FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Psico Forum > Bullismo Forum
Rispondi
 
Vecchio 18-12-2017, 15:06   #1
Esperto
L'avatar di Crystal
 

Partendo da un pensiero relativo al mio vissuto in età scolare, volevo condividere una considerazione:

Gran parte degli atti di bullismo bullo---> bullato non si basano su grandi ragionamenti frutto di chissà quali valutazioni psicologiche o fisiche, sono abbastanza istintive.
I concetti sono prevalentemente due:

-L'aspetto fisico, viso e corporatura
-L'aspetto caratteriale

Con questo post volevo prendere in esame il primo aspetto e cioè quello relativo alle differenze prettamente fisiche, che solitamente creano terreno fertile ai bulli che con un tipico carattere invadente e aggressivo tendono ad accrescere la loro autostima e il loro status sociale, palesando questa superiorità rimarcandola appena sentono di doverlo fare sottolineando in maniera aggressiva e traumatica per chi la riceve, queste differenze sull'introverso poco prestante e/o attraente.

Se sull'aspetto di primo impatto, quindi quello di viso, estetico si può fare ben poco (se non ovviare al trascurarsi), su quello fisico si potrebbe e dovrebbe fare molto di più imho, proprio a livello di funzionamento scolastico nazionale, partendo sin dalle prime scuole elementari. Sarebbe utile inserire più ore di attività sportiva passando dalle canoniche 2 alle 4, in cui viene inserito un programma didattico stilato e eseguito da specialisti della materia, e che possa essere utile al miglioramento sia delle proprie capacità agonistiche sportive sia alla promozione dello sviluppo di una muscolatura atta non solo a far emergere la propria autostima ed eventualmente aiutare eventuali problemi fisici pregressi (posturali, lento sviluppo) ma anche, e soprattutto a diminuire la differenza oggettiva e soggettiva tra bullo e bullato, e bullo.

La parte mentale incide moltissimo sulle premesse per cui un bullo sia indotto a prendere di mira un ragazzo più fragile psicologicamente: Se viene rinforzata la parte fisica al ragazzo più sensibile mentalmente rafforzandone la prestanza e di conseguenza la consapevolezza di "valere", la presa per i fondelli non'è così immediata, solitamente emerge nel bullo se non timore, dubbio nel voler usare la sua aggressività su questa persona.
Il fatto di avere del "tempo" a disposizione della figura più in difficoltà sul lato mentale, dato dal tempo concesso nella lenta immediatezza di episodi di bullismo e quindi dello spazio che si crea tra bullo e potenziale bullato, e di non subire questa pressione e paura costante e quotidiana, può indurre una maturazione caratteriale più idonea alla crescita fisiologica mentale del ragazzo, può dargli tempo di acquisire consapevolezza e spazio utile per se stesso.

La differenza tra l'essere solo introversi, e l'essere sottoposti ad episodi di bullismo pressoché giornaliero, rendendosi identidicabili come bersaglio facile è ABISSALE.

L'esempio del regime scolastico made in U.S.A potrebbe essere un buon spunto su cui creare qualcosa di diverso...più ore di attività fisica all'interno della scuola e per chi ha predisposizione, interesse o costanza di apprendimento permettere a scelta dei corsi extra-scolastici, valutando il tutto in base a dei parametri non esclusivamente fisici, ma anche di idoneità caratteriale e quindi una promozione dello sport come progresso di quell'equilibrio fisico-->psichico che solo lo sport può dare.

La frattura nella considerazione che sorge spontanea e che non'è facile ridurre, è che non tutti gli introversi sono portati all'attività fisica proprio a livello di dna, e virtualmente a crearsi stabilità tramite quella...ci sono bambini introversi che leggono l'attività fisica come x Superman (che però è già fisicato ) la criptonite.

L'ideale potrebbe essere creare due gruppi di ragazzi facendo scegliere a loro l'attività principale su cui dedicarsi, a scelta tra sportiva, e mentale (es. yoga) e in alternanza in maggior numero verso l'attività scelta alternare i due gruppi.
Vecchio 18-12-2017, 15:14   #2
Avanzato
L'avatar di ElsaonMars
 

Non sono d'accordo, per me che avevo difficoltà di coordinamento motorio dover fare attività fisiche in cui facevo puntualmente schifo ogni volta era un trauma.
Ringraziamenti da
Hor (18-12-2017)
Vecchio 18-12-2017, 17:10   #3
Esperto
L'avatar di Efits
 

Per quanto riguarda il mio vissuto erano le stesse ore di educazione fisica il terreno fertile per angherie e scherni di vario tipo con strascichi che mi sono portato dietro per molti anni. Ancora ora, pur avendo iniziato a far attività, rimango con un senso di ansia latente dal confronto con gli altri in palestra o negli spogliatoi.

Più che aumentare il carico di lavoro cercherei di formare insegnanti capaci che siano in grado di "tenere" i ragazzi più inclini alla prevaricazione dell'altro anche in ambienti più liberi di quanto sia la lezione di latino media. L'insegnante di educazione fisica dovrebbe avere maggiori capacità di mantenere la disciplina degli altri a parer mio.
Al contrario, avrò avuto sfortuna io, parevano fomentarli, non so se pensando che potesse essere uno sprone umiliare il ragazzo meno bravo nelle attività facendolo irridere dalla massa messa a far da platea o per semplice ignoranza mista a menefreghismo.
La mentalità da caserma militare alla "full metal jacket" che ho avuto la sfortuna di incontrare mal si coniuga alle incertezze caratteriali.

Ultima modifica di Efits; 18-12-2017 a 17:14.
Vecchio 15-07-2018, 16:19   #4
Intermedio
L'avatar di Psico[a]patico
 

Quote:
Originariamente inviata da ElsaonMars Visualizza il messaggio
Non sono d'accordo, per me che avevo difficoltà di coordinamento motorio dover fare attività fisiche in cui facevo puntualmente schifo ogni volta era un trauma.
This
Vecchio 15-07-2018, 16:58   #5
Esperto
L'avatar di Suttree
 

Quote:
Originariamente inviata da ElsaonMars Visualizza il messaggio
Non sono d'accordo, per me che avevo difficoltà di coordinamento motorio dover fare attività fisiche in cui facevo puntualmente schifo ogni volta era un trauma.
Stessa cosa per me

Lo sport mi ha dato la conferma della mia inferiorità (sul piano fisico/atletico).
Vecchio 15-07-2018, 20:17   #6
Avanzato
L'avatar di inconstant_moon
 

Anche per me, l'ora di ginnastica era l'incubo della mia settimana.
Ringraziamenti da
Psico[a]patico (15-07-2018)
Vecchio 15-07-2018, 20:34   #7
Esperto
L'avatar di The_Sleeper
 

Quoto quanto detto da Efits, anche io ho visto il verificarsi di quelle dinamiche.

Le ore di ginnastica erano quelle in cui era ancora più sdoganata la libertà del bullo di umiliare le sue vittime, a maggior ragione se anche in presenza di una superiorità fisica.
Superiorità che spesso gli stessi insegnanti si " divertivano" ad esaltare - sarà vera la battuta di Allen su chi insegna ginnastica.


Sorvolando su questo, 4 ore alla settimana sarebbero comunque abbastanza inutili per vari motivi.
Il primo è che 4 ore, inclusive di cambi, cazzeggio e spiegazioni varie equivalgono a grossomodo 3 effettive.
3 ore di allenamento settimanale blando, con riposi lunghi, carico inesistente etc sono utili come farsi le pugnette, a livello sportivo. Meglio che star seduti su di una sedia in classe, ma nulla di rilevante allo sviluppo fisico.
Verosimilmente chi fa già sport per i fatti suoi è chi fa bene ed è motivato verso le ore di educazione fisica, per gli altri sono semplicemente ore di svago o - cosa più comune quassù - una mezza tortura.
In tutto questo poi non c'è comunque un controllo sull'alimentazione o sullo stile di vita dei ragazzi.
Difficilmente daranno mai la spinta ad un sedentario per iniziare a far qualcosa; paradossalmente lo fa di più il bullismo sulla fisicità, per quanto non mi piaccia constatare la cosa.

Se si volesse aiutare i ragazzi che durante queste ore si sentono più a rischio o sfiduciati verso la materia/sport, penso che sarebbe quasi più utile eliminarle che non aumentarle, finchè non ci sono insegnanti capaci davvero di seguire i singoli su questo piano.

Gli USA non mi paiono un buon esempio sul tema; suddivisioni tra chi fa le classiche attività fisiche e chi sceglie attività alternative temo che, invece di promuovere un far gruppo, porterebbero ad acuire ancora di più lo stigma sui ragazzi che si escludono dal giocare a calcio & Co.
Ringraziamenti da
Psico[a]patico (15-07-2018)
Vecchio 15-07-2018, 21:09   #8
Intermedio
 

dipende sempre dai professori,io in 8 anni di scuola (non ricordo che alle elementari ci sia stata una palestra) avrò fatto si e no 5 volte allenamento di stretching o comunque inerenti al potenziamento dei muscoli,la maggior parte dei prof fa fare le partitelle di pallavolo che non servivano alto a ricevere le pallonate dei bulli mentre il prof era rigorosamente a prendersi un bel cafè in corridoio...comunque,finchè la società non si accorge che il bullismo è un problema grave nessuno farà niente per migliorare la situazione
Ringraziamenti da
Psico[a]patico (17-07-2018)
Vecchio 17-01-2019, 23:33   #9
Esperto
L'avatar di syd_77
 

Ma solo a me è capitato di essere bullizzato in palestra?
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a Bullismo e Sport
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Lo sport Gufetto SocioFobia Forum Generale 6 16-08-2016 08:00
Bullismo adolescenziale e bullismo adulto clark SocioFobia Forum Generale 12 22-06-2016 19:46
Sport! jhonny SocioFobia Forum Generale 10 24-06-2013 13:43
lo sport.. mr_duke SocioFobia Forum Generale 1 18-08-2009 16:26
Sport Moreno Presentazioni 3 23-10-2006 15:41



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 03:48.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2