FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Fobia Sociale > SocioFobia Forum Generale
Rispondi
 
Vecchio 17-03-2019, 13:45   #1
Principiante
 

Ieri un amico di mio fratello, che non conosco tanto, ma a cui a quanto pare devo aver fatto una buona impressione, mi ha contattato tramite messaggio per chiedermi se mi andrebbe di svolgere per lui il ruolo di amministratore di sostegno. Lui sta seguendo un percorso di recupero all'interno di una comunità e, pertanto, necessita di qualcuno che svolga questo ruolo per lui e ha pensato di chiederlo a me, anche in considerazione del fatto che se accettassi percepirei un'indennità e quindi avrei modo di guadagnarmi qualche soldo. Da un lato mi ha fatto piacere che abbia pensato a me. Dall'altro lato, purtroppo, sto già andando in ansia al solo pensiero di poter accettare, questo perché non ho competenze in questo ambito e non so poi in concreto cosa mi troverei a dover fare e quanto tempo tale attività mi porterebbe via. Inoltre, sono proprio inesperta, a livello generale, nel disbrigo di pratiche burocratiche, anche perché abitando ancora in casa con mia madre o sempre lasciato che si occupasse lei di tutto. Per tutte queste ragioni mi è già salita l'ansia a livelli assurdi. Accettare sarebbe senz'altro utile, nel senso che in tal modo avrei la possibilità appunto di imparare a gestire tutti questi aspetti. D'altro canto, la mia totale inesperienza mi sta facendo già andare in tilt al solo pensiero. Voi cosa fareste al mio posto? Accetteresti o lasciereste perdere tutto?Inoltre, qualcuno ha mai ricoperto questo incarico e sa darmi, magari, indicazioni più precise sugli aspetti che potrei trovarmi a dover gestire?
Vecchio 17-03-2019, 14:03   #2
Intermedio
L'avatar di Warner84
 

Potrebbe essere utile informarsi su cosa comporta questo ruolo, le varie responsabilità e i vari impegni. Magari chiedendo a questa comunità. Il fatto che lo abbia chiesto a te è comunque un attestato di stima nei tuoi confronti. Comunque informandoti su quello che può comportare quel ruolo capirai se può essere alla tua portata oppure no, inoltre sei libera di accettare come anche di rifiutare se non te la senti .

Inviato dal mio HRY-LX1 utilizzando Tapatalk
Vecchio 17-03-2019, 14:37   #3
Intermedio
L'avatar di Peste Nera
 

Non ho mai fatto l'amministratore di sostegno ma ho conosciuto una donna che lo faceva. E' un incarico, almeno a sentire quello che mi diceva, piuttosto gravoso. Inoltre lei si intendeva degli aspetti legali della questione cosa che da quanto tu dici non conosci. Se sei totalmente profana sull'argomento lascia perdere anche per evitare poi spiacevoli discussioni che potrebbero nascere fra te e l'altra parte in caso tu commettessi involontariamente degli errori.
Vecchio 17-03-2019, 14:54   #4
Esperto
L'avatar di Crepuscolo
 

Io gli chiederei perché ha scelto te visto che non hai competenze in quell'ambito e vedi cosa ti risponde.
Vecchio 17-03-2019, 15:48   #5
Intermedio
L'avatar di Green Tea
 

Quote:
Originariamente inviata da Luna2588 Visualizza il messaggio
Ieri un amico di mio fratello, che non conosco tanto, ma a cui a quanto pare devo aver fatto una buona impressione, mi ha contattato tramite messaggio per chiedermi se mi andrebbe di svolgere per lui il ruolo di amministratore di sostegno. Lui sta seguendo un percorso di recupero all'interno di una comunità e, pertanto, necessita di qualcuno che svolga questo ruolo per lui e ha pensato di chiederlo a me, anche in considerazione del fatto che se accettassi percepirei un'indennità e quindi avrei modo di guadagnarmi qualche soldo. Da un lato mi ha fatto piacere che abbia pensato a me. Dall'altro lato, purtroppo, sto già andando in ansia al solo pensiero di poter accettare, questo perché non ho competenze in questo ambito e non so poi in concreto cosa mi troverei a dover fare e quanto tempo tale attività mi porterebbe via. Inoltre, sono proprio inesperta, a livello generale, nel disbrigo di pratiche burocratiche, anche perché abitando ancora in casa con mia madre o sempre lasciato che si occupasse lei di tutto. Per tutte queste ragioni mi è già salita l'ansia a livelli assurdi. Accettare sarebbe senz'altro utile, nel senso che in tal modo avrei la possibilità appunto di imparare a gestire tutti questi aspetti. D'altro canto, la mia totale inesperienza mi sta facendo già andare in tilt al solo pensiero. Voi cosa fareste al mio posto? Accetteresti o lasciereste perdere tutto?Inoltre, qualcuno ha mai ricoperto questo incarico e sa darmi, magari, indicazioni più precise sugli aspetti che potrei trovarmi a dover gestire?
Non ho idea di cosa faccia un amministratore di sostegno, ma secondo me puoi recarti in struttura e metterti in contatto con persone che già svolgono questo lavoro e chiedere "aiuto" a loro.
Se hai le conoscenze per svolgere questo tipo di lavoro vai benissimo, l'unica cosa che ti manca è appunto una prima esperienza.
Io ti consiglio di farti forza e provare, rifiutando potresti sprecare un'occasione che non si ripeterà.
Vecchio 17-03-2019, 16:00   #6
Intermedio
L'avatar di Peste Nera
 

Con tutto il rispetto della tua opinione Green Tea la mia conoscente, che aveva le conoscenze per fare quel lavoro, faceva l'amministratore di sostegno di un ragazzo buono come il pane ma con un leggero ritardo mentale. Lei si doveva occupare di ogni aspetto della sua vita, compresa la gestione delle sue finanze (doveva firmare al posto suo assegni ecc..), aveva a che fare con un giudice tutelare (mi sembra che lo abbia chiamato così) e doveva relazionarlo su tutto. Tieni presente che questa donna non era per niente fobica ne tantomeno timida. L'utente che ha aperto la discussione se la sentirebbe di fare queste cose oppure vivrebbe in uno stato di ansia che lo bloccherebbe o gli farebbe commettere involontariamente errori? Per questo l'ho sconsigliato, non vorrei che equivocasse le mie parole.
Vecchio 17-03-2019, 17:19   #7
Principiante
 

Quote:
Originariamente inviata da Peste Nera Visualizza il messaggio
Con tutto il rispetto della tua opinione Green Tea la mia conoscente, che aveva le conoscenze per fare quel lavoro, faceva l'amministratore di sostegno di un ragazzo buono come il pane ma con un leggero ritardo mentale. Lei si doveva occupare di ogni aspetto della sua vita, compresa la gestione delle sue finanze (doveva firmare al posto suo assegni ecc..), aveva a che fare con un giudice tutelare (mi sembra che lo abbia chiamato così) e doveva relazionarlo su tutto. Tieni presente che questa donna non era per niente fobica ne tantomeno timida. L'utente che ha aperto la discussione se la sentirebbe di fare queste cose oppure vivrebbe in uno stato di ansia che lo bloccherebbe o gli farebbe commettere involontariamente errori? Per questo l'ho sconsigliato, non vorrei che equivocasse le mie parole.
Il caso della persona che dovrei seguire io probabilmente è molto più semplice da seguire rispetto al caso di cui si è, invece, occupata la tua conoscente, nel senso che la persona che dovrei seguire non ha una disabilità intellettiva. Tuttavia, non avendo proprio competenze in quest'ambito avrei comunque , come dici tu, paura di commettere errori e sicuramente me la vivrei male
Vecchio 17-03-2019, 17:53   #8
Intermedio
L'avatar di Green Tea
 

Giustamente Peste Nera tu porti un'esperienza indiretta di valore che è molto più utile di qualsiasi consiglio generico che posso dare io.
Sembra un onere molto gravoso, ma non credo che "l'essere fobici" sia uno scoglio insuperabile. Anzi, forse è un'occupazione più adatta di molte altre.
Vecchio 19-03-2019, 21:49   #9
Principiante
 

Quote:
Originariamente inviata da Luna2588 Visualizza il messaggio
Ieri un amico di mio fratello, che non conosco tanto, ma a cui a quanto pare devo aver fatto una buona impressione, mi ha contattato tramite messaggio per chiedermi se mi andrebbe di svolgere per lui il ruolo di amministratore di sostegno. Lui sta seguendo un percorso di recupero all'interno di una comunità e, pertanto, necessita di qualcuno che svolga questo ruolo per lui e ha pensato di chiederlo a me, anche in considerazione del fatto che se accettassi percepirei un'indennità e quindi avrei modo di guadagnarmi qualche soldo. Da un lato mi ha fatto piacere che abbia pensato a me. Dall'altro lato, purtroppo, sto già andando in ansia al solo pensiero di poter accettare, questo perché non ho competenze in questo ambito e non so poi in concreto cosa mi troverei a dover fare e quanto tempo tale attività mi porterebbe via. Inoltre, sono proprio inesperta, a livello generale, nel disbrigo di pratiche burocratiche, anche perché abitando ancora in casa con mia madre o sempre lasciato che si occupasse lei di tutto. Per tutte queste ragioni mi è già salita l'ansia a livelli assurdi. Accettare sarebbe senz'altro utile, nel senso che in tal modo avrei la possibilità appunto di imparare a gestire tutti questi aspetti. D'altro canto, la mia totale inesperienza mi sta facendo già andare in tilt al solo pensiero. Voi cosa fareste al mio posto? Accetteresti o lasciereste perdere tutto?Inoltre, qualcuno ha mai ricoperto questo incarico e sa darmi, magari, indicazioni più precise sugli aspetti che potrei trovarmi a dover gestire?
Ciao.
Hai modo di contattare qualche sindacato o professionista per chiedere lumi? Potresti chiedere se hai la possibilità di essere affiancata a qualcuno, per capire come funziona, prima di "buttarti" in questa nuova avventura.
E' un'attività che - a quanto ne so - comporterebbe anche doveri e responsabilità, per cui non andrebbe sottovalutata.
Ma non per questo dovresti rinunciare, senza nemmeno informarti, a questa opportunità (soprattutto dal punto di vista umano, visto che aiuteresti una persona ha stima di te).
Buona fortuna
Vecchio 20-03-2019, 01:44   #10
Esperto
L'avatar di Equilibrium
 

Prima o poi dovrai cominciare, se vuoi aiutarti nel concreto, buttati in questa esperienza, se poi decidi di dare ascolto alle vocine paranoiche, puoi startene a casa tranquilla e rimanda questo supplizio al futuro. Rimandare oggi però nn ti aiuterà in futuro, anzi, sarà peggio.
Quindi decidi.
Vecchio 20-03-2019, 10:57   #11
Intermedio
L'avatar di Peste Nera
 

Luna 2588 mi sono ricordato che sul sito del ministero della giustizia dovresti trovare tutte le informazioni che ti interessano altrimenti consulta un avvocato o un esperto di questioni legali. Spero di esserti stato utile.
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a Che faccio???
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Paura di esporsi..lo faccio non lo faccio? nellamerda SocioFobia Forum Generale 7 15-03-2017 13:51
Lo faccio, ma quando sono li non lo faccio Zetta89 SocioFobia Forum Generale 5 05-12-2016 21:14
Come faccio ad escludermi se mi faccio bannare? IlForumista SocioFobia Forum Generale 8 04-11-2013 14:56



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 19:36.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2