FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Psico Forum > Timidezza Forum
Rispondi
 
Vecchio 01-04-2019, 21:11   #1
Esperto
L'avatar di Headache94
 

Salve,rifletto spesso su ciò che non va in me,cercando di trovare delle soluzioni,ma alla fine non risolvo mai un cazzo praticamente.
L'ultima ''pensata'' è che io non possegga una ''personalità'' intesa come insieme di schemi comunicativi da poter usare come ''scudo'' e come ''arma'' nei miei rapporti col prossimo.

Ho notato che le persone molto socievoli possiedono un insieme di atteggiamenti,frasi ecc. ''codificate'',nel senso che non cambiano,questo gli permette di possedere una maschera sociale per partecipare al grande balletto della vita.

Io invece sono una sorta di magma informe,anzi neanche magma perchè sarebbe qualcosa di bollente e che quindi brucia,direi più un ''blob'' informe che contiene tutto e il contrario di tutto.

Questo non significa che io non abbia una interiorità ricca,la mia interiorità è proprio questo ''blob'' che come ho detto contiene tante cose anche contrastanti tra di loro:Quello che mi manca è un involucro,una forma solidificata di questo blob che mi permetta di muovermi nel mondo sociale.

Sto bene solo quando sono da solo (il mio blob è libero di girovagare dove vuole senza paura di venire attaccato nella sua morbida debolezza) oppure con quelle poche persone con cui ho sviluppato uno straccio di personalità solidificata,cioè con la mia mia famiglia e con i pochissimi amici che ho.

Ovviamente con la mia famiglia ho una personalità solidificata diversa da quella che ho con il mio amico,quindi i miei ''codici comunicativi'' cambiano.

Il problema è che quando mi inserisco in un gruppo di persone nuove (corsi,lavoro ecc.) non riesco a sviluppare uno stile relazionale,rimango un blob debole e indifeso che vorrebbe essere un fantasma per non farsi vedere e quindi per non farsi attaccare,ma succede puntualmente il contrario:Vengo attaccato,preso in giro e deriso.

La solitudine diventa quindi un ristoro,unica area di libertà della mia anima.

Io vorrei poter esprimere la parte buona di me stesso ma non ci riesco,gli altri mi spaventano a morte,non voglio risultare come una persona strana,asociale,forse sfigata e ''creepy''.....vorrei essere quello che sono con la mia famiglia e con i miei amici,ma non ci riesco proprio,è una cosa troppo difficile.
Sto sempre zitto,se mi parlano balbetto e uso toni di voce strani,faccio figure di merda,il cervello annebbiato dall'ansia...e gli altri se la ridono e mi tengono alla larga.

Ormai mi sto arrendendo sempre di più,forse rimarrò così a vita,non lo so

Vi riconoscete in quello che ho scritto? Che ne pensate?
Vecchio 01-04-2019, 23:07   #2
Esperto
L'avatar di Warlordmaniac
 

Quote:
Originariamente inviata da Headache94 Visualizza il messaggio
Vi riconoscete in quello che ho scritto? Che ne pensate?
Sono io
Ringraziamenti da
Headache94 (01-04-2019)
Vecchio 01-04-2019, 23:28   #3
~~~
Banned
 

Ti capisco c.c
Vecchio 01-04-2019, 23:31   #4
Esperto
L'avatar di Dahmer
 

Io ho una mia personalità a quanto pare. Per gli altri. Ma son molto spontanea.
Vecchio 01-04-2019, 23:37   #5
Intermedio
L'avatar di Ton93
 

mi riconosco
Vecchio 02-04-2019, 09:00   #6
Esperto
L'avatar di NatoMorto
 

Quote:
Originariamente inviata da Headache94 Visualizza il messaggio
Salve,rifletto spesso su ciò che non va in me,cercando di trovare delle soluzioni,ma alla fine non risolvo mai un cazzo praticamente.
L'ultima ''pensata'' è che io non possegga una ''personalità'' intesa come insieme di schemi comunicativi da poter usare come ''scudo'' e come ''arma'' nei miei rapporti col prossimo.

Ho notato che le persone molto socievoli possiedono un insieme di atteggiamenti,frasi ecc. ''codificate'',nel senso che non cambiano,questo gli permette di possedere una maschera sociale per partecipare al grande balletto della vita.

Io invece sono una sorta di magma informe,anzi neanche magma perchè sarebbe qualcosa di bollente e che quindi brucia,direi più un ''blob'' informe che contiene tutto e il contrario di tutto.

Questo non significa che io non abbia una interiorità ricca,la mia interiorità è proprio questo ''blob'' che come ho detto contiene tante cose anche contrastanti tra di loro:Quello che mi manca è un involucro,una forma solidificata di questo blob che mi permetta di muovermi nel mondo sociale.

Sto bene solo quando sono da solo (il mio blob è libero di girovagare dove vuole senza paura di venire attaccato nella sua morbida debolezza) oppure con quelle poche persone con cui ho sviluppato uno straccio di personalità solidificata,cioè con la mia mia famiglia e con i pochissimi amici che ho.

Ovviamente con la mia famiglia ho una personalità solidificata diversa da quella che ho con il mio amico,quindi i miei ''codici comunicativi'' cambiano.

Il problema è che quando mi inserisco in un gruppo di persone nuove (corsi,lavoro ecc.) non riesco a sviluppare uno stile relazionale,rimango un blob debole e indifeso che vorrebbe essere un fantasma per non farsi vedere e quindi per non farsi attaccare,ma succede puntualmente il contrario:Vengo attaccato,preso in giro e deriso.

La solitudine diventa quindi un ristoro,unica area di libertà della mia anima.

Io vorrei poter esprimere la parte buona di me stesso ma non ci riesco,gli altri mi spaventano a morte,non voglio risultare come una persona strana,asociale,forse sfigata e ''creepy''.....vorrei essere quello che sono con la mia famiglia e con i miei amici,ma non ci riesco proprio,è una cosa troppo difficile.
Sto sempre zitto,se mi parlano balbetto e uso toni di voce strani,faccio figure di merda,il cervello annebbiato dall'ansia...e gli altri se la ridono e mi tengono alla larga.

Ormai mi sto arrendendo sempre di più,forse rimarrò così a vita,non lo so

Vi riconoscete in quello che ho scritto? Che ne pensate?
Sembra che hai fatto il mio profilo... Preciso
Vecchio 02-04-2019, 09:08   #7
Esperto
L'avatar di Palmiro
 

Non è che non hai una personalità sviluppata, molto semplicemente ti manca l'intelligenza sociale perché probabilmente non sei abituato a contesti esterni a quelli "obbligati" di famiglia e pochi amici stretti...

La buona notizia è che la si può acquisire ma bisogna allenarsi molto esponendosi a tante situazioni sociali di tipo diverso e cercando di osservare come interagiscono tra loro gli altri per "imitarli" (non pedissequamente)
Ringraziamenti da
Masterplan92 (02-04-2019)
Vecchio 02-04-2019, 09:59   #8
Esperto
L'avatar di Xchénnpossoreg?
 

A me sembra semplice insicurezza.
Il contatto con la gente nuova ti crea ansia e di conseguenza s'innesca una serie di pensieri disfunzionali del tipo "non so come fare, non sono abbastanza, faccio brutte figure, la voce cambia".
Secondo me dovresti cercare di smontare alcune convinzioni, mi riferisco a quel "ma succede puntualmente il contrario:Vengo attaccato,preso in giro e deriso".
Pensaci, non può essere sempre e solo così. Al mondo esistono tante persone, la maggior parte non va in giro a umiliare il prossimo. Inoltre esistono pensieri e priorità diverse, non siamo il centro del mondo. La gente tende a pensare ai propri problemi e non nota nemmeno i nostri presunti passi falsi. Siamo noi - spesso - a credere di essere erroneamente sotto la lente d'ingrandimento. In più molta gente ha quel minimo di empatia necessaria per evitare di far sentire gli altri a disagio, in particolare dopo una certa età. Per fortuna la vita non è sempre e solo come a scuola, la maturità aiuta proprio a sviluppare dinamiche diverse.

Poi.
Mettiamo il caso di una figuraccia.
Ok, capita... capita a tutti. E quali sarebbero le conseguenze? Qualche battuta, l'imbarazzo.
Se ci pensi - di base - sono ripercussioni abbastanza gestibili. Non fanno piacere, sia chiaro, però c'è di peggio. Basta non metterci il carico da novanta, perché siamo noi a farci del male vivendo tutto con tanta pesantezza. Per intenderci, diamo troppa importanza all'episodio, ci pensiamo e ripensiamo, lo consideriamo come una dimostrazione di chissà quale incapacità. Il tutto, magari, per una piccola gaffe. Cose che succedono persino agli estroversoni.
Meglio usare un minimo di autoironia, cambiare registro. Lo so, non è semplice e serve un po' di allenamento. Però è fattibile.

Forza Headache e non mettere più in dubbio la tua personalità.

Ultima modifica di Xchénnpossoreg?; 02-04-2019 a 10:10.
Ringraziamenti da
Headache94 (02-04-2019)
Vecchio 02-04-2019, 10:39   #9
Esperto
L'avatar di Teach83
 

Oltre all'insicurezza, che è un tratto distintivo dei Fobici sociali, io ci aggiungerei anche una sorta di disregolazione emotiva : cioè l'incapacità di regolare le proprie emozioni o di avere una risposta emotiva adeguata alle varie circostanze a causa dell'ansia.
Non solo, a volte è anche difficile capire cosa si sta provando davvero, quindi poca consapevolezza delle emozioni che attraversano la nostra mente a causa del continuo stato d'ansia perpetuo. Alla fine tutti hanno una propria personalità, il problema è che questa nel caso degli evitanti sociali è appunto "disturbata" da un cattivo funzionamento degli stati emotivi e dalla difficoltà di apprendere abilità sociali ( le famose skill sociali).
Ringraziamenti da
Masterplan92 (02-04-2019)
Vecchio 02-04-2019, 15:44   #10
Esperto
L'avatar di Warlordmaniac
 

Vedo che le risposte tendono verso la motivazione culturalista, Io invece penso che gran parte del problema sia innato. È una forma di pedomorfismo, mescolata con questioni di tipo conformistico. Cioè servono più anni per sviluppare un'identità, e serve anche un ambiente che permette di lasciarti crescere con le tempistiche adeguate.
Vecchio 02-04-2019, 16:01   #11
Intermedio
 

Io mi riconosco perfettamente in ciò che hai scritto, nel mio caso penso di non riuscire a comportarmi "correttamente" nei rapporti con gli altri per il semplice fatto che questo mio "blob" di pensieri che mi assalgono quando sono da solo non è altro che un modo come un altro di fuggire dalla realtà quotidiana che non mi soddisfa, anzi mi fa soffrire tanto e per questo nel blob vi sono anche molti sogni di gloria e di riscatto che però nella realtà pratica non servono proprio a nulla.
Un altro fattore che mi blocca parecchio è il terrore del confronto diretto fra la mia vita e quella dei normali oltre a quello che potrebbe essere il loro scontato giudizio se venissero a conoscenza della mia situazione pietosa grazie alla quale io ora ho la stessa attrattiva sociale di una cimice e tutto ciò ovviamente mi comprometterebbe anche qualsiasi tipo di occasione per allacciare rapporti d'amicizia con loro.
Vecchio 25-05-2019, 17:09   #12
Principiante
 

Anche io purtroppo mi riconosco
Vecchio 25-05-2019, 17:29   #13
Intermedio
 

La mia descrizione spiccicata
Vecchio 25-05-2019, 17:43   #14
Esperto
L'avatar di syd_77
 

certamente, mi sento informe, e quindi in balia degli eventi. E vuoto.
non che non abbia niente da dire, ma dovrei raccontare le mie CONTINUE sventure.. ma poi si annoiano.. e qualcuno neanche ci crede, quindi oltre il danno anche la beffa.

non ho controllo, non ho solidità.. alla fine riesco spesso a sfangarla dai guai e a tirare avanti.. ma a costi emotivi altissimi.
Vecchio 25-05-2019, 22:18   #15
Esperto
L'avatar di SamueleMitomane
 

Quanto quoto sto post
Vecchio 25-05-2019, 22:29   #16
Esperto
L'avatar di Headache94
 

Toh,un mio thread di 2 mesi fa
Vecchio 26-05-2019, 13:37   #17
Esperto
L'avatar di pokorny
 

E' in gran parte un mio ritratto. Adesso che anagraficamente sono verso la fine della vita mi accorgo di non averci mai potuto fare niente, che è sempre andata così e che se anche cambiassi adesso di colpo non potrei godermi i risultati del cambiamento.

Ovviamente a me è andata così, per fortuna queste cose non sono scritte nel marmo e altri possono anche risolvere a un certo punto della propria vita.
Vecchio 26-05-2019, 14:11   #18
Esperto
 

Io vi mando come pecore in mezzo ai lupi cit.
Vecchio 26-05-2019, 15:12   #19
Esperto
L'avatar di Equilibrium
 

Sarò molto sintetico.
Ce chi si dà le colpe e chi le dà le colpe e chi alterna
Avviene a livello inconscio, quindi uno che si trova ai 2 estremi razionalmente potrebbe pensarla anche in maniera equilibrata.

Quando la parte inconscia però non è d'accordo con quella razional ecco che arriva il malessere interiore.
Quindi finché certe convinzioni nn avvengono a livello più profondo, il malessere permarra.

Ecco perché servono anche anni di terapia e nn si sta meglio con la bacchetta magica.
Vecchio 26-05-2019, 15:15   #20
Esperto
 

Quote:
Originariamente inviata da pokorny Visualizza il messaggio
E' in gran parte un mio ritratto. Adesso che anagraficamente sono verso la fine della vita mi accorgo di non averci mai potuto fare niente, che è sempre andata così e che se anche cambiassi adesso di colpo non potrei godermi i risultati del cambiamento.

Ovviamente a me è andata così, per fortuna queste cose non sono scritte nel marmo e altri possono anche risolvere a un certo punto della propria vita.
È molto difficile risolvere problemi di questo, tipo, forse solo accorgendosi di quello che succede e prendendo molto presto il problema c'è qua qualche possibilità di uscirne, ma il forse è d'obbligo. Credo che nella maggior parte dei casi, se già hai 25 anni e hai queste problematiche, è impossibile uscirne.
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a Non avere una personalità da usare
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Nascondere il disturbo di personalità creando una nuova personalità winstow Altri disturbi di personalità 1 21-07-2016 10:12
Sentire di non avere personalità Unison SocioFobia Forum Generale 8 26-11-2015 01:00
Credete di avere una personalità? Selenio SocioFobia Forum Generale 19 08-01-2014 18:19
avete mai la sensazione di non avere davvero una personalità? AshtrayGirl Sondaggi 7 04-09-2013 19:31
1 personalità? tante personalità? Dr. Jekyll e MR Hyde cancellato2369 Amore e Amicizia 4 16-11-2008 23:23



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 05:36.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2