FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Psico Forum > Disturbo evitante di personalità
Rispondi
 
Vecchio 10-02-2018, 14:20   #1
Esperto
L'avatar di Headache94
 

Salve,volevo parlarvi di quello che è il mio principale problema: Non riesco a stare a contatto con la maggior parte della gente.
Fossi ricco,me ne fregherei,ma visto che devo pur lavorare e trovare la mia strada nella vita,e per farlo ci vuole una buona dose di socialità,questo è un grosso ostacolo per me che devo assolutamente superare.
Per spiegarvi bene cosa intendo per ''non riuscire a stare a contatto con la gente'' prenderò degli esempi di vita vissuta da me.

(è abbastanza lungo,ringrazio in anticipo chi avrà voglia di leggere tutto quanto)

Corso professionale.

L'anno scorso ho partecipato ad un corso professionale con possibilità di inserimento lavorativo al termine dello stesso (alla fine non mi hanno preso)
Eravamo circa una quindicina.

I primi giorni erano tutta teoria,quindi stavo tranquillo sul mio banco e si interagiva con gli altri partecipanti al corso soltanto durante le pause.
Ero molto teso,ma cercavo nelle pause (con grossa fatica) di infilarmi nelle discussioni,di dire qualcosa anch'io,e ogni volta che ci riuscivo lo sentivo come una conquista.
Sono assolutamente negato per le frasi di circostanza,per controbattere quando qualcuno mi fa una battuta,negato totale,è come se avessi proprio un blocco al cervello e tutto quello che mi viene da dire è ''si'' ''eh'' ''no no'' ''ahah'' e *sorrisetto* (questo problema non ce l'ho con le poche persone con cui ho confidenza)

Di tutto il gruppo c'era solo un tizio che mi stava simpatico,ma si è ritirato dopo poco tempo.
Gli altri erano tutti estroversoni,specialmente un ragazzo e una ragazza del sud,quando abbiamo cominciato con la pratica e quindi le lezioni erano più ''movimentate'' (si stava in piedi a fare lavori manuali spesso in gruppo) questi stavano sempre a fare battute di circostanza e a ridere,anche se quel che dicevano a me non faceva ridere per niente.
Sembrava di essere ad uno show comico di basso livello.

Io mi sentivo intimidito da cotanta estroversione e non parlavo mai.
Gli altri se ne accorgono e cominciano a parlar male di me,li sento dire ''quant'è asociale'' poi mentre guardavo il cell li sento dire ''c'avrà solo due amici su facebook''
Non solo dietro le spalle ma anche in faccia mi trattano con supponenza,come se fossi ritardato.
Io comincio a sentirmi male,mi fa male la testa,mal di stomaco (una volta mi sono dovuto fermare in un area di sosta della superstrada mentre mi recavo al corso per vomitare),vado in bagno ogni tanto anche se non ho bisogni fisici solo per stare un po' da solo ecc.

In quell'ambiente non riuscivo proprio ad integrarmi,non riuscivo proprio a stargli dietro quando parlavano,erano una mitraglietta di stronzate su stronzate a gogo,non riuscivo proprio ad inserirmi.

Il mio malessere psico-fisico andava ad incidere sul mio rendimento nel corso,infatti non ero concentrato,sbagliavo spesso,e forse anche per questo non mi hanno preso.

Lavoro in fabbrica

Dopo qualche mese ho trovato un tirocinio in una piccola fabbrica.
Parto con buoni propositi,deciso a sforzarmi di essere il più socievole possibile.
Nei primi giorni,tutti mi trattano bene,ma io nonostante ciò faccio veramente fatica ad aprirmi
Come nell'esperienza passata cerco di infilare qua e là parole,frasi,ma sembra non basti mai.
I loro discorsi vertono tutti su poche cose,principalmente sull'ubriacarsi e fare festa ed il calcio.
Un tizio comincia a trattarmi in modo falsissimo come se fosse un mio grande amico,mi affibia nomignoli,mi stuzzica su quelli che sono i miei punti deboli.
''Dove ti vai ad ubriacare stasera?'' ''non parli mai,dì qualcosa'' ''stai sempre zitto'' ecc.
Un'altra ''ridi un po'! Stai sempre serio!''
Lavoro male,sempre col mal di testa e l'angoscia,ogni volta che qualcuno mi rivolge la parola mi irrigidisco e cerco di frugare nel mio cervello qualche frase per controbattere e ho sempre paura di fare figure di merda.
Finite le 7 ore lavorative mi sento la testa completamente in frantumi,mi sento sfinito psicologicamente
Alla fine mi feci licenziare perchè mi trovavo male (solo uno mi stava simpatico) e poi la paga era bassa e in fin dei conti non mi conveniva.

Queste esperienze mi hanno insegnato che da nessuna parte si può pretendere di inserirsi in un gruppo in modo graduale,con gentilezza ecc. Ma bisogna per forza sin da subito imporsi,dimostrare agli altri di avere uno status sociale alto o comunque decente e parlare di continuo di stronzate

Ora per il futuro ho altri progetti,ma ho paura che questa mia incapacità di socializzare mi metta i bastoni tra le ruote,non posso permettere alla mia asocialità di ostacolarmi.

Vi siete riconosciuti nelle esperienze di cui vi ho parlato? Secondo voi come si supera tutto ciò?
Sono stanco di sentirmi male anche fisicamente per colpa della mia incapacità di socializzare,mal di testa,vomito ecc. Non voglio più questo per il mio futuro

NO QUOTE

Ultima modifica di Headache94; 10-02-2018 a 14:33.
Ringraziamenti da
Life (10-02-2018), SingleHeroine (10-02-2018)
Vecchio 10-02-2018, 14:31   #2
Banned
 

Mi dispiace molto. Credo che se dovessi socializzare a lavoro per me sarebbe un grossissimo problema. Invece ho la fortuna di fare un lavoro che è sì a contatto con le persone, ma di fatto non c'è nessun rapporto. A volte manco guardo in faccia le persone con cui interagisco perché nel frattempo vado avanti col mio lavoro. Coi colleghi al massimo può capitare, e come dici tu ho avuto un inserimento molto molto graduale. In un ufficio impazzirei, invece dove sto ora sono sempre indaffarata e se anche non saluto nessuno non succede nulla (capita che manco saluto la capa perché non la vedo).

Non so cosa consigliarti. Io so che nelle stesse condizioni probabilmente sarei scappata pure io. O forse no, perché altrimenti non mi pagherei l'affitto. Però certamente non sarei stata bene.
Ringraziamenti da
Headache94 (10-02-2018)
Vecchio 10-02-2018, 15:10   #3
Esperto
 

e poi siamo noi quelli sbagliati
per integrarsi bisognerebbe scendere al loro livello
Ringraziamenti da
Headache94 (10-02-2018), SingleHeroine (10-02-2018)
Vecchio 10-02-2018, 16:14   #4
Esperto
L'avatar di Badblues
 

Benvenuto
Vecchio 10-02-2018, 16:21   #5
Esperto
L'avatar di Jacksparrow
 

Socializzare è un arte che si impara sin da piccoli.
Sapere come parlare, quando e perché e soprattutto come farsi rispettare.
Finché c'è lo stronzo che sfotte, basta ignorarlo o tirare fuori la rabbia e affrontarlo a muso duro.. se è l'intero gruppo è più un casino .!!
Si deve cominciare con un amico/collega poi magari due o tre..piano piano, sicuramente per un fobico è un dramma pensare al lavoro e a fare amicizia o semplicemente parlare con altri non è per niente facile.
Vecchio 10-02-2018, 16:45   #6
Intermedio
L'avatar di Emanuele85
 

Mentre leggevo ho sentito dei brividi lungo la schiena perchè so bene quello che hai provato, è terribile e mi dispiace davvero molto per te, specialmente perchè nel tuo caso ti va ad intaccare anche la salute fisica e psichica, la gente è proprio ignorante e perfida, se vedono una persona in difficoltà invece di aiutarla ad inserirsi nel gruppo la denigrano. Che rabbia!
Un consiglio importante ti do, non pensare mai di essere tu quello sbagliato che non sa socializzare tu sei fatto così e non è una colpa, non sei tu il problema!
Non arrenderti e continua a cercare un nuovo lavoro, vedrai che prima o poi trovarei persone di buon animo che ti accetteranno così come sei.
Ringraziamenti da
cancellato19125 (11-02-2018), Headache94 (10-02-2018), SingleHeroine (10-02-2018)
Vecchio 10-02-2018, 17:15   #7
Esperto
L'avatar di Life
 

Quote:
Originariamente inviata da Headache94 Visualizza il messaggio
Vi siete riconosciuti nelle esperienze di cui vi ho parlato? Secondo voi come si supera tutto ciò?
Al mille x mille. Solo che tu sei meglio di me,abbiamo la stessa età ma io non ho ancora lavorato, ma appena lo farò stai sicuro che farò la tua stessa fine se non peggio,è un disastro per noi fobici,fidati la tua esperienza è come se l'avessi fatta io, comprensione totale.
Ringraziamenti da
Headache94 (10-02-2018)
Vecchio 10-02-2018, 17:36   #8
Intermedio
L'avatar di pollyjean
 

Sì ti capisco bene. Con i colleghi è davvero un terno al lotto, basta poco per compromettere la reputazione, e se parti male è difficile recuperare perché da parte tua si instaura poi un circolo vizioso di autosvalutazione e chiusura.
Io individuo subito le persone disponibili e instauro un dialogo con loro, per rilassarmi e non isolarmi del tutto. Certo se non trovi persone del genere capisco che diventi faticoso per non dire un incubo.
Sforzarsi per essere accettati non serve a nulla e ti manda ancora più nel pallone; a sto punto meglio fare i distaccati, che anche se non attirerà comunque simpatie almeno eviterà atteggiamenti di scherno e situazioni che descrivi.
Vecchio 10-02-2018, 19:28   #9
Esperto
L'avatar di Stasüdedòs
 

Finché i rapporti restano superficiali, tra colleghi (o con la gente in generale), riesco a cavarmela e a reggere la maggiorparte delle situazioni senza sembrare subito un totale disadattato sociale, al massimo solo uno che "parla poco" e amen... ma quando si va (o si dovesse andare) più sul personale, si alzano intorno a me muri invalicabili, con tanto di cartello: "da qui non si passa, torna indietro".
Vecchio 10-02-2018, 19:43   #10
Esperto
L'avatar di NatoMorto
 

io mi regolo coi rapporti con gli altri a seconda di come sono messo in quel momento...a volte nn reggo nenache un rapporto superficiale...se avessi un'autostima "normale" nn dovrei mai parlare con nessuno....evitare tutti...e sul lavoro parlare solo di lavoro....questo x salvaguardare la mia debolezza...malleabilità..mollezza...ecc ecc
Vecchio 10-02-2018, 20:10   #11
Avanzato
 

Io lavorando devo stare in mezzo alla gente, nelle aree break e poi in mensa devo sentire le loro cazzate, è un supplizio, anche perché a me delle loro stronzate e discorsi non frega assolutamente niente e appena ho finito di mangiare mi alzo e vado via. Comunque è un problema stare in mezzo a gente che non è fobica
Ringraziamenti da
Life (11-02-2018), SingleHeroine (10-02-2018)
Vecchio 10-02-2018, 22:22   #12
Esperto
L'avatar di syd_77
 

quando iniziano a parlare di marmocchi, di cacche, di asilo e festicciole io inizio a lavorare come un mulo, non ascolto più nessuno e non parlo più, solo lavoro. per fortuna non c'è pausa pranzo e quando c'è ognuno per se.
con gli uomini si può parlare solo di calcio e io non lo seguo.
le donne che hanno figli perdono tutta la loro anima di persona e diventano solo sfornatori di pargoli..e di che ci vuoi parlare..
Vecchio 10-02-2018, 22:54   #13
Esperto
L'avatar di Ogard
 

Mi ricorda il motivo per cui ho lasciato l'università, per fortuna con il lavoro che ho adesso non sto trovando particolari problemi. Comunque il momento più ansioso della giornata è durante quei 5 minuti per fare il cambio con il collega, davvero tremendo.
Vecchio 11-02-2018, 00:28   #14
Avanzato
L'avatar di Lory
 

Quote:
Originariamente inviata da Ogard Visualizza il messaggio
Mi ricorda il motivo per cui ho lasciato l'università, per fortuna con il lavoro che ho adesso non sto trovando particolari problemi. Comunque il momento più ansioso della giornata è durante quei 5 minuti per fare il cambio con il collega, davvero tremendo.
Quindi fai un lavoro in cui non hai contatti con altre persone?
Vecchio 11-02-2018, 06:45   #15
Esperto
L'avatar di Noriko
 

Mi sono sempre trovata piuttosto male negli ambienti di lavoro. E' il sistema lavorativo di certe aziende che incentiva certi meccanismi malati.
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a Non riuscire a stare a contatto con la gente
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Stare a contatto con gli animali vi fa sentire meglio? _Diana_ Sondaggi 167 12-01-2016 10:32
Riuscite a stare senza contatto fisico? Rex Brown Forum Sessualità (solo adulti) 193 15-01-2014 17:38
Stare in mezzo a moltissima gente... sakuraclamp SocioFobia Forum Generale 11 05-05-2013 10:56
Lavoro SENZA contatto con la gente nephilim89 Forum Scuola e Lavoro 79 23-12-2010 23:09
stare tra la gente crea dipendenza. kocis666 Amore e Amicizia 27 05-05-2010 21:01



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 01:12.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2018, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2