FobiaSociale.com

FobiaSociale.com (https://fobiasociale.com/)
-   Rossore-Eritrofobia Forum (https://fobiasociale.com/rossore-eritrofobia-forum/)
-   -   La mia storia - In attesa dell'intervento (https://fobiasociale.com/la-mia-storia-in-attesa-dellintervento-66186/)

alfiere 03-07-2019 01:28

Re: La mia storia - In attesa dell'intervento
 
Quote:

Originariamente inviata da ansiolino (Messaggio 2292392)
Ciao alfiere, ormai è arrivato il caldo estivo, come ti trovi?

Ciao Ansio, finalmente posso dare un'opinione più fondata dato che il caldo è bestiale.
La sudorazione è presente e non lo posso negare, in particolare direi che la schiena è aumentata di 2 in una scala da 1 a 10, il petto di 2, le gambe di 1.
Ascelle e piedi praticamente invariati.
Sono stato per lavoro sotto il sole cocente e spurgavo parecchio. Ho visto persone grondanti in viso, io grondavo principalmente su addome e schiena.
Ho ovviato con uno stock di maglie bianche e nere. :mrgreen:
La cosa comunque non mi crea imbarazzo e devo dire che mi sento molto più sicuro di me e quasi mai a disagio.
Insomma, ora mi sento di confermarlo: rifarei l'operazione oggi stesso.

Mammamia 01-03-2020 17:13

Ciao Alfiere
Non so se leggerai il mio messaggio.
Volevo dirti che la tua testimonianza mi ha dato una carica pazzesca.
Mi sono rivista in ogni sfaccettatura: ansia, timore, stress, frustrazione.
Anche io da bambina non ero così. In età adolescenziale le prime situazioni di una lunga serie. Crescendo, nel bene o nel male, ho sempre gestito questa mia condizione. Oggi sono una mamma di due bellissimi maschietti. Il più grande ha 4 anni (quindi inizia a capire e a desiderare). Qualche giorno fa ero al parchetto con altre mamme. Chiacchieravo fingendomi sicura ma non vedevo l’ora di tornarmene a casa. Non mi sentivo a mio agio (sempre per quella maledetta paura di arrossire da un momento all’altro). Alla fine mi sono chiesta: se per me stessa in tutti questi anni ho evitato e rinunciato, per i miei figli sarei davvero capace di fare lo stesso?
La risposta è l’essermi messa in contatto con un medico (lo stesso che ha operato te - è stato un caso e ci tengo a specificare di avergli scritto una mail ancor prima di leggere le tue parole). Non ce la faccio più. Vorrei solo la normalità. Soprattutto darla ai miei bimbi. Essere una super mamma non depotenziata dai miei limiti.
Comunque domani il dottore mi chiamerà per fissare un appuntamento.
Spero di raggiungere lo stesso tuo traguardo. Non posso auspicarmi di meglio. Ci tenevo a fartelo sapere perché se volevi essere di aiuto ci sei riuscito alla grande 😉
GRAZIE 🙏

ansiolino 01-03-2020 17:19

Re: La mia storia - In attesa dell'intervento
 
Quote:

Originariamente inviata da Mammamia (Messaggio 2414976)
Ciao Alfiere
Non so se leggerai il mio messaggio.
Volevo dirti che la tua testimonianza mi ha dato una carica pazzesca.
Mi sono rivista in ogni sfaccettatura: ansia, timore, stress, frustrazione.
Anche io da bambina non ero così. In età adolescenziale le prime situazioni di una lunga serie. Crescendo, nel bene o nel male, ho sempre gestito questa mia condizione. Oggi sono una mamma di due bellissimi maschietti. Il più grande ha 4 anni (quindi inizia a capire e a desiderare). Qualche giorno fa ero al parchetto con altre mamme. Chiacchieravo fingendomi sicura ma non vedevo l’ora di tornarmene a casa. Non mi sentivo a mio agio (sempre per quella maledetta paura di arrossire da un momento all’altro). Alla fine mi sono chiesta: se per me stessa in tutti questi anni ho evitato e rinunciato, per i miei figli sarei davvero capace di fare lo stesso?
La risposta è l’essermi messa in contatto con un medico (lo stesso che ha operato te - è stato un caso e ci tengo a specificare di avergli scritto una mail ancor prima di leggere le tue parole). Non ce la faccio più. Vorrei solo la normalità. Soprattutto darla ai miei bimbi. Essere una super mamma non depotenziata dai miei limiti.
Comunque domani il dottore mi chiamerà per fissare un appuntamento.
Spero di raggiungere lo stesso tuo traguardo. Non posso auspicarmi di meglio. Ci tenevo a fartelo sapere perché se volevi essere di aiuto ci sei riuscito alla grande 😉
GRAZIE 🙏

non fa mai piaere leggere di altre persone con questo fastidioso problema, eppure ce ne sono tante ma di nessuno sappiamo se si riesce a guarire.
Hai provato qualche altra strada rispetto all'operazione?
Conosci i rischi dell'intervento e gli effetti collaterali? Probabilmente questi saranno peggio del rossore, quindi ti chiedo: ne vale la pena?

Mammamia 01-03-2020 18:01

Si ho letto i rischi e ti dico: sono una donna che suda tantissimo mio malgrado 😟 ma preferirei asciugarmi litri di sudore anziché sentirmi inadatta con quel rosso impossibile al viso.
Sono stati talmente tanti gli episodi...una volta in giro, avevo occhiali da vista: incontro un ragazzo che non vedevo da tempo e la mia faccia credo abbia raggiunto lo stesso calore della crosta terrestre. Così tanto da appannarmi gli occhiali 😲😂 ora ci rido su ma che vergogna.
Inutile dire...depennati occhiali da vista in giro (dopo tutto mi servono solo per leggere).
E poi davanti parenti, amici, colleghi
Ero sempre io quella che arrossiva...
Mi sono sempre sentita inadatta 😟

So che non basta il solo intervento. Sicuramente un affiancamento psicologico incrementa il coraggio e l’autostima.
Ma vorrei partire da questo. Rischiare.
Se poi andrà male vivrò pensando di non avere quel rimpianto. Come avrai letto: l’amore per i miei figli mi spinge a provarci.
Tu hai avuto impatto negativo dopo l’intervento? Continui ad avere rossore in viso?

ansiolino 01-03-2020 19:39

Re: La mia storia - In attesa dell'intervento
 
Quote:

Originariamente inviata da Mammamia (Messaggio 2414999)
Si ho letto i rischi e ti dico: sono una donna che suda tantissimo mio malgrado 😟 ma preferirei asciugarmi litri di sudore anziché sentirmi inadatta con quel rosso impossibile al viso.
Sono stati talmente tanti gli episodi...una volta in giro, avevo occhiali da vista: incontro un ragazzo che non vedevo da tempo e la mia faccia credo abbia raggiunto lo stesso calore della crosta terrestre. Così tanto da appannarmi gli occhiali 😲😂 ora ci rido su ma che vergogna.
Inutile dire...depennati occhiali da vista in giro (dopo tutto mi servono solo per leggere).
E poi davanti parenti, amici, colleghi
Ero sempre io quella che arrossiva...
Mi sono sempre sentita inadatta 😟

So che non basta il solo intervento. Sicuramente un affiancamento psicologico incrementa il coraggio e l’autostima.
Ma vorrei partire da questo. Rischiare.
Se poi andrà male vivrò pensando di non avere quel rimpianto. Come avrai letto: l’amore per i miei figli mi spinge a provarci.
Tu hai avuto impatto negativo dopo l’intervento? Continui ad avere rossore in viso?

se già hai problemi di sudorazione, con l'intervento la compensatoria diverrà peggio del rossore. Immagina quando sei sotto al sole, coi tuoi figli, e intanto cominci a grondare in viso e avere tutta la schiena e i vestiti fradici. Questo sempre, mentre il rossore ti sale in particolari occasioni.
Capisco l'imbarazzo del rossore, fidati, ho fatto figure peggiori della tua, però penso che l'operazione non sia la soluzione.
Su medicitalia.it, addirittura viene sconsigliata dai chirurghi (ovviamente non da chi la pratica!), chiediti il perchè.

Per me partire dal ''rischio'' è la scelta peggiore che tu possa fare.
Non risolveresti il problema di fondo che si manifesterebbe con altri sintomi e, allora a quel punto che faresti?
Prova ad iniziare una terapia psicologica affiancata da una psichiatrica (farmaci). Se non ti è possibile la spesa, valuta il consultorio della tua città e il centro di salute mentale.
Non dimenticare poi che avendo un compagno (marito?), dovresti avere un ottimo confidente a cui puoi dire tutto. Già questa è un ottima terapia, ma devi confidargli i motivi che ti creano imbarazzo, non il fatto di avere un problema (arrossire)

Mammamia 01-03-2020 20:36

Scusa la domanda: qual’è la tua esperienza?
Mi pare di capire che hai fatto l’intervento senza trovare giovamento (o forse ricordo male ciò che ho letto?).
Vorrei capire...avere altri raffronti
Comunque grazie per i consigli
Ascolto e leggo tutto e valuto

ansiolino 01-03-2020 22:54

Re: La mia storia - In attesa dell'intervento
 
Quote:

Originariamente inviata da Mammamia (Messaggio 2415049)
Scusa la domanda: qual’è la tua esperienza?
Mi pare di capire che hai fatto l’intervento senza trovare giovamento (o forse ricordo male ciò che ho letto?).
Vorrei capire...avere altri raffronti
Comunque grazie per i consigli
Ascolto e leggo tutto e valuto

io ho il tuo stesso problema e ovviamente mi sono informato su tutti i possibili rimedi.
L'operazione non l'ho fatta perchè nessuno ne ha parlato bene. Chi dice che il rossore sparisce ha peggiorato la situazione con la sudorazione compensatoria, altri dicono che il rossore non scompare del tutto o torna dopo poco tempo, e quindi il problema resta.
Ma poi, basta leggere qui (https://it.wikipedia.org/wiki/Simpat...ca_endoscopica) per non considerare l'operazione nemmeno sotto tortura.

sissy81 22-03-2020 16:12

Ciao, avete novità?

alfiere 19-04-2020 16:39

Re: La mia storia - In attesa dell'intervento
 
Quote:

Originariamente inviata da Mammamia (Messaggio 2414976)
Ciao Alfiere
Non so se leggerai il mio messaggio.
Volevo dirti che la tua testimonianza mi ha dato una carica pazzesca.
Mi sono rivista in ogni sfaccettatura: ansia, timore, stress, frustrazione.
Anche io da bambina non ero così. In età adolescenziale le prime situazioni di una lunga serie. Crescendo, nel bene o nel male, ho sempre gestito questa mia condizione. Oggi sono una mamma di due bellissimi maschietti. Il più grande ha 4 anni (quindi inizia a capire e a desiderare). Qualche giorno fa ero al parchetto con altre mamme. Chiacchieravo fingendomi sicura ma non vedevo l’ora di tornarmene a casa. Non mi sentivo a mio agio (sempre per quella maledetta paura di arrossire da un momento all’altro). Alla fine mi sono chiesta: se per me stessa in tutti questi anni ho evitato e rinunciato, per i miei figli sarei davvero capace di fare lo stesso?
La risposta è l’essermi messa in contatto con un medico (lo stesso che ha operato te - è stato un caso e ci tengo a specificare di avergli scritto una mail ancor prima di leggere le tue parole). Non ce la faccio più. Vorrei solo la normalità. Soprattutto darla ai miei bimbi. Essere una super mamma non depotenziata dai miei limiti.
Comunque domani il dottore mi chiamerà per fissare un appuntamento.
Spero di raggiungere lo stesso tuo traguardo. Non posso auspicarmi di meglio. Ci tenevo a fartelo sapere perché se volevi essere di aiuto ci sei riuscito alla grande ��
GRAZIE ��

Ciao Mamma. Perdona il ritardo con cui ti rispondo, ma frequento sporadicamente il forum.
Sono io che devo ringraziare te, mi ha fatto enorme piacere sapere che qualcuno ha tratto stimolo dalla mia esperienza. Per cui ti prego di tenermi aggiornato sulla situazione e salutami il dottore quando lo vedrai!

A distanza di un anno e mezzo confermo che rifarei domani l'intervento. Certo, non è la panacea di tutti i mali, ma io vivo decisamente meglio di prima. Zero problemi respiratori e nessun segno dell'intervento sul mio corpo; quando mi sento in imbarazzo, in viso non si vede praticamente nulla (la quarantena con le videochiamate da questo punto di vista è stato un test probante, oltre ad avermi dato un'iniezione di fiducia ulteriore).
Certo, la compensatoria sopra i 28 gradi (almeno per me) c'è ed è innegabile, ma - come ho già detto - ho ovviato con magliette bianche e nere. È una sofferenza reale di due mesi, comparata ad un'agonia durata secoli, per cui per me il gioco vale decisamente la candela. Ho fatto le mie vacanze sotto il sole cocente lo scorso agosto senza il minimo problema.

Concludo dicendoti di non ascoltare ansiolino. Basta con sta negatività, non se ne può più davvero. Tra l'altro non avrebbe diritto di consigliarti sulla questione, visto e considerato che non ha fatto l'intervento.

Hai presente quando, che so, devi comprare un'aspirapolvere su Amazon? Se guardi le recensioni ci sarà sempre qualcuno che darà 1 stella anche all'oggetto migliore in commercio. Non puoi mai sapere se una cosa funziona al 100% fino a che non la provi.
Internet è e sempre sarà il luogo della negatività.

Un abbraccio.

ansiolino 20-04-2020 21:24

Re: La mia storia - In attesa dell'intervento
 
Quote:

Originariamente inviata da alfiere (Messaggio 2436605)
Ciao Mamma. Perdona il ritardo con cui ti rispondo, ma frequento sporadicamente il forum.
Sono io che devo ringraziare te, mi ha fatto enorme piacere sapere che qualcuno ha tratto stimolo dalla mia esperienza. Per cui ti prego di tenermi aggiornato sulla situazione e salutami il dottore quando lo vedrai!

A distanza di un anno e mezzo confermo che rifarei domani l'intervento. Certo, non è la panacea di tutti i mali, ma io vivo decisamente meglio di prima. Zero problemi respiratori e nessun segno dell'intervento sul mio corpo; quando mi sento in imbarazzo, in viso non si vede praticamente nulla (la quarantena con le videochiamate da questo punto di vista è stato un test probante, oltre ad avermi dato un'iniezione di fiducia ulteriore).
Certo, la compensatoria sopra i 28 gradi (almeno per me) c'è ed è innegabile, ma - come ho già detto - ho ovviato con magliette bianche e nere. È una sofferenza reale di due mesi, comparata ad un'agonia durata secoli, per cui per me il gioco vale decisamente la candela. Ho fatto le mie vacanze sotto il sole cocente lo scorso agosto senza il minimo problema.

Concludo dicendoti di non ascoltare ansiolino. Basta con sta negatività, non se ne può più davvero. Tra l'altro non avrebbe diritto di consigliarti sulla questione, visto e considerato che non ha fatto l'intervento.

Hai presente quando, che so, devi comprare un'aspirapolvere su Amazon? Se guardi le recensioni ci sarà sempre qualcuno che darà 1 stella anche all'oggetto migliore in commercio. Non puoi mai sapere se una cosa funziona al 100% fino a che non la provi.
Internet è e sempre sarà il luogo della negatività.

Un abbraccio.

che marchetta ragazzi....

Quindi uno deve sbagliare per poter dare consigli? Anche tu hai ammesso (perchè non puoi dire diversamente) che c'è sudorazione compensatoria e che sei obbligato a mettere vestiti chiari. Non credi che per alcuni, magari per via del lavoro, la sudorazione posso diventare un problema maggiore e sempre presente (al contrario del rossore che va e viene)? O che poi si sentano ''presi in giro'' perchè si vestono sempre con pochi colori? E poi non è vero che il problema si presenta solo 2 mesi visto che ormai anche a fine marzo è caldo quasi come in estate e sarà sempre più caldo. Tra l'altro se uno si perde l'estate, proprio perchè suda, non è guarito visto che si perde uno dei momenti più belli, intensi e pieni di relazioni sociali dell'anno.

alfiere 21-04-2020 16:43

Re: La mia storia - In attesa dell'intervento
 
Quote:

Originariamente inviata da ansiolino (Messaggio 2437337)
che marchetta ragazzi....

Quindi uno deve sbagliare per poter dare consigli? Anche tu hai ammesso (perchè non puoi dire diversamente) che c'è sudorazione compensatoria e che sei obbligato a mettere vestiti chiari. Non credi che per alcuni, magari per via del lavoro, la sudorazione posso diventare un problema maggiore e sempre presente (al contrario del rossore che va e viene)? O che poi si sentano ''presi in giro'' perchè si vestono sempre con pochi colori? E poi non è vero che il problema si presenta solo 2 mesi visto che ormai anche a fine marzo è caldo quasi come in estate e sarà sempre più caldo. Tra l'altro se uno si perde l'estate, proprio perchè suda, non è guarito visto che si perde uno dei momenti più belli, intensi e pieni di relazioni sociali dell'anno.

Ti chiedo cortesemente di leggere con attenzione i miei messaggi, dato che dalle tue risposte è palese che non segui o non vuoi farlo.
Ho scritto che ho fatto le mie vacanze al mare senza problemi, quando c'erano 38 gradi. Sudavo da fermo a mezzogiorno sotto al sole? Certo. Sudavano anche i miei amici? Assolutamente sì.
Non sbagli a dare consigli, sbagli nel dare opinioni su una cosa che non hai provato sulla tua pelle.
Mai sentito di gente che prende in giro uno perché si veste solo in bianco o in nero comunque. :mrgreen:
Che ne sai se il problema si presenta più di due mesi l'anno? Io parlo per esperienza, te non so sulla base di cosa. E, giudicando quello che la mia pelle dice, fino a Giugno inoltrato la compensatoria non mi dà problemi. Non ho mai fatto uso di canottiere o magliette drenanti, ma penso che se uno vuole può trovare il suo stratagemma.

Detto questo, io porto la mia testimonianza. Altre persone operate l'han fatto qui dentro. Ognuno è libero di trarre le proprie conclusioni e decidere cosa è meglio fare. Io ho sempre detto che l'intervento è soggettivo e per tale ragione varia da persona a persona. Il tuo terrorismo psicologico invece serve solo a destabilizzare. Sembra quasi ti dia fastidio che ci sia andata bene.

DeadSoul 21-04-2020 19:52

Re: La mia storia - In attesa dell'intervento
 
Io, soffrendo di ansia generalizzata e di varie fobie, divento spesso rossa in faccia, ma, su questa cosa, non mi sono mai posta il problema.

ansiolino 21-04-2020 21:34

Re: La mia storia - In attesa dell'intervento
 
Quote:

Originariamente inviata da alfiere (Messaggio 2437655)
Ti chiedo cortesemente di leggere con attenzione i miei messaggi, dato che dalle tue risposte è palese che non segui o non vuoi farlo.
Ho scritto che ho fatto le mie vacanze al mare senza problemi, quando c'erano 38 gradi. Sudavo da fermo a mezzogiorno sotto al sole? Certo. Sudavano anche i miei amici? Assolutamente sì.
Non sbagli a dare consigli, sbagli nel dare opinioni su una cosa che non hai provato sulla tua pelle.
Mai sentito di gente che prende in giro uno perché si veste solo in bianco o in nero comunque. :mrgreen:
Che ne sai se il problema si presenta più di due mesi l'anno? Io parlo per esperienza, te non so sulla base di cosa. E, giudicando quello che la mia pelle dice, fino a Giugno inoltrato la compensatoria non mi dà problemi. Non ho mai fatto uso di canottiere o magliette drenanti, ma penso che se uno vuole può trovare il suo stratagemma.

Detto questo, io porto la mia testimonianza. Altre persone operate l'han fatto qui dentro. Ognuno è libero di trarre le proprie conclusioni e decidere cosa è meglio fare. Io ho sempre detto che l'intervento è soggettivo e per tale ragione varia da persona a persona. Il tuo terrorismo psicologico invece serve solo a destabilizzare. Sembra quasi ti dia fastidio che ci sia andata bene.

sei tu quello che non legge visto che TU hai scritto sopra i 28 gradi (non 38) hai già compensatoria. Non credo tu abbia sbagliato a scrivere perchè a 38 chiunque suderebbe almeno un pò, quindi non si parla di compensatoria, e 28 gradi ormai ci sono già da fine aprile, quindi come ho detto il problema sudorazione non dura solo 2 mesi.
Sempre per il discorso non leggere, io il presi in giro per i colori l'ho virgolettato, infatti vuol dire che comunque qualcuno dopo un pò che ti vede sempre vestito monocromatico può fare delle domande magari ironiche (e fidati che la gente lo fa).
Come ho detto non ho bisogno di fare altri errori irreversibili nella mia vita per dire che la simpatectomia è uno dei più grandi che si possano fare.
Quanto alle testimonianze, io continuo sempre a domandarmi come mai chi viene a chiedere pareri sull'operazione o raccontare che a breve la farà, è sempre un nuovo iscritto e non ha mai provato nessun'altra strada (psicoterapia, farmaci ecc)

alfiere 22-04-2020 10:49

Re: La mia storia - In attesa dell'intervento
 
Quote:

Originariamente inviata da ansiolino (Messaggio 2437770)
sei tu quello che non legge visto che TU hai scritto sopra i 28 gradi (non 38) hai già compensatoria. Non credo tu abbia sbagliato a scrivere perchè a 38 chiunque suderebbe almeno un pò, quindi non si parla di compensatoria, e 28 gradi ormai ci sono già da fine aprile, quindi come ho detto il problema sudorazione non dura solo 2 mesi.

Ho detto che sopra i 28 la avverto la compensatoria, ma se cammino per venti minuti sotto il sole a mezzogiorno. Sono situazioni in cui suderesti normalmente.
I 28 gradi di afa costante e umidità alle stelle arrivano a metà Giugno. L'anno scorso ho vivacchiato senza problemi fino all'arrivo dell'estate. Ma ho già documentato tutto ampiamente nei precedenti post, non posso ripetermi all'infinito, tanto non vuoi ascoltare.

Quote:

Originariamente inviata da ansiolino (Messaggio 2437770)
Sempre per il discorso non leggere, io il presi in giro per i colori l'ho virgolettato, infatti vuol dire che comunque qualcuno dopo un pò che ti vede sempre vestito monocromatico può fare delle domande magari ironiche (e fidati che la gente lo fa).

Certo, perché se ho una maglietta nera e i jeans blue allora sono monocromatico. :mrgreen:
Ma davvero stiamo discutendo su sta cosa?

Quote:

Originariamente inviata da ansiolino (Messaggio 2437770)
Come ho detto non ho bisogno di fare altri errori irreversibili nella mia vita per dire che la simpatectomia è uno dei più grandi che si possano fare.

Vabbè, sei una causa persa. Avrai fatto tutti gli errori possibili immaginabili, ma ciò non ti autorizza a sentenziare sulla simpaticofrassi (che non è propriamente la simpatectomia). Gli operati hanno voce in capitolo, te sei come quelli che giudicano i film senza averli visti.

Quote:

Originariamente inviata da ansiolino (Messaggio 2437770)
Quanto alle testimonianze, io continuo sempre a domandarmi come mai chi viene a chiedere pareri sull'operazione o raccontare che a breve la farà, è sempre un nuovo iscritto e non ha mai provato nessun'altra strada (psicoterapia, farmaci ecc)

Semplicemente perché non leggi. Ho già abbastanza problemi per fottermi il cervello coi farmaci. Ho fatto l'autoipnosi e ha accresciuto il problema. Ho aspettato più di 15 anni prima di decidermi. Quindi di che diavolo stai parlando?

Potrei tranquillamente evitare di venire qui dentro a leggere i tuoi voli pindarici e godermi la vita. Invece ci metto la faccia e continuo a farlo perché penso che il tuo negativismo vada arginato.

E per la cronaca, io non ho mai chiesto pareri. Mi sono iscritto per raccontare la mia storia. Come ho detto nel precedente messaggio, mi pare sempre più evidente che ti dia fastidio che mi sia andata bene.

ansiolino 22-04-2020 12:21

Re: La mia storia - In attesa dell'intervento
 
Quote:

Originariamente inviata da alfiere (Messaggio 2437926)
Ho detto che sopra i 28 la avverto la compensatoria, ma se cammino per venti minuti sotto il sole a mezzogiorno. Sono situazioni in cui suderesti normalmente.
I 28 gradi di afa costante e umidità alle stelle arrivano a metà Giugno. L'anno scorso ho vivacchiato senza problemi fino all'arrivo dell'estate. Ma ho già documentato tutto ampiamente nei precedenti post, non posso ripetermi all'infinito, tanto non vuoi ascoltare.

c'è gente che lavora sotto al sole a 28 gradi e non suda, quindi evita di che si suderebbe normalmente.
Evidentemente vivi in alta montagna perchè ormai in tutte le grandi città da Milano in giù i 28 gradi a volte si raggiungono già a fine Aprile, sicuramente a Maggio. Anche se poi fosse da Giugno, come ho scritto prima, ti perdi uno dei momenti più belli e con attività dell'anno.

Quote:

Originariamente inviata da alfiere (Messaggio 2437926)
Certo, perché se ho una maglietta nera e i jeans blue allora sono monocromatico. :mrgreen:
Ma davvero stiamo discutendo su sta cosa?

se quei colori li metti quasi tutti i giorni (cambiando ovviamente vestito) sì, e la gente si fa due domande.
Stiamo discutendo su questa cosa perchè tu continui a farlo!

Quote:

Originariamente inviata da alfiere (Messaggio 2437926)
Vabbè, sei una causa persa. Avrai fatto tutti gli errori possibili immaginabili, ma ciò non ti autorizza a sentenziare sulla simpaticofrassi (che non è propriamente la simpatectomia). Gli operati hanno voce in capitolo, te sei come quelli che giudicano i film senza averli visti.

La causa persa sei tu che provi a fare (farti?) pubblicità per un intervento che è sconsigliato da qualsiasi chirurgo che non faccia questa operazione per lavoro.
Gli operati hanno sì voce in capitolo, ma solo quando lo sono davvero o dicono le cose come stanno.
Se sei un operato vero posta una foto con un foglio con scritto Fobiasociale.com vicino alla cicatrice dell'operazione (in perfetto anonimato quindi)

Quote:

Originariamente inviata da alfiere (Messaggio 2437926)
Semplicemente perché non leggi. Ho già abbastanza problemi per fottermi il cervello coi farmaci. Ho fatto l'autoipnosi e ha accresciuto il problema. Ho aspettato più di 15 anni prima di decidermi. Quindi di che diavolo stai parlando?

Praticamente non hai fatto nulla visto che già l'ipnosi normale non si sa se funzioni, figuriamoci l'autoipnosi. Non aver provato la psicoterapia passando direttamente all'operazione è pura follia.

Quote:

Originariamente inviata da alfiere (Messaggio 2437926)
Potrei tranquillamente evitare di venire qui dentro a leggere i tuoi voli pindarici e godermi la vita. Invece ci metto la faccia e continuo a farlo perché penso che il tuo negativismo vada arginato.

appunto, mettici la faccia, posta la foto

Quote:

Originariamente inviata da alfiere (Messaggio 2437926)
E per la cronaca, io non ho mai chiesto pareri. Mi sono iscritto per raccontare la mia storia. Come ho detto nel precedente messaggio, mi pare sempre più evidente che ti dia fastidio che mi sia andata bene.

Esatto, raccontare la storia di uno che non ha mai provato altro passando subito all'ultimo rimedio (il peggiore).
A me non da fastidio che ti sia andata bene (cosa non vera visto i side), mi da fastidio che si voglia indurre nell'errore altra povera gente

alfiere 22-04-2020 15:30

Re: La mia storia - In attesa dell'intervento
 
Quote:

Originariamente inviata da ansiolino (Messaggio 2437958)
bla bla bla

Vabbè, è evidente che sei un troll. Ho già postato foto qua dentro all'epoca dell'intervento, ho linkato anche il mio profilo facebook. Smettila di prendere in giro la gente e di insultarmi coi tuoi messaggi.
Io che mi faccio pubblicità, sei spassoso davvero. :mrgreen:
Non riversare la tua insoddisfazione sulle scelte degli altri, non è un comportamento maturo.
Comunque te lo metto in grassetto, così magari finalmente lo leggi: non mi sono perso nulla dell'estate. Sono stato a Porto Cesareo e mi sono goduto ogni singolo momento della vacanza.

Appena dopo il primo intervento:
https://ibb.co/QXwtNCn

Dopo una corsa, con solo il primo lato operato:
https://ibb.co/YRBbHn1

C'è nome e cognome mio caro, mi trovi su qualsiasi social. Foto alle cicatrici non esistono, perché - magia - non ho cicatrici.
Ora fammi la cortesia di non postare più qui dentro. Grazie.

sampei88 22-04-2020 16:43

Re: La mia storia - In attesa dell'intervento
 
non capisco il motivo per cui ti devi giustificare in modo così esagerato circa la tua scelta, addirittura con foto, nome e cognome. A parte questo, se il rossore che ti creava disagio è quello che si vede dalle foto, non mi sembra così devastante, ovviamente c'è da tener in conto che i disagi sono strettamente soggettivi

alfiere 22-04-2020 16:56

Re: La mia storia - In attesa dell'intervento
 
Quote:

Originariamente inviata da sampei88 (Messaggio 2438018)
non capisco il motivo per cui ti devi giustificare in modo così esagerato circa la tua scelta, addirittura con foto, nome e cognome. A parte questo, se il rossore che ti creava disagio è quello che si vede dalle foto, non mi sembra così devastante, ovviamente c'è da tener in conto che i disagi sono strettamente soggettivi

Ci metto la faccia semplicemente perché non mi piace che mi venga dato del millantatore che si fa pubblicità.
Il rossore può essere assai peggio di quello nella foto, in situazioni di umiliante imbarazzo. È verissimo quello che dici comunque, noi la viviamo in modo sicuramente sbagliato e ingigantiamo la cosa. Alcuni amici che han saputo a posteriori dell'intervento non avevano minimamente idea del mio problema, manco ci facevano caso se arrossivo in passato.

ansiolino 22-04-2020 17:43

Re: La mia storia - In attesa dell'intervento
 
Quote:

Originariamente inviata da alfiere (Messaggio 2438005)
Vabbè, è evidente che sei un troll. Ho già postato foto qua dentro all'epoca dell'intervento, ho linkato anche il mio profilo facebook. Smettila di prendere in giro la gente e di insultarmi coi tuoi messaggi.
Io che mi faccio pubblicità, sei spassoso davvero. :mrgreen:
Non riversare la tua insoddisfazione sulle scelte degli altri, non è un comportamento maturo.
Comunque te lo metto in grassetto, così magari finalmente lo leggi: non mi sono perso nulla dell'estate. Sono stato a Porto Cesareo e mi sono goduto ogni singolo momento della vacanza.

Appena dopo il primo intervento:
https://ibb.co/QXwtNCn

Dopo una corsa, con solo il primo lato operato:
https://ibb.co/YRBbHn1

C'è nome e cognome mio caro, mi trovi su qualsiasi social. Foto alle cicatrici non esistono, perché - magia - non ho cicatrici.
Ora fammi la cortesia di non postare più qui dentro. Grazie.

per prima cosa ti dico che ti ho segnalato.
Detto questo, è probabile che tu legga senza capire. Magari tu sei uno dei pochi fortunati che ha poca (poca, non nulla) compensatoria, ma se anche i chirurghi mettono in guardia su questo pericolo sempre presente in rilevanza diversa evidentemente l'operazione non è la soluzione (te lo metto in grassetto così forse leggi e capisci).
A me delle foto di casi operati trovati non so dove non importa, a me interessa il tuo con le foto col foglio di fobiasociale.com
Il tuo chirurgo dovrebbe fare il chirurgo estetico visto che è l'unico che non lascia cicatrici:ridacchiare:

alfiere 22-04-2020 19:35

Re: La mia storia - In attesa dell'intervento
 
Quote:

Originariamente inviata da ansiolino (Messaggio 2438039)
per prima cosa ti dico che ti ho segnalato.
Detto questo, è probabile che tu legga senza capire. Magari tu sei uno dei pochi fortunati che ha poca (poca, non nulla) compensatoria, ma se anche i chirurghi mettono in guardia su questo pericolo sempre presente in rilevanza diversa evidentemente l'operazione non è la soluzione (te lo metto in grassetto così forse leggi e capisci).
A me delle foto di casi operati trovati non so dove non importa, a me interessa il tuo con le foto col foglio di fobiasociale.com
Il tuo chirurgo dovrebbe fare il chirurgo estetico visto che è l'unico che non lascia cicatrici:ridacchiare:

Sono io che dovrei segnalare te per la tua maleducazione e insolenza. Sto aspettando delle scuse che son sicuro non arriveranno mai.
In realtà di testimonianze positive ce ne sono pure su questo forum, ma tu hai provato a screditarle tutte. Tutte. Come hai fatto con me.
Ma condividile pure tutte queste prove inconfutabili dei chirurghi. Perché io qua vedo, da parte tua, tanto fumo e zero arrosto.
Detto questo, la compensatoria ce l'ho, ma non mi debilita. Tra il rossore e il sudore, viva il sudore, tutta la vita.
Per il resto ti mando un pm con la prova delle prove che tanto desideri.


Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 05:47.

Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.