FobiaSociale.com

FobiaSociale.com (https://fobiasociale.com/)
-   Disturbo evitante di personalità (https://fobiasociale.com/disturbo-evitante-di-personalita/)
-   -   Evitanti si nasce o si diventa? (https://fobiasociale.com/evitanti-si-nasce-o-si-diventa-74643/)

pokorny 25-11-2021 19:04

Re: Evitanti si nasce o si diventa?
 
Penso di esserci nato, e ho sempre percepito molto forte la predisposizione innata; col tempo ho solo dato una forma razionale alle mie sensazioni.

DEP73 22-07-2022 07:41

Re: Evitanti si nasce o si diventa?
 
1 allegato(i)
Secondo me lo si diventa in 3 passaggi:
1) Predisposizione genetica, complicazioni del parto e del periodo prenatale, e in genere ciò che avviene di storto nell'intervallo tra il concepimento e la nascita
2) Una inesistente o pedestre educazione alla socialità nel periodo tra i 0 e i 5 anni
3) Nel caso si sia fatto casino nei punti 1 e 2, non apportare degli interventi correttivi di emergenza nell'intervallo tra i 5 e i 15 anni, che sarà ovviamente costellato dagli attacchi dei bulli che si avventeranno su di te come api sul miele

A questo punto, salvo miracoli, sei già

Warlordmaniac 22-07-2022 07:57

Re: Evitanti si nasce o si diventa?
 
Vabbè, Dep, dai... Se l'iposocialità risale a traumi durante il parto, un genio come è stato trattato durante il parto?

Magari siamo tutti diversi perché la diversità è naturale. Siamo diversi fisicamente, perché non caratterialmente?

DEP73 22-07-2022 08:04

Re: Evitanti si nasce o si diventa?
 
Quote:

Originariamente inviata da Warlordmaniac (Messaggio 2732831)
Vabbè, Dep, dai... Se l'iposocialità risale a traumi durante il parto, un genio come è stato trattato durante il parto?

Magari siamo tutti diversi perché la diversità è naturale. Siamo diversi fisicamente, perché non caratterialmente?

Mi sono espresso male: non è che debbano per forza esserci tutte e 3 le condizioni, ne bastano di meno e credo che la più importante sia la condizione 2, ma se ci sono tutte e 3 si è fatto filotto, come si dice nel biliardo.

vikingo 22-07-2022 08:14

Io sono aspie funzionavo già da piccolo così,ricordo a 9 anni ero l'unico con la bici con le rotelle..

Trinacria 22-07-2022 08:32

Re: Evitanti si nasce o si diventa?
 
Quote:

Originariamente inviata da DEP73 (Messaggio 2732827)
complicazioni del parto e del periodo prenatale, e in genere ciò che avviene di storto nell'intervallo tra il concepimento e la nascita

Questa cosa l'hai inventata tu o è documentata da qualche parte?
A questo punto farei un sondaggio su quanti di noi sono nati a seguito di complicazioni :D

DEP73 22-07-2022 08:42

Re: Evitanti si nasce o si diventa?
 
Quote:

Originariamente inviata da Trinacria (Messaggio 2732838)
Questa cosa l'hai inventata tu o è documentata da qualche parte?
A questo punto farei un sondaggio su quanti di noi sono nati a seguito di complicazioni :D

Documentata non so. So che fa parte delle domande conoscitive che mi ha fatto la mia psichiatra quando mi ha presentato l'ipotesi di diagnosi di disturbo dello spettro autistico. Più che di complicazioni, mi ha per l'esattezza parlato di parto prematuro.

CongaBlicoti_96 22-07-2022 09:12

Re: Evitanti si nasce o si diventa?
 
Dipende dai casi. Io e il mio psico concordiamo sul fatto che ci sia diventata in età adulta.
Altri invece ci nascono, ma riescono ad affrontarla. Comunque prima dei 20, non ho mai avuto atteggiamenti evitanti. Probabilmente è qualcosa che si è sviluppato nel tempo senza che ci facessi caso.

Varano 22-07-2022 09:37

Re: Evitanti si nasce o si diventa?
 
Quote:

c'è predisposizione genetica come per tutte le patologie, poi una variabile ambientale. ma è tutto scritto nel dna filo e per segno.
io da quando ho ricordi sono sempre stato fobico, anche se in casa ero un piccolo leoncino, coccolato e amato, gli estranei mi facevano molta paura.
mio padre invece era contro-fobico, sfidava il rischio solo per divertimento, ci andava incontro al pericolo. ricordo ancora quando mi diede in mano il volante del camion su una strada, mentre io stavo sulle sue ginocchia.
oppure quando andavamo al parco divertimenti e io avevo paura di alcune giostre, stavo a guardarli seduto su una panchina, mentre loro si lanciavano sprezzanti del pericolo. anche i tuffi dalle alture non sono mai stato in grado di farli, arrivavo al punto dove bisognava tuffarsi e poi tornavo indietro con il cuore a mille. mentre bambini e ragazze si buttavano senza paura-
forse sono anche diventato fobico e prudente per controbilanciare un padre spericolato, come disse mauro scardovelli nei suoi video.
uno che ragiona su tutte le possibili fatalità ci vuole sempre in famiglia o nel clan, uno ansioso come arrigo sacchi che si è ritirato dalla carriera di allenatore per stress.
essere fobici non è facile, io oltre alla fobia avevo anche un fortissimo senso del pudore. e detestavo mostrare il mio corpo da bambino.
andavo al mare col giubbotto e non mettevo i pantaloncini corti, facendo i capricci, ero ostinato su questa cosa. un bambino così capisci subito che sarà problematico...non so se fosse dovuto a qualche trauma, però è probabile che fosse un'innata vergogna del proprio corpo, a 3 anni mica a 15.
.

Tragopan 22-07-2022 10:28

Re: Evitanti si nasce o si diventa?
 
Secondo me lo si diventa evitanti attraverso le esperienze della vita e l'ambiente in cui si cresce. Nel mio caso, guardando una videocassetta di quand'ero piccolo dov'ero al mare, ho visto che ero molto socievole, andavo di sdraio in sdraio a far vedere i miei giocattoli.

Maximilian74 22-07-2022 10:48

Re: Evitanti si nasce o si diventa?
 
Poi bisogna stare attenti a non confondere il disturbo evitante col disturbo schizoide, perché sono molto simili come sintomi. Entrambi evitano, ma mentre chi è evitante vorrebbe partecipare alla vita sociale e ne soffre se non può farlo, lo schizoide evita perché non prova alcun piacere a fare cose con gli altri, avere relazioni eccetera

SMS94 22-07-2022 11:39

Io ho probabilmente iniziato a evitare le situazioni sociali ai tempi dell'asilo, mi ricordo che spesso stavo in disparte e non volevo partecipare alle attività con gli altri bambini perché non mi interessavano o mi sentivo a disagio a farle.
Da lì in poi non ci sono stati particolari eventi avversi, semplicemente non avendo in pratica mai trovato persone con un carattere affine al mio ho continuato a tirarmi indietro quando c'era la possibilità di partecipare a qualcosa (sport, eventi sociali, ecc.), e il divario tra me e chi faceva queste cose fin dall'infanzia non ha fatto altro che aumentare, causando ulteriore disagio...

Maxime 22-07-2022 11:52

Re: Evitanti si nasce o si diventa?
 
Io credo di essere nato evitante, da che ricordi già all'asilo tendevo all'isolamento, ed ero attirato da cose opposte rispetto a quelle che piacevano a gli altri bambini.
Alle elementari andavo malissimo e ho iniziato a essere vittima di bullismo, le maestre mi scresitavano, non facendo nulla per farmi migliorare.
Nel frattempo iniziai a soffrire di attacchi epilettici, che durarono qualche anno, così feci qualche visita neurologica e inziai delle cure che oltre a tenermi a bada gli attacchi, mi fecero diventare più socievole (non so se esistano psicofarmaci per bambini, ma credo lo fossero).
Questa mia socialità improvvisa, nei confronti dei coetanei, fu un vero disastro, in quanto essendo quello "strano", il bullismo aumentò e iniziai a soffrire dell'escusione dei miei compagni, cosa che prima mi importava poco e niente, la situazione andò avanti fino alla 3 media.
Adesso mi piace stare solo, ho evitato situazioni lavorative per paura del giudizio o di dovermi mettere in competizione con colleghi.
Quest'anno per miracolo ho trovato un lavoro come guardiano notturno in un camping e lavorare da solo di notte, devo dire faccia proprio per me.

Varano 22-07-2022 11:56

Guardiano notturno deve essere il sogno di ogni fobico

Maxime 22-07-2022 12:32

Re: Evitanti si nasce o si diventa?
 
Quote:

Originariamente inviata da Varano (Messaggio 2732912)
Guardiano notturno deve essere il sogno di ogni fobico

Pochi contatti sociali, un ufficietto dove passare la notte al PC e 56€ a notte.
Alla faccia dei miei ex compagni bulletti che sono finiti a fare lavori faticosi sotto il sole

Varano 22-07-2022 13:44

Re: Evitanti si nasce o si diventa?
 
Quote:

Originariamente inviata da Maxime (Messaggio 2732935)
Pochi contatti sociali, un ufficietto dove passare la notte al PC e 56€ a notte.
Alla faccia dei miei ex compagni bulletti che sono finiti a fare lavori faticosi sotto il sole

complimenti, ottima scelta. io leggevo lo scrittore roberto bolano che prima del successo faceva questa vita da guardiano notturno nei campeggi ed è presente anche nei suoi libri questo mestiere.
immagino che sarà pure frequentato da turisti, per cui deve essere anche interessante vedere gente di tutto il mondo

Warlordmaniac 22-07-2022 14:36

Re: Evitanti si nasce o si diventa?
 
Quote:

Originariamente inviata da Maximilian74 (Messaggio 2732875)
Poi bisogna stare attenti a non confondere il disturbo evitante col disturbo schizoide, perché sono molto simili come sintomi. Entrambi evitano, ma mentre chi è evitante vorrebbe partecipare alla vita sociale e ne soffre se non può farlo, lo schizoide evita perché non prova alcun piacere a fare cose con gli altri, avere relazioni eccetera

Credo però che nella maggior parte dei casi si hanno entrambe presenti e quindi mescolate.

Maximilian74 22-07-2022 15:48

Re: Evitanti si nasce o si diventa?
 
Quote:

Originariamente inviata da Warlordmaniac (Messaggio 2732989)
Credo però che nella maggior parte dei casi si hanno entrambe presenti e quindi mescolate.

Infatti io per alcune cose e situazioni soffro a non farle e averle, altre cose proprio non mi sono mai interessate

Gufetto 22-07-2022 16:14

Re: Evitanti si nasce o si diventa?
 
25% si nasce (predisposizione) 75% si diventa

Impasse 22-07-2022 16:14

Re: Evitanti si nasce o si diventa?
 
Nel mio caso l'evitamento è stato rafforzato dalle esperienze negative della vita, soprattutto con gli altri.
Quando ero bambino ero un pò introverso e mi piaceva passare il tempo da solo, tuttavia avevo anche qualche momento di curiosità verso situazioni esterne potenzialmente sociali..che però poi mi presentavano sempre il conto con esclusioni, inadeguatezza, derisioni e solitudine.

Demiurgo 22-07-2022 18:51

Re: Evitanti si nasce o si diventa?
 
Soprattutto si diventa, secondo me.

Hor 22-07-2022 18:53

Re: Evitanti si nasce o si diventa?
 
Visto che ho aperto io il thread ormai più di un anno fa, e dopo aver letto gli ultimi interventi e in seguito al procedere del mio percorso presso degli specialisti, voglio (ri)dire la mia.
Attualmente penso che la radice della mia situazione mentale (e di conseguenza sociale) sia il trovarmi nello spettro autistico e, secondo la psicologa specializzata in autismo che mi ha visitato, non sul lato lieve dello spettro bensì su quello medio. E questo trovo spieghi bene molte delle difficoltà che ho vissuto e vivo quotidianamente nella vita.
Tendo a evitare, è vero, anche a evitare molto, ma questo ora lo vedo come un effetto inevitabile dei continui scontri che ho avuto col vivere sociale e con le altre persone. In pratica ho preso talmente tante mazzate che alla fine ho via via appreso l'abitudine a evitare, per salvaguardarmi emotivamente e perché ho imparato mio malgrado che a interagire col Mondo "non ne vale la pena".
Ripensando ai miei anni passati, sin da bambino, posso constatare che avevo già i tratti autistici, che sono rimasti immutabili, ma questo non significa che rifuggissi la socialità o il mettermi in gioco (nelle attività scolastiche o con le possibilità di esprimere me stesso, e quest'ultima cosa l'ho sempre vissuta come molto importante), anzi, in diversi casi ero anche molto intraprendente, riuscivo a buttarmi. Poi a volte andava bene, spesso andava male, e col passare del tempo è andata sempre peggio.
Riguardo al disturbo schizoide di personalità non riesco proprio a vederlo come mio, perché io ho costantemente cercato la socialità, ho avuto sempre un fortissimo bisogno di trovare persone con cui comunicare... solo che ci sono riuscito poche volte e quelle poche non sono quasi mai riuscito a gestirle sul lungo periodo. Ho bisogno di socialità ma mi sono ritirato socialmente perché non riesco a viverla. I primi tempi dell'isolamento, quando mi sono ritrovato senza quasi più nessuno, sono stato davvero male... adesso che il tempo è passato mi sono "abituato" alla solitudine e quasi non ci faccio caso. Ma ovviamente se potessi cambiare la situazione lo farei volentieri.

Concludo ribadendo che a seguire con assiduità il forum continuo a pensare che diversi utenti si trovino come me nello spettro autistico senza ancora saperlo.

Warlordmaniac 22-07-2022 19:14

Re: Evitanti si nasce o si diventa?
 
Finisce tutto in un circolo vizioso dove ovviamente la miccia che scatena il tutto è la caratteristica innata.

vikingo 22-07-2022 20:30

Penso che mezzo forum sia Asperger ed e un peccato non abbiano la loro giustizia,perché nessuno gli fa una diagnosi,quei 4 che abbiamo certificati siamo fortunati e privilegiati..se hai tratti autistici da giovane sopratutto se hai difficoltà ad interagire,i rapporti muoiono la solitudine diventa forzata ma inevitabile..per 2 anni sono anche uscito a Catania..ma e dal 2017 che e cominciato l'isolamento..spero che a Ragusa o a carrapipi ci sia una svolta,e cercherò di presentarmi con l'entusiasmo di un ragazzino,

Chamomile 22-07-2022 20:32

Re: Evitanti si nasce o si diventa?
 
Sono sempre stata disadattata e incompatibile con le altre persone per quanto ricordo.

vikingo 22-07-2022 21:38

No scusa mi sono espresso male,ho sofferto un cane da ragazzo bullismo,balbettavo,a parte andare a scuola,stavo davanti al PC,mi ricordo che mi studiavo le formazioni di calcio e le imparavo a memoria,fino alla serie b,avevo una grande memoria,oggi di meno anche se sta tornando a ottimi livelli,dicevo fortunati perché io non ho mai mascherato un cacchio,vikingo a un certo punto ha capito che dove vive la sua immagine era quella dell' uomo schivo e riservato,dopo i 20 anni fino ai 27 ho provato a inserirmi da ogni parte,qualche esperienza l'ho fatta,ma poi quando cominciano comorbilita problemi di salute,ti viene voglia di stare solo,lo farebbe chiunque,come lo fanno tanti utenti,la solitudine diventa la tua compagna,per di più quelle poche amicizie che avevo in pandemia si sono sgretolate,più la sfera economica ecc..parlo di fortuna perché da quando ho la diagnosi da 2 anni anche con questa psicologica mi sembrò migliorato per il mio profilo..ed e meglio saperlo che non saperlo per me..al di là di prendere i soldi,l'invalidità sono scelte personali,uno può anche fregarsene,ma fare un percorso terapeutico adatto di miglioramento..quella di volere l'invalidità e stata una mia scelta,erche era il 2020 e ho temuto di finire alla Caritas,a 32 anni,anche perché oggettivamente per un Asperger senza categoria protetta e ne laurea,a 34 anni non so dove potrebbe lavorare,la categoria protetta e il rdc,saranno criticabili come scelte,tutto quanto,ma sono 2 strade che possono portarti a lavorare..però sentendo diversi utenti i tratti autistici si percepiscono meno di me probabilmente,ma ci sono..tra l'altro sulla stranezza,io sono sempre apparso eccentrico bizzarro,quando ho cominciato a fregarmene,vivo meglio,lasperger a mascherarsi,il masking comporta enorme stress,cose che i neurotipico non capiscono..

Maxime 22-07-2022 22:26

Non saprei definire se pure io mi trovi nello spettro autistico o meno, ma sono d'accordo con chi chiede aiuti come l'invalidità.
La mia vita con il DEP mi ha portato a non lavorare mai, se non a 21anni per un mese in fabbrica (un disastro) e adesso a quasi 27 farò il guardiano per i 2 mesi estivi.
Vedo gente meno intelligente di me, riuscire nella vita e io mi sento prigioniero di una gabbia.
Il colmo che abbia anche molte competenze meccaniche, elettroniche e informatiche, ma rimangono solo dentro me e per ciò che riguarda me (mai portata la macchina dal meccanico per esempio, riesco a fare quasi tutto da me).

vikingo 22-07-2022 23:37

Si sottovaluta una cosa,ricordo quando andavo al negozio e lavoravo e stavo a contatto con la gente che tornavo a casa esausto,e dovevo prendermi mezza giornata,un mese fa sono andato alla rappresentazione classica,era il primo evento tra la gente dopo diverso tempo forse 2 anni,sono tornato a casa stressatissimo,mi sento migliorato,ma finita la pandemia devo testarmi in condizioni normali,e non mi pento di aver fatto un lavoro individuale,sento dire qui dentro di gente stressata che subisce mobbing,mi ritengo migliorato,ma sono un po' impulsivo non so in un ufficio con qualche collega di autorità superiore se avrei avuto qualche problema,non tutti gli Asperger hanno problemi con l'autorità o col prendere ordini forse i bipolari,ma meglio evitare casini eventuali in ambienti di lavoro..se non ti senti sicuro di reggere,meglio cercare qualcosa di adatto,senza fretta,a maggior ragione che coi sussidi mille euro li prendo circa,tra l'altro sul rdc per me modificheranno qualcosa ma non credo lo tolgano perché l'aumento della povertà sarebbe raddoppiato...

Scott 23-07-2022 00:24

Re: Evitanti si nasce o si diventa?
 
si diventa spesso, se avete a che fare con ambiente e persone ostili

Guybrush 24-07-2022 08:46

Re: Evitanti si nasce o si diventa?
 
Penso che ci sia una predisposizione genetica ma che poi siano i fattori ambientali ad innescarlo (bullismo, genitori anaffettivi
e svalutanti, ecc...)

Mi è stato diagnosticato dopo i 30 anni e mi ricordo che ho da sempre provato un certo disagio nei gruppi sociali, ma sono stati poi una serie di avvenimenti a fare in modo che esplodesse e avvelenasse ogni secondo della mia vita.

Gufetto 24-07-2022 09:25

Re: Evitanti si nasce o si diventa?
 
Ma la domanda non dovrebbe essere se ci si nasce o ci si diventa, ma come uscirne...:pensando:

Gufetto 24-07-2022 09:28

Re: Evitanti si nasce o si diventa?
 
Comunque la teoria che ho letto di complicazioni al momento del parto è interessante...mia madre mi disse che quando nacqui ebbi il cordone ombelicale stretto al collo o qualcosa del genere...
:nonso:

Ecco perché la mia vita è come se avessi un cappio al collo..

Warlordmaniac 24-07-2022 09:39

Re: Evitanti si nasce o si diventa?
 
Quote:

Originariamente inviata da Gufetto (Messaggio 2733557)
Ma la domanda non dovrebbe essere se ci si nasce o ci si diventa, ma come uscirne...:pensando:

Se ci si nasce puoi metterti l'anima in pace e non sprecare energie inutili. Se non ci si nasce e siamo solo figli dei feedback (però perché i feedback dovrebbero essere diversi? Tutta colpa del caso?), c'è forse più margine di cambiamento.

Jack Dundee 987 24-07-2022 11:53

Re: Evitanti si nasce o si diventa?
 
Credo che per alcuni ci sia una vera e propria predisposizione, per altri invece lo si può diventare per alcune cause.
Nel mio caso lo sono diventato principalmente per la mia inadeguatezza dovuta soprattutto al mio aspetto fisico, sicuramente sono sempre stato timido fin da bambino, ma indubbiamente se avessi avuto una presenza più gradevole la mia situazione sarebbe completamente diversa.

vikingo 24-07-2022 12:16

L'aspetto fisico fa,la timidezza la si associa alla bruttezza,spesso,non avevo questo aspetto da ragazzo,ma anche tanti uomini..se non prendi fedback come vuoi essere con le donne,se uno non riceve fedba
C cosa volete che faccia..

Warlordmaniac 24-07-2022 12:52

Re: Evitanti si nasce o si diventa?
 
Quote:

Originariamente inviata da vikingo (Messaggio 2733619)
L'aspetto fisico fa,la timidezza la si associa alla bruttezza,spesso,non avevo questo aspetto da ragazzo,ma anche tanti uomini..se non prendi fedback come vuoi essere con le donne,se uno non riceve fedba
C cosa volete che faccia..

Può compensare con la simpatia.
Ma se uno non ha doti comunicative è un problema.

Varano 24-07-2022 12:57

Re: Evitanti si nasce o si diventa?
 
è la somma che fa il totale. se già non sei bello, sei introverso e magari pure tirchio, ti sei scavato la fossa.

Rikott 24-07-2022 13:05

Re: Evitanti si nasce o si diventa?
 
La simpatia serve per diventare amichetti al massimo

vikingo 24-07-2022 13:10

Quella che mi dato il like non ha risposto..danno il like per gioco ormai su Meetic vergognoso,fanno perdere tempo ai ragazzi seri,per bene..se non ti piace qualcuno cosa gli metti il like...mi verrebbero di fare lo stronzo per davvero..

Warlordmaniac 24-07-2022 13:19

Re: Evitanti si nasce o si diventa?
 
Quote:

Originariamente inviata da Rikott (Messaggio 2733638)
La simpatia serve per diventare amichetti al massimo

Gli amici hanno amici che fanno conoscere gli amici e la cerchia di conoscenze si allarga.

E poi, in un sistema sessocentrico, parlare di simpatia è sempre declinato allo sguardo sessuale femminile. Cioè non sono simpatico se faccio ridere solo gli uomini.


Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 06:49.

Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2022, Jelsoft Enterprises Ltd.