FobiaSociale.com

FobiaSociale.com (https://fobiasociale.com/)
-   Off Topic Generale (https://fobiasociale.com/off-topic-generale/)
-   -   Forum Politica (https://fobiasociale.com/forum-politica-15499/)

giallorossonellanima 02-07-2010 19:03

re: Forum Politica
 
Non dobbiamo confondere la qualità della nostra istruzione con il livello medio dell'istruzione in Italia.
E' indubbio che con i continui tagli effettuati dal governo del DUCE alla scuola pubblica italiana, anche la qualità diminuisca...d'altronde siamo l'unico paese al mondo che ancora non riesce a capire che l'unica via di riscatto dalla recessione sia investire in istruzione e ricerca.
Ma non possiamo in alcun modo paragonare il livello medio di istruzione di oggi con quello di 40 anni fa. Oggi possiamo dire che l'analfabetismo è stato sconfitto.

Nick 02-07-2010 19:36

re: Forum Politica
 
Purtroppo non è così, siamo fanalino di coda in Europa e staccati di molte posizioni quanto a lotta all'analfabetismo, anzi ci superano bellamente anche alcuni paesi emergenti.
2 milioni di analfabeti sono un'enormità.

giallorossonellanima 02-07-2010 20:24

re: Forum Politica
 
Si ma il paragone che john aveva fatto era con gli anni 70...

giallorossonellanima 02-07-2010 20:50

re: Forum Politica
 
Analfabetismo
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
L'analfabetismo è l'incapacità completa di saper leggere e scrivere, dovuta per lo più a un'istruzione o a una pratica insufficiente
non credo che gente che in gioventù ha studiato ha perso la capacità di leggere o scrivere, quantomeno per una conversazione basilare

Winston_Smith 02-07-2010 21:06

re: Forum Politica
 
Non dimenticate che vi rivolgete a un pubblico che ha l'intelligenza media di un bambino di 5 anni (cit.)

Nick 02-07-2010 21:30

re: Forum Politica
 
Quote:

Originariamente inviata da giallorossonellanima (Messaggio 366983)
Analfabetismo
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
L'analfabetismo è l'incapacità completa di saper leggere e scrivere, dovuta per lo più a un'istruzione o a una pratica insufficiente
non credo che gente che in gioventù ha studiato ha perso la capacità di leggere o scrivere, quantomeno per una conversazione basilare

Ho capito, sicuramente c'è meno gente che fa la x. Non c'è dubbio. Ma non vuol dire, il mondo è anche più complesso di 50 anni fa.
Ma infatti non parlavo solo di analfabetismo, ma anche di una nazione in cui il 66% della popolazione non è andata oltre la terza media.
E son d'accordo che non vuol dire nulla, mia nonna con la terza media leggeva il giornale tutti i giorni ed era sicuramente più preparata politicamente della media dei laureati di oggi. O cercando l'esempio estremo Gavino Ledda che fino al militare era analfabeta.
Eccezioni.

E' un dato e va letto come un dato, se guardiamo ai grandi numeri indica un grado estremamente basso di capacità di comprensione della situazione politica, nel caso singolo non significa nulla.

Rispetto agli anni passati, manca inoltre una cultura di provenienza.
La cultura contadina, quella operaia fornivano comunque un certo grado di coscienza civica che poteva sopperire, se non sostituire l'istruzione. Oggi no.

Non si creda che l'analfabetismo totale o meno, possa dipendere solo dalla povertà. Tutt'altro, se guardiamo alla realtà del nord-est in cui a 14 anni si è già pronti per la fabbrica.

stewie 03-07-2010 12:58

re: Forum Politica
 
YouTube- Berlusconi show al tg1 "Ghe pensi mi" 02 07 2010

giallorossonellanima 03-07-2010 13:24

re: Forum Politica
 
Quote:

Originariamente inviata da NightVision (Messaggio 367190)
hahahahah un genio

sisi, proprio un genio............................................. .... :laugh:

Winston_Smith 03-07-2010 22:48

re: Forum Politica
 
Quote:

Originariamente inviata da stewie (Messaggio 367180)

Questo qui faceva più ridere :D

YouTube- Tino Scotti - IL CAVALIERE (1974)
"Volete pane e lavoro? Voi mettete il lavoro e io mi magno il pane"

Profetico :D

JohnReds 04-07-2010 14:16

re: Forum Politica
 
Quote:

Originariamente inviata da giallorossonellanima (Messaggio 366926)
Ma non possiamo in alcun modo paragonare il livello medio di istruzione di oggi con quello di 40 anni fa. Oggi possiamo dire che l'analfabetismo è stato sconfitto.

siamo melgio di 40 anni fa ma peggio di 30-20 anni fa
fino agli anni 70-80 l'istruzione migliorava..poi è iniziata a calare
e comunque sull'analfabetismo ora si verifica una cosa strana, l'analfabetismo di ritorno, cioè impari a leggere e scrivere ma perdi la capacità di padroneggiarli con il passare degli anni..perché non li adoperi, "tanto c'è la tv"

Quote:

Originariamente inviata da stewie (Messaggio 367180)

mi fa venire voglia di fucilarlo quando lo vedo in queste cose
però gli italiani, da bravi ignoranti plebei, si fanno abbindolare per bene da questa roba anche se è tutta fuffa, discorsi senza niente di concreto dietro
ci vorrebbe un "imbroglione buono", bravo come SB ad abbindolare le masse ma con il fine di migliorare il paese invece di farsi i cazzi propri

paccello 04-07-2010 16:44

re: Forum Politica
 
Riflettevo su una cosa. Sulla necessità presunta di avere alla guida del paese qualcuno che sia carismatico. Sento dire: eh certo, B. è quel che è, ma "non c'è alternativa". Ma sono balle: l'alternativa dev'essere per forza un cazzaro dall'enorme carisma elementare, altrimenti non c'è alternativa? Mi sembra una mentalità "estroversona" sbagliata, che si è visto dove ci sta portando. Capisco che la gente vada spronata con le bombe (in senso figurato) e quindi meglio se c'è un personaggio che abbia carisma, ma personalmente che un politico abbia carisma me ne batto il belino: mi interessano fedina penale, conflitti di interessi, storia personale, cose che dice e che vorrebbe fare. Che si sappia vendere, personalmente, me ne batto.

Winston_Smith 05-07-2010 22:21

re: Forum Politica
 
Scrivo qui la mia risposta a Labocania dal topic sul Pantheon perchè

vuolsi così colà dove il moderator puote (cit.) :cool:

Quote:

Originariamente inviata da Labocania (Messaggio 367831)
Mi spiace ma temo che la grande cacchiata l'abbia scritta tu come conclusione del tuo post.


Ma che significa questa frase!!? Ogni volta che si parla della mafia è necessario prima fare un lunga premessa che comprende Dante, Machiavelli, Mazzini per non porre l'Italia sotto una luce troppo negativa? Se l'argomento è le "nefandezze della rivoluzione francese", si parla di questo, i suoi aspetti condivisibili sono già ampiamente trattati nella letteratura storica, non sono necessarie inutili preamboli.
La rivoluzione francese ha avuto aspetti negativi enormi, lati oscuri orrendi trattati superficialmente dai libri di storia e quindi è molto utile riscoprire e ricordare. La Rivoluzione Francese vera è stata ben poco eroica, infatti tutti i grandi pensatori, letterati filosofi che avevano, in modo indiretto, propagandato gli ideali di cui si fece portavoce, ne presero immediatamente le distanze perché nessuna mente illuminata poteva condividere le violenze e i soprusi a cui si lasciarono andare i rivoluzionari in nome della libertà.
La rivoluzione fu memorabile sul piano ideale, per la scossa poderosa che diede al mondo della politica e della cultura, per le questioni sociali che portò violentemente alla luce e tutta la storia successiva non può prescindere da questo fondamentale avvenimento, ma l'aspetto umano è fondamentale e per questo merita merita altrettanta attenzione.

se per te i grandi avvenimenti storici si spiegano solo con gli accadimenti più recenti, Scruton avrebbe ben poco da dirti.
Sei proprio sicuro dia aver letto il brano da te incriminato scevro da qualunque pregiudizio?

Questo è ovvio, ma per comprenderla i se e i ma sono fondamentali. Il modo migliore per spiegare un avvenimento di capitale importanza è immaginare la storia senza di esso.

I “preamboli” (come dici tu) servono e come nel parlare di questi argomenti. Altrimenti si rischia di affrontarli in maniera troppo semplicistica e schematica, giungendo a conclusioni del tipo (o almeno così mi è parso): “Vedete, la Rivoluzione Francese ci ha portato il primo (primo?) genocidio della storia europea e poi, stile effetto domino, Napoleone e guerre varie. Che ne dite se la togliessimo dalla storia? Ecco, puff, fatto. E di conseguenza, per magia, OOOH, niente più guerre”.

Così, se ci soffermiamo sulla frase da me citata, sembra che voglia dire che dall’abolizione della rivoluzione Francese la storia europea avrebbe avuto solo da guadagnarci. Sembra che l’argomento vada oltre le “nefandezze della Rivoluzione Francese”, ma si vada sul “magari non ci fosse stata”, il che implica un giudizio di merito definitivo: la Rivoluzione è stata nettamente negativa per l’umanità, come il nazismo (!) Anzi, visto che quest’ultimo è stato citato come uno dei fenomeni che non ci sarebbero stati senza la Rivoluzione, se ne potrebbe dedurre che Rivoluzione => Nazismo, o magari Rivoluzione = Nazismo. Argomenti buoni per un titolo di giornale, non per una seria e approfondita analisi storica.

Ed ecco perché ribadisco che questa mi sembra una GROSSA cacchiata, ma proprio da ragazzino delle elementari o da persona prevenuta (lui sì) perché magari ideologicamente schierata, e il motivo è duplice, come ho già detto:
1) eliminando la Rivoluzione Francese dalla storia si eliminerebbero anche le conquiste positive che da essa sono nate;
2) bisognerebbe spiegare in maniera convincente che l’assenza della Rivoluzione avrebbe comportato CON CERTEZZA l’assenza dei contrasti tra le potenze europee e il non verificarsi delle due guerre mondiali. Dato che gli eventi storici sono legati a molte variabili, a me questa sembra una cosa molto difficile, ma ovviamente mago Scruton riuscirà anche in quest’impresa…

Poi, se si vuole “immaginare la storia” senza il fatto X, ah beh ognuno può immaginare quello che vuole, ma a me sembra che il lavoro dello storico si basi sui FATTI. Se poi si vuole dare un GIUDIZIO (stile “mi piace-non mi piace”), allora è un altro paio di maniche.
Infatti, se alla fine della fiera non si tratta che di un modo come un altro per dare addosso alla Rivoluzione Francese per ostilità personale o convinzione ideologica (del resto, l’articolo era ripreso dal Giornale, e ho detto tutto), OK, perfettamente legittimo, ma almeno lo si ammetta, senza ammantarsi di presunta oggettività storica.
Io sono ideologicamente schierato, ma non mi farei intervistare dai giornali facendo finta di parlare da storico (cosa che non sono). Riporterei sempre le mie parole come frutto di riflessioni, sensazioni e opinioni personali.

Winston_Smith 05-07-2010 22:38

re: Forum Politica
 
Brancher si è dimesso...stavolta l'ennesimo trucchetto salva-amici di Papi è andato a vuoto :D

paccello 06-07-2010 07:54

re: Forum Politica
 
Quote:

Originariamente inviata da Winston_Smith (Messaggio 368318)
Brancher si è dimesso...stavolta l'ennesimo trucchetto salva-amici di Papi è andato a vuoto :D

Non tutto, non sempre può andar loro bene. Mi ha colpito l'atteggiamento di certi leghisti e berluscones: arrabbiati per questa vicenda e per la condanna a Dell'Utri, ma dell'appoggiarsi a un pluripregiudicato conclamato (il premier) se ne strabattono. Evviva la coerenza.

CodaDiLupo 06-07-2010 10:16

re: Forum Politica
 
Quote:

Originariamente inviata da paccello (Messaggio 368380)
Non tutto, non sempre può andar loro bene. Mi ha colpito l'atteggiamento di certi leghisti e berluscones: arrabbiati per questa vicenda e per la condanna a Dell'Utri, ma dell'appoggiarsi a un pluripregiudicato conclamato (il premier) se ne strabattono. Evviva la coerenza.

A me è parso che il "caro leader" stavolta sia stato manovrato da poteri occulti, insomma che la nomina di Brancher fosse un atto DOVUTO, una sorta di pagamento per un qualche favore fatto (allo stesso Brancher o a qualcuno più in alto).
Ora che il piano è fallito (perché hanno tirato troppo la corda), quale sarà la prossima "penale" richiesta al nostro caro leader?

Nick 06-07-2010 11:18

re: Forum Politica
 
Quote:

Originariamente inviata da CodaDiLupo (Messaggio 368422)
insomma che la nomina di Brancher fosse un atto DOVUTO,

Vorrei vedere, se uno si fa qualche mese di galera al posto tuo e non parla (tangenti fininvest alla guardia di finanza) qualcosa gliela devi e che caspita.

"Condivido la sua scelta" (cit.) Che condividi? Se la condividevi non stavamo qui a parlare di te fino a nausearci.

Winston_Smith 10-07-2010 16:15

re: Forum Politica
 
Per la rubrica "Frasi storiche" dal nostro archivio personale scegliamo per voi due perle, una scritta e una video:

Neanch'io, come Bossi, voglio un piduista a Palazzo Chigi.

(Silvio Berlusconi, 8 marzo 1994)



http://www.youtube.com/watch?v=f_zmw...yer_embedded#!

paccello 10-07-2010 16:49

re: Forum Politica
 
Quote:

Originariamente inviata da Winston_Smith (Messaggio 370995)
Per la rubrica "Frasi storiche" dal nostro archivio personale scegliamo per voi due perle, una scritta e una video:

Neanch'io, come Bossi, voglio un piduista a Palazzo Chigi.

(Silvio Berlusconi, 8 marzo 1994)

Ha ha, questa è potentissima, non la sapevo :laugh:

Nick 10-07-2010 16:56

re: Forum Politica
 
Siamo oltre Orwell, ormai andrebbe paragonato a Palmer Eldritch

darkwing duck 10-07-2010 17:00

re: Forum Politica
 
Quote:

Originariamente inviata da Winston_Smith (Messaggio 370995)

Oddio..............


Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 12:44.

Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2021, Jelsoft Enterprises Ltd.