FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Fobia Sociale > SocioFobia Forum Generale
Rispondi
 
Vecchio 27-12-2022, 11:07   #1
SFC
Principiante
 

Ebbene sì, rieccoci.

-4.

Stamattina mi sono svegliato pensando a quanto sia stato bene un anno fa e due anni fa grazie alla pandemia, perfettamente autorizzato a ficcarmi sotto le coperte alle 21 e a guardarmi un film, ignorando completamente il mondo esterno e addormentandomi presto. Ma ora tutto è tornato alla normalità e quindi alè, festeggiamo, sia mai.

Credo di odiare poche cose in questo mondo come odio il Capodanno. Che poi non è nemmeno questione di uscire/non uscire: una birretta potrei anche andare a farmela, non c'è nessun problema. Il problema è sentirmi socialmente obbligato a farlo, altrimenti tutti (genitori, parenti, conoscenti, vicini) si chiedono che razza di problema abbia. E vi giuro che non sopporto, non sopporto, NON SOPPORTO di essere tirato per la giacca e dover far qualcosa che non voglio fare.

Ogni tanto invidio chi se ne frega di tutto e agisce facendo quel che davvero sente di dover fare, ignorando giudizi e tutto il resto. Chi se ne sta a casa a far quel che gli pare, e gli altri si facciano pure i fatti propri. Vi ammiro, davvero, e non so come facciate.

Una volta sono rimasto a casa per Capodanno, vivevo ancora coi miei (che al contrario sono andati a festeggiare). Il giorno dopo sono venuti a casa nostra dei vicini per gli auguri e mi hanno chiesto cos'avessi fatto la sera prima. Io: "No no, non ho festeggiato". E loro mi hanno guardato con un'aria stranita mista a compassione che ho fatto fatica a dimenticare. Da quel giorno ho promesso a me stesso di non trovarmi mai, mai, mai più in una situazione del genere.

I due Capodanni che ricordo con più piacere, pensate un po', sono stati quelli del 2010/11 e del 2018/19. Il primo l'ho trascorso nel mio alloggio in affitto ai tempi dell'università, tra patatine, altre schifezze, qualcosa da leggere e musica nelle orecchie. Il secondo in auto in un parcheggio, a guardare video su Youtube con cibo portato da casa. Ovviamente a tutti ho raccontato ben altro in entrambi i casi. Del tipo: "Vado a festeggiare coi colleghi dell'uni". Oppure: "Vado con amici". Naturalmente è stato deprimentissimo, però ho trascorso quelle due serate con un unico pensiero: "Tiè mondo, vuoi che festeggi? Guarda come festeggio. Ficcatelo nel culo il tuo Capodanno". Per il mondo io ho festeggiato e dunque sono perfettamente normale, ma in realtà non sono stato costretto a farlo. Devo dire che è stato molto appagante.

Voi avete mai fatto una roba del genere?

Quest'anno qualcosa farò, per forza, perché ho il complesso dei vicini (bello vivere così, eh? ) e l'ultima cosa che voglio al mondo è che i giorni successivi capiscano che sono stato a casa. Vorrei fare qualcosa di diverso, ad esempio farmi fare un massaggio. Ma la questione fondamentale è che non vedo l'ora che arrivi il 2 gennaio.

Questo articolo, a proposito, mi rappresenta in maniera pressoché perfetta https://www.centropagina.it/benessere/psicologia-capodanno-perche-a-molti-non-piace/
Vecchio 27-12-2022, 11:41   #2
Esperto
 

E dai, per una volta in 3 anni che è stato "salvato" il capodanno vi lamentate??

Comunque io penso che andrò a vedere Avatar 2.
È dal 2018 che non metto piede fuori casa a Capodanno,nel 2019 l'ho fatto in casa ma in compenso è stato l'unico che ho festeggiato con amici.
Nel 2017 avevo la possibilità di festeggiarlo col mio amico d'infanzia e fare cose pazze ma per una serie di motivi ho finito per festeggiarlo con la famiglia, tanto per cambiare...
Quella notte il mio amico mi disse che spese 800 euro in alcol etc... e l'altro 1200, forse sono pure andati a Lugano a donne...
Adesso l'altro mio amico lavora al supermercato e quindi non può mai venire a festeggiare, ahimè purtroppo non avrò mai più la possibilità di fare un capodanno con amici
Vecchio 27-12-2022, 11:55   #3
Intermedio
L'avatar di andrea0
 

Alla domanda di cosa avessi fatto il capodanno 21/22 di 2 amici di classe mia (praticamente le uniche persone con cui ho una relazione sociale) ho detto di aver fatto un festino a casa di un mio amico. Purtroppo non ho potuto continuare a sparare cazzate e alla fine hanno capito che sono uno sfigato asociale e che il capodanno sono stato a casa, proprio un mese fa è rispuntata fuori questa storia e mi hanno bellamente preso per il culo raccontandolo ad altri compagni di classe, una volta ridendo di gusto con le lacrime agli occhi, cosa ci fosse di così divertente non ne ho idea. Ho pensato se inventare una balla per questo capodanno ma dato che l'ho fatto pure l'anno scorso capirebbero subito che starei raccontando cazzate, sarebbe inutilmente imbarazzante. Anche a mio cugino ho raccontato una ciancia, ma tanto credo che verrà fuori dalle conversazioni delle nostre madri che non ho fatto nulla.

Comunque io anche se volessi non potrei partecipare ad alcun festeggiamento, tanto è miserabile la mia situazione sociale. Ma ormai non mi dispiace neanche più di tanto, sono abituato ad essere solo, però non so se questa cosa possa essere sostenibile per altri decenni di vita, in questa condizione non riesco a capire cosa potrei fare nel mio futuro.
Vecchio 27-12-2022, 12:51   #4
Esperto
L'avatar di pokorny
 

Quote:
Originariamente inviata da andrea0 Visualizza il messaggio
Comunque io anche se volessi non potrei partecipare ad alcun festeggiamento, tanto è miserabile la mia situazione sociale. Ma ormai non mi dispiace neanche più di tanto, sono abituato ad essere solo, però non so se questa cosa possa essere sostenibile per altri decenni di vita, in questa condizione non riesco a capire cosa potrei fare nel mio futuro.
Cosa succede te lo posso dire io e molti altri: queste cose si "incancreniscono" e ogni anno senza la volotà di rimediare e modificare il minimo per una vita sociale (che è un bisogno fondamentale tranne per pochi) diventa peggio. A 40 anni non si ha più la forza di uscirne e diventa una spirale.

Non dico che devi tra 4 gg fare quello che non ti senti, ma potrebbe essere un'occasione almeno per iniziare. Anche solo uscire di casa dopo mezzanotte oppure molto prima e rientrare a mezzanotte facendo un giro da solo. Intanto così potrai dire a te stesso che sei capace di bloccare un problema che ti potrebbe danneggiare, ovvero le perculate. Queste cose agiscono come l'acqua sotto le fondazioni di un edificio; per anni passa sotto, inavvertita. Si aprono buche qua e là senza che nessuno lo sospetti. Poi un cavernone e in 10 secondi l'edificio sprofonda sparendo dal paesaggio. Intanto si può iniziare cercando il fiume che poi passa sottoterra e deviando un po' d'acqua, poi farai gli step successivi. Devi assolutamente acquisire la fiducia che puoi fare un piccolo passo.
Vecchio 27-12-2022, 14:06   #5
Esperto
L'avatar di Black_Hole_Sun
 

Quote:
Originariamente inviata da SFC Visualizza il messaggio
Ogni tanto invidio chi se ne frega di tutto e agisce facendo quel che davvero sente di dover fare, ignorando giudizi e tutto il resto. Chi se ne sta a casa a far quel che gli pare, e gli altri si facciano pure i fatti propri. Vi ammiro, davvero, e non so come facciate.
Indifferenza totale ormai endemica dopo decenni di malessere e disagio. Quando sei ormai talmente vuoto da non provare più niente tutto ti passa davanti invisibile, impalpabile. Non c'è niente più da perdere, fù tutto perduto quando poteva essere preso, resta solo il tempo che hai davanti consapevole che per fortuna è meno di quello che hai alle spalle.

Ultima modifica di Black_Hole_Sun; 27-12-2022 a 14:09.
Vecchio 27-12-2022, 14:31   #6
Intermedio
L'avatar di andrea0
 

Quote:
Originariamente inviata da pokorny Visualizza il messaggio
Non dico che devi tra 4 gg fare quello che non ti senti, ma potrebbe essere un'occasione almeno per iniziare. Anche solo uscire di casa dopo mezzanotte oppure molto prima e rientrare a mezzanotte facendo un giro da solo. Intanto così potrai dire a te stesso che sei capace di bloccare un problema che ti potrebbe danneggiare, ovvero le perculate.
Credo di non aver capito. Gli dovrei dire che per capodanno sono uscito a fare un giro da solo, e in questo modo eviterei le perculate? A me sembra ancora più da coglioni che stare soli in casa.

Il problema è che non capisco veramente da dove iniziare. Non ho mai niente di interessante da dire agli altri quando interagisco, nella mia testa c'è il vuoto e non riesco a pensare ad altro che al trovare qualcosa che possa mandare avanti la conversazione senza che sia banale o senza senso.
Vecchio 27-12-2022, 15:52   #7
Esperto
L'avatar di zoe666
 

Quote:
Originariamente inviata da SFC Visualizza il messaggio

Per il mondo io ho festeggiato e dunque sono perfettamente normale, ma in realtà non sono stato costretto a farlo. Devo dire che è stato molto appagante.
quindi per non essere costretto a festeggiare ( perchè potresti, ma non vuoi sentirti obbligato ) hai deciso di passare una serata chiuso in macchina così gli altri vedessero che uscivi
non è cmq costrizione ?

onestamente, meno male st'anno si può festeggiare senza divieti ( che poi, ti svelo un segreto, l'anno scorso hanno festeggiato tutti senza problemi ), e te lo dice una che passerà quel giorno a casa come fa sempre da decenni.
A volte sono uscita ( e spesso mi sono annoiata ), a volte a casa con me c'è stato qualcuno, e solo pochi anni fa, mi son addormentata e svegliata con i botti miseramente, ma i capodanni migliori che ricordo ero sola a casa con film e cibo e cose piacevoli.
Ed a chi mi chiedeva, dicevo tranquillamente che sarei stata a casa.
Non tutti ti guardano con disapprovazione. Anzi, spesso interpreti tu quelli sguardi in quel modo perchè è così che vedi te stesso.
Agli altri, di quello che fai spesso importa poco ( a meno che tu non sia un liceale ).
Vecchio 27-12-2022, 16:08   #8
XL
Esperto
L'avatar di XL
 

Sarò solo ma non mi frega più una mazza.
Son solo sempre mica solo a capodanno.
Vecchio 27-12-2022, 16:20   #9
Esperto
L'avatar di pokorny
 

Quote:
Originariamente inviata da andrea0 Visualizza il messaggio
Credo di non aver capito. Gli dovrei dire che per capodanno sono uscito a fare un giro da solo, e in questo modo eviterei le perculate? A me sembra ancora più da coglioni che stare soli in casa.
In effetti manca un pezzo. Esci dove ovviamente nessuno che conosci ti possa incontrare e dici che sei andato a fare un brindisi tranquillo con vecchi conoscenti che non vedevi da un po'. Ovviamente potrebbe essere necessario inventare una storia con pochi elementi (se no ti contraddici) per giustificare l'assenza. Tua madre non potrà inventare niente con le sue amiche, davvero non c'eri. Oppure che sei andato a conoscere una che ti interessava e non vuoi scendere nei dettagli perché sei superstizioso. Il mondo è generalmente cattivo e str...o, qualsiasi difesa non provochi danni economici o dolore al prossimo è non solo giustificabile ma doverosa.

Quote:
Il problema è che non capisco veramente da dove iniziare. Non ho mai niente di interessante da dire agli altri quando interagisco, nella mia testa c'è il vuoto e non riesco a pensare ad altro che al trovare qualcosa che possa mandare avanti la conversazione senza che sia banale o senza senso.
Questo non lo so, anche io in certi contesti ho difficoltà. Ma si tende sempre a dimenticare che la gente ama parlare. Se fai finta di ascoltare e usi il linguaggio del corpo come sorrisi e occhi spalancati per l'interesse hai già risparmiato il 60% delle parole. Questi sono trampolini per iniziare a muoversi, se poi detesti l'idea di interessarti di qualcosa per sostenere le conversazioni chiaramente è un altro problema. Nessuno diventa un brillante mattatore in qualche mese, ma iniziando a interessarsi di qualcosa poi si è in grado almeno di trovare dei simili.
Vecchio 27-12-2022, 16:44   #10
Esperto
L'avatar di Black_Hole_Sun
 

Quote:
Originariamente inviata da pokorny Visualizza il messaggio
Nessuno diventa un brillante mattatore in qualche mese, ma iniziando a interessarsi di qualcosa poi si è in grado almeno di trovare dei simili.
Non è detto, mi sempre interessato a qualcosa ma non sono mai stato in grado di comunicarlo, o meglio di comunicarlo in modo da riuscire a renderlo interessante verso eventuali interlocutori. Se c'è un problema di comunicazione alla base tutti gli interessi restano confinati nel tuo mondo.
Vecchio 27-12-2022, 16:59   #11
Esperto
 

Comunque anche se non te lo dicono in faccia che sei messo male perché a capodanno sei da solo, lo pensano e non te lo dicono per compassione.
Io sarò come sempre da solo anche quest'anno
Tutto l'anno fa male sapere che gli altri hanno e fanno senza nessuna difficoltà, mentre tu sei fermo allo stesso punto da tempo, poi è ovvio che in queste occasioni, la cosa è più accentuata, nelle feste, per molti pesa ancora fi più la propria condizione di solitudine e di emarginazione sociale
Ringraziamenti da
Noradenalin (27-12-2022)
Vecchio 27-12-2022, 17:00   #12
Esperto
L'avatar di vikingo
 

Continuasse a fare il ribelle diventerà famoso per questo non fate omologare anche lui..
Vecchio 27-12-2022, 17:19   #13
Esperto
L'avatar di muttley
 

Quote:
Originariamente inviata da Maximilian74 Visualizza il messaggio
Comunque anche se non te lo dicono in faccia che sei messo male perché a capodanno sei da solo, lo pensano e non te lo dicono per compassione.
Non si può passare la vita intera con l'ossessione in testa per ciò che loro, i malvagi, pensano di noi, i buoni.
Vecchio 27-12-2022, 18:30   #14
SFC
Principiante
 

Quote:
Originariamente inviata da zoe666 Visualizza il messaggio
quindi per non essere costretto a festeggiare ( perchè potresti, ma non vuoi sentirti obbligato ) hai deciso di passare una serata chiuso in macchina così gli altri vedessero che uscivi
non è cmq costrizione ?

onestamente, meno male st'anno si può festeggiare senza divieti ( che poi, ti svelo un segreto, l'anno scorso hanno festeggiato tutti senza problemi ), e te lo dice una che passerà quel giorno a casa come fa sempre da decenni.
A volte sono uscita ( e spesso mi sono annoiata ), a volte a casa con me c'è stato qualcuno, e solo pochi anni fa, mi son addormentata e svegliata con i botti miseramente, ma i capodanni migliori che ricordo ero sola a casa con film e cibo e cose piacevoli.
Ed a chi mi chiedeva, dicevo tranquillamente che sarei stata a casa.
Non tutti ti guardano con disapprovazione. Anzi, spesso interpreti tu quelli sguardi in quel modo perchè è così che vedi te stesso.
Agli altri, di quello che fai spesso importa poco ( a meno che tu non sia un liceale ).
Tu sei una di quelle che ammiro, seriamente. Ricordo che avevi già commentato così uno dei miei pochi post. Però io non ce la faccio a ragionare così, è assolutamente impossibile.

Il problema principale è che "gli altri" sono in sostanza mio padre e mia padre (oltre ai miei parenti, che mi vogliono tutti un bene dell'anima, ricambiati). E il loro giudizio mi importa eccome, purtroppo.

La sera dello splendido Capodanno in macchina vivevo ancora coi miei. Rimanere a casa mentre loro uscivano (un mondo al contrario!) e sentirmi ripetere da mia madre la solfa del "non hai amici, non hai la ragazza, stai sempre da solo, mi sa che non avrò mai un nipotino e bla bla"? No, grazie. Mai più. E visto che non avevo voglia di festeggiare, ho fatto così.

Ai loro occhi DEVO essere il più normale possibile (intendo da un punto di vista sociale, perché per il resto lo sono al 100%). E pure agli occhi della gente esterna VOGLIO esserlo, perché non ho assolutamente il coraggio di mostrarmi per quello che sono, ovvero uno che se potesse passerebbe in beata solitudine il 90% del proprio tempo, Capodanno compreso.
Vecchio 27-12-2022, 18:35   #15
SFC
Principiante
 

Quote:
Originariamente inviata da Keith Visualizza il messaggio
.
La questione non è tanto uscire o non uscire. A me una birra in compagnia non dispiace. La questione sono queste cazzo di feste comandate: non sopporto di dover mettermi in fila a far le stesse cose che fanno gli altri, come un automa che non può pensare con la propria testa.

Io posso tranquillamente uscire il 7 dicembre, il 15 marzo, l'1 settembre, il 10 febbraio, il 2 gennaio, il 30 dicembre. Posso uscire qualsiasi giorno dell'anno, se ne ho voglia. Non reggo il fatto di dover uscire perché mi viene imposto, tutto qua. Ne sto facendo una questione di principio, molto probabilmente.
Ringraziamenti da
kurt87 (28-12-2022)
Vecchio 27-12-2022, 19:25   #16
Esperto
L'avatar di Barracrudo
 

Lo ripeto x colpa di chi odia le feste non se ne creeranno mai di nuove e quindi si perderanno preziose occasioni x stare a riposo da lavoro oppure venire pagati con maggiorazione in quando festivo x chi lavora
Ringraziamenti da
pokorny (27-12-2022)
Vecchio 27-12-2022, 20:20   #17
Esperto
L'avatar di Schlemiel
 

Lavoro come di consueto da anni.

Non ricevere inviti comunque mi pesa, ma dopo aver rifiutato negli anni passati raccolgo quello che ho seminato.

Razionalmente è un giorno come altri, mi fa piacere che mangio prelibatezze ma non ci vedo altro di speciale.

Ho bisogno di stare abbracciato sul divano ad una compagna, non di festeggiare una data simbolica.

Mi dà fastidio il casino, anche pochi minuti fa sparavano sotto casa, mi spaventano i gatti
Vecchio 27-12-2022, 23:40   #18
Esperto
L'avatar di Noradenalin
 

Mai festeggiato o passato in compagnia un capodanno in 27 anni (come del resto qualsiasi altra festività) e quest'anno sarà uguale.

Purtroppo queste ultime settimane, avendo lavorato a differenza degli altri anni, ho dovuto subite le prese per il culo, le battutine e le domandine pungenti dei colleghi a riguardo e quindi nella mia testa c'è ancora più pressione e rimuginio.

Ormai è dalla fine del'adolescenza che non mi frega più un cazzo di passarlo come fanno gli altri, a festeggiare in discoteca o nei locali con i grupponi di amici; in vacanza con partner e/o amici; a bere come se non ci fosse un domani; a casa sempre in in compagnia di amici o tutto il "parentume"; lanciare petardi grossi come proiettili per obici o chissà cos'altro solo perché è l'ultimo dell'anno e bisogna festeggiare per forza, perché lo impone la società (anche se comunque fa star male sentirsi presi in giro e giudicati perché non si fa ciò che fanno tutti i coetanei normali).

Quello che mi pesa, mi fa rabbia e tristezza allo stesso tempo e mi porta all'autolesionismo, all'anedonia e a pensieri intrusivi ed invalidanti è il passare del tempo; un altro anno finito, andato sprecato ed un altro che inizierà sempre nelle stesse condizioni di merda.

Ultima modifica di Noradenalin; 29-12-2022 a 00:12.
Vecchio 28-12-2022, 01:33   #19
Esperto
L'avatar di dottorzivago
 

Sarò a lavoro come succede spesso da 10 anni a questa parte quindi non sento la pressione.


Comunque mi mancano i miei capodanni da ventenne....far finta di uscire poi rincasare quando ormai non c era nessuno verso le 21 e iniziare e bere e mangiare schifezze fino a non ricordarsi niente
Ringraziamenti da
SFC (28-12-2022)
Vecchio 28-12-2022, 03:06   #20
Esperto
 

a me quest'anno si profilano due tremende opzioni: la prima è stare a casa con i miei più mia zia ed un'amica di famiglia (le quali quando stanno insieme e bevono sono letteralmente insopportabili) oppure accettare l'invito a casa di un mio amico in compagnia di tre coppie di fidanzati ed io l'unico single...quale scegliere?
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a Alè, sta tornando quella merda di Capodanno
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Tornando indietro nel tempo... Equilibrium Off Topic Generale 38 11-03-2022 11:49
Che giornata di Merda, che vita di merda. Pincopallino Ansia e Stress Forum 39 26-11-2016 16:32
Quella genuina....quella di una volta goodenough Storie Personali 21 06-05-2014 11:00
tornando dal ospedale tino Amore e Amicizia 10 09-08-2011 17:05
Sto tornando a casa !!!! ollydarko SocioFobia Forum Generale 13 16-08-2009 21:08



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 01:43.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2023, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2