FobiaSociale.com

FobiaSociale.com (https://fobiasociale.com/)
-   Altri disturbi di personalitÓ (https://fobiasociale.com/altri-disturbi-di-personalita/)
-   -   Nascondere il disturbo di personalitÓ creando una nuova personalitÓ (https://fobiasociale.com/nascondere-il-disturbo-di-personalita-creando-una-nuova-personalita-55111/)

winstow 21-07-2016 01:27

Nascondere il disturbo di personalitÓ creando una nuova personalitÓ
 
Salve a tutti. Premetto che Ŕ il primo messaggio che posto su questo forum e mi scuso nel caso io abbia sbagliato sezione.

Volevo chiedere se nessuno di voi si fosse mai trovato nella situazione seguente, o se anche avesse modo di potersi immedesimare:

La penultima psichiatra che ho avuto mi aveva segnalato che potevo essere affetta dal disturbo schizoide della personalitÓ a causa del mio modo di esprimermi e dalla chiara indifferenza nei confronti delle amicizie, delle emozioni, etc. Mi feci spiegare vagamente in cosa consistesse e mi informai anche tramite internet notando che effettivamente ci aveva beccato in pieno. Al tempo mi sembr˛ assurdo che esistesse un disturbo simile semplicemente perchŔ lo consideravo un tipo normale di personalitÓ. In poche parole pensavo con sicurezza che come ci sono gli estroversi iperaltruisti, esistessero anche gli introversi apatici, ma che questo di certo non fosse un disturbo. Da questo episodio trascorse un anno, fino a che non conobbi una persona che diceva di essere in una situazione analoga alla mia, nonostante fosse fidanzata e convivente e avesse e molti amici (che per me per molti si intende pi¨ di tre). Fatto sta che questa persona, con l'andare dei mesi, mi fece rendere conto che effettivamente la personalitÓ schizoide fosse un problema per la mia vita. Non ci ho dato peso, dal momento in cui la mia vita andava benissimo cosý, anche perchŔ non poteva essere altrimenti, ma un anno dopo, cioŔ adesso, mi sono resa conto che pi¨ o meno da quel momento ho cambiato atteggiamento ho iniziato a tenere in gran conto il rendimento scolastico, che negli ultimi tempi Ŕ stato eccellente nonostante il poco studio (il che va in antitesi con il fatto che ho ripetuto tre volte la prima superiore a causa della mia indifferenza verso il mio avvenire e che ho come obbiettivo un futuro migliore nonostante io non sia nemmeno sicura di avere un futuro.) Inoltre sento sempre pi¨ spesso il bisogno di uscire, anche se non riesco a capire se Ŕ dovuto al fatto di prendere aria o di entrare in contatto con le persone. Nell'ultimo periodo, in pi¨, mi sono trovata sempre pi¨ spesso a gestire situazioni di lavoro in gruppo a causa della scuola, e se fino a due anni fa mi ritiravo in un angolo escludendomi, ora capita di gestire le persone assegnando compiti e turni e rendendole parti attive, un po' perchŔ, se proprio devo fare parte del gruppo, mi sembra un passo necessario per non far scendere i miei voti e un po' perchŔ noto che senza una guida nessuno di loro sarebbe capace di organizzarsi. Dal punto di vista affettivo ed emozionale non Ŕ cambiato niente, tranne il fatto che la situazione di stress che sto vivendo acuisce il sentimento di paura che a sua volta viene mascherato dall'ansia e dalla finta rabbia. I contrasti che provo sono sempre pi¨ forti. Gestisco i gruppi di lavoro, ma mentre lo faccio detesto lavorare in gruppo e preferirei tirarmene fuori. Sento il bisogno di uscire di casa, ma contemporaneamente sento il bisogno di rimanere in casa. Mi sono resa conto che spontaneamente ho imparato a fingere di sorridere e a conversare come una persona comune, nonostante la piattezza emozionale che ho solitamente. Vorrei avere delle amicizie stabili per uscire, ma dall'altra parte le vedo come problemi e inutilitÓ. Se non esco di casa dopo aver pianificato di uscire una parte di me si sente vagamente sconfortata, l'altra ne Ŕ assolutamente indifferente. Mi sono iscritta su questo forum una settimana fa, ma fino a un anno fa non me lo sarei nemmeno mai sognata e anche adesso non sono sicura di inviare questa discussione o no. Insomma, quella che prima era una leggera contraddizione ora Ŕ diventata un abisso. Gli opposti coesistono costantemente ma in modo esageramentamente evidente (scrivo spesso a qualcuno per uscire, per poi spegnere il telefono subito dopo e fare finta di non aver contattato nessuno). Temo di aver creato, come tattica di difesa da chi mi dice che sono un problema, una specie di personalitÓ estroversa di facciata, che per˛ si intromette anche nel mio inconscio, che mi sta rendendo la vita strana e quasi sofferente anche dal punto di vista di pensieri, e fare piani ora mi Ŕ diventato molto difficile perchŔ c'Ŕ sempre il rischio che non vadano in porto visto questo continuo contrasto. Sento come se la mia situazione di base si fosse alterata per qualche motivo, ma non capisco se stanno coesistendo due modi di essere oppure io sto semplicemente iniziando a capire che c'Ŕ dell'altro oltre all'indifferenza e che forse essere schizoidi Ŕ un problema visto che vorrei fare alcune cose a volte ma contemporaneamente non le vorrei fare (anche se di base sono eccessivamente apatica). Ora non capisco pi¨ se la personalitÓ che vorrebbe fare le cose che fa la gente con una socialitÓ e un benessere psicofisico nella norma sia una falsa personalitÓ creata per impedire che le persone vedano come sono fatta, o sia la mia vera personalitÓ che cerca di ribellarsi al disturbo che a volte mi convinco di avere, ma che contemporaneamente non considero un disturbo quanto un fastidio dal punto di vista delle contraddizioni, unica cosa che mi confonde e mi crea leggera sofferenza.

╚ possibile secondo voi che sia accaduta una cosa del genere o semplicemente Ŕ una suggestione?
Avete mai sperimentato un'esperienza come questa anche con altri disturbi o addirittura come tattica di difesa per la fobia sociale?

DownwardSpiral2 21-07-2016 10:12

Re: Nascondere il disturbo di personalitÓ creando una nuova personalitÓ
 
Quote:

Originariamente inviata da winstow (Messaggio 1758111)
addirittura come tattica di difesa per la fobia sociale?

Penso che questa sia la chiave di tutto il discorso, resistenze alla nuova prospettiva che ti si sta aprendo davanti.
Sý, ci sono passato e "lavoravo" in funzione del disturbo per creare un situazione che non andasse a infastidire il microcosmo in cui mi ero rinchiuso.


Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 00:58.

Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2021, Jelsoft Enterprises Ltd.