FobiaSociale.com

FobiaSociale.com (https://fobiasociale.com/)
-   Trattamenti e Terapie (https://fobiasociale.com/trattamenti-e-terapie/)
-   -   Sindrome del gemello scomparso (https://fobiasociale.com/sindrome-del-gemello-scomparso-70028/)

Equilibrium 03-01-2020 19:00

Sindrome del gemello scomparso
 
Ne ho sentito parlare oggi da una mia amica che è stata da uno psicoterapeuta per la prima volta.
Non l avevo mai sentita questa teoria, sto facendo un po' di ricerche, soprattutto per capire se é riconosciuta dal mondo scientifico.
Qualcuno ne sa qualcosa?

La sindrome del gemello scomparso 1

La sindrome del gemello scomparso 2

Non sono molto convinto, é facile che qualcuno si riconosca nei sintomi e si autosuggestioni, poi nn so, pareri?

Franz86 03-01-2020 19:08

Re: Sindrome del gemello scomparso
 
Considerato qual è il grado di sviluppo sensoriale e cognitivo del feto nel periodo in esame ( durante il primo trimestre di gravidanza ) teorizzare che possa concepire un attaccamento e poi patire un lutto che si porterà poi dietro per tutta la vita mi pare ̶u̶n̶a̶ ̶s̶c̶i̶o̶c̶c̶h̶e̶z̶z̶a̶ molto azzardato.

Hor 03-01-2020 19:11

Re: Sindrome del gemello scomparso
 
A me puzza di psicofuffa.
Condivido quanto scritto da Franz86.

Equilibrium 03-01-2020 19:25

Re: Sindrome del gemello scomparso
 
C'è pure un libro che ne parla bho

JR_Reloaded 03-01-2020 19:55

Re: Sindrome del gemello scomparso
 
Potrebbe essere, si spiegherebbe il perchè io cerco sempre di "salvare" gli altri e cerco negli altri delle similitudini con me, quasi disperatamente, ma comunque l'idea di un'altra me mi inquieta abbastanza :D meglio per lei (o per lui) che si sia risparmiata questa agonia. Chissà magari ho anche un teratoma da qualche parte O_O (per chi non sapesse cosè meglio che non lo sappiate :D)

SamueleMitomane 03-01-2020 20:15

Re: Sindrome del gemello scomparso
 
Io sono un gemello, l'altro non ce l'ha fatta. Ho talvolta pensato di come fosse stata migliore la mia vita con un compagno del genere, con cui avrei avuto una connessione così forte. Ci saremmo supportati a vicenda e avremmo affrontato le cose con più tenacia.
Però non è che ci penso spesso, è stato sempre un pensiero sporadico e ipotetico, non sono così legato a questa idea, ne tantomeno soffro di condizioni fisiche.
Forse l'unica cosa sarebbe che potrebbe essere parte della causa per cui ho una costituzione minuta. Non ricordo se lo lessi o me lo disse un medico, oppure sto dicendo una supercazzola, però conosco un amico di mio fratello che è perfino più basso di me, ma il suo gemello è di altezza normale. Saranno quel tipo di gemelli che nascono diversi, forse le due cose non sono collegate, boh.

le0nde 03-01-2020 21:37

Re: Sindrome del gemello scomparso
 
Io sono convinto che si cominci ad esistere, ad essere senzienti e di conseguenza a differenziarsi all'atto del concepimento (anima che si incarna), dunque si, non sono cazzate, e comunque in molti parti sono visibili i resti di questi aborti spontanei.Che la scienza lo confermi o meno per me conta poco.
Renato Descartes ha rovinato l'umanità.

Equilibrium 03-01-2020 22:32

Re: Sindrome del gemello scomparso
 
Mi fa strano che gliel abbia detta un medico, tral altro poi alla prima seduta.

Franz86 03-01-2020 22:40

Re: Sindrome del gemello scomparso
 
Quote:

Originariamente inviata da Equilibrium (Messaggio 2393956)
Mi fa strano che gliel abbia detta un medico, tral altro poi alla prima seduta.

Dal momento che la psicologia tra le scienze non è certo quella più verificabile con esattezza, non può sorprendere che anche tra i praticanti ci sia chi confonda ( anche in buona fede ) la necessità di interpretare con il propinare suggestioni più o meno sensate.

Equilibrium 03-01-2020 22:49

Re: Sindrome del gemello scomparso
 
Si ma anche per logica e ragionamento scientifico, come fai a dimostrare che un feto a pochi mesi sia in grado di percepire la morte del proprio gemello? Mi pare un castello costruito sul nulla, ma rimango aperto perché sinceramente nn ne avevo mai sentito parlare e nn so se certe conclusioni siano dovute ad uno studio serio o a interpretazioni un po' fatte a cazzum de canis

Equilibrium 03-01-2020 22:52

Re: Sindrome del gemello scomparso
 
Quote:

Originariamente inviata da funambolic (Messaggio 2393967)
Eeeeh :mrgreen: a parte che ci sono medici che andrebbero radiati per le cazzate che spargono, ma magari questo psicoterapeuta non è un medico ma uno psicologo... E sarei anche curiosa di sapere quale indirizzo segue.

Devo richiederglielo, me lo ha detto ma nn ricordo esattamente, mi pare sia a indirizzo pedagogico, tante che gli ho detto ma che cazz ci vai a fare mica sei piccola:D Gliel anno consigliato, poi bho, chiederò meglio

ila82 04-01-2020 02:26

Re: Sindrome del gemello scomparso
 
Probabilmente un feto gemello che muore e' un'esperienza traumatica (oltre che magari condizioni di gravidanza non ottimali se ci son delle morti-aborti spontanei) che come tante altre facilmente ha un impatto psicologico... e alla fine son sempre le stesse cose di tutti i traumi e difficolta', disagio emotivo, difficolta' a interagire, solitudine, ansia, senso di colpa, disturbi alimentari ecc. Poi se uno distintamente ha la sensazione di aver un gemello che c'era boh forse e' una fantasia o per altri puo' darsi che in qualche modo ne venga serbato un ricordo. Cioe' se dicono che nella pancia ci influenza e lascia traccia se la mamma ascolta Mozart, ci influenzera' e lascera' una traccia anche averci un gemello accanto che poi per un certo tempo e' un cadavere prima di venir riassorbito...

ila82 04-01-2020 03:31

Re: Sindrome del gemello scomparso
 
Quote:

Originariamente inviata da funambolic (Messaggio 2393973)
Se fossero frutto di studi scientifici li troveresti in letteratura e non su siti come quelli linkati. Sei troppo ottimista, ma capisco che chi è introspettivo e curioso si lascia aperto più porte, anche quelle che sente siano illusorie.


comunque qui dice che davvero avere un gemello che poi muore e' un'evenienza niente affatto rara
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/1970983

Althea Hayton e' la principale ricercatrice a aver indagato l'argomento
his project, started by Althea Hayton in 2003, is the first project of its kind to explore in depth the psychological impact on the sole survivor when a co-twin dies during pregnancy or close to birth
quindi e' tutto piuttosto recente, magari prima la ricerca non si e' mai occupata a fondo di questo
e' una psicologa e ci ha fatto la tesi
https://www.wombtwin.com/wtsarticles-sas/4580514859
qui sopra si trova un articolo con link alla sua intera tesi (cliccando il link giallo a destra "download thesis")
oh, be' almeno gli e' stata valida per laurearsi quindi non avra' ecceduto in cazz.te non scientifiche (certo si parla di psicologia non biologia o fisica, l'approcio di studio e' quello usato in tale scienza poi certo se vogliamo dire che la psicologia piu' che una scienza e' una grande cazzata e gli psicologi e i professori di psicologia dei gran cazzari va be'...)

Riguardo l'ottimismo che tu citi in realta' nell'articolo che ho messo su dice che si fan con un certo sucecsso terapie per assorbire il trauma ma spesso questo resta comunque qualcosa che non si riesce mai a far scomparire del tutto e con cui si lotta l'intera vita.


Non ho a cuore questo tema, non me ne frega nulla e anche se ne avevo gia' sentito parlare mai dedicatami piu' di tanto a pensare se vero o falso, ma non sopporto quando perche' di una cosa ne parlano in un sito internet senza credenziali o forum piuttosto che nel libro di scuola deve essere per forza una c.zata senza andare a documentarsi ulteriormente (nulla di difficile, nel forum si citava Althea, piccola ricerca e da li' i link di cui sopra). E per me una cosa e' potenzialmente vera fino a che qualcuno non mi dia motivazioni sensate per cui reputarla falsa .


(per il resto vedere mio post sopra questo... perche' non dovrebbe avere una certa influenza? e perche' non dovrei sentirmi meglio se qualunque cosa per me traumatica -o potenzialmente traumatica -che ho vissuto viene presa in considerazione e si cerca di rimediarci con tecniche apposite? e dopotutto anche c'entrasse niente col mio malessere, gia' solo che mi si dica "questo e' il motivo per cui hai tanto disagio. tranquilla adesso con questo metodo ti sentirai meglio" se e' piu' psicologico che fisico- ma anche se fisico per effetto placebo- mi fa sentir meglio, quindi non vedo perche' chi pensa potrebbe riguardarlo dovrebbe starne alla larga perche' sia mai che pecchi di ottimismo e meglio invece che si spari un colpo)

XL 04-01-2020 08:03

Re: Sindrome del gemello scomparso
 
La verità... A 'sta roba qua non ci credo molto.
Ma poi i bambini in genere i fratellini più spesso desiderano farli fuori perché occupano spazio e risorse varie, altro che sensi di colpa :mrgreen:. In seguito poi può costruirsi un legame affettivo di condivisione.
Per stabilire un qualche legame affettivo con qualcuno ci vuol tempo e un cervello sviluppato, un embrione 'ste cose non le sa fare secondo me, che senso di colpa può provare un agglomerato di cellule che non sa nemmeno di esistere in quanto tale? :nonso:
Si può ipotizzare poi allora che anche lo spermatozoo che ce l'ha fatta poi una volta fecondato l'uovo fa sviluppare a quel che viene fuori meccanicamente la sindrome del sopravvissuto.
Alla fine se convinci qualcuno che aveva un gemello che è sparito puo' anche sviluppare sensi di colpa collegandoli a questo avvenimento fantasma, ma la cosa non è collegata in alcun senso con la realtà di quello che è accaduto davvero.
Non saprei nemmeno che razza di studi si potrebbero fare a riguardo, ci si può sentire in colpa anche per cose inesistenti e mai accadute.

Kitsune 04-01-2020 10:13

Re: Sindrome del gemello scomparso
 
Avevo letto di questa cosa su un forum del paranormale molti anni fa e l'ho scartata subito perché avevo trovato che era stata teorizzata da personaggi new age e non gente qualificata.
Poi sono incappato nell'episodio "In Case of Separation Anxiety" della serie di "A Gifted Man" mentre in realtà cercavo teorie sulla schizofrenia e si è rinnovata la mia curiosità sulla cosa.
In quell'episodio c'era una ragazzo che aveva emicranie e sentiva una voce.
Da bambino aveva avuto un amico invisibile e esce fuori che aveva una "chimera" nel cervello cioè un ammasso di cellule con altro DNA che può avere peli, perfino denti e appartenevano al suo gemello scomparso.
In pratica in qualche modo ha continuato a vivere dentro di lui collegato al suo cervello e ogni tanto gli parlava.
Allora lo rimuovono chirurgicamente e non cambia niente, poi fan della roba spirituale tipo esorcismo e riescono a curarlo però mi pare che il ragazzo poi sta male perché gli manca.


Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 12:15.

Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.