FobiaSociale.com

FobiaSociale.com (https://fobiasociale.com/)
-   Off Topic Generale (https://fobiasociale.com/off-topic-generale/)
-   -   Fare figli o non fare figli?! (https://fobiasociale.com/fare-figli-o-non-fare-figli-73845/)

claire 12-06-2021 16:51

Re: Fare figli o non fare figli?!
 
Quote:

Originariamente inviata da idk (Messaggio 2605791)
Ma anche nella malsana idea di voler provare l'esperienza della genitorialità, perché farsi colonizzare il ventre materno da un feto viscido da espellere tra atroci sofferenze, quando ce ne sono una caterva di già pronti e altrettanto bisognosi del vostro amore? Uh.
I bambini sono delle scorregge, solo le vostre accettate.

:D

choppy 12-06-2021 17:04

Re: Fare figli o non fare figli?!
 
Quote:

Originariamente inviata da Cancelletto (Messaggio 2605186)
Io mi sentirei in colpa a mettere qualcuno al mondo

Io invece mi sentirei in colpa a non mettere nessuno al mondo, salvo vocazioni dall'alto.

Delta80 12-06-2021 17:16

Credo che se una coppia sta bene assieme e c’è amore possa anche esserci la voglia di avere figli , credo sia abbastanza naturale , poi ci sono coppie che li vorrebbero ma non possono averne e allora magari adottano

Da'at 14-06-2021 11:41

Re: Fare figli o non fare figli?!
 
Quote:

Originariamente inviata da Konkurs (Messaggio 2605090)

Carina la pic.
Ma si spera che chi mette al mondo un pargolo lo faccia non nella speranza di evitargli le sfighe, bensì nella speranza che risulti sufficientemente capace da affrontarle.

Ovviamente, stante il forum dove ci troviamo, è comprensibile essere pessimisti per noialtri. Ma la gente in gamba esiste, ed esisteranno anche i bambini in gamba, che saranno gli adulti in gamba di domani.

E quelli ci servono come l'acqua nel deserto.

~~~ 14-06-2021 11:49

Comunque adottare non è facile, non possono farlo tutti, ci vogliono soldi, ci vogliono anni, una situazione economica e personale impeccabile etc. etc., inoltre educare ed essere genitore di un bambino orfano, di un'altra cultura* e magari anche traumatizzato non è la stessa cosa che mettere al mondo un figlio e partire "da zero".


*solitamente si propende per l'adozione internazionale perché è quella che più facilmente può andare a buon fine, e ci vogliono soldi e anni anche lì.

Se fosse più facile adottare concorderei, ma non si può dire che sia proprio la stessa cosa identica perché non è così.



edit: comunque quando ero picxcola non mi eor mai posta il problema, poi in adolescen<za ero quasi anti-natalista praticamen :D o comunque ero in una posizione del tipo che nopn è giusto scegliere per un altro essere umano, adesso sto forse a metà e metà ma non la vedo più rigidamente come prima

cancellato2824 14-06-2021 12:39

Re: Fare figli o non fare figli?!
 
Quote:

Originariamente inviata da ~~~ (Messaggio 2606337)
Comunque adottare non è facile, non possono farlo tutti, ci vogliono soldi, ci vogliono anni, una situazione economica e personale impeccabile etc. etc., inoltre educare ed essere genitore di un bambino orfano, di un'altra cultura* e magari anche traumatizzato non è la stessa cosa che mettere al mondo un figlio e partire "da zero".

vero ma trovo sbagliato questo sistema perche' ci son molti bambini in difficolta' estrema che difficilmente posson stare peggio salvo che uno li prenda per lo specifico scopo di abusarne
e poi non trova giusta la disparita' di trattamento che per quei bambini un sacco di requisiti precondizioni ecc. mentre con i figlii propri il sistema sia piu' permissivo, i figli propri meritano le stesse tutele

Konkurs 15-06-2021 16:29

Re: Fare figli o non fare figli?!
 
Quote:

Originariamente inviata da Da'at (Messaggio 2606334)
Carina la pic.
Ma si spera che chi mette al mondo un pargolo lo faccia non nella speranza di evitargli le sfighe, bensì nella speranza che risulti sufficientemente capace da affrontarle.

Ovviamente, stante il forum dove ci troviamo, è comprensibile essere pessimisti per noialtri. Ma la gente in gamba esiste, ed esisteranno anche i bambini in gamba, che saranno gli adulti in gamba di domani.

E quelli ci servono come l'acqua nel deserto.

non è per fare l'antipatico ma il tuo modo di pensare rispecchia perfettamente i toni dell'immagine e ad occhio direi rientri nella categoria dei 'voglio figliare per trasmettere i miei geni superiori'.
già, con la feccia che gira meno male che ci sono gli individui come te che bilanciano la situazione e danno speranza al genere umano mettendo al mondo individui in gamba/capaci di affrontare ogni genere di sfiga.
scommetto la pensa allo stesso modo anche il genitore tipo che poi si ritrova in mano il pedofilo depresso assassino-stupratore di turno o qualche altro scarto genetico analogo. :D

Da'at 15-06-2021 21:42

Re: Fare figli o non fare figli?!
 
Quello è l'atteggiamento giusto, ma ti manca un pezzo: non sto figliando.
Quindi i miei geni sono de facto inferiori. Ai fini della riproduzione si intende.

Che cosa poi questo significhi in termini di comportamenti e morale è più complesso da spiegare, ma per dirla rozzamente, seguire il proprio imperativo biologico è una strada sicura e che tende ad essere autoesplicativa. Cioé se fai quel che "devi fare", biologicamente parlando, poi capisci.

D'altra parte è una grandissima fortuna la possibilità che abbiamo di scegliere se fare o meno figli, quindi da un lato è bene sfruttarla per evitare di incrementare il livello di disgrazia onnipresente nel mondo, ma dall'altra può diventare un alibi facile per evitare di concettualizzarsi come parte dei problemi del mondo, e quindi come in parte responsabili delle sue soluzioni (per quel che possiamo).

dottorzivago 16-06-2021 16:54

Re: Fare figli o non fare figli?!
 
Farne uno può essere un esperienza nuova che uno vuole.viverla e provarla, lo posso capire.

Ma farne due o più.Ecco due, si è una scelta egoistica. C è chi lo vuole dell' altro sesso per fare la "famigliola da mulino bianco completa". Poi trovano fuori la cazzata del bambino che non saprà con chi giocare (ma quando mai!!sono figlio unico e i miei amici che avevano fratelli giocavano con me,i fratelli erano solo una rottura di balle)

Qwerty 16-06-2021 18:56

Re: Fare figli o non fare figli?!
 
Quote:

Originariamente inviata da dottorzivago (Messaggio 2606997)
Farne uno può essere un esperienza nuova che uno vuole.viverla e provarla, lo posso capire.

Ma farne due o più.Ecco due, si è una scelta egoistica. C è chi lo vuole dell' altro sesso per fare la "famigliola da mulino bianco completa". Poi trovano fuori la cazzata del bambino che non saprà con chi giocare (ma quando mai!!sono figlio unico e i miei amici che avevano fratelli giocavano con me,i fratelli erano solo una rottura di balle)

Da bambina lo pensavo pure io che è una fortuna ad essere figlia unica, ma da quando mia mamma si è ammalata mi pesa a non avere qualcuno con chi condividere preoccupazione e anche per condividere aiuto pratico, soprattutto perché essendo molto lontana, se ci fosse un fratello che veniva trovarla qualche volta..

Konkurs 17-06-2021 01:23

Re: Fare figli o non fare figli?!
 
Quote:

Originariamente inviata da Da'at (Messaggio 2606767)
...

probabilmente è così difficile da spiegare che l'hai semplificato troppo, a chiunque tu ti riferisca suona sempre come un "figliare per trasmettere geni superiori al fine di migliorare la condizione attuale del mondo".
La capacità di scelta è una fortuna ma anche un'illusione perché l'imperativo biologico lo sentono tutti ed è impossibile essere oggettivi verso sé stessi per capire se farlo sia opportuno o meno, alla fine si figlia indipendentemente da tutto.
l'unica analisi oggettiva che si può fare è esterna / ambientale dove a volte è evidente che riprodursi è la scelta sbagliata.

comunque stiamo analizzando il discorso partendo da scuole di pensiero diverse sul concetto della vita, non vedo possibili punti di incontri.

Da'at 17-06-2021 11:30

Re: Fare figli o non fare figli?!
 
Quote:

Originariamente inviata da Konkurs (Messaggio 2607141)
probabilmente è così difficile da spiegare che l'hai semplificato troppo, a chiunque tu ti riferisca suona sempre come un "figliare per trasmettere geni superiori al fine di migliorare la condizione attuale del mondo".
La capacità di scelta è una fortuna ma anche un'illusione perché l'imperativo biologico lo sentono tutti ed è impossibile essere oggettivi verso sé stessi per capire se farlo sia opportuno o meno, alla fine si figlia indipendentemente da tutto.
l'unica analisi oggettiva che si può fare è esterna / ambientale dove a volte è evidente che riprodursi è la scelta sbagliata.

comunque stiamo analizzando il discorso partendo da scuole di pensiero diverse sul concetto della vita, non vedo possibili punti di incontri.

Il fatto è che non c'è niente da spiegare. Il fatto stesso che la riproduzione avvenga significa che i geni sono superiori alla riproduzione.
Ad esempio un'anomalia genetica che renda gli anticoncezionali inefficaci è una "superiorità" genetica.

Il problema di molti è che non riescono a concettualizzare gerarchie senza necessariamente attaccarci valutazioni morali (è bene/è male). Non c'è niente di tutto ciò nel mio ragionamento.

Moralmente parlando invece, mettere al mondo bambini per sbaglio è quanto di più deprecabile esista, e credo che almeno su questo non ci sia granché da argomentare ;)

Quote:

Originariamente inviata da dottorzivago (Messaggio 2606997)
Farne uno può essere un esperienza nuova che uno vuole.viverla e provarla, lo posso capire.

Ma farne due o più.Ecco due, si è una scelta egoistica. C è chi lo vuole dell' altro sesso per fare la "famigliola da mulino bianco completa". Poi trovano fuori la cazzata del bambino che non saprà con chi giocare (ma quando mai!!sono figlio unico e i miei amici che avevano fratelli giocavano con me,i fratelli erano solo una rottura di balle)

E per quale motivo, se uno può permettersene il mantenimento? Non mi dirai che anche te credi alla cazzata malthusiana della sovrappopolazione?

E' una balla. Non c'è alcun problema di sovrappopolazione. Guardate la politica del figlio unico in Cina che disastri ha e sta combinando. Se fossero state vere quelle profezie di sventura adesso la Cina dovrebbe essere l'unico paese che va bene nel mondo. E non è così, nonostante la crescita economica. La loro piramide demografica è rovesciata e pesa su una colonna esile di individui che verranno via via a diventare meno capaci di sostenere il peso dei numerosi anziani al di sopra.

Konkurs 19-06-2021 17:00

Re: Fare figli o non fare figli?!
 
Quote:

Originariamente inviata da Da'at (Messaggio 2607214)
Il fatto è che non c'è niente da spiegare. Il fatto stesso che la riproduzione avvenga significa che i geni sono superiori alla riproduzione.
Ad esempio un'anomalia genetica che renda gli anticoncezionali inefficaci è una "superiorità" genetica.

Il problema di molti è che non riescono a concettualizzare gerarchie senza necessariamente attaccarci valutazioni morali (è bene/è male). Non c'è niente di tutto ciò nel mio ragionamento.

Moralmente parlando invece, mettere al mondo bambini per sbaglio è quanto di più deprecabile esista, e credo che almeno su questo non ci sia granché da argomentare ;)

la premessa del topic si suppone sia il dubbio postosi sul fare figli da parte di individui che ne hanno facoltà quindi non capisco cosa c'entri il discorso dei geni superiori o inferiori basato sulla legge della giungla.

Quote:

Originariamente inviata da Da'at (Messaggio 2607214)
E per quale motivo, se uno può permettersene il mantenimento? Non mi dirai che anche te credi alla cazzata malthusiana della sovrappopolazione?

E' una balla. Non c'è alcun problema di sovrappopolazione. Guardate la politica del figlio unico in Cina che disastri ha e sta combinando. Se fossero state vere quelle profezie di sventura adesso la Cina dovrebbe essere l'unico paese che va bene nel mondo. E non è così, nonostante la crescita economica. La loro piramide demografica è rovesciata e pesa su una colonna esile di individui che verranno via via a diventare meno capaci di sostenere il peso dei numerosi anziani al di sopra.

se ti riferisci allo squilibrio di età creatosi nella forza lavoro il problema mi sembra facilmente risolvibile aumentando il tasso di immigrazione, soluzione peraltro raccomandata anche alle altre nazioni sviluppate che stanno soffrendo un incremento analogo dell'età media degli abitanti.

Hor 19-06-2021 17:03

Re: Fare figli o non fare figli?!
 
Quote:

Originariamente inviata da Konkurs (Messaggio 2608084)
se ti riferisci allo squilibrio di età creatosi nella forza lavoro il problema mi sembra facilmente risolvibile aumentando il tasso di immigrazione.

Problema risolvibile tutt'altro che facilmente, visto che la stragrande maggioranza degli autoctoni sembra (purtroppo, dico io) poco propensa a mescolarsi con altre popolazioni, anche in paesi che demograficamente (Giappone o Italia, per dire) ne avrebbero più bisogno.

Konkurs 19-06-2021 17:08

Re: Fare figli o non fare figli?!
 
Quote:

Originariamente inviata da Hor (Messaggio 2608088)
Problema risolvibile tutt'altro che facilmente, visto che la stragrande maggioranza degli autoctoni sembra (purtroppo, dico io) poco propensa a mescolarsi con altre popolazioni, anche in paesi che demograficamente (Giappone o Italia, per dire) ne avrebbero più bisogno.

certo, l'immigrazione è la soluzione migliore a livello teorico ma si preferirà sempre la procreazione autoctona perché bisogna preservare la purezza della razza e tramandare i propri geni superiori... e si torna al discorso di sopra.

claire 19-06-2021 17:39

Re: Fare figli o non fare figli?!
 
Non capisco perché sia un tabù il fatto che chi fa figli in occidente, generalmente li fa per realizzare la sua vita, per soddisfazione sua personale.
Ammesso questo, si può ragionare se sia giusto o meno, magari è pure giusto, e in ogni caso è lecito, benvisto e incentivato.
Ma perché negare questo e tirare fuori le pensioni e la crescita demografica? Quelli sono effetti secondari, chi fa i figli per salvaguardare il welfare futuro e scongiurare la fine dell'umanità (o della razza,nel caso sia di quelle idee) è una netta minoranza, dai.

Da'at 20-06-2021 09:24

Re: Fare figli o non fare figli?!
 
Quote:

Originariamente inviata da Konkurs (Messaggio 2608084)
la premessa del topic si suppone sia il dubbio postosi sul fare figli da parte di individui che ne hanno facoltà quindi non capisco cosa c'entri il discorso dei geni superiori o inferiori basato sulla legge della giungla.

Non c'è nessuna legge della giungla. Esistono le leggi della fisica. Il resto è fenomeno emergente.

Quote:

Originariamente inviata da Konkurs (Messaggio 2608084)
se ti riferisci allo squilibrio di età creatosi nella forza lavoro il problema mi sembra facilmente risolvibile aumentando il tasso di immigrazione, soluzione peraltro raccomandata anche alle altre nazioni sviluppate che stanno soffrendo un incremento analogo dell'età media degli abitanti.

"facilmente" è una parola grossa. L'immigrazione porta con se tutta una serie di problemi accessori e unknown unknowns di cui solo adesso stiamo sperimentando un assaggio.

Plus, per ovvia reazione psicologica se si negheranno attraverso forme di imposizione ideologica certe problematiche (ad esempio accusando chi è avverso all'immigrazione di xenofobia) il risultato sarà ovviamente quello di indurre alla deriva xenofoba. E' psicologia 101.

No, la soluzione sta nel migliorare la natalità in termini di qualità più che di quantità (poi quella si regola da sola in funzione delle migliori possibilità e capacità decisionali degli individui in grado di riprodursi).

Da'at 20-06-2021 09:38

Re: Fare figli o non fare figli?!
 
Quote:

Originariamente inviata da claire (Messaggio 2608110)
Non capisco perché sia un tabù il fatto che chi fa figli in occidente, generalmente li fa per realizzare la sua vita, per soddisfazione sua personale.
Ammesso questo, si può ragionare se sia giusto o meno, magari è pure giusto, e in ogni caso è lecito, benvisto e incentivato.
Ma perché negare questo e tirare fuori le pensioni e la crescita demografica? Quelli sono effetti secondari, chi fa i figli per salvaguardare il welfare futuro e scongiurare la fine dell'umanità (o della razza,nel caso sia di quelle idee) è una netta minoranza, dai.

In tutti i perché ci sono tantissime motivazioni, il punto è risalire ai valori di base che hanno condotto a tali scelte: quelli principali da cui discende tutto il resto.
Imho se si fanno figli "per autorealizzazione" significa che i figli devono soddisfare determinate aspettative, e non è che tutti i figli messi al mondo sono così. Per fortuna direi.
Certamente è una dinamica frequente, ma ci sono anche altre dinamiche. Per fortuna direi.

claire 20-06-2021 09:51

Re: Fare figli o non fare figli?!
 
Quote:

Originariamente inviata da Da'at (Messaggio 2608326)
In tutti i perché ci sono tantissime motivazioni, il punto è risalire ai valori di base che hanno condotto a tali scelte: quelli principali da cui discende tutto il resto.
Imho se si fanno figli "per autorealizzazione" significa che i figli devono soddisfare determinate aspettative, e non è che tutti i figli messi al mondo sono così. Per fortuna direi.
Certamente è una dinamica frequente, ma ci sono anche altre dinamiche. Per fortuna direi.

Quali sono le altre dinamiche? Togliendo chi fa figli principalmente per le pensioni e per salvare la razza, che sararanno lo 0.0000000000001%?

Da'at 20-06-2021 10:00

Re: Fare figli o non fare figli?!
 
L'avere speranza.


Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 06:19.

Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2021, Jelsoft Enterprises Ltd.