentazioni 5 25-01-2008 12:19
Ciao a tutti Tayler20 Presentazioni 2 07-01-2008 18:45
Ciao a tutti! Jiky Presentazioni 9 30-12-2007 14:40
Ciao a Tutti il_mio_angelo Presentazioni 15 06-11-2006 09:12
Ciao a tutti!!! obsession Presentazioni 7 20-07-2006 17:26



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 20:21.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2021, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2